Strano ma vero.

Non so esattamente perché continuo a sproloquiare.
Ci vorrebbe uno psicanalista.
Di quelli bravi.
Per quanto non ami gli strizzacervelli.
Ma insomma la situazione è davvero originale.
Il Pdl si trova davanti alla certificazione ufficiale e definitiva secondo cui il boss è un delinquente.

Ma è il PD medesimo ad esser nella cacca.

Per la serie strano ma vero. Vedi alla voce Settimana Enigmistica.

Cadono le braccia di fronte all’ultima leonina dichiarazione di Epifani: tra la governabilità e l’onore scegliamo l’onore.

Spiacente monsieur Epifanì, l’onore andò perduto illo tempore.

Per farla molto, molto corta ,l’onore fu perduto almeno da quel dì che definiste il mediocre contoterzista Monti come salvatore della patria mentre i grandi intellettuali della sinistra (insisto apposta) come Asor Rosa e Revelli aprivano soave credito alla sobrietà dell’euro travet.
Uno cui rimane solo il cane – regalatogli in diretta da una mondana conduttrice televisiva – da portare ai proverbiali giardinetti.
C’è da augurarsi raccolga almeno i bisognini, come il politicall correct europeo impone.

Ma la sbornia del PD fu memorabile, superlativa e indecente e nessuno la ricorda più.
Salvo i pensionati, pensionandi (senza speranza) e cercanti lavoro (senza speranza) presso i centri per l’impiego.

Adesso la salvezza della patria resta affidata alle incerte sorti del governo di Letta il giovane.
Dopo che le primarie avevano incoronato a premier il Bersani di Bettola.

Incerte?

Le sorti di Letta giovane, dico.

Me lo domando.

Perché niente è scontato dopo che Napolitano ha reagito prontamente alla condanna di Berlusconi con la richiesta di una rapida riforma della giustizia.

Naturalmente al Berlusca frega niente a questo punto.

Vuole il salvacondotto.
E poche pugnette.

In una maniera o nell’altra.

Forse il nostro sempre beneamato Presidente poteva reagire in altro modo.

Esempio: monitare in favore di una immediata riforma elettorale .

La può fare il parlamento.
Anzi è sua esclusiva prerogativa.
Si può fare .
Anche senza il PdL.

Basta fare sul serio con i grillini.
Metterli sotto pressione senza pretendere che si svenino a gratis per il PD come voleva l’ottimo Bersani, mendicante nello streaming.

E poi andare al voto dichiarando chiusa per sempre la seconda repubblica.

E lasciando in pace la Costituzione che non abbisogna di alcun restauro.

Programma minimo, insomma.
Riformista.

Capisco c’è il fiorentino in agguato.

Ma è un problema vostro.

Non nostro.

PS. Tranquilli tutti.
Niente guerra civile.
Bondi diventa diarroico al sol pensiero e per questo l’esorcizza.

Niente sangue .

Solo, temo, la solita vecchia merda. (questa era una rossastra citazione).

Au revoir.

About these ads

332 Risposte to “Strano ma vero.”

  1. claudiopagani Says:

    Beh , Mauro a me pare un po troppo liquidatorio verso circa 10 milioni di persone che hanno votato il centro -sinistra alle ultime elezioni e che non sono asserviti a nessun disegno lettian-renziano-bersaniano…Concordo su molte delle tue analisi ( compreso l’errore politico grave nell’aver fatto nascere il PD) ma oggi non si tratta ,a mio avviso , nè di affernare con forza le proprie ragioni , nè i torti degli altri nè tantomeno di flagellarsi in una specie di “cupio dissolvi” ; si tratta , molto modestamente, di ricostruire innanzittutto le fondamentale di una sinistra progressista per i prossimi anni e la campana “suona per ciscuno di noi” senza distinzione alcuna ( come veniva scritto sull’Unita quando invitava i parlamentari pci ad essere presenti ad una seduta)..

  2. mauro zani Says:

    Liquidatorio?
    Ma cosa diavolo aspetti per prendere virilmente atto che tutta una storia è finita.
    Ci vuol un dippiù di egocentrismo per indicare la costruzione di una sinistra progressista. A parte che il termine “progressista”, usato sia nel socialismo reale che nei magnifici USA, ancor oggi non ha e non ha mai avuto in passato alcun reale significato.
    Serviva e serve solo ad esorcizzare la parola sinistra.
    In ogni caso la campana non suona certo per me.
    Altro luogo comune secondo cui la campana suona sempre per tutti.

    Puttanate.

    Suona per quella classe dirigente (si fa per dire) che ha voltato le spalle non al sogno ma al progetto di cambiare il mondo.

    Già, sissignore, io son tra quelli , pur benestanti, che pensano che il mondo vada cambiato.
    Memore , sempre, delle mie nobili , modeste e poverissime origini.

    Io sto da una parte.
    Sempre disponibile ad allearmi ma con la certezza di chi sono e di cosa voglio , o vorrei.

    Questa gente non è niente ormai.

    Niente dignità, nessuna idea, zero cultura, nessuna passione civile solo pragmatismo d’accatto per àccattarsi a giuornata.
    Non ne voglio più mezza di sta’ gente.
    Morti che camminano.

    • claudiopagani Says:

      Risposta rabbiosa caro Mauro, come nello stlile , ma non convincente! E poi mi pare fin troppo facile :il tuo problema ,se posso sommessamente permettermi, e che sei ancora troppo incaz… con quella classe dirigente ,la tua classe dirigente, che ha voltato le spalle al sogno….” La sconfitta è definitiva solo quando si accetta una presunta definitività che nella storia non esiste…Ai ns errori ,in quota parte, si puo porre rimedio contribuendo ,per quanto possibile, alla costruzione di una nuova sinistra. Altrimenti , chiedo scusa per l’audacia , si anticipa inutilmente quell’evento irreversibile che ,unico, non è nella ns. disponibilità.

  3. laura franza Says:

    è difficile dare una data d’inizio del declino attuale – sono incerta tra il referendum con cui Segni trascinò l’allora Pds nella trappola del maggioritario, la mancata (e impossibile saldatura) col Psi craxiano, l’avvento del Berlusca a suon di lire … – non so, ma sull’analisi attuale concordo a pieno

  4. mauro zani Says:

    Sì è difficile. Anch’io ci ho messo del mio. Tutto comunque divenne velenosamente nebbioso dopo la caduta di quel muro a Berlino. Un evento ,come stucchevolmente si usa dire, epocale. Beh era difficile capire come e in che direzione muovere. Da qui l’infatuazione sul maggioritario e in generale sulla riforma del sistema politico. Dall’incapacità di immaginare , in quanto a ideali e riferimenti culturali una nuova sinistra nel medio – lungo periodo. Insomma storia lunga……

  5. mauro zani Says:

    Rabbiosa? Molto meglio di esangue come gli abatini del PD. Quanto alla storia non finisce . Vedranno i posteri.
    Nei tempi lunghi saremo tutti morti.
    Intanto permettimi di dire che la sconfitta è definitiva perché il mondo non esiste dopo di me, dato che non sarò in grado di percepirlo.
    E per giunta Dio, com’è noto non esiste.

  6. claudiopagani Says:

    Veramente io resto alla definizione di SINISTRA data da Vittorio Foa:
    Non solo io ma anche gli altri :
    Non solo qui ma anche nel resto del mondo;
    non solo oggi ma anche DOMANI_.
    Non capisco e non mi adeguo.
    Comunque de gustibus…. anche se sento , in certe affermazioni, + Nietsche che Marx o Gramsci..

  7. mauro zani Says:

    Eccomi scomunicato dal politicall correct : sifilide della sinistra.
    A proposito di Nietsche.
    Vittorio Foa? Buonanima . Ottima persona ma non mi ha mai particolarmente appassionato. A differenza di Veltroni.

    • claudiopagani Says:

      Please non facciamo vittimismo! io sono qui a dialogare con te! Che c’azzecca “la sifilide della sinistra”? io PERSONALMENTE PENSO ,al contrario, che proprio la riemersione alla lotta politica di tanti compagni perbene come te , possa riequilibrare, l’eccesso di “base” perennemente consenziente ( per carità non propongo a nessuno l’adesione al moribondo PD!)

  8. remo tedeschi Says:

    Sono, (oppure,sarei) d’accordo con Zani, ma dopo l’episodio dei 101
    che tanti scrollano le spalle,( per me, mortale, per il pd) come fai a sapere in quanti sosterrebbero un accordo con Grillo?
    Chi è il gruppo parlamentare del pd? è una scatola cinese con sorpresa, anche per colpa della coglionata , di non aver cacciato
    Renzi al primo colpo(Arcore),adesso siamo ,una ass.di fazioni.
    Solo una botta di culo ci può salvare.
    Ad esempio, il coccolone, oppure, quello strano vento che ti fa avere
    il successo elettorale, come a Bologna per Merola, così, senza sapere perché.
    ps
    comunque aleggia sempre la convinzione che tutto,possa essere risolto se la sinistra vuole. ma i cittadini che vanno in piazza a difendere un delinquente conclamato??
    io, nel frattempo, penso a J.L

  9. francoevan Says:

    Giustissimo quello che scrivi… e Claudio Pagani dice le solite puttanate tipiche di chi è legato al PD per altri motivi.

  10. Giovanni Says:

    Claudio,la sinistra non c’è più .Le idee di sinistra non ci sono più .Un programma di sinistra non c’è .Oggi è così ,un domani chissà .
    Certo,ripeto con Lucrezio o Epicuro,se preferisci,nulla finisce in nulla.Ma la sinistra in Italia e’finita,Punto
    Tu,Mauro ,Remo ,io è milioni di altri volevamo un’altra storia,ma è andata in altro senso,in un’altra direzione
    Perché è finita così ?Abbiamo a lungo dibattuto,virilmente,come direbbe Mauro,senza giungere ad una risposta
    Oggi,nel suo post,Mauro ha spostato l’orologio dell’inizio della fine alla caduta del Muro.Per me resta un evento non decisivo per la sinistra italiana.Ma questo con cambia il risultato finale:la sinistra italiana non esiste più
    Semmai il tema oggi si pone su un’altro piano.Se esiste o meno un’aristocrazia in grado di salvare il dissolvimento del paese,detto Italia
    Il problema non è stato compreso da Napolitano.La sua rielezione non ha consentito a chi ha i mezzi intellettuali e non solo,di prendere il suo posto e di imprimere al paese non la coesione con una destra marcia,ma la coesione tra le forze produttive del Paese.
    L’iniqua redistribuzione delle ricchezze nell’ultimo ventennio non ha consentito neppure ai ricchi di percepire la grave crisi economica e sociale che affonda il paese,lentamente ma inesorabilmente
    Le larghe intese per le imprescindibili riforme costituzionali,ormai e’chiaro a tutti servono a rafforzare e costituzionalizzare le oligarchie politiche ed economiche
    Dunque,questo non è più un’affare di sinistra ma del popolo italiano. sistema di governo e ‘ il centro di ogni costituzione
    Il resto e ‘vangelo e rivoluzione.

    • claudiopagani Says:

      NO CARO GIOVANNI LA SINISTRA ESISTE ED ESISTERA SEMPRE almeno fino a che esisterranno grandi ingiustizie al mondo! e anelito di superale attrraverso un grande SFORZO COLLETTIVO! E oggi di ingiustizie ce ne sono TANTISSIME: ANZI DEVO DIRE CHE TROVO MOLTO EGOISTA QUESTO PENSIERO PESSIMISTA che ,solo perchè abbiamo subito una sconfitta, e poichè i ns orizzonti personali non vanno oltre 20- 30 anni si arrende! Pensa quanto avrebbero potuto essere pessimisti gli operai inglesi all’inizio dell’ottocento e invece nel giro di un secolo ,attraverso il socialismo scientifico e le organizzazioni sindacali e dei partiti di classe….Io ,e lo dico convintamente , mi sento parte di un grande progetto di emancipazione di portata plurisecolare che ha solo subito una battuta di arresto di appena 20 -30 anni..Anzi mai come ora l’esigenza di superamento del capitalismo è di attualita e lo slogan “socialismo o barbarie” è di stringente attalita’”storica” se non mi frenasse il fatto che fu inventato dai fascisti a Reggio Caalbria direi:
      Boia chi molla

  11. remo tedeschi Says:

    Dice, il filosofo Cacciari,che sinistra,deriva da “sinisteritas”,cioè goffaggine,inettitudine, purtroppo è arrivato il tempo di un esatto allineamento tra parola e contenuto.
    Ma c’è una questione, che proprio non capisco; decenni fa, avevamo organismi (tipo cespe) che avevano il termometro della
    situazione economica e si produceva proposte, elaborati in alternativa agli indirizzi di governo, e adesso? c’è Fassina?
    Per continuare il discorso di Giovanni, in concreto l’Italia ha un sacco di risorse per arrivare alla massima occupazione e benessere.
    Assetto geologico da sistemare,edilizia antisismica,Farinetti dice che può bastare turismo a basso costo però di qualità e cibo italiano
    di pregio, periferie da demolire e ridisegnare città sane ,pulite (in ogni senso, scuole da rifare ecc ecc. eppure il 40% dei giovani sono disoccupati.
    poi basta , auguri

  12. mauro zani Says:

    Non vedo granché oltre “l’orizzonte personale”. Insisto dopo di me il mondo cessa d’esistere. Punto.
    Sono un tipaccio normale. Come tutti gli altri.
    A meno che non si pensi ad una visione superomista nella quale subentra la dimensione plurisecolare. E , infine la religione. Sia essa Dio o l’Essere supremo. Non è in questa quarta dimensione che lottarono i minatori sopra citati. Ma per strappare una vita migliore nel loro presente con l’effetto collaterale di preparare un futuro meno gravoso per le generazioni future.
    Giovanni ha ragione da vendere: la sinistra, attualmente non c’è. L’ha uccisa un riformismo senza principi e idee al quale però hanno concorso molti fattori , potenti, della storia umana.
    Ciò nonostante quando scrivo o penso, adotto sempre il mio punto di vista che chiamo di sinistra. Sinistra è appunto , come ci ricorda Tedeschi (via Cacciari, ma non ce n’era bisogno) la mano mancina. Un’anomalia che fino a qualche tempo addietro veniva severamente corretta forzando i bambini a scrivere con la destra. Del resto si parla di qualchecosa di “sinistro” per dire inquietante, ambiguamente pericoloso, comunque orripilante se non demoniaco.
    Col PD ci si è voluti emancipare da tutto questo.
    Perciò son restato nel luogo che non c’è più: la sinistra.
    A prescindere dall’isolamento e dalla amara solitudine. Niente più calduccio ipocrita di feste dell’Unità, pardon democratiche, niente più riconoscimento di gruppi dirigenti.
    Ma son contento di non esser identificato con una tale genìa di omunculi e donnette, senza arte né parte , senza passione e senza tensione al futuro , appunto.
    Ciò non m’impedisce di scorgere l’assenza drammatica e irrimediabile della sinistra.
    Epperò non m’impedisce di pensare che niente finisce mai del tutto. l’araba fenice risorgerà certo.
    Io non ci sarò e neppure nessuno tra voi cari amici.
    Nel frattempo m’accontento e mi diverto nel sottolineare la totale incapacità e imperizia puramente professionale, tecnica , di quanti furono i mei compagni.
    PS. Ovvio che così facendo conservo sempre una qualche sia pur debolissima speranza…..

    • Gianni Says:

      Azzeccatissima risposta, sono completamente d’accordo con te!!!

      E ci penseranno i giovani………………… se vorranno a trovare parole e fatti “percorribili” per una rinascita della sinistra!
      Se VOGLIONO io sono disponibile a trasmettergli le mie esperienze e le mie passioni ma anche le mie delusioni, non voglio fare il grande saggio, ci mancherebbe (vedi Alfredo Reichlin ormai pateticamente inascoltato, ma continua a scrivere……….)!!!

      Poi certo una speranziella non me la può levare nessuno………..

      Ciao grazie Mauro

  13. claudiopagani Says:

    Sinceramente non capisco tutta questa presunzione nel giudicare gli altri ( soprattutto se maleddetti “riformisti” del proprio campo) . Poi tutta questa ansia di distinguersi come se ” ci si sentisse” in colpa” dai peccatori dell’altra sinistra…:ma chi ti da il diritto ,caro Mauro, di dire che la sinistra è finita ? Sembra quasi l’altra faccia della medaglia ,sul lato radicale , del tentativo di soppressione della sinistra operato dal ” riformismo subalterno” di walter Veltroni; ma non avrete successo nè da destra nè da sinistra…Rimpiango il socialismo “umanitario ” alle origini del socialismo italiano che considero parte essenziale della mia ( forse ns) storia. Io non ci sto + in questa storia di reciproche e ideologiche scomuniche dettate ,innanzittutto , da grande “soggettivismo” e poi ,anche, un certo qual disprezzo dell’umanita e della soggettivita degli altri..Io ,rigorosamente ateo ma non in senso ottocentesco, considero una grande ricchezza ,per la sinistra, il personalismo cristiano di Mounier da cui deriva ,ad esempio, una grande personalità del socialismo francese come Jacques Delors; senza considerare che tutti i grandi del socialismo del Nord Europa sono dei cristiano sociali…
    Io non mi diverto per nulla nell’osservare ” la totale( secondo la cattedra di Mauro Zani).. incapacità e imperizia puramente professionale, tecnica , di quanti furono i mei compagni.” Se posso permettermi neppure il Papa dice cosi del vescovo Lefebre..Questo mi pare un punto di dissenso ,non politico, ma cultural politico molto forte e tuttavia trovo molto, molto + coinvolgente dialogare con Zani , piuttosto che con miei compagni( ma ormai per poco tempo) di partito..
    E con questo cesso questa querelle che ,ormai, mi pare ha espresso tutto quanto poteva esprimere,

  14. claudiopagani Says:

    Aggiungo ,veramente per chiudere, che tutto questo dibattito mi sembra viziato da un eccesso di provincialismo, visto che da altre parti del mondo ( Brasile ad esempio) la sinistra è ben viva e vegeta e governa..Ma qui ,da noi, forsenon si ha + voglia di sfide.

  15. Diego Says:

    Beh, uno psicanalista c’e’. Anche bravo. Si chiama Massimo Recalcati.
    Battute a parte, qui al limite servirebbe una psicanalisi generale di quella cosa che si chiamava sinistra, cosi’ che si possa elaborare il lutto della sua scomparsa e “seppellire” i morti che camminano che la ingombrano.
    Ma non serve.

    Tanto non c’è dubbio su due punti : un’era è finita, e il mondo comunque non finisce qui.

    Al di la’ di come si potranno organizzare o chiamare i nuovi movimenti-partiti di una possibile nuova era politica, penso che chi ha ancora a cuore le sorti di un futuro migliore, chi ancora crede che questo mondo vada cambiato, dovrebbe cercare un percorso, una immagine, per rappresentare questo enorme disagio che aleggia su moltitudini di persone.
    Un disagio spesso soffocato, ma pervasivo, che deriva in ultima analisi dal predominio del cosiddetto “pensiero calcolante”, la vera grande riuscita globalizzazione degli ultimi 30 anni. Quella per cui il PIL e’ l’orizzonte da seguire e per cui il fine (il PIL) giustifica i mezzi.

    Quando si arriva come oggi ad avere una società iperedonista dove i giovani hanno il massimo della libertà, ma sono privati di un possibile futuro, sia in termini di occupazione ma anche di prospettive ideali, significa, per ritornare alla psicanalisi di Recalcati, che, per la prima volta, come in un Edipo rovesciato, sono i padri che “uccidono” i figli.
    Può esistere un modo per partire da qui, da questo disfacimento sociale, per trovare le parole e le azioni che possano trasformare questo disagio diffuso in una forza di cambiamento?

  16. Giovanni Says:

    Diego,e se fosse stato Narciso ad uccidere Edipo?
    Al di la di facili suggestioni,pare a me che le tue riflessioni colgono il segno in larga misura.
    Siamo d’accordo,indietro non si torna ,perché quel luogo,di uomini idee e fatti non esiste più
    Resiste l’idea di giustizia e la possibilità ,non definitivamente denegata ,che forse un giorno torni al centro del conflitto. Ma nel medio periodo non si intravede un progetto evolutivo che affranchi i più dalla povertà materiale e spirituale
    Noi tutti non vogliamo buttare la spugna ne’ rinunciare alla nostra esistenza e funzione .Vogliamo semplicemente liberarci o provare a liberarci di un”luogo ‘che non esiste più :la sinistra italiana

  17. Milli Says:

    Dall’ultimo libro di Massimo Recalcati ” Il complesso di Telemaco ” leggo e trascrivo:
    ‘ ..In primo piano non è qui il conflitto tra le generazioni(Edipo), né l’affermazione edonista e sterile di sé(Narciso), ma una domanda inedita di padre, una invocazione, una richiesta di testimonianza che mostri come si possa vivere con slancio e vitalità su questa terra. Nel nostro tempo nessuno sembra più tornare dal mare per riportare la Legge sull’isola devastata dal godimento mortale dei Proci ‘
    ” Siamo stati tutti Telemaco. Abbiamo tutti almeno una volta guardato il mare aspettando che qualcosa da li ritornasse. È qualcosa torna sempre dal mare.”
    Coraggio Ulisse, coraggio Telemaco

  18. Giovanni Says:

    Bello,Milli,ma eravamo noi ad attendere il ritorno del figlio …alla regola o se vuoi alla legge.
    Non possiamo ristabilire una legge che non è più accettata.
    Non saprei dirti se è mutato il costume o addirittura l’uomo.Posso soltanto dire che la via dell’ego domina il nostro tempo e la comunità ,anche la più piccola non è percepita come luogo dove realizzare se stessi
    Ci si concede ,al massimo,l’incontro con l’altro
    Le sovrastrutture,forse,impongono anche nuovi miti ,per una lettura dei fatti che prescinde dal nostro usato bagaglio

  19. remo tedeschi Says:

    Malati al punto tale da cercare un buon psicanalista?
    ragazzi su di morale. qui Claudio ha straragione.
    Poi fin quando in piazza a Roma (e non solo) si inneggia a Mussolini
    la destra c’è, e se c’è la destra ………..

    • Giovanni Says:

      Remo,fidati,c ‘e Napolitano in persona,con i corazzieri a piedi e cavallo, a difenderti dalla destra
      Pensa e riflette nello studiolo del torrione come garantire l’agibilità politica al tuo alleato Silvio Berlusconi.Dove sta a destra o dove la sinistra ?Non vedi un tutt’uno ?
      Con Berlusca ,e se non dovesse bastare ,anche con Maroni,come a Bologna.
      Chiaviche!!

  20. Milli Says:

    Dice Recalcati:
    ” La mia tesi è che il nostro tempo non sia più sotto il segno di Edipo, dell’Anti-Edipo e di Narciso, ma sotto quello di Telemaco. Telemaco domanda giustizia: nella sua terra non c’è più Legge, non c’è più rispetto, non c’è più ordine simbolico. Egli esige che si ristabilisca la Legge e che ‘la notte dei Proci’ finisca….
    Nell’Odissea il mondo dell’adolescente è rappresentato, al tempo stesso, da Telemaco e dai Proci. Questi ultimi sono, infatti, coetanei di Telemaco, giovani principi come lo è lui stesso. Ma la loro giovinezza calpesta la legge del padre, umilia la sua gente, dichiara Ulisse morto, togliendogli in questo modo ogni forma di rispetto. La rottamazione del padre procede violentemente….”

  21. Milli Says:

    Remo, Claudio vi posso chiedere una cosa? Al Referendum a Bologna come avete votato? Siete d’accordo con la scelta del Pd di votare insieme al Pdl e alla Lega per il mantenimento del finanziamento alle scuole private? Siete d’accordo con i padri dei Proci o con il padre di Telemaco?

  22. remo tedeschi Says:

    Milli ,ho votato A ,e non lo dimentico.

    Giovanni , quando dici ………mio alleato Silvio vado a prendere subito delle gocce, di serenase.
    ps
    stai ,attento ,può essere una mossa furba, gli abbiamo appoggiato già 4anni, non lo diciamo in giro sssssst ! ok?

  23. Milli Says:

    Bene Remo, Telemaco ti aspetta

  24. remo tedeschi Says:

    Milli ,ricordo una Penelope-Mangano, è lo stesso?

    (perdona la classe operaia)

  25. Milli Says:

    Vedi Remo per comprare il libro di Recalcati ho rinunciato a vedere tre film. Il libro costa 14 euro, l’equivalente di tre andate a cinema il mercoledì (costo 5 euro). Ma non è proprio il caso di prendersela. Cosa siamo qui in questo blog? Qualche miliardo di byte a testa, poco più poco meno. Con la pensione che mi ritrovo posso ben perdonare la classe operaia. Ma come faccio, come facciamo a perdonare il Pd?

  26. Milli Says:

    Credo che siano entrati nel mio profilo Facebook. Non so a cosa potrebbe servirgli. Creare un profilo fasullo a mio nome? In ogni caso è meglio stare in campana.
    Poesiola per la classe operaia:
    ” Passa una gondola per la città, ehi della gondola come si va? Il morbo infuria, il pan ci manca, sul ponte sventola bandiera bianca”

  27. Giovanni Says:

    Mauro,che le primarie potevano produrre molta cacca lo avevo messo in conto,ma che potessero imballare il motore del paese no,non l’ho mai ipotizzato neppure lontanamente
    Questa “merdata “del premierato in una repubblica parlamentare e”stato inventato da B per la sua discesa in campo.Dopo di allora e’stato usato dai piddini per magnarsi Comuni e seggi parlamentari
    .Soltanto a l’uomo di Bettola e’andata male.Forse perché è figlio di un dio minore.Le elezioni perse\vinte a metà ho l’impressione che non spiegano tutto

  28. remo tedeschi Says:

    I congressi del PCI , si svolgevano a tesi,che venivano votate, non erano primarie anche quelle? è solo cambiato il nome in omaggio al Veltroni made in USA, poi c’è un po’ di gente in più, ma ,la sostanza è quella, anche Zani ha fatto le” primarie”, peccato sia andata come sappiamo.

  29. agostino Says:

    Che i congressi del PCI fossero primarie sotto mentite spoglie a me pare una tesi un po ardita. Che vi fosse in tutti piena consapevolezza di ciò che si stesse votando ho forti dubbi ma, almeno, nei congressi del PCI si discuteva.Le primarie del PD, per come si sono svolte sino ad oggi, a me sembrano francamente tutta un’altra cosa. Io ad esempio non ho ancora capito di che cosa si dovrà discutere nei congressi di sezione (pardon di circolo) se la discussione dovesse essere sganciata dai documenti presentati dai candidati. Ma, forse, ho inteso male io. Di una cosa, infine, sono certo l’indicazione della data, a quei tempi, non rappresentava un problema politico. Ci stiamo facendo ridere dietro, caro Remo.

  30. remo tedeschi Says:

    sono d’accordo, Agostino, altroché ridicolo,di più, i “dirigenti” hanno come riferimento ,le loro carriere, siamo scaduti a un livello che ricorda il psi e i dorotei.
    Cosa fare? assistiamo passivamente al ridicolo? io no,550mila iscritti debbono muoversi, chi sono sti coglioncelli per mandare in vacca tutto?

  31. Giovanni Says:

    550 mila iscritti mi sembrano troppi.
    Il solito amico,mi ha raccontato che un “padroncino”ex margherita ha fatto iscrivere 4 suoi dipendenti al Pd in vista del congresso.
    Vero non vero.Chi può dirlo.
    Tu Remo potresti dirci, per esempio,in quanti non hanno rinnovato la tessera quest’anno nella tua sezione.Non ci interessano i nuovi iscritti(richettiani,meroliani ,prodiani,renziani,omuncoli e donnette)ci interessano quelli di una volta,al netto dei salcicciai

  32. remo tedeschi Says:

    a tutto maggio,( poi, non so) mancavano 120 su 905, è probabile il recupero (è un circolo un po’ “maturo”)
    Non ci sono problemi di accasamento correntizio ,in basso.,Però
    Giovanni, come invidio chi può avere tra le fila, Crimi, Lombardi ,Casaleggio

  33. Giovanni Says:

    Quindi Remo i buoi non sono ancora fuggiti dal recinto,a parte la solita quota che va sollecitata.Le correnti poi nel tuo circolo non fanno nido.
    Cribbio ,allora tutto il “casino correntizio”dei diririgenti e’la solita tattica per confondere l’avversario,come ai bei tempi!!!
    E allora di cosa ti lamenti su questo blog?
    Va tutto bene,potente fare le primarie “aperte”invitando anche i restanti 3 milioni di democristiani,i quali eleggeranno i propri dirigenti,mentre gli iscritti continueranno a pagare la tessera ed a cuocere le salsicce
    Non alla festa democratica provinciale,s’intende,dove alberga un nuovo piccolo business.
    A quella festa andrete a fare le comparse a gratis,per la gioia di donnette e omuncoli elevati al rango di dirigenti
    Remo non posso invidiarti ne offrirti la mia solidarietà ,ma al tuo posto un colloquio,almeno uno ,con uno strizzacervelli,al rientro dalle ferie lo chiederei
    Possibile che non ti sorge il sospetto che tutto vada troppo bene per essere tutto vero?

  34. remo tedeschi Says:

    Giovannino,ma chi ha mai detto, che và tutto bene, siamo incazzati
    dalle elezioni di febbraio, e non è passata, aspettiamo qualche arrivo pseudo-eccellente ,così ,per parlare …………….
    Invece di dare consenso ai fascisti che comandano i 5st,perchè non
    dai un contributo critico anche feroce, all’unico partito, bene o male di sinistra che c’è?
    Vedendo le faccette dei parlamentari 5st, mi viene in mente il bar di “guerre stellari.(omuncoli e donnette?)
    Giovanni, se mi trovi uno strizzacervelli di sesso f, 25/28 ,coscia lunga,si può fare.
    ps
    siamo salsicciai, non capiamo il giochetto delle “correnti” però
    il fiorentino da noi non verrà sicuro..,stammi bene, e torna a trovarci

  35. Giovanni Says:

    Remo,lacia stare i 5 stelle ,mi pare di capire che nella tua sezione e’assente il genere femminile.E’un problema,perché le donne sono più della metà.del cielo
    Sicuramente vi sarebbero anche le donne ad arricchire il dibattito in sezione se non fossero state mandate tutte in parlamento.
    Eh Remo,se tutti i posti sono occupati nelle “istituzioni”quale donna con un po’ di sale in zucca può frequentare un circolo Pd.
    Qualsiasi luogo e’ più sano di un circolo Pd.
    Per i tuoi bisogni personali ti inviterei volentieri qui a Paraggi,ma ci sono troppe grilline.Non vorrei che finissi per attaccar briga anziché goderti la vacanza

  36. remo tedeschi Says:

    Giovanni, tu sai che a Bologna ,in Emilia,forte è la partecipazione alla “politica” di donne ,giovani e mature, ebbene ,secondo te,chi ha sale in zucca in quale “luogo” politico (eccetto il pd) dovrebbe, partecipare? pdl (olgettine) 5st(Salsi) da DiPietro(Mura)?da P.F Casini.

    ps
    vacci piano,con le grilline, sono in “bolletta” lasciano tutto allo stato
    però devi essere “splendido” ,un signore, mi raccomando.
    assente , da noi il g. femm.? sono in maggioranza , belle forti, noi siamo delle o. m.

  37. Giovanni Says:

    Remo,”ste grilline “sono brlillanti,carine e c’hanno pure la grana.Niente a che fare con la Puglisi o la Zampa
    E mi trattano come un signor ospite.
    L’unica pecca e’che nessuna parla delle sorti del PD.Si parla del governo di Berlusca,ma nessuno parla del PD

  38. Giovanni Says:

    Remo,ma la Salsi non l’hanno cacciata perché voleva fare la soubrette in Tv?
    E poi ho votato 5 stelle perché voglio vedere i tuoi dirigenti all’opera mentre mangiano m………In realtà c’erano altri 2 o tre buoni e grossi motivi e per un pelo non ho fatto bingo!!

  39. remo tedeschi Says:

    Giovanni, la Salsi, in verità voleva fare una cosa piuttosto grave,
    azzardata, e spregiudicata, pensa,voleva parlare. eh nò bimba
    fuori!!!.
    Se ,malaugaratamente,da te ,la macchia brucia, la viene a spegnere
    Letta con i canadair,acquistati rinunciando a mezzi dello stato.
    Poi ,lamentati, sai, delle larghe intese

  40. Giovanni Says:

    Remo,anche quel l’altro ,il Necrofilo,che girava i filmini,voleva parlare in parlamento con chiunque
    A Bologna si parla di politica allo stesso modo di come a Roma sii parla di calcio ,senza mai aver dato un calcio alla pelota
    Cosa vuoi che potesse dire la Salsi di nuovo.Voleva semplicemente mettersi in mostra come tutte le veline politiche che affollano la Tv.
    È la vostra Puglisi.?Parla,parla e parla.E poi?
    Per essere un politico,ci vuole un quid,che non tutti abbiamo.Sara un caso che i piddini ex diessini siano stati sopraffatti da democristiani di quarta fila?No ,non e’un caso .Cosi come non e’un caso che la Salsi si sia preso un calcio in culo come il Necrofilo ,il quale con il Ferrarese voleva fregare Grillo,utilizzando Grillo.
    Polvere erano e polvere sono tornati ad essere
    Ora vediamo se voi ex azionisti di maggioranza riuscite a polverizzare Renzi,Letta e Franceschini.
    Nessuno nel Pd vale un testicolo di Grillo.Ma questo dovrebbe esservi ormai chiaro
    Il tuo Culatello diceva che avrebbe voluto prendere il 51% per governare con il 49%,cioè con larghe intese.E Napolitano lo ha senz’altro dandogli il ben servito
    Oh Remo mica confondere un testicolo con un coglione

  41. remo tedeschi Says:

    Mah, Giovanni , non so, voglio credere che anche tu abbia dubbi sul concetto di democrazia che ha Grillo, non sarà lui certamente a salvare l’Italia.
    Potrebbe farlo il pd se elegge Barca segretario,e altri più convinti e più “berlingueriani”, comunque girala come vuoi il treno è quello bisogna cambiare il pilota e basta , è inutile rifondare che? grillare che?
    Ps
    l’altro giorno M.Revelli su rep. ha detto cose come le tue,(bisogna andare al pci per trovare i problemi di oggi ,le radici malate sono lì)
    dette da uno che militava in lotta continua ,??

  42. Giovanni Says:

    Remo,io sto ai fatti,siete voi piddini che calpestate la democrazia.
    Il signor Merola insieme ai consiglieri piddini ,leghista e berlusconiano hanno calpestato la volontà democraticamente espressa dai cittadini di non finanziare le scuole dei preti
    I cittadini in modo democratico non hanno fatto altro che ribadire il contenuto di una norma costituzionale ancora vigente
    Remo,vedi questo conferma che tu non hai la più lontana idea di cosa sia la democrazia
    La Salsi non è stata privata del diritto di parola da Grillo,e’stata semplicemente espulsa perché ha violato le regole di una comunità politica,cui aveva liberamente aderito.
    Le regole si rispettano diversamente da quanto succede nel tuo partito,dove alberga il principio dell’inciucismo e le regole sono un opzional
    Ad maiora,sai cosa penso? Che se Longo non si fosse precocemente ammalato ,tutto avrebbe preso un’altra piega.
    Occhetto,D’Alema e Veltroni oggi sarebbero a capo di una coop di bigliardini e i miglioristi a far i porta borsa dei preti

  43. Giovanni Says:

    Barca?Per carità ,un uomo perbene,preparato,ben educato e sinceramente democratico.
    Ma non basta,gli manca quel quid
    Un leader e’un mix complesso,che ha bisogno peraltro di generali e truppe motivate
    Se tu e tutta la tua sezione di 900 iscritti non siete andati in consiglio comunale a lanciare vecchi scarponi in faccia ai vostri consiglieri in occasione del rinnovo della donazione ai preti,cosa può fare un Barca per cambiarvi le corna ?
    E i generali dove sono?Chi mandi in campo la Puglisi,la Zampa,la Lenzi
    Remo,credimi,non hai speranza.Se non vivi di politica molla tutto e passa il Rubicone.
    Io ho smesso di farmi prendere per i fondelli dopo le elezioni del 1976.
    L’inciucismo era risorto in forma virulenta,a dispetto del risultato democratico.
    Ognuno giocava la sua personale partita e si organizzava il suo futuro.
    Niente a che fare più con la l’idea dell’emancipazione e della giustizia sociale
    Il”sol dell’avvenire”direbbe Andrea era definitivamente tramontato come idea nel Pci
    Dopo la sconfitta strategica,Berlinguer cercò di ricostituire il nucleo ideale della sinistra,ma ormai il danno era fatto ed i colonnelli con la testa erano già altrove
    Non c’erano più le cooperative,ma i cooperatori per farti un esempio per te di facile comprensione.Tutti gli amministratori locali avevano cominciato ad amministrare nel loro interesse e nell’interesse degli amici,con le dovute eccezioni del caso
    All’alba del 1990 il partito era irriconoscibile.
    Tutto questo non è successo ieri ma tanto tempo fa,cosa vuoi che possa fare Barca che non è certamente il fratello di Annibale?

  44. Gianni Says:

    State discutendo in libertà di non si sa bene cosa e allora mi aggiungo anche io:

    Lucia Annunziata a proposito della NOTA di Napolitano: “I cicli economici hanno sempre avuto molto poco a che fare con la stabilità dei governi, o, se è per questo, con la loro capacità, o correttezza o corruzione. L’Italia è la prova di tale tendenza: siamo stati al massimo del nostro sviluppo economico quando si cambiava governo ogni sei mesi. E siamo andati a picco anche quando guidati da illuminati e morigerati Premier.
    Scommettiamo invece che una “soluzione alle vongole” per la condanna di un leader politico (Berlusconi) è molto più dannosa per la reputazione del nostro paese della microstabilità di un fragile governo”.

    Sono sommessamente d’accordo! Prima Monti ora Letta e poi cosa dobbiamo ancora sopportare??? Napolitano, PD, M5S (ibernati) sommessamente dico BASTA!!!
    Legge elettorale, rifinanziamento cassa integrazione, qualche misura economica se veloce, Taglio dello stipendio dei parlamentari del 50% e poi al voto poche balle!!!

  45. remo tedeschi Says:

    Giovanni, per i fondelli (tutti) occorre retrodatare, facciamo 1917?
    o 1948?
    Salto del Rubicone? e poi chi c’è nell’altra sponda?
    meglio se tu ,approffitando del guado possibile(acque basse) risalti .
    Certo che ci sono faccette a Bologna che sono rubate alle zolle,non li difendo, penso a migliaia di bravi amministratori PD in Italia che hanno cacciato persino la lega a casa sua, non puoi negarlo, amico.
    Longo? valoroso capo partigiano, e poi la decisione…… quella..hai capito?grande. ma sul piano politico mi sembrava il fratello di Honecker, (ho sentito al c.federale di secoli fa il figlio;no comment)
    noi, stiamo, e ci proviamo , il rubicone aspetta.

  46. Giovanni Says:

    In effetti anche Honecker aveva fatto la resistenza nella Germania di Hitler.
    Per il resto comprendo che di Longo conosci soltanto la vulgata.
    A proposito di faccini,leggo che la responsabile del welfare del PD,la neodeputata Marilena Fabbri ha fatto un ‘interrogazione perché non ha capito come funziona un pignoramento del quinto dello stipendio da parte di equitalia
    Probabilmente non sa neppure che da qualche annuccio la Gran Corte degli Emeriti ha dichiarato pignorabili anche le pensioni da fame.
    Insomma la Fabbri sa di welfare quanto la Puglisi sa di scuola
    Se si limitassero a schiacciare il pulsante quando il governo chiede la fiducia tutto sarebbe meno deprimente. La signora onorevole dimostra con tale interrogazione di non seguire neppure le iniziative e provvedimenti legislativi in itinere
    Per esempio sta Fabbri se avesse avuto un pochino di competenza avrebbe dovuto proporre al suo governo di rendere impignorabili gli stipendi al di sotto dei 1500.euro visto che l’equitalia non potrà più pignorare le abitazioni
    Remo,so’sfigati e incompetenti i vostri nominati.I grillini per essere a digiuno di amministrazione sono oro a petto di ste’figurine

  47. remo tedeschi Says:

    Marilena Fabbri,lo incontrata in piazza a Pian del voglio,che volantinava, e mi risulta abbia lavorato bene a Sasso Marconi come sindaco, è timidina e fragile, dai Giovanni, meglio di una mastica…….zi come la Lombardi, che in una foto guarda Grillo come la madonna di Lourdes.
    forse ha ragione Gianni, siamo un po’ a ruota libera.
    è ferragosto, poi ci torniamo su Longo, anche su Bordiga .con il fresco.

  48. Giovanni Says:

    Remo,buon ferragosto
    Se qualche colpo è adito sulla croce rossa,mi spiace.
    In questo nostro dialogo agostano era mia intenzione far semplicemente evidenziare che non vi serve un leader,ma una visione,una comunità politica consapevole ed un’organizzazione politica laica,guidata da politici ambiziosi di non riempirsi le tasche.
    Lo scopo immediato era quello di aver la conferma che la base del Pd e’irrimediabilmente corrotta e perciò inutilizzabile per qualsiasi “battaglia”
    Alle mie osservazioni fondate sui fatti hai sempre risposto con battute e parziali ammissioni.
    Tuttavia mi rendo ben conto che voi ex diessini siete una una sorta di riserva indiana,a cui i dirigenti ogni tanto somministrano un po’di cattivo spirit
    Un giorno,forse non lontano,sarete ricompensati con le entrate delle sale di Bingo(i fondatori di tali luoghi mi pare fossero tuoi compagni,o mi sbaglio),sempreche’ i democristiani avranno una sufficiente dose di colpa verso “i nativi” di quel che fu il partito di Gramsci ,Togliatti e Berlinquer

  49. remo tedeschi Says:

    buon ferragosto, Giovanni, mi fa molto piacere constatare,che fai parte del gruppo” abbiamo capito tutto,proprio tutto”, noi del bingo-club in questi ultimi anni abbiamo organizzato qualcosa, sono venuti
    Cacciari, donCiotti, N.DallaChiesa, D’Alema, Bersani e altri che ora mi sfugge.
    Vedi, stare sempre alla finestra per vedere chi passa, non è il massimo, poca roba ma siamo in strada.(non pensare al meretricio)
    ps
    l’arci nostra a maggio ha invitato Luciana Castellina ,in occasione del suo ultimo libro . se questo lo chiami bingo fai pure

  50. remo tedeschi Says:

    Credo,seriamente, che, quando i governi europei saranno informati della richiesta di dimissioni( senza eccezioni ),fatte dal caro leader
    Giuseppe Grillo, si adopreranno,senz’altro.
    E si uno ogni 20′anni, è la media

  51. Giovanni Says:

    Remo,domani,il tuo capo,Enrico Letta,parteciperà alla messa inaugurale del meeting della Comunità dei Ladroni.
    Poi chiederà,a gesti,alla comunità europea ,”il dividendo della stabilità “.
    Nel frattempo gli industriali cominciano a scappare di notte,preceduti dalla fuga di Fiat,autorizzata con larghe intese
    A voi ex piddinini non resta che nominare una responsabile nazionale alla povertà e ai bisogni essenziali:si tratta in buona sostanza di garantire ai pendolari di fare la pipì gratis nelle stazioni ferroviarie per alleviare le pene delle vesciche italiane.
    Grande,Grande Governo

  52. remo tedeschi Says:

    Da vergognarsi,(cosa dobbiamo digerire?)
    ricordo che questi pii giovanotti, hanno invitato e applaudito la sig.Mambro .
    Chissà quando finirà sta roba,
    Giovanni , qui siamo d’accordo,

  53. Giovanni Says:

    Fine pena:mai!!

  54. Giovanni Says:

    Remo,professionista della lotta di classe ,impenitente,sarai punito dal Signor Letta.
    Uomo avvisato mezzo salvato

  55. remo tedeschi Says:

    Sentito? discorsone, Letta , sembra lo sponsor del programma-rai “il ruggito del coniglio”, ma è il nostro capo, tu dici.

    Occhio,ragazzi anche Scalfari si è accorto di Barca, i giochi sono aperti, citavi il sol dell’avvenir ?
    Però,smentiamo l’attore Gifuni che dice ; la politica,ci ha rubato l’allegria(rep), basta leggere quel che dice lo sposo della DeGirolamo

  56. Gianni Says:

    Scherzate pure voi ma nella casa di Comunione e Fatturazione ops volevo dire Liberazione, questi giovani democristiani Letta, Alfano, Mauro anche detto F35, Lupi, Franceschini, ecc stanno costruendo il Governo di Pacificazione e forse un nuovo partito il PPE a cui aderirà ovviamente Casini……………..
    MAH povero PD anche questa gli doveva capitare…………..

  57. Giovanni Says:

    Sarebbe un miracolo.Ma non c’è nessun motivo per costruire un nuovo castello per abbandonare il più grande e comodo

  58. remo tedeschi Says:

    Ho già pronto il cd di Neil Diamond …… september morn

    è bollito, abbiate fiducia, altro che scrivere per lui il discorso-craxiano.
    ps
    101……..stare buoni !

  59. Gianni Says:

    Qui tra miracoli e paure dei 101 (a volte ritornano), mi sà che non ci rimane che sperare avesse ragione Mao Tse Tung quando diceva “Grande è la confusione sotto il cielo. Quindi, la situazione è quindi eccellente”. Per cosa è un’altro paio di maniche…………..

  60. Giovanni Says:

    Bollito e rancido.Di riffa o di raffa s’inciuceranno ancora,perché il Colle lo vuole,per il bene del Paese.
    Quanto bene ha fatto Berlusconi al Paese:troie e tatatuati e ladri dappertutto
    Gli italiani in modo sgradevole lo prenderanno in quel posto senza neppure comprendere da chi
    Ognuno punterà il dito contro l’altro e si griderà al tradimento.
    L’altenativa non c’è.
    Governare con i grillini sarebbe un mesto e gramo pasto.
    Tornare alle urne sarebbe per la stragrande maggioranza la fine di un orrore della democrazia
    Epifani lavora giorno e notte per salvare il Sodale del suo vecchio capo,Bettino Craxi

  61. remo tedeschi Says:

    Sento odore di “strinato”, siete pronti per la piazza? scarpe adeguate(quelle con la para, fanno presa sul crescentone),giubbotto sintetico
    il cappello è facoltativo.
    Nessun accordo,proposte irricevibili , il colle ne prenderà atto, e ci aspetta un’autunno drammatico(Giannini,ha ragione).
    qui ci vuole coraggio, spaccare tutto, mettere Prodi al quirinale,
    andare al voto con grinta, e poche (come dice Zani) pugnette,(presine da cucina)

  62. Gianni Says:

    @ Remo calma non sono cose da Piddino quelle che dici di voler fare, su su che ti passa……….. Lasci fare a Grillo che lui sì che è capace di protestare………. Si sono un pò immaturi , politicamente sti 5S ma si faranno!!!

  63. claudiopagani Says:

    @Remo Ma sei proprio fissato con Prodi ! e con te te tanti tuoi ” sciocchi ” compagnucci”! Ma lo vuoi capire o no che la rovina di questi inutili 20 anni è stata proprio l’alternativa Berlusconi anti – berlusconi ( con prinicipale esponente proprio Prodi) amzichè una sana alternativa di stampo europea tra progressisti e conservatori!!!!!!! Cerca di “far uscire la tua testa ” da questo annebbiamento altrimenti andrai ad amare sorsprese!
    Se poi la crisi precipitasse e Napolitano si dimettesse ( cosa non semplice!) allora altro che Prodi ma la soluzione migliore sarebbe Stefano Rodotà presidente della repubblica ; vero uomo di sinistra democratica ( anche se un po troppo conservatore per i miei gusti in campo istituzionale) , vero gentiluomo ,educato ( il che non guasta) e poi creerebbe un grosso grosso problema a Grillo che oggi da autentico “riformatore” ciancia di andare al voto con il PORCELLUM(!!!) alla faccia dei cittadini , che continuerebbero a non scegliere il loro rappresentante, e della corte Costituzionale che si appresta a dichiarare incostituzionale il Porcellum!. Dio ci scampi da questi finti rivoluzionari che invece ragionano da politicanti furbastri della peggior specie!!
    Remo ,ti prego, non si tratta di fare sempre il tifo contro qualcuno ma di RICOSTRUIRE l’ITALIA . Mi ripeto .se i costituenti comunisti avessero ragionato con questa miopia allora non avremmo ricostruito l’Italia ed avviato un percorso di grande avanzamento per i ceti popolari , ma avremmo avuto una drammatica guerra civile ( con gli americani in casa!)!!!!

  64. remo tedeschi Says:

    Claudio,un partito che ha ancora un barlume di dignità, deve riconoscere gli errori ,e ritornare indietro.
    per me è necessario assolutamente, rompere con il pdl,rifare le elezioni presidenziali,(di fatto Napolitano si dimetterà) ritornare a candidare Romano Prodi, fare i conti con i 101, sbatterli fuori,se non si inquadrano,puntare ai 5st intelligenti,centristi onesti, e fuoriusciti
    dal fascio-arcore,…… e in fretta, e con una grinta mai vista, basta sto tiritera, ca……..o!!

    perché Prodi? perché se lo merita, Rodotà può essere della partita, con un ruolo autorevole.
    ma è un parere Claudio magari potessi………

  65. remo tedeschi Says:

    Claudio, capisco che a parlare di Prodi, ti agiti,( non è della mia parrocchia), ma a essere onesti,il quirinale è il suo posto,poche storie
    poi .solo sciocchi compagnucci, hanno cucinato il risotto a B.

  66. Gianni Says:

    @ Remo: ah ma allora tu sai che i 101 sono ex Ds??? e non dicevi niente??? Per caso D’ alema De Mon ???

  67. claudiopagani Says:

    @Remo Autentiche STRONZATE su Prodi :tu NON HAI NESSUNA PARROCCHIA perchè SEI SUBALTERNO AD UN DEMOCRISTIANO DI SINISTRA CHE VI HA LETTERALMENTE FITTO IL CERVELLO!!!!!! FINCHé TE E TANTI COME TE A SINISTRA SARANNO SUBALTERNI A PRODI NON USCIREMO MAI DA QUESTO BIPOLARISMO INSENSATO E CI TERREMO NEI SECOLI QUESTA DESTRA DI M ::::( CON A CAPO BERLUSCA O UN ALTRO DELLA SUA SPECIE) ; e intanto in questo assurdo bipolarismo Grillo dilagherà e L’Italia affondera’ ! PRODI é PARTE ESSENZIALE DEL PROBLEMA E NON PUO IN ALCUN MODO ESSERE PARTE DELLA SOLUZIONE .E POI l’idea che il il QUIRINALE è il suo posto e’ totalmente assurda che ,al piu, puo essere gradita al 30% di chi vota ( pari al 25% degli italiani e cioè una netta minoranza!!!) , La ns costituzione prevede che il PRESIDENTE SIA GARANTE DELL’UNITA’ NAZIONALE e non del 25% DEGLI ITALIANI!!!!. Se proprio volete un presidente cosi dovete CAMBIARE LA COSTITUZIONE E ADOTTARE QUELLA FRANCESE mentre la maggior parte di voi e’ per il PROPORZIONALE . SIETE ,oltre tutto, degli analfabeti istituzionali…Continuate pure cosi che ,intanto il vs partito lo prende in mano Renzi… Bella roba passare da Stalin a ….Prodi.
    La vs è solo una fede senza senso negativa per la sinistra e disastrosa per l’Italia com ampiamente dimostrata dai 20anni del condominio Berlusconi/Prodi…

  68. Giovanni Says:

    Ma basta con sti 101 Anche se avesse preso tutti i voti del Pd e Sel il democristiano Prodi non sarebbe stato eletto.Al quorum mancavano 9 voti
    Al Quirinale dovrebbero essere eletti esclusivamente veri giuristi di specchiata onesta intellettuale.Prodi e’soltanto un maneggione che si fa chiamare il “professore”Professore de che?
    Stefano Rodota’e ‘un raffinato giurista e uomo di cultura eppure rappresentante di una sinistra che non si è sporcato le mani con i democristiani e non ha mai garantito Berlusconi per interposta persona(Violante e D’Alema)
    Sarebbe di grande utilità Rodota’anche per ripristinare un minimo di legalità costituzionale e per quelle modifiche alla costituzione,unicameralismo,riduzione dei deputati,eliminazione delle province e del CNEL,senza mutare la forma di stato e di governo.
    Non abbiamo bisogno di gente a cui piace comandare ma di intellettuali che sappiano fare e aiutare una classe politica profondamente ignorante,non in grado neppure di distinguere tra stato,governo e singola istituzione.Secondo l’Esarchetto anche i muri di via Aldo Moro sono una istituzione
    Insomma il paese e nelle mani di Prefetti che han preso la laurea mentre facevano le segretarie in prefettura(e possiamo immaginare di come siano stati esaminati approfonditamente e del bagaglio culturale di cui sono in possesso)
    In questo contesto mettiamoci Mortadella e l’opera e’ completa
    Ps
    Al netto di Casson,i componenti Pd della giunta ,che dovrebbe nel giro di 48 dichiarare decaduto il malato di Arcore,sono prevalentemente avvocati della “mutua”.

  69. Giovanni Says:

    Remo ,senza offesa per il genere,ma c’è del “finocchio”nelle tue aspirazioni
    Il Parroco al Quirinale,Renzi a Palazzo Chigi e Barca a spalar la merda
    Più che “corrotti” quelli della base Pd a me sembrano politicamente dei pervertiti

  70. remo tedeschi Says:

    Claudio deduco che non hai passato delle ferie soddisfacenti,mi spiace, dici a me cose assurde, rifletti con calma.
    B. chi lo ha sconfitto 2 volte? e chi ha “rovinato” quelle vittorie?
    noi subalterni,? fra breve vedrai chi è sottomesso, si vedranno barricate nelle città.
    Poi sarebbe ,utile sapere dove vai a parare, non capisco,i giri che fai
    il sottoscritto è più chiaro. ma ho fiducia

    • claudiopagani Says:

      @Remo FERIE MOLTO SODDISFACENTI PERALTRO ANCORA IN CORSO . SULLE 2 VITTORIE DI PRODI é PERFETTO QUELLO CHE HA SCRITTO GIOVANNI!!! .Ma di quali barricate vai cianciando ?! Siete gente totalmente attaccata al potere e siete perfettamente identici ai Dorotei del Veneto ,anzi foste nati in Veneto sareste leghisti di Zaia!!!! A nzi siete attaccati a Prodi proprio perchè maneggioni come lui ( vedi gli infiniti cda che in Emilia cogestite con i prodiani!!!) Quando avete espresso il segretario nazionale e cioè quel pirla di Bersani siete stati capaci di “non vincere” elezioni gia’ vinte perchè nell’ultimo mese di campagna elettorale i vs rappresentanti a Roma ( a partire dal duo Errani/Bersani) parlavano solo dei “PROSSIMI MINISTRI….( ci volevano 50 ministri per soddisfare l’appetito degli emiliani) LA BASE ,caro Remo , è perfettamente omogenea ai suoi vertici e l’unica rivoluzione che puo fare ,quanto meno in Emilia è spostare il caffe del mattino dalle 7 alle 7.15….. Io vado a parare semplicemente nel fatto che ,finche siete ,IMMOTIVAMENTE; adoratori di Prodi ,siete eguali identici agli adoratori di Berlu tipo Biancofiore, Carfagna,ecc. e queste 2 fedi uguali e opposte fanno crescere ,esponenzialmente, quelli che , o non votando o votando Grillo manifestano profonda RIPUGNANZA per questo bipolarismo insensato.
      Prodi è uno che in un paese normale ,dopo che la strategia del PDS , di separazione della lega dala CDL, ci aveva fatto vincere le elezioni e dopo che aveva già rischiato 2 crisi di governo ,per manifesta incapacita’ , avrebbe dovuto andare a casa ( quando cadde nel 1998 il consenso del suo governo secondo i sondaggi di Mannheimer era al 20%!!!! ) o ,al piu , a fare il sindaco di Bologna . E invece le divisioni nella sinistra , e la capacità di Prodi ,tutta democristiana, di giocare su queste divisioni anzi di alimentarle , lo ha fatto durare anzi ,addirittura , gli ha permesso di presentarsi come quello buono tra i cattivi dirigenti di sinistra e ha favorito la nascita ,come dice Giovanni, di una MITOLOGIA , tra la “base” . Questa persistente ,e infondata mitologia è PARTE RILEVANTE del DRAMMA della sinistra italiana ,nell’ambito del + grande dramma dell’Italia intera. Questa è semplicemente la verita’ .almeno secondo la mia FERMISSIMA CONVINZIONE….

      • Giovanni Says:

        Claudio la cogestione e’finita 4 mesi fa.Adesso prodi e’socio e amministratore unico di tutto “il sistema “Emilia Romagna.

  71. Giovanni Says:

    A meno che ,Remo,tu non sei un infiltrato democristiano ultra trentennale,rimasto a far gavetta per una “pensione d’oro”

  72. remo tedeschi Says:

    Giovanni, non mi piace il finocchio, poi quando uno vota Grillo è già alla frutta, ti sei giocato la possibilità di critica, per altri, sostieni gente che stà solo a guardare, c’è del “filippino” in questo.

  73. Giovanni Says:

    Diceva tempo fa Mauro,che nella mitologia di quel che fu la sinistra,Prodi era quello che aveva battuto due volte Berlusca.
    Berlusca e’stato battuto la prima volta con un’alleanza politica a sinistra molto intelligente ed elettoralmente raffinata,mentre la seconda volta e’stato battuto con 25000 voti di scarto
    Prodi ,al pari di Bersani non e’in grado neppure di articolare un discorso
    Poi spiegami,Remo,perché nel 1998 l’hanno preso a calci in culo e l’hanno mandato a casa?

  74. Giovanni Says:

    Il Pd deve schiattare.E’l’unica soluzione.
    Adesso vediamo se siete in grado di seppellire Berlusca
    Poi ci rivedremo a Filippi:vi punteremo le lance negli occhi per provocarvi la diarrea

  75. remo tedeschi Says:

    Intanto è lì che implora ;per favore pd, aiutami, aiutatemi!!! povero Silvio, stavolta gli sfinteri sono in funzione. ma come mai ,Giovanni
    uno come te non aveva capito ,il trappolone che gli abbiamo fatto?
    non ha scampo, e non è stato il Grillo,

  76. remo tedeschi Says:

    Morellino di Scansano

  77. Giovanni Says:

    “Il trappolone”?Ma se dall’inizio dell’anno ha quadagnato un 1,5 miliardi ed è tornato tra i 20 più ricchi del mondo.
    Sono 21 anni che ci occupiamo di B ,tutta Italia parla di B
    Cazzo ci voleva così tanto tempo per mettere nel sacco B
    O piuttosto e’B che tiene per le palle “l’Alta istituzione e il suo governo?
    Vedremo.I vostri parlamentari.Solo che si parla di elezioni corrono nel cesso
    Sanno bene che piu della meta’ di lor signor al prossimo giro restano a casa
    Se ci sara la “grazia” i grillini alla prossima prendono il 30% e il Pd il 18%
    È il Colle sarà impicciato se la natura non avrà fatto il suo corso
    Nel frattempo tutti a tempo determinato per 850 euro al mese,i fortunati

  78. remo tedeschi Says:

    Se Grillo non fosse deficiente, e concordava con Bersani un programma,la storia era già finita,ma vuole il 100%, aspettace

    Lo so che Grillo spera nella grazia, sempre a giocare di rimessa,perchè non ha testa (oppure, si grossa) , no non ci suicidiamo più ,amico, per i 21anni , rivolgersi anche a tanti cari nostri connazionali .

  79. Giovanni Says:

    Remo,non facciamo patti con i camerieri dei democristiani

  80. remo tedeschi Says:

    In certi, discorsi del caro leader Beppe, è sembrato disposto a patti con Casa-Pound, ricordi? era primavera, e Cristine Le Pen saltava sopra i sandali,per incontrarlo,…………è cronaca, somelier

  81. claudiopagani Says:

    @Remo, è del tutto inutile che tu te la prenda con Grillo ,quando è il PD che con le sue incertezze e i suoi Prodi alimenta continuamente la disaffezione per la politica !!! Grillo fa solo il suo mestiere ; continui a cianciare di 3 mesi fa ; Il pd non doveva inseguire Grillo con i miserevoli risultati dellao streaming in diretta del povero Bersani . Bersani dovevo andare da Napolitiano a proporre RODOTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO per un governo civico e cambiare SUBITO il Porcellum; allora si che Grillo andava in difficoltà. Adesso ,dopo la condanna di B. il PD dovrebbe fare subito una sua proposta di Legge elettorale e dare 10 giorni di tempo agli altri per decidere ; se la menano ,si va subito al voto anche con questa legge ,perchè sara chiaro chi non la vuole cambiare compreso il compagno Grillo, e ,naturalmente il PD non deve proporre Letta ,perchè ormai bruciato dal governo di larghe intese…Ma non si puo fare perchè c’è una lotta a coltello ,dentro il PD, tra Letta e Renzi, e quindi povero PD e povera Italia….Se continua cosi il PD si logora e ,davvero, Grillo rischia di vincere le elezioni per manifesta inadeguatezza degli altri!
    Cosi stanno le cose , e tutto il resto sono inutili chiacchiere…

  82. Giovanni Says:

    Sciocchezze!Che fine ha fatto il piano strategico di Merola elaborato co l’apporto del”Professore”
    Si trattava forse soltanto di regalare zitti zitti o haum haum 200 milioni a Montezzemolo per il “tarocco “Civis mai entrato in funzione
    Per Tper ha firmato la Gualtieri ,prodiana prezzemolo,che si é impegnato a ricevere entro i 2020 altri catafalchi che non potranno circolare in centro
    Come vedi a Bologna il delitto paga,c’è mica soltanto Berlusconi
    Pezzarotti,invece ha preso 200 mila euro di imposte e li ha messi a disposizione dei disoccupati per il verde e lavori di salvaguardia del decoro cittadino
    A fine mandato si potrà fare un serio confronto tra Parma e Bologna
    .Il Finale di partita é ia scritto

  83. Giovanni Says:

    Il Guazza é stato assolto per “mazzetta impropia “con la favorevole testimonianza del fratello maggiore del Parroco:ha raccontato ai giudici che Civis era stato messo in campo per fregare politicamente Cofferati che avrebbe di li a poco lanciato la sua candidatura
    E pensare che lo stesso fratello maggiore aveva presentato ricorso al tar contro l’aggiudicazione dell’appalto da parte di Montezzemolo perché si spacciava per tram un’utobus non omologato.
    Ma il Comune di Bologna,il sindaco Merola si é costituito parte civile nel processo contro il Guazza o lo ha fatto squazzare in lungo e largo a raccontar fregnacce.?
    Remo,siete finiti.Tra poco inizieremo una campagna di informazione che vi ridurrà in cenere
    Non se ne può più

  84. Giovanni Says:

    Ecco Remo e’ meglio che taci,perché fatti e parole ,come direbbe il padrone del clok,sono pietre.Ed io ,almeno fino ad oggi ,mi sono astenuto dal lapidarvi

  85. remo tedeschi Says:

    Parma? Pizzarotti è cotto, non esce dal palazzo senza prendere”nomi”, difatti vuole nominare 500 saggi per fregare il consiglio comunale, Su Bologna , non mi tocchi, in sede politica ,Merola se si ricorda, lo sa cosa penso di lui, e detto in faccia. è inutile associare tantissimi di “base” al gruppo dirigente, qui sbagli ,Giovanni, e fa lo stesso errore Claudio, che cazzo c’entramo noi, con Donini Merola Renzi e compagnia cantando.

    • claudiopagani Says:

      @rRemo ma non fai le primarie per scegliere i tuoi dirigenti ( sicuramente Donini e Merola)?! E no ,caro Remo, ti devi assumere fino in fondo l la responsabilità dei dirigenti e del sindaco che hai scelto con le primarie!!!Non funziona + dare la colpa al “politiburo” o ,+ recentemente, ai “romani” ! le responsabilita sono ANCHE E SOPRATTUTTO dela BASE che li ha scelti con “libere” primarie o ,forse le primarie non sono libere?! Del resto ,a confermare i miei peggiori sospetti, cìè il fatto che tu ,ancora oggi, ami quell’incapace assoluto e maneggione di Prodi…
      Guarda io sono RISOLUTAMENTE CONTRO le primarie , perchè o ci sono i Partiti( ancora oggi la forma + democratica di espressione della volontà popolare) oppure si fanno le primarie per “plebiscitare”, volenti o nolenti, un capo. A meno che uno non sia Bersani che viene eletto per creare un “partito normale” e poi fa 3 volte le primarie ,le vince tutte e tre le volte e poi perde clamorosamente le secondarie !!Tuttavia le primarie hanno un vantaggio. La base ,non puo + fare finta di non cìentrare nulla con la scelta, a meno di cadere clamorosamente nel ridicolo.Ci manca solo di sapere che si fanno le primarie a vs insaputa…..

  86. Gianni Says:

    Caro Mauro Zani occorre un tuo post o almeno un commento per fare chiarezza su questa disputa ferragostana che stà diventando assai complicata (per usare un eufemismo)!
    Prodi o non Prodi? Base contro vertice PD è credibile? Renzi e Civati uniti contro il gruppo dirigente attuale del PD come suggerisce la Ravennate? Ma non è Ravennate anche Errani? coincidenze?)
    Aperture a Grillo? O dopo il suo dopo il suo post a favore del voto subito col porcellum, Grullo?
    La Responsabilità verso il paese, comprende anche il sorbirci Letta fino a fine 2014 e un bel rinvio dei tempi per il voto sulla decadenza da Senatore di berlusca ?
    E’ meglio far subito l’amnistia come invocano Mauro-F35 e la Cancellieri? E Napolitano perché non si dimette, con viva e vibrante soddisfazione? Mah

    Ti prego fatti sentire, sono confuso più del solito!!!

  87. Gianni Says:

    E D’Alema, pur correggendo il tiro, colpisce ancora ancora!!!

    O No?

    • Giovanni Says:

      È in attesa di qualche incarico.E’evidente.
      In fin dei conti non ha terminato gli studi di logica o non li ha mai neppura ma iniziati :che differenza c’è tra colpa e dolo.
      Soltanto un battutista può accumunare Grillo con Berlusconi.Grillo non ha mai voluto uccidere nessuno.E una disgrazia resta una disgrazia anche se sanzionabile penalmente
      Forse che d’Alema ignora tutte le porcherie penalmente ,eticamente e moralmente commesse dal suo alleato Berlusconi?No ,sa tutto,e perciò non parla in modo retto e corretto.Ecco perché è malvisto
      Ma ve lo ricordate al tempo della bicamerale,quando si dava arie da costituzionalista?Poveraccio,non aveva neppure uno straccio di laurea in legge e voleva “riformare la costituzione”
      Ora gli tocca leccare Renzi nella speranza che la ruota giri e lui torni nel giro,anziché andare in Polonia a spiegare la ripresa:ma che ne sa di economia?Ovviamente un cazzo.
      Ha cominciato ad imitare Prodi,che fa finta di andare in Africa mentre segue lo spoglio al Quirinale
      Certo biisogna dire che parla sia in italiano che in inglese meglio,molto meglio di Prodi.Insomma non ti fa vergognare

  88. remo tedeschi Says:

    Claudio, se tu avessi la pazienza di andare nell’archivio del blog di Zani, leggeresti che anchio sono contrario alle primarie, carta canta
    è un’orpello che ci fa solo litigare, non siamo americani

    Su Merola, ho votato contro tutte le occasioni avute, vedi referendum
    cittadino,e candidature, poi se non mi credi amen.
    Su Prodi, chiariamo una volta per tutte, è stato sempre trattato a pesce in faccia da noi, da Bertinotti D’Alema, Veltroni.
    Il sottoscritto è ateo, e sui cattolici ne ho dette abbastanza, ma il pd
    ha un debito morale con Prodi, io credo comunque che sarebbe un’ottimo pres.d.rep, la stessa istituzione lo cambierebbe in positivo,
    ma stiamo parlando, forse di niente.
    ps
    non incazzarti, con me, sono altri la rovina del paese

    • claudiopagani Says:

      Caro Remo, io mi incazzo solo con quelli che ritengo ” per bene”…
      Quanto a Prodi confermo tutto e ,aggiungo che la Sinistra italiana non gli deve PROPRIO NULLA visto ,tra l’altro , che l’ha mandato a fare il presidente della commissione Europea , contro la volonta di tutti i leader socialisti europei . Una volta li ha gestito una presidenza DEL TUTTO MEDIOCRE, tra l’indifferenza di tutti i partner..Purtroppo è poi tornato in Italia ,visto che in Europa non lo volevano + , e ha pareggiato ,nel 2006 ( vittoria per soli 24000 voti) elezioni in cui Berlusconi partiva con 15 punti di distacco…
      E tuttavia la “base di sinistra” in molta parte ,continua ad adorarlo. Ca…i loro
      Amen

  89. Giovanni Says:

    Debito morale verso il Parrocco?Remo dovresti contare fino a tre prima di digitare una parola e poi rileggerla e riflettere sul significato delle parole
    Prodi ha rovinato l’Italia .La Fiat ha praticamente cessato di produrre autovetture in Italia e tra qualche mese anche l’Alfa Romeo fiattizzato sarà prodotto all’estero.Ebbene l’Alfa e ‘stata regalata da Prodi a Fiat per impedire che fosse acquistata da Ford per 5.000 miliardi di vecchie lire
    Ovviamente la Ford avrebbe valorizzato il marchio disponendo di tutto il capitale necessario per sviluppare la tecnologia Alfa e avrebbe prodotto in Italia E invece no.In Italia nessun concorrente poteva mettere piede perché a Fiat doveva essere garantita il monopolio
    A quel tempo c’era il pentapartito,il giovane boiaro Prodi era un Boiardo democristiano sotto la cappella di Andretta che litigava co Formica
    Un’era fa.Ma le cose non son cambiate Prodi lo trovi sempre dove c’è lo zuppone.E quando non ottiene quello che vuole azzanna.
    Non ti sei accordo che dopo la vicenda del Quirinale l’Esarchetto non parla più perché praticamente è stato esautorato mentre il tuo Bersani si è dovuto dimettere e fare il gregario di Letta?
    Prodi ha avuto l’insperabile ,lui è i suoi parenti,perché ha avuto l’intuizione di alloggiarsi a Bologna,dove da vent’anni c’è la specie politica più cogliona d’Italia

  90. Andrea Says:

    @Mauro. “Morta gora”: la definizione spregiativa riferita alla Camera è del deputato repubblicano Gaudenzi, intervistato da Mussolini al suo ritorno a Forlì da Montecitorio.

  91. remo tedeschi Says:

    Giovanni, ho contato fino a tre, posso dire? si ! bene
    gli americani, di solito comprano industrie per eliminare concorrenti,
    e sempre stato così, ultimo l’Alcoa, salvata al pelo, per adesso.
    Possiamo anche chiudere la discussione su Prodi, resta il fatto che
    il pd ,lo ha usato e preso per i fondelli, o nò? Bertinotti, Veltroni, Renzi e un altro che non dico per non fare arrabbiare.
    Se abbiamo una coscienza e Giorgio (speriamo) torna a’Surriento
    e affossato ilB, chi per il quirino? (so che hai un debole per il topolino)?

    • claudiopagani Says:

      Veramente è Prodi che ha usato le divisioni a sinistra per fare la figura di quello “buono” e comunque Prodi ha gia avuto molto molto di + di quel che meritasse. per il Quirinale non cìè miglior scelta di Stafano Rodotà che ,oltretutto , è anche di sinistra ,o questo è un handicap ,caro remo?!

      • Giovanni Says:

        Remo,tu leggi la realtà in termini rovesciati.
        Sei ormai un berlusconiano fatto,non c’è dubbio.
        Dovresti far domanda a Pechino per un campo di rieducazione,così torni nel mondo reale

  92. remo tedeschi Says:

    Non conviene ai cinesi, potrei rieducarli io, portando il libretto di Barca,50 paginette.(rilegatura rossa)

    per caso tu conosci i campi sovietici? e ….lo stile stalingrillesco c’è

    Claudio, facciamo un compromesso. né Prodi e neppure Rodotà
    Gustavo Zagrebelsky eh ? (a te la mossa)

    • claudiopagani Says:

      @ma che Zagrebelsky( di cui ignoro i grandi meriti se non che scive su Repubblica e quindi è membro di quel partito).
      Rodota’ punto e basta.

    • Giovanni Says:

      Non ho alcuna esperienza diretta ma solo letteraria degli ottimi campi sovietici
      Se non l’avessi ancora letto ti consiglio il breve racconto “una giornata di Ivan Denisovic. Un opera assoluta.La sola pagina finale vale tutti i racconti scritti negli ultimi 20
      I campi cinesi lavorano più sul “profondo”Li provano ad eliminare le distorsioni percettive e rappresentative
      Siccome penso che tu abbia una sufficiente esperienza del lavoro ,ti consiglio un campo cinese,senza trascurare di leggere Ivan…..Un capolovavoro di Peppe Stalin ,anche se è’ stato scritto da un Nobel dissidente,che non sarebbe mai esistito senza Stalin

  93. remo tedeschi Says:

    Claudio, non ricordo se l’ho già detto, ma vorrei ,davvero che il pd fosse,governato dalla redazione di Repubblica, farebbe meno castronate.
    Se vai a vedere il vissuto di Rodotà(che rispetto,sinceramente) ci sono scontri con abbandono persino con Pannella,che sia un tipetto
    un po’ delicato? Gustavo Z. è stato l’unico a dare a un pdl un
    banalissimo consiglio per B: ma il suo capo, se non vuole beghe,ha provato con l’onestà? (da Gad Lerner) ebbene nessuno ripete quella “banalità”,fanno dei “giri” ma non arrivano all’osso.

  94. Giovanni Says:

    Zagrebelschky e’un raffinato intellettuale,che ha percorso con autorevolezza la sua esperienza di giurista.E’opinione comune che sia,al netto dei 30 o 40 emeriti in circolazione ,l’unico che possa a ragione fregiarsi del titolo di vero esperto di diritto costituzionale in Italia.Tuttavia non mi pare un’animale politico per il popolo ,a cui normalmente piacciono i peggiori(Renzi ,Berlusconi,Bersani ,Prodi ecc)
    Rodota’ha più esperienza e conosce il sistema e i nostri mariuoli.
    Ovvio che i democristiani non lo voterebbero mai:preferiscono la Cancellieri,ex segretaria della prefettura di Milano ai tempi dei neri,amica della Finocchiaro come di Berlusca e Alfano.
    A Bologna ha utilizzato il manuale cencelli per le designazioni presso le controllate.Non si sa mai da che parte.giri il vento.Una gamba de qua una de la e tutti ci canteranno le lodi
    Il figlio compensato dai i Ligrestos con 3,5 milioni di euro di liquidazione,oltre lo stipendio,per aver ricoperto la carica di direttore generale per 10 mesi e unico non indagato,si è prestamente ricollocato in Unicredit

  95. Giovanni Says:

    Pannella sicuramente e’il politico moralmente più sporcaccione d’Italia.Se avesse davvero digiunato tutte le volte che lo ha dichiarato non udiremmo più la sua disdicevole voce e non avremmo l’Amerikana agli Esteri
    Pajetta gli tiro’ 33cl di birra in faccia alla buvette del parlamento

  96. remo tedeschi Says:

    Bel colpo ,Giovanni , sottoscrivo .

    aggiungo una cattiveria ;i 33cl era una lattina chiusa?

  97. Gianni Says:

    @ Remo “…….. vorrei davvero che il pd fosse governato dalla redazione di Repubblica”

    Ti prego rileggi quello che scrivi!!!
    Ti piace tanto ” l’imprenditore De Benedetti ”
    Sei sicuro di quello che hai scritto???
    Da un padrone a un altro………… ma non né avete ancora avuti abbastanza?
    Ormai se non avete un padrone o un manager da leccare non capite più un cazzo? (si questo è il berlusconismo di sinistra, la simdrome del capo)!
    Voi l’alternativa a questo sistema non sapete più cosa sia!

    Aveva ragione la Tacher, che a chi gli chiedeva quale fosse il suo più grande successo rispondeva: Tony Blear!!!
    E voi potreste rispondere Colaninno Prodi De Benedetti ecc ecc
    E’ questa è la base del PD?
    Spero caro Remo tu sia uno dei pochi sopravvissuti al triste periodo della globalizzazione e alle lodi “al mercato che si sa auto limitare grazie alla concorrenza”, e alla scomparsa della sinistra!
    E ci vorranno anni per vederne un nuovo barlume……
    Insomma spero proprio che la base del PD, i salsicciai e quelli deii tortellini non siano come te!!!
    Remo dimmi piuttostto che ci stai prendendo per i fondelli, apprezzo gli scherzi!!!
    O sei così disperato, all’interno del tuo attuale PD che neanche fare il BASISTA (o il palo) ti consola?

  98. claudiopagani Says:

    Caro Remo ,questa rispostaccia te la sei proprio voluta!!
    Ma come ca..o si fa a non capire che la redazione di repubblica fa solo gli interessi di De Benedetti!!! Cerca di tornare ad essere un uomo libero ,Remo e di ragionare con la tua testa( al netto della redazione di Repubblica…)!
    Oggi in Italia ci sono 3 forze organizzate che egemonizzano i votanti di Centro-sinistra:
    1) il Partito di REpubblica , di gran lunga la forza + organizzata , visto che ha circa 600000 ( anche se sono dati gonfiati dai giornalisti) compratori quotidiani ;ovviamente gli azionisti e ,di conseguenza, i redattori pennivendoli fanno gli interessi della proprietà e sono ,quindi , massimamente interessati ad avere un P.D. a ” pensiero debole” e magari con dirigenti subalterni ; recentemente vorrebbero come Segretario del P.D. uno come Renzi al quale del P.D. non frega niente se non come taxi da usare per andare in fretta a Palazzo Chigi: i + “scafati” della non allegra brigata pensano quindi di dirottarlo direttamente a Palazzo Chigi tenendosi quel poco che resta della ditta ,dopo la cura Bersani….
    2) il Partito De il Fatto Quotidiano: questi sono i + furbi di tutti perchè si sono scelti una capo che di professione fa lo show-man e quindi sono li pronti a insuffargli il loro alto pensiero politico ( Flores D’arcais ne è un fulgido esempio lui che e’ stato ,dopo lortta continua , anche uno dei 7 fondatori del PDS che ,dopo averlo conosciuto non gli hanno dato nessun grado e quindi ha fondato movimenti a ufo….)
    Questi giornalisti pensano di egemonizzare la sinistra “dura e pura ” aliena da sempre da ogni “inciucio” ( e la parola che li fa + godere) , la sinistra incaz..ta con l’universo mondo e che si ritiene ” unta dalla sua purezza morale” e che disprezza tutta l’altra sinistra e ,se potesse, la rottamerebbe in modo molto + brutale del putto fiorentino..
    Anche grazie ai limiti drammatici dei dirigenti PD. c’e’ una base di consenso elevata mettendo insieme anche la destra giustizialista del povero Tonino Di Pietro..
    Ci sono molte patetiche figure di militanti del PD che aderiscono al partito de il Fatto e ,proprio per questo, sono in perenne crisi di identita e incaz..i mani e sera con il loro partito ( roba da psichiatri direi…..)
    3) da ultimo , ma molto da lontano, c’è il povero PD che assembla molti che militano ,anche , nei 2 partititi di cui sopra accumulando continui mali di pancia e altri .ingenere di provenienza democristiana, che hanno fatto bingo perchè dalla loro Margherita ( nel 2006 al 10) oggi sono in un partito del 25 che ,per di +, gli regala presidenza del consiglio ( oggi Letta ,domani Renzi) , ci sono poi schiere, non sparute ma molto frastornate, di gente che si sente di sinistra , ma non sa + a che santo rivolgersi…: tra essi ,mi pare ti possa collocare tu caro Remo , ma la PRIMA COSA che devi fare è tornare ad essere un uomo LIBERO DAL PENSIERO di RePubblica che serve solo ad incrementare gli utili di CDB.
    Dopo si vedrà , ma cìè molto da ricostruire….

  99. remo tedeschi Says:

    Ma ,ragazzi, un po’ di elasticità nell’interpretare pareri, dire che magari la redazione di rep.prendesse a mano il pd , vuol dire avere gente con idee chiare,e uniti, uniti, non un protagonismo di
    pseudo-prime donne del cavolo, Civati, Renzi, e soci.
    Comunque ,sono,impressionato da una verve anti repubblica che avete(Claudio,Gianni) che giornali leggete? che fastidio dà CDB?
    Scalfari domenica scorsa ,ha valorizzato l’elaborato di F.Barca, non altri, definendo Epifani, e Barca importanti per rifondare il partito.
    Repubblica , ha rotto i coglioni a Silvio come pochi, non va bene?
    Sinceramente non capisco.
    Claudio, quali sono le tue preferenze cinematografiche? da come scrivi e voglio dirlo affettuosamente, credo sia il Fantasy,tipo Harry Potter,,mamma mia, calma.

  100. remo tedeschi Says:

    Gianni, ma che padroni vai dicendo? chi sono gli editori ? i partiti?
    anche l’Unità ha un editore,chiamali padroni se vuoi, ma chi stampa giornali in Italia,Gesù bambino?
    Non c’è differenza tra il Carlino, Libero ,Giornale di Sallusti, e Rep?
    io la vedo, …… se avete un’altro parere,pazienza,

  101. Giovanni Says:

    Repubblica e’sostanzialmente ,a mio modesto parere,un haus organ americano-ebraico ,in conflitto di interessi con Berlusconi.Berlusca e CDB si sono scontrati su molti affari .E ‘in attesa di pubblicazione la sentenza Mondadori che secondo le attese dovrebbe riconoscere a CDB 550 esentasse.
    È probabile che la sentenza della Corte di Milano sia cassata perché la somma liquidata a CDB.e’stata liquidata,come dicono a Napoli “a muzzo”(dico bene Milli?)
    Il taglio reazionario e di sostanziale disinformazione di Repubblica lo si coglie con evidenza nelle pagine di politica estera .Anche le pagine di politica socio economica,al netto di Penati e Gallino,sono disinformazione e basta
    Gli articoli di Zag e Rodota’sono sempre utilizzati in funzione antiberlusconi e non come critica alla politica del Colle.Tutto e’funzionalizzato a precise politiche di potere .I puri fatti non sono mai esposti ma sempre sistematicamente mistificati e manipolati
    Un brutto giornale che ha polarizzato la politica italiana sulla figura del vecchio di Arcore.
    Se vuoi conoscere fatti e retrofatti se costretto a leggere dagospia o il fatto
    Le imprese di Bazoli,Prodi,Penati ecc,non li troverai mai esposti in modo chiaro e sistematico su repubblica.Anche la chiesa ,ha ricevuto un trattamento di riguardo
    Insomma Repubblica e’una sorta di specchietto per le allodole.Se Zag dice che Napolitano costituzione alla mano non era (ri)eleggibile ,Repubblica taglia:questa autorevole opinione giuridica la puoi conoscere se vai ad ascoltare Zag a piazza Santo Stefano
    Avete mai letto una critica al Colle di Napolitano su Repubblica.?No,perché come i papi di una volta Napolitano e’in fallibile una critica all’amico Prodi?Non se ne parla che bene tutti i giorni sia sulle pagine nazionali che in quelle locali
    Il nuovo direttore Ezio Mauro ha la postura sintattica di un sacerdote di Zoroastro,ma nei fatti non è’ meno fazioso di Sallustio
    Di Sandro Viola non è il caso di parlare perché il suo anticomunismo precede la sua nascita
    Ma il climax Repubblica lo raggiunge quando”critica”Tel Aviv e difende le libertà degli arabi.Non scende mai a compromessi quando si tratta delle libertà borghesi:Russia e Cina sono il male assoluto,così come tutti i paesi non asserviti allo Zio Sam.Tutti dittatori e satrapi..Il paradigma e’Cortez che porta la libertà in tutto il mondo non americano
    Scalfari ha la cultura di un liceale di 70 anni fa che continua a vendere con supponenza e successo da molti decenni.Nel frattempo e’diventato un miliardario in attesa della toga senatoria.Ma lecca troppo e in modo imbarazzante.C’e verso che passi a miglior vita senza aver poggiato il culo sull’agognato scranno,nonostante la bella barba

  102. remo tedeschi Says:

    Giovanni, posso suggerirti un giornalista da aggiungere a Dagospia e il fatto? Alfonso Signorini anche lui è antirepubblica

    • Giovanni Says:

      Remo ,ma tu non dovresti leggere l’Unita
      Ah e’ vero lo ha confermato anche D’Alema ,tra poco chiuderà definitivamente
      Eh Mauro hai venduto tutto il patrimonio del Pci per pagare i debiti fatti da D’Alema,Veltroni e quel siciliano amico di Napolitanodi cui mi sfugge il nome ,ma non è servito a niente
      Se l’Unita fosse fallita nel1990,sarebbe stato evidente a tutti di cosa erano capaci di fare i dirigenti nazionali
      Un’altra occasione persa per dare la giusta sterzata al momento giusto
      Però ti sia di conforto che D’Alema si è detto dispiaciuto
      Al tempo ad una persona che tu ben conosci dissi che l’unico modo per salvare capra(l’unità ) e cavoli(patrimonio) era portare i libri in tribunale.Ma forse non ti fu riferito

  103. claudiopagani Says:

    Caro Remo il problema è che ” da tempo immemore” la linea politica ai militanti di centro-sinistra la da Repubblica, mentre i partiti politici ,a cui loro formalmente aderiscono, la eseguono e se provano a non eseguirla vengono massacrati. questo e’ un enorme vulnus democratico che non HA PARI NEI PAESI DEMOCRATICI ; questa è la situazione UGUALE E CONTRARIA del dominio esercitato da mister B. sulla destra.In pratica la politica è tutta ,in Italia, eterodiretta , ne siano o meno consapevoli i militanti.Bisognerebbe liberare la democrazia italiana da questo servaggio..
    Poi io non demonizzo affatto Repubblica come giornale ,non dei peggiori, ma sono furente con tanti militanti che si fanno cosi PALESEMENTE strumentalizzare…

  104. remo tedeschi Says:

    Claudio,questo tormentone se Rep. è un partito o no, è assolutamente un falso problema.
    E’ una “piattaforma” dialettica, posso citarti innumerevoli articoli di “pungolo” al buon Bersani,rimasti inascoltati, non sono azionista,
    ma leggila più frequentemente,non dare giudizi scontati e di “parte”.
    Eterodiretti? parlerai di Grillo. lo stesso Grillo odia Rep-Espr. perché gli ha scovato oltre 10 immobili in Costa-Rica .
    Ridicolo ,poi, (non tu) parlare di complotto giudaico-massonico !
    Personalmente, non conosco nessun militante che si fa strumentalizzare,abbi fiducia nella intelligenza degli altri,diceva un cantante anni 80/90 ….. gli altri ,siamo noi.

    • claudiopagani Says:

      Caro Remo proprio perchè la leggo tutti i giorni ne do un giudizio DEFINITIVO. Tu che sei un prodiano duro e puro dovresti ricordare che nel 2006 La Repubblica ,subito dopo l’insediamento del governo Prodi ( 17 maggio 2006) basato su una maggioranza precaria di 2 senatori , comincio’ a sparare a “palle incatenate ” contro quel governo con tutti i suoi opinionisti ( con la lodevole eccezione di Eugenio Scalfari) e questo perchè il padrone CDB si era “innamorato” di Walter Veltroni e disse ,luglio 2006 , che in un PD guidato da “..Veltroni e Rutelli” sarebbe stato la “tessera numero 1; naturalmente CDB stava pensando ai suoi personali interessi sapendo che fin dal 1994 veltroni aveva abbracciato la causa ,tanto è vero che nelle elezioni a segreteario del PDS di quell’anno avevano organizzato un sondaggio ( abbozzo di primarie ) che avevano dato vincitore il buon Walter..; purtroppo i vertici PDS ( manifestando l’ultima forma di autonomia da Repubblica) scelsero in quella occasione un altro ( migliore o peggiore che fosse ma il partito si sentiva + garantito da quello).
      Repubblica la prese male e ,nonstante che quel PDS in 2 anni mandasse via dal governo un ancor “giovane e pimpante” Berlusconi”, decisero per tramite della brillante idea dell’ Ulivo non alleanza , ma partito che la sinistra non poteva + scegliersi il capo in autonomia ma dovesse farla sotto la tutela loro, tanto è vero che il primo che scelsero ,dopo , fu il buon Rutelli ( altro aficionado di Repubblica) e cosi via,via…
      Nel frattempo Repubblica ,diventato house organ dei militanti, visto che il partito non produceva + uno straccio di cultura politica e soprattutto non faceva “formazione politica” succhiavano un poco di cultura politica rigorosamente “liberal-democratica” dal quotidiano. Il quale nel contempo DEMOLIVA ,con argomenti reali o pretestuosi, chi “pretendeva di NON ESSERE ETERODIRETTO.Tornando al luglio 2006 CDB investi Veltroni ,anche perchè per la difesa dei soui interessi poco si fidava di Prodi un poco “rincoglionito” diceva e ,ancor meno del suo vice D’Alema…Cosi costrinsero il buon Fassino a ingoiare l’idea di far nascere il PD ( non ci volle molto per la verità) e fecero intendere a DìAlema che ,a mio avviso, fece finta di crederci, che l’unico modo di salvare il governo Prodi era quello di far nascere il PD a guida Veltroni,,Naturalmente Veltroni pretese di essere il Capo e ,in questo modo e con l’attivo aiuto di Bertinotti che parlo di Prodi come del “+grande poeta morente, quel governo cadde ,ancor prima di quanto fosse invitabile e nelle elezioni del 2008. anziche alla vittoria del “geniale ” Veltroni , ci ritrovammo con la + grande vittoria di B.Mi ricordo che Scalfari , ad una settimana da quel voto, scrisse , che secondo i suoi calcoli ,molto complessi in verita’, Veltroni avrebbe vinto con oltre il 40 % ( in realta 34). Veramente fini conoscitori del mercato elettorale questi di Repubblica….Ma la “base” si abbevera ai loro opinionisti..L’unica scusante è che quella specie di partito non fa + formazione politica e l’unica cosa che fa è organizzare primarie che anzi sono “uno dei valori fondanti”!?

  105. Milli Says:

    Il 27 agosto del 1973 a Napoli scoppiò il colera. Il primo caso a Torre del Greco: si ammala la moglie di un marinaio. Presidente della Repubblica Leone, presidente della Camera Sandro Pertini, ministro della sanità Gui. Una polemica sorge tra il direttore dell’ospedale Cotugno Ferruccio De Lorenzo, liberale e il primario di Medicina dell’ ospedale Maresca di Torre del Greco, Brancaccio di simpatie berlingueriane. Brancaccio e Molese, direttore della Croce Rossa campana dopo gli accertamenti del caso fecero le notifiche e allestirono il cordone sanitario. Il primo centro di vaccinazione fu aperto dal Pci di Ponticelli vicino alla Casa del Popolo presso lo studio di un medico. Migliaia di abitanti di Ponticelli, uno dei quartieri più rossi di Napoli, vennero vaccinati. Racconta l’episodio il segretario di zona Aldo Cennamo. Ambienti neofascisti tentarono sommosse ma la CGIL intervenne e insieme alla CISL e alla UIL tenne una assemblea al Mediterraneo alla presenza di moltissimi militanti. Questa sera un documentario su Rai 1.

  106. remo tedeschi Says:

    Giovanni, scusa il ritardo , citavi “una giornata di Ivan Denisovic, conosco il libro, conoscono una giornata così almeno 15 milioni di innocenti cittadini sovietici e migliaia di compagni italiani illusi di rifugiarsi nella patria del social-comunismo,per trovarsi dal fratellastro di Hitler(che poi litigarono,e se le suonarono,ma fratelli erano,di fatto)

  107. Giovanni Says:

    Avresti dovuto partecipare ad una lettura collettiva.Ma forse non avresti comunque capito nulla
    Mi spiace Remo,ma dopo questa notazione,devo concordare al 100% con Claudio:la propaganda di Repubblica ti ha condotto ad equiparare Stalin a Hitler,a confondere un uomo che ha difeso il suo popolo aggredito,da un uomo che ha condotto il suo popolo a commettere le peggiori efferatezze per poi essere completamente distrutto
    Tu Remo,se sei nato e puoi oggi parlare lo devi a Stalin ed ai disprezzati sovietici
    Ma a questo punto penso che tu sia privo anche dei più modesti fondamentali per sostenere una discussione

  108. remo tedeschi Says:

    Claudio,io prodiano ? lo imparo adesso,altra cosa essere a favore come P.d.R, se ci saranno le primarie,voterò ,chi? chi?ma Cuperlo,quasi per forza.
    Capisco tutta la storia che fai, su rep,anche troppo generoso ma resto con me.
    Ps
    posso dire che a volte, qui, si creano situazioni,”allegre”?
    bè, che Vittorio Mussolini abbia scritto “il mio socialismo”è una di quelle.

    • Andrea Says:

      Mi fa piacere la tua allegria, ma il mio appunto era solo per Mauro e la sua spesso citata “morta gora” parlamentare, che ha origini lontane, anti-giolittiane e repubblicane. Avevo evitato di citare la fonte per non dare adito a inutili polemiche. Che Benito Mussolini sia stato socialista e abbia scritto, e molto, per vari giornali socialisti appartiene alla storia.

  109. remo tedeschi Says:

    La prefazione ,mi correggo

  110. Milli Says:

    A Napoli si dice muorzi e non muzzi. Muorzo è un boccone strappato con un morso, quindi con aggressività. Sempre che abbia capito il senso della frase.
    Da Napoli non riesco a seguire il vostro dibattito con la dovuta attenzione. Tutto mi sembra strano. Qui il sindaco detto una volta Gigino ‘a manetta viene ora indicato come Gigino ‘a paghetta per via del fratello a cui vorrebbe affidare la gestione del Forum delle culture. Oggi De Simone ha lanciato una feroce invettiva contro il sindaco, il fratello e i molto silenziosi intellettuali della città, invitando i giovani di valore ad andare via. Tutto questo mentre il pupillo di Napolitano, Ranieri invita il Pd a dare una mano a Berlusconi. La vergogna regna sovrana come al tempo del colera.

    • Andrea Says:

      I molto silenziosi intellettuali napoletani sono silenziosi fin dai tempi dell’ultimo periodo Bassolino e del suo tentativo, fallito, di essere un Gava di sinistra. Senza rancore… solo per precisare.

      • Giovanni Says:

        Bassolino pare che stia organizzando il suo ritorno .Gli intellettuali,come sai Andrea ,non sono volontari svizzeri
        Muzzo volevo dire.Cribbio dovrei rivedere il testo prima di lasciarlo nel web:il significato dovrebbe essere più o meno equivalente a “metà di una spanna”
        Ma io non sono Napoletano,perciò Milli devi essere comprensiva

      • Giovanni Says:

        A Muzzo,significa propriamente a “casaccio”

  111. Giovanni Says:

    Tutti conoscono la favola del Lupo e dell’agnello.Zucconi il megafono sionista di Repubblica riferisce su Repubblica ,senza se è senza ma ,che Assad ha usato il gas nervino per uccidere selettivamente 1000 civili di cui almeno 100 bambini.Percio’ e’stata superata la line rossa indicata a suo tempo da Obama.E se Obama non bombarda perderà qualsiasi credibilità
    I siriani rispondono “venite a vedere di che si tratta.Repubblica risponde “no e’ troppo tardi”
    Ora ,considerato che non c’è un solo paese arabo ,ad eccezioni del Marocco e dei “paesi del Golfo “che in realtà sono il 53 stato americano amministrato da sceicchi e re da farsa,si concludere con certezza assoluta che la strategia Americana e israeliana non è urtata di una virgola.Impedire la crescita economica e culturale dei paesi cd “musulmani o arabi purchessia”
    Dopo aver riportato l’Iraq,la Libia,e la Siria all’età della pietra distruggendo tutte le infrastrutture e,quindi,qualsiasi possibilità di vita civile fatta di lavoro studio,affetti,svago e provocato centinaia di miglia di morti e milioni di profughi,oggi vogliono la testa di Assad.E si perché secondo la concezione belluina dello Zio Sam ,deve essere impiccato o massacrato anche e sopratutto il capo di un popolo.
    Gli Europei,più civilizzati al servizio dello Zio Sam ricorrono invece all’avvelenamento.Com’e’ morto il capo dei serbi ?Maldicuore.
    Agli americani si accoda anche quel gran liberale di Edorgan che ha fatto uccidere centinaia se non migliaia di oppositore un mese e mezzo fa,arrestando la ricrescita economica di quel paese l meno per due anni
    L’obiettivo immediato perseguito dagli americani e’quel o di isolare Herzbolla in Libano,l’unica forza militare che ha dimostrato di tener testa sul terreno agli spacconi di Tsal,capaci di compiere su larga scala soltanto omicidi mirati o di battersi contro i paesi arabi inermi
    Vedremo cosa faranno gli americani.Oggi fanno la voce grossa perché i mercenari pagati dai paesi del golfo e supportati dal l’occidente per provocare la distruzione del l’unico paese laico arabo ,sono in rotta
    I siriani,resistono oltre ogni previsione ed Herzbolla dispone anche di armi offensive per la vi flotta,molto più efficaci di quelli che colpirono nel 2006 lanave da guerra israeliana che bombardava i civili
    Se la Russia saprà misurare la forza, come in Georgia nel 2008,Zio Sam fallita il suo obbiettivo

  112. remo tedeschi Says:

    Giovanni, io posso capire poco, ma le stragi di Stalin restano,
    comunque per me ,di castronate ne racconti l’ultima che Assad è il capo di un popolo, …… è l’erede dinastico ,non eletto dal popolo anzi lo sta massacrando. vedi gas-nervino, sui serbi, buonanotte.

  113. Giovanni Says:

    In effetti in Siria non ci sono state le primarie perché mancano il circoli del PD e i seggi volanti
    Ecco perché Assad non e’stato liberamente eletto dallo Zio Sam

  114. Giovanni Says:

    Anche in Arabia Saudita,Qatar ,Oman ed emirates non ci sono circoli PD.
    Perciò ,Remo,niente elezioni ma dinastie ,come quella di Bush,Clinton ecc.

  115. Giovanni Says:

    Mentre in Egitto ,Tunisia e presto anche in Libia operano molti circoli:fratelli musulmani ,salafiti,militari, ecc ,come in Italia,al netto dei colpi di mano dello Zio Sam

  116. Milli Says:

    Brunetta ha ricevuto dalla Regione Campania 4milioni di euro per la fondazione Ravello di cui è presidente. A suo tempo Brunetta aveva comprato sul posto una casupola usata come pollaio trasformandola in una villa. Si è sposato in loco invitando al suo matrimonio tutto il Pdl. Lo si vede spesso in piazzetta leggere giornali seduto ad un bar. Diventato presidente della Fondazione Ravello ha invitato l’orchestra Kazaka ( i Kazaki vanno forte in Italia) e sostenuto una rassegna di canzoni del 900 con ‘ Faccetta nera ‘ incorporata. I concerti di musica classica sono un ricordo lontano. Il Pd napoletano e i sindaci della Costiera Amalfitana protestano.

  117. remo tedeschi Says:

    Giovanni, assieme allo zio Sam, in giro per il mondo, c’è anche lo zio Putin,che stà sempre dalla parte di regimi fascistoidi, Siria, Iraq
    protegge i “compagni ” della Bielorussia, Cecenia,Ossezia,Ucraina, eredi della miglioreUrss.
    Sono,certo che vede in simpatia anche i governanti ungheresi.

  118. Giovanni Says:

    Remo,in Iraq,forse ti è sfuggito,ci sono gli americanos.
    Insomma,Remo,lascia stare la geopolitica e pensa all’imminente festa ,alle salsicce e alla”par condicio comiziale”.
    A differenza della plebe romana a voi non sarà distribuito grano ma dovete soltanto applaudire “volontariamente”

  119. remo tedeschi Says:

    La geopolitica non fa per te nel mese di giugno 2013 IRaq e Russia hanno sottoscritto un’accordo militare da 4,3 miliardi,
    informati prima .

  120. Giovanni Says:

    Dei proprio vuoi diversificare i tuoi interessi potresti occuparsi anche del “friggione”

  121. remo tedeschi Says:

    anche tu puoi diversificare, intanto imparando a scrivere

    • Giovanni Says:

      Vero,scrivo peggio di un maresciallo.Uso soltanto l’indice destro e non correggo mai il testo.
      Quando lavoro detto tutto,Poi la mia assistente provvedere a mettere “in forma” il testo.
      Per il blog mi hanno suggerito di usare word,cosi da poter correggere il testo e presentarlo in modo da rispettare il mio livello culturale.
      Ma io non scrivo per fare bella figura bensì per esprimere di getto quello che mi passa per la testa
      Ma con te Remo ho perso troppo tempo giacché ,come ti ho detto, non hai i fondamentali
      Io direi di chiuderla qui,altrimenti va a finire che ti insulto ;cosa che assolutamente non vorrei fare.Anzi non voglio fare.Ma tu non mi costringere.

  122. Andrea Says:

    http://www.pce.es/secretarias/secinternacional/pl.php?id=5356

    • claudiopagani Says:

      Beh per criticare la politica usa nel medio oriente non cè bisogno di ricorrere ad un comunicato del partito comunista spagnolo, basta ,inquesti giorni , qualche articolo del ben + autorevole e rappresentativo quotidiano inglese The Guardian.
      Comunque è motivo di rflessione che ,come in LIbia con Sarkoszy, anche stavolta il principale paese guerrafondaio sia la Francia del Socialista Hollande:. Ancora + rimarchevole che Francia e GB spingano purchè lo sforzo bellico + importante lo facciano gli Usa del riluttantissimo( giustamente) Obama. Oggi il vero centro di instabilta è proprio lìEuropa che anziche cercare unitariamente soluzioni politiche mostra i muscoli degli ….AltriE ,naturalmente , in questo contesto complessivo L’Italia conta meno di niente mentre ,anche nei tempi dei ministri degli Esteri Andreotti e Moro , avevamo una giusta politica di equivicinanza ai paesi arabi e ad Israele che ci consentivamo ,tra l’altro, sicuri approvigionamenti energetici mentre oggi dipendiamo sempre + dall’energia dello zio Putin. Bei progressi con la 2 Repubblica!!

      • Andrea Says:

        Sentivo il bisogno – povero misero che sono – di qualcuno che mi indicasse una scala dell’ autorevolezza. Grazie, veramente obbligato.

  123. remo tedeschi Says:

    Non ci sarebbe nessun motivo per insultare, basta confrontare le opinioni, tu entri in conflitto con tanti,in questo blog, impara a rispettare le persone, siamo capaci tutti, comunque ,di insultare
    capito? proff.Giovanni

  124. claudiopagani Says:

    @andrea beh bastava un po di buon senso

    • Giovanni Says:

      Il comunicato del partito comunista spagnolo penso che abbia l’autorevolezza della semplicità ,della concretezza e della verità .Semmai Claudio il fatto da mettere in rilievo e’ che sono due anni che l’aggressione pluto giudaico imperialista contro il popolo siriano viene portato avanti senza che in Italia si sia levata una sola voce in difesa delle vittime
      La messa in scena psicomediatica delle presunte vittime tutte avvolte in lenzuola bianche della stessa fattura ,con i bambini morti e mamme vive vestite di nero,ci segnala soltanto che l’estetica dei media ormai ha eclissato i fatti .

      • Andrea Says:

        :D

      • claudiopagani Says:

        Va Be su robe cosi serie ,ed in presenza di circa 100000 vittime ad oggi non userei la ridicola epressione mussoliniana del complotto “pluto giudaico”.
        Va aggiunto ,tuttavia , che si tratta di una guerra , sostanzialmente,civile interaba tra l’Iran ( e la Russia) che sostengono ASSAD ( che è un dittatore criminale a scanso di equivoci) e lìArabia Saudita che sostengono gli insorgenti che ,secondo i + autorevoli osservatori, sono molto eterogenei con una forte componente Quedaista . Certamente Israele pesca nel torbido , ma pesa in maniera preponderante il conflitto Sunniti-Sciiti .La demonizzazione non serve ,ma servirebbe una soluzione politica che L’Europa ,sola potrebbe /dovrebbe tovare; ma purtroppo l?europa pensa solo alla moneta…

      • Giovanni Says:

        Plutocrazia ,perché no? I ricchi americani,inglesi e francesi a cui si aggiungono le pretocrazie arabe non giusticano l’utilizzo del termine:i dollari per pagare i mercenari che sono entrati in Siria sono anticipati prevalentemente da i Saud.Poi ci saranno le dovute compensazioni.
        Giudaico,perché no?Forniscono ai criminali sopratutto le bombe e gli inneschi per gli attentati “dinamitardi,insieme agli
        obbiettivi da colpire
        Imperialisti,perché no?come si può negare che si è in presenza di potenze imperialiste che cercano occupare e controllare ogni parte del mondo
        Non dimenticare che gli anglo-americani vorrebbero controllare anche quante volte vai al cesso ogni giorno con i loro programmi di spionaggio mediatico
        Se Benito ha usato un’espressione sintetica ed efficace perché non possiamo usarla.
        Possiamo essere assoggettati al fascismo imperialista ma non possiamo usare un espressione di Benito ?Perche’
        Io possiedo l’opera omnia di Mussolini che una volta arredava tutte le case borghesi degli italiani,quando tutti gli italiani,eccetto i pochi noti,erano fascisti.
        Devo bruciare tutti i volumi perché relegati in nero o perché e’stato scritto da un pazzo romagnolo che ha portato l’Italia a partecipare ad una guerra disastrosa dopo venti anni di fame per molti e molti soldi per gli ipocriti di sempre
        Leggo di tutto,liberamente e finché mi sarà concesso chiamerò le cose con il loro nome

  125. Giovanni Says:

    Scusa Claudio,potresti analiticamente indicarli i crimini che avrebbe commesso Assad?
    È un criminale perché si difende dai loschi pluto giudaico imperialisti?

  126. maurozani Says:

    A beh. Torno qui dopo un po’ di tempo passato a fare lavori manuali , come sempre d’agosto.
    Alcune osservazioni sparse solo per stare insieme ai miei quattro amici al bar del clok.
    Cose ragguardevoli.
    Esempio Remo annuncia barricate in città. Mi astengo dal commentare se non per far mio il commento di Claudio . Infatti votate sempre , caro Remo , per la solita camarilla: gente da niente. Al netto del voto personale di ciascuno di voi.

    Commento invece il trappolone che voi, Remo, avete preparato per Silvio.
    Bravi. Molti complimenti, siete cascati dentro la vostra trappola a piedi pari e non sapete come uscirne. Al netto della via d’uscita proposta da Violante.

    Tralascio poi, ancora una volta, la prodifobia di Giovanni e Claudio o Claudio e Giovanni che mi pare del tutto anacronistica. Al netto dei giudizi “storici”.

    Quanto alla morta gora faccio notare ad Andrea che: 1) frega nulla a me chi l’ha usata per primo; 2) morta gora resta comunque espressione per me consueta in forza della sua derivazione marinaresca, attinente ad una zona di mare calmo dove generalmente finiscono rifiuti di ogni tipo. Sono in possesso infatti di regolare patente nautica e mi piace(piacerebbe) pescare.

    Cancellieri. Condivido Giovanni e rincaro. La maggioranza dei cosiddetti democratici bolognesi l’avrebbe voluta addirittura sindaco dopo aver stravoluto Cofferati. Perseverare è sempre diabolico.
    Stracondivido su Pannella e sull’amerikana che gli è abilmente subentrata andando sempre al sodo. Molto al sodo.
    Quanto a Repubblica condivido Giovanni e Claudio per almeno i 2/3.
    Ometto il mio giudizio sul paraculo che la dirige e sul vecchio insano saggio barbuto .

    L’Unità. Intesa come giornale. Portare i libri in tribunale. Sì ci ho pensato a lungo. Ma intanto non spettava a me la decisione. E poi , semplicemente non si poteva dato che non era possibile in concreto separarne la sorte dal partito. Falliva l’uno , falliva l’altro. Non mi pareva giusto né ragionevole. Meglio pagare i debiti o cercare di farlo comunque. Resto di questo parere.

    Sta’ storia di Stalin fratello di Hitler è una solenne puttanata. Sarebbe utile un pochino di serio e rigoroso revisionismo storico .O anche solo di studio della storia contemporanea. Caro Remo con la tua logica si arriva subito a stabilire che i campi di sterminio nazisti sono stati la logica risposta all’arcipelago gulag e che la guerra voluta da Hitler si è resa necessaria come risposta alla rivoluzione bolscevica. Come sai c’è chi lo sostiene. E sono generalmente nazisti, nella sostanza.

    Infine , Caro Gianni che diavolo vuoi che commenti ancora? Siamo tutti confusi( chi più chi meno) ormai la faccenda è chiarissima. C’è ormai poca distanza nel merito delle scelte politiche e programmatiche tra PD e PdL. Questa è la poco commendevole verità che esce dalle cose , dai dettagli, dai piccoli , miserevoli, eventi di questo mese d’agosto. Che i democratici di base non vogliano rendersene conto è comprensibile sul piano umano. Ma non per ciò scusabile . Almeno fino a quando non vedremo le barricate. E mi par difficile scorgere un Cuperlo sulle barricate. Con tutto il rispetto. E se è per questo neppure il bel Civati o la svelta Presidente Serracchiani. Né ci salirà, magari da sinistra, quel Tex che cercò di fare lo sceriffo a Bologna.
    Dunque cosa commentare esattamente?
    Ribadisco quanto scritto nel breve post qui sopra: il Berlusca è nella merda ma li tiene per le palle. Perché o sono pavidi, o , almeno in parte, immerdati. Con tutto il rispetto.
    Altra razionale spiegazione non c’è. E io non son aduso interrogare la maga. Guardo ai fatti. Il primo tra i quali è l’ormai chiara volontà bipartisan di non fare alcuna legge elettorale per ingessare insieme Letta e Berlusconi. In un modo o nell’altro.

  127. maurozani Says:

    Dimenticavo. Trovo particolarmente utile, anzi necessario usare un linguaggio corrispondente alla realtà. Ergo, come per “morta gora” credo sia illuminante chiarire che esistono sistemi politici di tipo plutocratico. Cioè basati, in via prioritaria se non esclusiva, sul potere del denaro. Un potere non addomesticabile con linguaggi politicamente corretti. Tipo la più grande democrazia del mondo e via sproloquiando.
    Obama preannuncia un raid sulla Siria “non per far cadere Assad e neppure per sostenere i ribelli”.
    Fantastico! Solo per tenersi in esercizio. Dopo Hollande e Cameron, gli Usa debbono pur far qualcosa. Dunque una settimana di bombardamenti a casaccio , poi si vedrà.

  128. remo tedeschi Says:

    Claudio, tanti osservatori sulle questioni belliche del medio oriente
    trovano forti analogie Assad padre e figlio, esempio cannonate sulla gente in piazza a Hama, stessi massacri, stesso uso dei gas.
    Stesso metodo del fascista Saddam Hussein, che ha gassato migliaia di curdi, ma l’evidenza non basta, non farti p.p.il.c.
    Con la scusa dell’imperialismo, si sostengono di fatto neo-nazisti
    poi è chiaro che L’America non lavora gratis, ma sembra surrogare l’onu, che è puntualmente sabotata anche da Russia e Cina.
    ps
    Zani, su Stalin e Hitler non mi convinci, pazienza

    • Andrea Says:

      Sono estasiato dalla buona riuscita antropologica ottenuta dal Sistema anche su soggetti non più giovani. In fondo, sono pentito di non essere più neocons, quando Ferrara mi permetteva di scrivere per “Il Foglio”. Ritorno ai miei inutili studi e al mio confortevole sarcofago.

      • claudiopagani Says:

        Troppo facile e scontato prendersela con il Sistema per uno intelligente come te! D’altra parte in Usa i veri neocon , a partire da uno dei fondatori Paul Wolfowitz, hanno un passato di Trockisti….Il filo conduttore è il dispezzo della “democrazia borghese” . Davvero niente di nuovo sotto il sole e niente di ,neanche vagamente, progressista…

      • Andrea Says:

        Lasciamo perdere. Non sono intelligente: sono un perfetto idiota… e ormai è tardi per stare dalla parte “giusta” e prendere il plauso e il denaro.

    • Giovanni Says:

      Andrea,é una mia personalissima idea,ma tu non saresti mai riuscito a stare “parte giusta”
      Se prima ci siamo illusi e poi disillusi,allora significa che volevamo proprio quell’altra cosa.
      Ogni disilluso reagisce a modo suo
      C’é chi si é ritirato in un’eremo,chi in campagna,chi a rompere i coglioni a quelli che stanno dalla parte giusta,Poi c’é chi nega la realtà per non morire dentro e fuori e,infine,chi stà in un sarcofago
      Non hai fatto una cattiva scelta

      • Andrea Says:

        Grazie, Giovanni, apprezzo molto. Un caro saluto.
        (Se vuoi, seguimi su Fb, dove riverso, da sempre, tonnellate di informazioni in italiano, francese, inglese).

      • Andrea Says:

        @Giovanni. Mi associo al sogno dell’amico Buttafuoco, sul “Foglio” di oggi.

        Un amico mio, uno che mi viene in sogno spesso – uno col barbone biondo e bianco di sale e nebbia (è un sommergibilista, è di sangue baltico) – mi dice sempre che prima o poi i cattivi se la prenderanno la loro soddisfazione. Cadranno le menzogne e perciò anche la sua giubba rifulgerà di luce, così pure le tante uniformi che le nevi di Russia hanno rese eterne a dispetto degli Inferi. Nel buio delle tombe, addolcite solo dalle nenie delle principesse, tutti quei cattivi già gustano un’alba preziosa: la verità del sangue. E poiché i sentieri che portano in cima sono tanti, tutti diversi, ma arrivano alla stessa meta, da ogni percorso – a maggior ragione impervio – in quella montagna che è il sonno gli eserciti ogni drappello in marcia incontra il carro di Krsna. Questo amico mio, pur abitando il sogno, mi fa racconti così veritieri in emozione che senza mai aver frequentato il poligono, prestando a me la sua Mauser, mi porta a fare le incursioni nel campo nemico dove neppure io sbaglio un colpo. Reggo il rinculo della pistola senza aver bua al braccio e dove però – dove sparo e dove spara anche lui – non ci sono mostri piuttosto i buoni. I più che buoni, dunque, sempre presuntuosi in ragione dell’arma in loro dotazione: la menzogna. E’ l’arma invincibile (nelle vicende terrene, mi dice lui). E’ l’arma di distruzione di massa per antonomasia. Ancora stanotte l’ho sognato e di fronte alla menzogna, sempre più potente, fungo di mistificazione qual è in quella Hiroshima delle notizie di Siria, l’amico mio con la barba e il maglione a collo alto da sommergibilista mi ha sorriso e mi ha offerto del collirio: così da far splendere i nostri occhi quando, ancora una volta sconfitti, cancellati per come saremo dai buoni, i più che buoni, al risveglio – noi che siamo cattivi – incontreremo le hurì.

      • Giovanni Says:

        Huri(per noi) e Ghulam(per le ragazze e chi vuole)
        Decisamente la prospettiva coranica per giorno del giudizio universale e’più poetica della prosaica Valle di Giosafat concepita dai giudei
        Dovrai pero convenire che la menzogna e’sempre tangibile per chi la subisce,mentre la verità e’ontologicamente un vuoto predicato
        Non ho riflettuto a sufficienza sulla menzogna anche se essa attraversa e segna il nostro quotidiano,poiché ho sempre erroneamente pensato che libertà e giustizia fossero l’affermazione della verità .Da tempo penso che libertà e giustizia possono esitere soltanto eliminando menzogna e mistificazione.
        Ma è quest’ultimo e’un percorso quasi esoterico,insomma per iniziati
        Storicamente i popoli hanno chiesto ,certezze,verità ,cui puntualmente sono seguite menzogne
        Antropologicamente si e’formata persino l’idea che si possa mentire a fin di bene,eliminare gli altri a fin di bene ecc
        Ma qui richiamo di andar lontani e finire in niente

      • Andrea Says:

        Apprezzo molto…

  129. claudiopagani Says:

    Chiarisco , se non è chiara, la mia posizione:
    Io AMO LA POLITICA intesa come sforzo di soluzione dei problemi ,a vantaggio dei + deboli visto che i + forti si aggiustano da soli; o ,almeno se proprio non si può fare altro e spesso non si può, come “riduzione del danno” ,sempre a vantaggio dei + deboli.
    Bene, come sono messe le cose nel Vicino Oriente?
    C’è ,da tempo immemore un + DEBOLE certo ed è il popolo palestinese; debole perchè ,al di la delle infinite buone parole, nessuno è veramente schierato con loro. La risoluzione ONU del 1948 prevedeva la nascita di 2 stati , quello di Israele ( per cui + di tutti si battè la URSSS) e quello che non nacque mai e cioè lo stato di Palestina. Per dirla tutta , appena nato Israele ,i principali paesi arabi tentarono ,con la guerra del 1949, di ributtarlo a mare; cosi Israele e l’Occidente ebbero “UNA OTTIMA SCUSANTE” PER ACCANTONARE lo Stato di Palestina e inizio l’esodo di massa dei palestinesi ,principalmente verso i paesi arabi e ,soprattutto la Giordania che li accolse “cosi bene” da sterminarli con il famigerato “settembre nero”.
    Da allora ,e a partire dagli anni 70, con il tramonto in Israele del laburismo storico e democratico e l’avvento dei partiti religiosi, si ando a costituire la lobby Ebraica -Americana ( pricipalmente con la destra repubblicana ,ma non solo) che divento il principale ostacolo alla soluzione del problema Palestina ( danneggiando anche i veri interessi Usa e schiacciandoli su Israele come dicono e scrivono anche molti intelletuali Usa).
    Ci fu la breve illusione della pace di Oslo tra Arafat e Begin che Begin pago con la vita ,ad una opera di un estremista del suo paese, e dopo fu notte…
    Oggi la irrisolta questione palestinese è “l alibi” a cui si attaccanno tutti i fondamentalisti islamici ,non facendo peraltro nulla di concreto. L’intero establishment ( politico) dell’occidente con qualche lodevole eccezione ( di cui una anche In Italia politicamente molto costosa visto che la sua posizione gli è costata il veto della lobby per il ministero degli Esteri e me ne fotto delle vs facili e comode ironie, visto che Israele non scherza mai con i suoi “avversari”) è schieratissima con Israele ( a partire dal guerrafondaio Blair ch, nientemeno , è stato scelto dal “quartetto” per trattare la pace!!!!!)
    E la Siria quindi? Guerra civile interaraba tra sunniti e sciiti ( fomentata da Israele e Arabia Saudita per interessi loro e quindi la cosiddetta “pluotocrazia ” c’entra poco). Se dovessero vincere gli “insorgenti” avremmo ( scrive oggi il progressista Suddeutsche Zeitung) in breve un regime quedista a Damasco ; davvero magnifico!!!Ripeto dovrebbe essere l’Europa a cercare ( anche per motivi geografici) una soluzione negoziale di riduzione del danno inserendo ,in questo contesto, anche la questione dello Stato di Palestina, di cui tutti i fondamentalisti se ne fregano e invee..
    A maggior ragione lo dovrebbe fare l’Italia riprendendo un suo ruolo storico nel Mediterraneo. Ma ci vorrebbe in Italia una politica e dei politici ,davvero ,almeno in parte, interessati alla POLITICA ( quella vera) non dei dilettanti allo sbaraglio interessati solo ad un potere (effimero e passeggero per altro ) piccolo ,piccolo. IN questo contesto Deprecare semplicemente le “PLUTOCRAZIE” senza indicare uno straccio di soluzione ,qui ed ora, e senza avere chiaro la vera natura delle forze è esercizio utile ,forse, a fare sentire “migliori” noi stessi ma serve a poco, come diceva in un bel convegno,pochi giorna fa il francescano superiore di Betlemme che vede ,giorno dopo giorno, angariati i poveri palestinesi nella sostanziale indifferenza generale…

    • Giovanni Says:

      Claudio,complesso ricostrire la storia dedli ultimi /0 anni del medio Oeriente,prciò consentimi di glissare e passare ai discorsi propositivi ,dopèo perç aver risolto un piccolo ma non insignificante rebus
      Sai dirmi perché Il socialista ,progressista e democratico Hollande in politica estera continua come il reazionario Sarkozy ha minacciare e usare le armi in medio oriente?

      • Giovanni Says:

        Claudio,complesso ricostruire la storia degli ultimi 70 anni del Medio Oriente,Perciò consentimi di glissare e passare ai discorsi propositivi ,dopo perç aver risolto un piccolo ma non insignificante rebus
        Sai dirmi perché Il socialista ,progressista e democratico Hollande in politica estera continua come il reazionario Sarkozy a minacciare e usare le armi in medio oriente?

  130. claudiopagani Says:

    Perchè ,da sempre , il PSF è vicino a massoni ed Ebrei (anche con Mitterand)

    • Andrea Says:

      :-o

    • Giovanni Says:

      Allora Claudio anche tu,in qualche modo,intravedi una cospirazione criminale nell’accusa a Saddam di aver usato i gas.
      Insomma ,i cospiratori,Israele ,Arabia Saudita,Turchia Qatar,Giordania ,US.,Inghilterra ,Francia dopo aver falliti l’insano obbiettivo di distruggere la Siria ed uccidere Assad,hanno messo nelle mani di Al Qaeda il gas nervino per poter accusare Saddam e bombardare la Siria
      Il cliché ormai e’sempre lo stesso e spudoratamente si continua a mentire perché tanto la democrazia che alberga in ogni casa del mondo occidentale ha bisogno di vedere gli aerei americani decollare dalle portaerei per dare una lezione al “dittatore e criminalizzato di turno
      Intanto,uomini,donne e bambini siriani fuggono dalla loro terra.Come mai fuggono soltanto adesso?
      Non si viveva poi così malaccio fino a due anni fa in Siria.Pensa non era obbligatorio neppure pregare o portare il velo e se volevi potevi pregare il dio che volevi
      Ma la Mens criminale,detta altrimenti Lobby Plutocratica Giudaica Imperialista ha deciso di privare quel popolo di qualsiasi libertà E prima di ogni cosa della libertà ad esistere

      • claudiopagani Says:

        Ma no con questa teoria del complotto universale non si va da nessuna parte e si tratta solo di di chiacchiere buone per qualche bar sport della sinistra d’antan cioe di quella che usa categorie del passato e vede lìimperialsmo solo negli USA , mentro oggi Accanto certamente all’imperialismo Usa ( ma Obama e il meno imperialista dei presidenti da almeno 50 anni visto che capisce che non ci sono + i soldi per fare da guardiano in tutti i teatri del mondo e ,se non fosse strattonato dagli europei che voglion fare “la Guerra con i suoi missili, si dedicherebbe al solo teatro del Pacifico) ; no oggi c’anche l’imperialismo Russo ( non diversamente dall’ URSS ) e soprattutto ,sotto traccia, quello cinese che si sta impadronendo di tutte le risorse africane e che ,tra non molto ,se la potra battere da pari a pari con gli USA e si comprearà l’Europa ,continuando la crisi, a pezzi di saldo e imporra a tutti la sua feroce ideologia mercatistica/comunistica visto che , da che mondo è mondo ,il paese dominante economicamente impone , anche , i suoi “valori” , allora ,forse , qualcuno rimpiangerà la “democrazia borghese” non avendoci ,per altro , mai creduto….

  131. remo tedeschi Says:

    Se si legge una copia del Giornale D’Italia del 1928-30-34 e via
    vi sono i termini- massoni, ebrei ,giudaico,plutocratico.
    ancora? oggi,28 agosto 2013

    • Andrea Says:

      “…tu chiamale se vuoi emozioni” (Lucio Battisti)
      Esistono i sinonimi, proprio per non ripetersi: “centri globalisti” per “massoni”; francesi, americani, russi, ecc. di origine ebraica e fede sionista al posto del nudo “ebrei”; “filo-israeliani” per “giudaico”, “finanza speculativa” ed “élites economiche” al posto di “plutocratico”… Remo, tranquillo, non ho intenzione di provocarti e ho già passato molto tempo su questi temi: mi ritengo ancora un uomo di sinistra, assolutamente pacifico, ma “”si vede bene solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”. (Saint-Exupéry, Il piccolo principe).

  132. remo tedeschi Says:

    Andrea ,dici che sei ancora di sinistra? ma và , ….è invisibile agli occhi, hai ragione.
    ps
    se puoi salutami G.Ferrara, grand’uomo

    • Andrea Says:

      Pensa che claustrofobico, Remo, essere inchiodati a definizioni che non oggi non evocano quasi nulla, assolutamente nulla. Potrei dirti di tante mie sensibilità assolutamente politiche che non hanno riscontro in nessuna formazione di partito o di coalizione esistenti, e per te non hanno nessun valore in quanto esulano da proiezioni di potere e parlamentari. Pensa a quanta storia del movimento operaio è caduta nell’oblio, e tu stesso non vi fai riferimento o non conosci. Pensa al tuo rifiuto di tipo liberal-democratico di quella che fu la massima espressione e il massimo riferimento teorico del movimento comunista: l’Unione Sovietica. Pensa allo stesso Ferrara, che trasuda cultura politica e cultura comunista qualsiasi cosa dica e scriva: nell’argomentare piano e disteso, nel colpire aguzzo e tipico dell’intellettualità di sinistra, nei dotti riferiementi, nella stessa malignità da politburo… Va bene tutto, ormai siamo oltre i tempi supplementari. Auguri per tutto.

  133. mauro zani Says:

    Trovo semplicemente delittuoso far finta di non capire . Parlo della Siria. Dopo che tutto il mondo ha saputo che non c’erano arsenali di armi di distruzione di massa in Irak. Quell’Irak pacificato con l’impiccagione in diretta planetaria di Saddam Hussein e nel quale prosegue la più sanguinosa delle guerre civili/religiose . Oggi ancora 45 morti. Dopo la grande balla sulle primavere arabe si torna all’ eliminazione del dittatore di turno in Siria. Bisognerebbe capire come questa tentazione rispunti nel contesto della strategia di contenimento dell’Iran e della dittatura militare instaurata dalla primavera araba al Cairo con l’aiuto fraterno dei militari e della fratellanza musulmana e con la partecipazione straordinaria di quel premio Nobel per la pace che fu già ispettore ONU per la ricerca delle armi chimiche in Irak . Quel tal liberale che alle elezioni ha preso nulla salvo saltare sul carro del golpe per poi discenderne ai primi colpi di cannone.
    Tante cose si potrebbero capire senza i paraocchi di un democratico politicall correct che salva la coscienza delle anime belle mentre in medio oriente si prepara un’ulteriore escalation di morte e terrore.

    • claudiopagani Says:

      Questa e’ una parte ,ma solo una parte del problema. al fondo c’e anche una evidentssima GUERRA DI POTER INTERARABA tra Sunniti e Sciiti con, in prima fila ,IRAN e Arabia Saudita che si contendono il ruolo di poternza egemone della regione ,vista la fine che sta facendo L’Egitto…Gli altri sono spettatori con vari gradi di interesse:
      1) Israele ,per il momento, opera, di conserto con i sauditi , ma se cadesse Assad si potrebbe trovare con Al Queida al potere a Damasco( visto che Riad è da sempre finanziatore della jiad con i ricchi ricavi del petrolio..
      2) la Turchia ,spesso sottovalutata ma molto forte, che dopo la disfatta in egitto con la cacciata dei Fratelli, vuole tornare a contare ed evitare che milioni di siriani si riversino ,a casa sua—
      3) gli Europei che , come gia detto , si muovono confusamente e in ordine sparso per difendere un prestigio iniesistente visto che ,ormai , a livello economico si difende un po la sola germania , che infatti si tiene lontana mille miglia..
      4) l’Iran che ,in stretto rapporto con Putin, vuole creare un diversivo che “impegni” almeno mentalmente Israele e gli consenta il tempo per sviluppare le sue armi atomiche.
      5) e infine gli Usa ,talmente riluttanti che spareranno una salva di missili , salvo poi lasciare agli Europei mostrare la “loro tempra di combattenti”…
      La realtà è che nel vicino oriente non c’e + alcuna potenza eegemone , dopo che la guerra irachena è costata il ruolo e un mare di dollari agli Yankee; ma questo ,se possibile , peggiora le cose, visto che molti vorrebbero recitare il ruolo ma ,per un tempo lungo, dovranno coesister in qualche modo.
      Questo e il quadro che non consente alcuna semplificazione a meno che non “ci si voglia rassicurare” con argomenti antichi…

  134. mauro zani Says:

    @.Andrea , non male la risposta, non male davvero….

    • Andrea Says:

      Sono pieno di malinconia e di disperazione… penso ai miei figli e ai figli di tutti noi. Ho il cuore gonfio come quando si apprende la scomparsa di una persona che abbiamo amato. Non ho più parole.

  135. remo tedeschi Says:

    Andrea, ascolta per favore ,stai sulla terra,se non riesci tieni un “parduzzo” in tasca, il dialogo viene meglio.
    Caduto nell’oblio il mov. operaio?
    pres.d. rep un ex comunista, pres. senato un pd, pres camera una signora di sel, pres consiglio bene o male uno del pd,allora?
    Il problema è un altro, se mi permetti. e questo problema sono gli ITALIANI anche come te, e altri qui.
    Proviamo ,a favorire un grande successo elettorale a sx, e le cose andranno meglio per il mov.operaio, altroché farsi infinocchiare da Grillo. poi se vuoi fare dell’accademia ben venga, colto lo sei,indubbiamente, dai una mano concreta,se no sono pippe, le tue come quelle di altri, qui

    • claudiopagani Says:

      Remo ,in molta parte non hai torto e tuttavia…
      Grillo non lo depotenzi facendo prediche a chi lo ha votato , mentre il PD cerca ogni giorno di governare ,sempre + affannosamente con B IL pd dovrebbe prendere un’iniziativa politica chiara che permettesse ,ento massimo un mese un accordo su una legge elettorale seria , dialogando e anche snidando il M5S per capire se ,veramente , a Grillo sta bene ,da politicante mediocre, il Porcellum o se ,invece , molti dei suoi ed in particaolare i suoi elettori lo vogliono invece cambiare .Si diceva ,una volta , che vanno fatte “esplodere ” le contraddizioni” di quel movimento . Invece l’attuale gruppo dirigente PD ( Epifani/Letta) pare che abbia il must di far durare Letta a qual siasi costo…Cosi non va , caro Remo, e la famosa “base pronta alle barricate” mi pare silenziosa e incerta o dobbiamo “sperare” che anche solo per sete di potere, Renzi faccia uscire tutti dalla morta gora..
      Se continua cosi ,caro Remo, alle prossime elezioni il Pd andra al 20% e ,davvero, Grillo rischia di vincere ,anche con il voto di tanti che non sanno + come uscire da questa palude neodorotea.

  136. claudiopagani Says:

    Remo ,in molta parte non hai torto e tuttavia…
    Grillo non lo depotenzi facendo prediche a chi lo ha votato , mentre il PD cerca ogni giorno di governare ,sempre + affannosamente con B IL pd dovrebbe prendere un’iniziativa politica chiara che permettesse ,ento massimo un mese un accordo su una legge elettorale seria , dialogando e anche snidando il M5S per capire se ,veramente , a Grillo sta bene ,da politicante mediocre, il Porcellum o se ,invece , molti dei suoi ed in particaolare i suoi elettori lo vogliono invece cambiare .Si diceva ,una volta , che vanno fatte “esplodere ” le contraddizioni” di quel movimento . Invece l’attuale gruppo dirigente PD ( Epifani/Letta) pare che abbia il must di far durare Letta a qual siasi costo…Cosi non va , caro Remo, e la famosa “base pronta alle barricate” mi pare silenziosa e incerta o dobbiamo “sperare” che anche solo per sete di potere, Renzi faccia uscire tutti dalla morta gora..
    Se continua cosi ,caro Remo, alle prossime elezioni il Pd andra al 20% e ,davvero, Grillo rischia di vincere ,anche con il voto di tanti che non sanno + come uscire da questa palude neodorotea.

  137. Gianni Says:

    Aggiudicato Claudio! Hai ragione da vendere!

    Caro Remo ma possibile che sei ancora lì a far predicozzi “costruttivi”, con la pretesa di insegnare “sempre” agli altri?
    Forse perché ai tuoi non riesci ad insegnare un tubo!!!

    Sento sempre più gente che non sarebbe d’accordo, ma viste tutte le cavolate che giornalmente fate “nel gran serraglio” del PD (ultimo Violante, ma a nome di chi parla D’Alema?) per disperazione è disposta pur di vincere, a votare Renzi alle primarie!
    Vuoi la frase tipo “io voterei per tizio ma se serve per vincere voto anche Renzi”

    Ma il congresso lo fate poi o no?

    Ben tornato Mauro!

  138. remo tedeschi Says:

    Gianni guarda che chi vuole insegnare la “storia” a tutti non sono certamente io, leggi anche gli “arretrati ” e riconoscerai subito chi ha i fondamentali.
    Dico che per “concretizzare” una politica buona ci vuole più forza,ti faccio un’esempio;perchè i nostri concittadini vogliono essere governati dal csx nei comuni e regioni (abbiamo sloggiato persino Gentilini da Treviso),poi a livello nazionale, si teme Visco per le tasse,(dato che si vuole evadere) e si vota altri,qui c’è una furbizia deleteria , per i servizi locali andiamo bene, per il governo no, come mai?

    • claudiopagani Says:

      Ti consiglio di chiedere un chiarimento a Bersani visto che ,anche lui, faceva un ragionamento come il tuo. Io ,per parte mia, potrei dirti che ,a livello locale, è sufficiente fare buona o anche discreta amministrazione mentre ,a livello nazionale, ci vuole anche la POLITICA che è cosa diversa ( e io ho cercato in molti post precedenti cosa intendo per politica) ; si potrebbe anche dire che non è sufficiente il “riformismo con il cacciavite” ( di prodiana memoria rinverdita recentemente proprio da Bersani) ma serve una proposta che “EVOCHI UN CAMBIAMENTO” magari non rivoluzionario ma un cambiamento vero dell’attuale stagnante equilibrio in cui le forze migliori e quelle popolari sono messe ai margini dalle molte corporazioni, diciamo un’idea di paese che si rimette in moto. e ,invece, purtroppo, sempre con sta storia dei sindaci, dei presidenti di regione. E’ proprio un deficit di comprensione ,anche culturale , che poi , tra i democratici emiliani è un vero cratere,perchè dire Emilia nel resto d’italia vuol dire quando va bene “usato sicuro” che assolutamente non basta..
      E poi questo “popolo democratico” che da 60 anni amministra tutto in Emilia, è “troppo stanco e sazio di sottogoverno, per rimettersi davvero in discussione come sarebbe necessario( e infatti il PDS interpretato poi dagli emiliani( non parlo di Zani mai omologato nel bene e nel male)), al di la dei segretari pro-tempore non è stato ,come poteva, una rifondazione della sinistra ma semplicemente un PCI + piccolo e + moderato…)

    • Giovanni Says:

      Questa della buona amministrazione del Pd e ‘un’altra mito da “sfatare”
      Prendiamo il recente caso dell’assessore alla sanità emiliano-romagnolo:il dott Lusenti,illustre cesenate,urologo e sindacalista Anaoo
      Non si può dire certo che ignori le regole del contratto della sanità .Un primario non può svolgere attività medica privata ma può svolgere soltanto attività intramuraria,sempreche’ in rapporto di lavoro sia in corso
      Orbene cosa ti combina questo buonuomo :si mette in aspettativa per fare l’assessore retribuito,sospendendo la prestazione di lavoro a Cesena Nel frattempo l’Asl gli paga i contributi così che quando avrà cessato l’incarico assessorile,non solo avrà diritto a riprendere lavoro come primario ,ma non avrà perso neppure un giorno per la pensione e per la liquidazione.Tutto secondo copione.Senonche’l’assessore non è contento e anziché fare l’assessore va a visitare i “suoi pazienti privati”a Reggio.Ma se il suo rapporto di lavoro e’ sospeso come fa a lavorare E per giunta privatamente ,con l’aggravante di non retrocedere la quota dovuta alla sl. Che tutti i medici perbene retrocedono.
      Insomma la cosa può apparire innocua Si dirà che il nostro assessore considerato il magro compenso da assessore abbia deciso di darsi da fare per arrotondare lo stipendio
      È invece l’affaire e’di una gravità inaudita :un primario non può stare in aspettativa e lavorare privatamente,non fosse altro perché la sua pensione sarà calcolata anche sull’indennita ‘di esclusiva ,pari a circa 1200 euro mensili ,oltre all’indennita di direttore di urologia e di dipartimento che fanno all’incirca altri 2000 euro.L’esclusiva e’un obbligo per i direttori
      Qui,non vorrei sbagliare,ma ci vedo una magagna da codice penale.
      A mio modesto avviso e’ meglio che si dimetta perché ,come si legge sui giornali,tutti gli altri medici vorrebbero fare come lui
      Basta con questi cattivi esempi

  139. mauro zani Says:

    Già: evocare un cambiamento. Bisognerebbe averlo in testa però. Il PD ha gettato definitivamente la spugna nello stesso momento in cui s’è costituito come tale arrendendosi . Da qui la sola possibilità residua, banale, inutile e codina evocata da Bersani : il riformismo col cacciavite. Che non evoca alcunché. Se non una trattativa sulle condizioni della resa. Troppo poco. Meglio Renzi che si pone con chiarezza e senza vergognarsene dall’altra parte e altrove rispetto a qualsiasi altra cosa ricordi anche solo vagamente la ex sinistra.
    Del resto la sinistra è ormai defunta ovunque. Risorgerà in altre forme ,altri simboli, altri nomi. Col tempo. Un tempo che non ci è dato di vivere.
    Festa finita.

    • claudiopagani Says:

      Beh molte cose le condivido ma non sono d’accordo con il “punto di rottura” da te individuato nella “resa ” costituita dalla nascita del PD. A mio avviso non è cosi. Il PD è il punto finale direi perfino “inevitabile” di un processo iniziato con la teoria del partito dell’ulivo inteso come agglomerato confuso e post partitico ,fondato su maggioritario e leaderismo, con una sinistra non + autonoma in grado ,al massimo di portare voti, ma mai di esprimere la guida e quindi definire la linea politica ; qualcuno capì , pochi in verita, alcuni capirono ma se ne fregarono ,molti lo ( l’ulivo”) ritennero il prodotto naturale dell’evoluzione del PCI e si accodarono ,anche perchè gli conveniva visto che nessuno gli impediva di fare i ministri o di fuire del sottogoverno.. Quella idea sbagliata e che ,comunque, non prevedeva nessuna forma seria di partito, andava contrastata in punta di principio, in quanto non coerente con la democrazia dei partiti praticata nell’europa, ; ma anche su questo piano la maggior parte dei dirigenti della sinistra non capi quale era la posta in palio e banalizzo la questione in termini di semplice lotta di potere tra leader ( e guarda da realista non dico che non ci fosse ANCHE questA); la Base non fu minimamente avvertita e presto manifesto’ crescente fastidio per chi disturbava il grande timoniere prodiano e cosi lo sciagurato partito ulivo divenne egemone anche culturalmente …Per essere realista fino in fondo aggiungo che ,comunque, non sarebbe stata una battaglia facile visto che la crisi di tangentopoli convinse i “poteri forti” che si poteva farla finita con i partiti e ,in quel contesto , consentirono al PDS di sopravvivere purchè assecondasse la magistratura e si arrendesse al pensiero unico “neo liberale ( agenti di questo “convincimento furono i “nobili” Ciampi e Prodi.) E’ sempre importante , a mio avviso, capire la vera genesi dei processi; tanto è vero che quando nel 2007 ti opponesti allo scioglimento dei ds e alla nascita del PD, i dirigenti furono in stragrande maggioranza favorevoli, ma ,cosa +importante, la base lo dava già per scontato da tempo immemore anzi si lamentava per il ritardo.
      Non sono neppure d’accordo con i tempi biblici che tu assegni alla Rifondazione, perchè le contraddizioni stanno crescendo esponenzialmente e rapidamente ( l’Italia ,forse, aggancerà una parvenza di ripresa nel 2016!) mentre il “riformismo con il cacciavite” ha il fiato sempre + corto…

  140. mauro zani Says:

    Ah, quanto al PD chi può dirlo? Scomparsa, anche col suo volenteroso contributo, la sinistra anche in Italia può persino ,alla lunga, divenire il centro-centro nella politica italiana . La Diccì del XXI secolo che oltre al trasformismo/opportunismo/clientelismo/spregiudicatezza potrà avvalersi dell’integrazione di una lunga tradizione :quella dell’anomala sinistra italiana.

    PS. Al di là della polemica spicciola sarebbe utile assai riflettere in modo rigoroso sui cambiamenti intervenuti nella struttura del mondo post moderno. Trattasi , con ogni evidente probabilità, di un cambio d’epoca che non può esser esorcizzato riportando in vita vecchi fantasmi.

    Esempio: sarebbe utile adottare un punto di vista neomarxista o post marxista (come volete) capace di descrivere il dualismo tra meravigliosa, ricca complessità e dura ,rozza, violenta semplicità insita nell’evoluzione del sistema un tempo definito capitalistico.
    Da qui si potrebbe intravedere , forse, uno scorcio di futuro sul quale agire nel presente voltando le spalle al passato senza abiurarlo.
    La nuova sinistra?

    Bah. Roba troppo tosta per me.

  141. Giovanni Says:

    Ecco Mauro,ci siamo .L’anomala sinistra italiana ci ha portato nella morta gora.Quella dantesca però ,che proietta la potente immagine del viaggio nell’aldila ,o se vuoi,retrospettivamente ,in quel che fu
    Ero certo che alla fine ci saremmo incontrati nella sintesi di una metafora più che sulle singole vicende che ci han condotto a contemplare la fine di una epica storia politica,miseramente estinta

    • claudiopagani Says:

      Analisi sbagliata. Magari ” l’anomala sinistra italiana ” fosse stata cosi forte da guidare un qualche processo politico rilevante; no la sinistra italiana fu cosi debole ,anche culturalmente, e divisa che subi l’egemonia degli altri , senza nessuna rilevante opposizione.
      E sommamente non utile confondere gli effetti con le cause…

  142. mauro zani Says:

    Vabbè non son pentito d’aver vissuto epicamente quella storia oggi del tutto estinta. Anche se a volte mi vien da battere la tesa al muro per la mia dabbenaggine. Comunque il tempo è volato. E non mi sono annoiato.

  143. mauro zani Says:

    No. L’anomala sinistra fu fortissima e debole ad un tempo. In ciò consiste l’originale , straniante anomalia.

  144. claudiopagani Says:

    No ,non sono d’accordo !! Non fu anomala la sinistra italiana ma furono e sono anomali i moderati italiani che con la loro cultura refrattaria alla “cultura delle regole” (, fondamento di ogni seria forza liberal -democratica in Europa) sono sempre stati tentati da svolte plebiscitarie/populiste, a cominciare dal Fascismo L ‘alternanza , dopo tangentopoli, fu precaria e impotente perchè i cosiddetti “moderati” diedero (e danno) volontariamente una base di massa al berlusconismo in odio ad ogni possibile modernizzazione civica che comprenda IN PRIMIS la fedelta fiscale.E i moderati “di sinistra” anziche combattere ;dopol’insuccesso del PPI, questa battaglia per l’egemonia nel loro campo ,preferirono ,molto + comodamente, imporre alla sinistra l”ULIVO PARTITO , rivendicando la, molto + comoda e conveniente , egemonia della leadership.
    E ,tornando indietro, il PCI costituzionalizzò le grandi masse popolari ,altrimenti tentate da ribellismo subalterno, e le costituzionalizzò in modo permanente tanto è ch,ancora ogg, quelle masse sono ,anche oggi, l’unico sicuro baluardo a svolte antidemocratiche; inoltre il PCI consenti i + grandi avanzamenti della storia d’Italia, nelle condizioni materiali delle masse popolari; e vi pare poco?! IO proprio non capisco questo “farsi le seghe con i chiodi” di tanti del mio campo ,comprese purtroppo personalita importanti che . stimo.MI spiace , ma questo atteggiamento legittima ex-post il cosiddetto “fattore K” mentre in Italia c’e stato e c’è tuttora un giganresco fattore M ( come moderati). MI è del tutto chiaro che furono fatti molti errori ,anche gravi, ma nell’essenziale la Sinistra è stata ,unica , fattore di modernizzazione tanto che l’ingresso dell’Euro fu possibile perchè ,in quella maggioranza, la Sinistra fu parte grande e decisiva e i suoi massimi dirigenti si spesero per convincere le masse in una battaglia non semplice, mentre la Destra ( compresi i moderati di Casini) addirittura proclamarono L’AVENTINO IN PARLAMENTO; ma di quale anomalia stiamo parlando ,compagni?! IO RESTO ORGOGLIOSO DI QUESTA STORIA e non provo nessun senso di colpa , ma solo rabbia perchè i moderati ,ancora oggi, non sono pronti per una vera alternanza!!!

  145. remo tedeschi Says:

    Avere, oggi, un partito di sinistra moderata, sul 26/30%, non è poco.
    E non è vero che è ininfluente, lo è anche in rapporto a un notevole
    mutamento “culturale” della società, (su questi temi U:Galimberti analizza, meglio dei politici).
    La sinistra in Italia è stata fortissima, al punto tale che è entrato in “ballo” il terrorismo”,che di fatto ha “separato” alleanze,della sx,
    spaventando ceti medi.Vent’anni di ritardo,con quella strategia.
    Che è ancora lì, alla bisogna…….

  146. Andrea Says:

    A differenza dell’antiquato PCE, il PSOE, che fa molto “sinistra europea”, ha già deciso chi deve essere punito subito.

    http://www.tercerainformacion.es/spip.php?article56965

  147. mauro zani Says:

    Forse stiamo parlando di cose diverse. Per quanto riguarda l’anomalia che fu positiva (con le sue luci e le sue ombre) fino a quando non terminò la guerra fredda. Ma ne abbiamo già discusso per il lungo e per il largo. Poi subentrò il tentativo (all’inizio generoso oltre che obbligato) di costruire un progetto per la “nuova epoca”. Un nuovo inizio.
    Da vent’anni (se vi sembran pochi) si è venuto sempre più rendendo palese che una “sinistra moderata del 26/ 30% ” al netto della crescita del non voto, non serve a nulla dato che non mostra alcuna intenzione di mettere in discussione i cardini di un sistema di governo locale/globale che ha reso la politica serva degli interessi più forti. Così la sinistra (posto che questo termine abbia ancora un senso pratico) si è via via resa del tutto subalterna e sostanzialmente ininfluente.

  148. mauro zani Says:

    @Claudio . nel 2007 io non mi opposi alla nascita del PD. Vedi mia mozione. Solo mi opposi alla nascita di questo PD. E non son affatto pentito . Sta andando persin peggio, molto peggio, di quanto avevo previsto.

    • claudiopagani Says:

      Non c’era nessun altro PD POSSIBILE! o questo ,cosi miseramente franato, oppure la persistenza di DS e Margherita sia pure con un patto federativo di cui si discusse ma che fu duramente respinta ,nell’ordine, da Fassino,Rutelli ( presidente Margherita che nelle elezioni precedenti aveva riportato un misero 10 ,meno di Alleanza nazionale e poco + della lega, ,Veltroni ( quando gli si fece capire che lui avrebbe guidato) e , naturalmente il gruppo Repubblica /Espresso che forni il software politico necessario;Prodi non si espresse mai chiaramente perchè aveva capito che quella roba terremotava il suo gia fragile governo :d’Alema ,avendo puntato tutto su quel governo di cui era il vice, suggeri a PRODI di fare il presidente del nuovo PD in modo da condizionarlo a favore del governo ,presidenza che neanche Veltroni gli poteva negare, ,ma Prodi ,dopo lunghi tentennamenti, si defilo…
      Quel PD nacque nell’unico modo possibile ,ma ripeto fu la conseguenza di quanto maturato prima con L’ulivo partito e che era diventato egemone “nella testa della base” senza alcuna apprezzabile resistenza dei dirigenti . Gli anni cruciali furono quelli 1996-2000 : in ogni caso dopo il PCI nacque il PDS che gia nel suo nome conteneva una cosa permanente -democratico- e una evidentemente transitoriae cioè- sinistra- Avrebbe potuto nascere un PARTITO del LAVORO ,saldamente ancorato al socialismo europeo- ma questa idea fu ampiamente minoritaria tra i dirigenti che , con Craxi ancora in sella, vedevano come il fumo negli occhi ogni aggancio ,anche indiretto al socialismo. Quello ,a mio avviso, fu un errore perchè , come spesso accadde nella 2 Repubblica, ci si fece guidare dal risentimento anzichè dalla razionalita e ,su questa strada, si convolo rapidamente a nozze con la sinistra DC. Questi sono i fatti, il resto appartiene ,a mio modesto avviso , al soggettivismo…..

  149. Andrea Says:

  150. remo tedeschi Says:

    Sulla Siria, oggi Tahar Ben Jelloun, fa il ritratto di Hafez e Baschar
    el Assad, cose che, con i miei limiti avevo detto, ma contestato.
    Ovviamente Tahar è preciso in date e cronologie degli eventi(su Repubblica) . Si può ,ovviamente non essere d’accordo, ma credo sia complicato,smentire Ben Jelloun.

  151. Giovanni Says:

    Mauro,dopo esserti lasciato andare vedoche cerchi di tornare sui tuoi passi
    .L’anomalia é il sostantivo del discorso che hai fatto sulla sinistra italiana ,Anzi di più E’,soggetto e oggetto insieme di un groviglio di idee , progetti e aspirazioni finiti nella morta gora,che noi oggi possiamo osservare da uomini vivi
    Questo non inficia il passato di nessuno.La passione,la dedizione ,la professionalità ,i successi e ,perchè no,le soddisfazioni e le vittorie temporanee
    Tutto era anomalo e per molti versi resta inesplicabile,Avresti mai potuto immaginare la venuta del prodiere Renzi supercazzolare con la finanza d’accatto di Milano e dintorni
    Avevi previsto che il Pd sarebbe finito male E’ vero.Ma Renzi no|!
    Non eri in grado neppure di concepirlo in nuce Questo lo devi riconoscere. Poteva succeddere soltanto nella ‘anomala sinistra italiana

  152. Giovanni Says:

    Beh ,Claudio ,credo che la storia umana,non sia un dettaglio dei grandi processi storici

  153. Giovanni Says:

    È poi la Grande Storia e’soltanto un programma televisivo.Nessun grande erudito o pensatore ha mai pensato di scrivere un trattato sui grandi processi storici
    Notevole e insuperato resta a tutto’oggi la storia naturale di Plinio Ma in quel l’opera solo di storia naturale si tratta

  154. claudiopagani Says:

    Va be battute e sfoggio di vuota erudizione . comtento tu…

  155. mauro zani Says:

    Plus de souplesse camarade Giovannì.*
    Ti assicuro e giuro che Renzi e molto di peggio avevo previsto. Esattamente la sera in cui al palacongressi della Fiera ascoltai il programma neoliberista di Veltroni.
    La sera/notte in cui decisi d’impulso di non aderire al PD.

    *Se metti Terracini al posto di Giovanni hai una celeberrima citazione da Lenin. Solo per chiarire agli esterni al circolo del clok.

  156. mauro zani Says:

    Aggiungo Giovanni che una cosa non farò mai: tornare sui miei passi.

  157. mauro zani Says:

    Tahar. Conosciuto per una sera . O meglio osservato da vicino, per una serata.
    Impressione : paraculo/opportunista/vecchio ,navigato marpione.
    Comunque pessimo scrittore.
    Dopo averlo letto, naturalmente!

  158. mauro zani Says:

    @Claudio.
    Evidentemente sono un “soggettivista”.
    Massima e tremendissima accusa.
    Non mi difendo.
    Me ne vanto.
    A questo punto.

  159. Giovanni Says:

    Peggio di Renzi?
    Forse pensavi a Ranieri.
    O Chiamparino
    Cosa ci può essere di peggio di questa triade oltre Letta il Giovane?

  160. Milli Says:

    Sarà forse il caso di smetterla di fare Amarcord e voltare definitivamente le spalle al passato. Ci vogliono tutti extraparlamentari. Lo saremo. Il conflitto esiste e conflitto sia. Non sto parlando di violenza, sia chiaro e senza ombra di dubbio. Non abbiamo stampa, sedi, forme organizzate, tv etc etc. Esistono settori del sindacato ben strutturati e resistenti. Esistono le piazze e maree di giovani Telemaco che hanno bisogno della parola e della testimonianza di Ulisse. Per il momento continuo a ricevere mail con dubbie richieste di amicizia addirittura da Palo Alto in California. Hanno rubato una foto di una mia nipotina. Mi limito a non aprire le mail. Se necessario mi rivolgerò alla Polizia Postale. Facebook non risponde. Tutto è iniziato quando ho inviato l’articolo di Sbilanciamoci sul caso Kazako a questo blog, all’ineffabile Merola, sindaco di Bologna e a quei deficienti di ragazzotti del Pd che occupano sedi per il loro sporco tornaconto. Zani continuerò a leggerti, ma non sono assolutamente in grado di fare analisi e non ti farò perdere più tempo. So solo che qui in Italia abbiamo avuto il più grande movimento operaio d’Europa e una storia gloriosa a cui dobbiamo attingere per resistere. Ciao.

  161. remo tedeschi Says:

    Tahar……. di solito il p. Goncourt non lo regalano,
    comunque è giustamente opinabile la persona,
    quello che scrive sulla famiglia Assad,meno.

    • claudiopagani Says:

      Caro Remo , ma perche non esponi , e difendi se ne sei davvero convinto, i tuoi liberi convincementi ,anziche appoggiarti ad improbabili testimonials sempre opinionisti di Repubblica ,ti faccio notare?
      Questo Tahar ,senza averlo conosciuto, lo leggo talvolta e mi da la netta impresione di un cerchiobottista e di un paraculo di dimensioni bibliche; inoltre un amico intellettuale arabo me ne dice di cotte e di crude…
      Assad , per fonti diverse attendibili, e tutte rigorosamente progressiste è PROPRIO QUELLO CHE PENSI tu e penso io.

  162. Giovanni Says:

    La ptova dell’uso di armi chimiche da parte dell’esercito siriano e stata fornita dallo spionaggio militare sioniata e consiste in una intercettazione radio dove si un ufficiale siriano d° l’ordine di sparare proiettili al sarin sulla popolazione civile.
    L’atra prova fornita dai mercenari sauditi é la psicosceneggiata degli infagottati di bianco Napisan diffusa su tutti i media del pianeta per smuovere le coscienze.
    Queste sono dunque le prove esibite da Zio Sam nella riunione aporte chiuse svoltasi a porte chise tra i P5 all’ONU,a cui evidentemente nessuno ha dato credito,neppure gli stessi amricani,che hanno più memoria dei progressisti italiani:tutti ricordano le false prove fabbricate da Collin Powell,rirapiede di Bush per giustificare il genocidio in Ira
    Ci sta che qualcun’altro abbia in mano prove diverse e ciò spiega perche Cameron ha preferito farsi prendere a pesci in faccia in parlamento anzichè rimetterci la poltrona .Persino gli inglesi hanno le palle piene di fare le guerre per conto terzi.Finche c’era da arraffare il petrolio in Libia vabbé ,ma qui cosa c’é da quadagnare.?
    Anche il guerriero della prima ora Holland ha tirato il c…indietro
    Non c’é dubbio devono esserci prove opposte se Il WSJ dice che il legame tra il Gas e Assad é labile
    Nel Frattempo i Taliban afgani hanno emanato un comunicato ufficiale in cui si chiede il borbardamento della Siria in appoggio ai mercenari pagati dai paesi del golfo e supportati dall’intelligenze sionista
    E questa sarebbe un guerra interaraba?
    Claudio,mi raccomando,un pò di moderazione quando spari cazzate

  163. claudiopagani Says:

    Giovanni, fino a prova del contrario , le cazzate superficiali ,in questo blog , le spari solo tu , e le propaghi solo tu ,con l’acquiescenza del proprietario del blog in cui evidentemente prevale ” l’amicizia sulla verità” e ne prendo atto..Mi rammarico ,pero, del fatto che ,quando ti senti in difficolta, ti sottrai alle regole della buona educazione rendendo quasi impossibile un dibattito sereno su temi cosi importanti e drammatici dove nessuno , ma proprio nessuno ha la verita in tasca , a parte Giovanni che non fa mai ,dico mai , lo sforzo per uscire dai suoi banali pregiudizi maturati 30 o 40 anni fa ,ma lo fa con l’arroganza e la sicumera che oggi va tanto di moda dopo l’avvento del “grillo pensiero “!? veniamo al dunque,
    E’ matematicamente certo che in Siria sono state usate armi chimiche da entrambi le parti io non so quali siano le tue fonti “di parte siriana e di parte sionista ” ma Tariq Ramadan ( lo conosci?) in uno seminario , a porte chiuse, all’imperial college di londra svoltosi 2 giorni fa e a cui purtroppo ,per te, era presente anche MDA, ha definito Assad un”terribile macellaio macchiatosi ANCHE di questo crimine e un indomito fascista nemico acerrimo della causa dei movimenti progressisti arabi” e questo per me basta e avanza …Allo stesso seminario era presente Itszak Beilin , israeliano oggi pacifista a suo tempo capo di gabinetto di Rabin ( lo conosci ?) il quale su basi di fonti di intelligence israeliana ( credo migliori delle tue) ha confermato l’uso esteso di armi chimiche da entrambi le parti e ha ,letteralmente, scongiurato “l’occidente e Israele ” di non fare il gioco del “delinquente internazionale” Assad dichiarandogli guerra e cosi fecendo il suo gioco di diventare martire della causa araba( ma era preccupato dei giochi spregiudicati del falco Nethaniau) ..Quanto alla guerra interaba sunniti-sciiti io ,personalmente,ero presente ad un dibattito svoltosi a Todi il 24 u.s. sui 20 anni dopo la pace di oslo in cui l’ambasciatore dello stato di Palestina Hafez HUssein ( famiglia presente a Gerusalemme dal 1300 e da sempre progressista) ha dichiarato che ” … LA terza guerra interaraba in corso tra Sunniti e Sciiti sara pesantissima e oscurera ,come sempre , la causa del popolo palestinese; naturalmente dietro le quinte ,Israele ,come sempre ,tresca, con il sanguinario Assad… gli unici che possono fermare questa terribile guerra interaraba, sono proprio gli USA , ma Obama è troppo debole per farlo veramente mettendosi ANCHE contro Nethaniau…”Leggo ,in questi minuti che Hollande ,purtroppo, continua a volere la guerra , smentendo cosi anche le tue “sentenze”…Vorrei invitarti alla moderazione ,ma non lo faccio perchè sarebbe del tutto inutile

  164. Giovanni Says:

    Caro Claudio,ci vuole un pò di pepe per dar sapore al solito chiacchiericcio.
    Se ti do’ del cazzario lo faccio non per farti affogare nelle tue autoreferenze
    Le opinioni degli onesti e capaci intellettuali sono senz’altro necessarie per rendere inteleggibili i fatti e comprenderne la dinamica
    Ma prima di tutto vengono i fatti, che devono essere inconfutabile.
    Non conosco questo esimio Tariq Ramadam ,nè l’anomalo pacifista israeliano Belin (colombe e falchi convivono pacificamente in israele ,e ,quando la patria chiama, nessuno si fa scrupolo di ammazzare a sanque freddo chiunque e in qualsiasi luogo)
    Considero poi l’Imperial College un cacatoio molto britannico e quindi senza bidet:Perciò non mi impressiona che ci vada MDA
    Insomma le autorita da te ivocate a supporto della tua tesi valgono meno di zero se non tirano fuori fatti ma sparano giudizi
    Su questo punto avrei da farti una specifica critica ,che spero tu non accolga come offesa
    Nel medioevo per sostenere la verita di un fatto si invocava l’autorità di S.Paolo.S.Agostino o S Tommaso.Si trattava di discussioni prive di base fattuali,interminabili e che puntualmente finivano con il trionfo del piu forte sul piu debole.Un Benedettino vinceva sempre un francescano.Se poi l’intellettuale non voleva accettare il dogma erano cazzi suoi.Prima veniva torturato e poi bruciato o squartato.Ma queste cose le sai
    Ora però tu nel XXI secolo, su un libero blog pretendi di imporre la tua opinione sullo stato di guerra permanente voluto dagli aggressori israeliani in medio oriente invocando l’autorita dei summenzionati “studiosi”
    L’onere della prova che l’esercito siriano abbia usato il Sarin contro il popolo che difende dai talebani lo devi fornire tu,sulla base delle evidenze che i sionisti metteranno sul tappeto.Poi noi tutti facendo ricorso all’intelligenza collettiva che la rete ha reso molto potente giudicheremo se sono vere o false
    Collin Powell per distruggere l’iraq e fregarsi il petrolio,menti in diretta al mondo intero dopo aver fabbricato prove false.
    Fino ad oggi sull’uso da parte dell’esercito siriano di gas non si è visto nulla se non gli infagottati Napisan

    • claudiopagani Says:

      Va be prendo atto che sei del tutto AUTOREFERENZIALE E NON ASCOLTI MAI LA VERITA POLITICA degli altri.
      L’imperial college di LOndra ( al di la del nome) e il pensatoio inglese da sempre egemonizzato dai Marxisti ( Hobswam grandissimo storico per tutti ); ma tu hai guardato l’etichetta e hai sentenziato….
      Tariq Ramadan è il + grande intellettuale PROGRESSISTA del mondo arabo ( spesso trattato come un terrorista dagli ambienti estremisti sionisti) . Ma tu dall’alto dei tuoi pregiudizi te ne freghi. e semplifichi la complessita dei processi a tuo uso e consumo..
      Beilin ti ripeto ,come capogabinetto di Rabin ( ucciso da un estremista israeliano) stese gli accordi di Oslo con Arafat ( e chi per lui) e oggi e’ un esponente del partito Meretz ( vero erede del pensiero democratico ebraico che è esistito e che è stato affossato dal fondamentalismo religioso israeliano) , è oggi uno dei pochissimi isaraeliani rispettato anche da Hamas) ma tu te ne freghi e non lo vuoi sapere perche’ tuuti i giorni devi recitare nel tuo personale “credo” la preghiera contro i “perfidi giudei” come facevano i Cattolici ,prima del Concilio..
      Sei poi e questa e la cosa + grave un CINICO TERRIFICANTE perchè non te ne frega nulla della guerra chimica praticata da governo siriano e insorgenti ,e di cui si hanno mille evidenze e che tutti i governi conoscono ,facendo finta di niente perchè intervenire in Siria è troppo pesante…
      Assomigli molto a quei sostenitori dela causa “occidentale” che fecero finta di non sapere che nell’assedio di Falluja ,durante la guerra in Iraq , gli Usa usarono bombe al fosforo..
      Non ho + niente da dire e ,in ogni caso , non rispondero + perche’ davanti alla tua inutile prosopopea mi arrendo…

      • Giovanni Says:

        Rilevò una novità fattuale neile tue due ultime repliche:vi sarebbe un uso bilaterale del Sarim,cioè ne farebbero uso anche gli insorgenti(tipica espressione americana per designare gli abitanti di un luogo che resistono ,anche passivamente ,alle atrocità che commettono in vari luoghi del mondo)
        Orbene ,tutti i giornali ,perfino Repubblica confermano che contro il legittimo governo siriano ci sono solo mercenari talebani provenienti da Afganistan ,Iraq,Libia ,Yemen ,Cecenia ,Dagestan,oltre ai famosi contractors occidentali(tre sono stati beccati con l’esplosivo negli zaini 6 mesi fa)
        Sul terreno,come in Libia ci saranno anche forze speciali incaricate di distruggere le infrastrutture .E ,infatti,sono riusciti a privare i siriani dell’acqua potabile,dell’elettricita dei trasporti e delle scuole
        Cazzo i siriani avevano la pretesa di essere una società e di avere uno stato
        È giusto che vivano nell’immondizia ,come succede a Gerusalemme Est ,altrimenti possono sempre imbarcar si per l’Italia
        Caro Claudio,quelli che davvero non sopporto sono i tartufi,di cui tu non fai parte ‘

  165. Remo Tedeschi Says:

    Claudio lo dico con amicizia ,credimi, perchè le mie fonti sono espressioni di paraculi e quelle di altri no, se banalmente dicessi altrettanto chi può smentirmi?

    Milli, se sono deficienti chi occupa le sedi pd, dimmi ..quelli che si fanno dirigere via web ,cosa sono, automi, replicanti?

  166. claudiopagani Says:

    @ Giovanni ; mi permetto un’ultimissima e scherzosa affermazione. Nel mio immaginario tu mi fai pensare sempre piu al ministro degli esteri sovietico Andrei Gromyko il quale ,nelle sedi internazionali, doveva sempre sostenere le tesi spesso speciose e meramente propagandistiche dei sovietici e tuttavia lo faceva con un tale “aplomb” che uno pensava che lui ,da uomo colto e preparato quale era, in cuor suo pensasse : ” ma guarda che frescaccia mi fanno dire oggi..”
    Giovanni ,almeno l’aplomb di Gromyko…

    • Giovanni Says:

      L’aplomb se lo danno gli “incarti vuoti”,tipo il Principe di Galles quando parla di tampax con la Cavalla,o D’Alema quando parla del suo sarto con la “Foggiana”
      Gromyko non ne aveva bisogno

      • claudiopagani Says:

        @Caro Giovanni Ma perchè devi sempre “inutilmente” alzare i toni anche quando uno cerca di scherzare? Per tua informazione ,visto che hai aperto unilateralmente questa digressione, la Foggiana Linda Giuva è un’intellettuale con cui è possibile parlare di qualsiasi argomento , ma non credo che sia interessata ai “sarti” visto che qualche mese fa si è recata ,con mia moglie, da Zara a Roma , a comprare del vestiario per sè;oltre a cio Mda ,da quando si reca ogni settimana a Bruxelles a fare il presidente del FEPS ( centro studi dei socialisti europei) dice che ha trovato un ottimo negozio di abbigliamento in loco ( di proprieta belga e non foggiana ,nè italiana)….
        In Ogni caso ti ringrazio ,sentitamente, per non avermi messo nel mazzo dei “tartufi” di cui è piena zeppa la sinistra italiana , ma cerco sempre di essere intellettualmente onesto; questo Tuttavia, non mi induce a credere che tutto il male del mondo sia targato usa e ,neppure , Israele anche , se Israele stesso cerca ripetutamente di smentire la mia posizione non pregiudiziale. Da ultimo una notazione scherzosa ,sulla quale spero di non essere azzannato; il leader della linke tedesca Oscar Lafontaine , che ho avuto la ventura di conoscere, ( ex SPD) ha una aplomb britannica assoluta , ma non portatore di un pensiero nè vuoto , ne moderato( e sullo stesso piano metterei Stefano Rodota), ecco a me questo stile piace moltissimo…

  167. Remo Tedeschi Says:

    Claudio, pienamente d’accordo con te, sulla Siria e dintorni. e il resto

  168. Giovanni Says:

    Dimenticavo ,il pensatoio inglese per caso somiglia ai pensatoi che affollano l’Italia ,tipo quello di D’Alema ,Fini,Brunetta, ecc?
    Sai io sono rimasto alla Scuola di Francoforte
    A parte qualche eccezione,ritengo poi che gli inglesi,economia a parte,siano dei pessimi storici
    Niente a che fare con i tedeschi,ai quali nell’ultima guerra hanno rubato tutti gli studi di filologia , poi trasposti e pubblicati dai “professori inglesi”nella lingua di Sua Maestà

  169. Giovanni Says:

    @ Claudio,ovviamente ,nulla di personale nella replica di cui sopra,e’la prima similitudine esplicativa che mi è passata per la testa
    Del resto Mauro lo dice sempre :Plus de souplesse camarade Giovanni

  170. Milli Says:

    Remo ti rispondo un attimo perchè mi hai chiamato in causa. Se ti dispiace per l’aggettivo deficienti, sono pronta ad eliminare una qualifica che i ragazzotti forse non meritano. Per il resto ti dico che non voterò mai più Pd o Sel. Naturalmente non andrò a primarie di sorta. Vedetevela tra di voi. Penso che se continuerete ad agire nel modo che sappiamo, sarete fortunati se alle prossime elezioni (nel 2015) vi attesterete tra il 15% e il 20% . Ma niente paura governerete con la destra in nuove larghe intese. Se poi parteciperete alla guerra contro la Siria vi auguro di scomparire dalla scena politica.

    • Giovanni Says:

      Milii,il ragazzotto di cui parli va per le sessanta berette

    • claudiopagani Says:

      Irruenza mossa da motivazioni nobili , ma del tutto intile . I ragazzotti del PD sono ASSOLUTAMENTE ininfluenti sulle decisioni per la Siria e non hanno ” nessuna attitudine guerresca , utile per una guerra che sara ferocissima ; Hanno tanti difetti ma fosse per loro proclamerebbero la pace universale e canterebbero ,notte e di, le canzoni di Jovanotti….

  171. remo tedeschi Says:

    Milli, se ritieni giusto catalogare così i ragazzotti ,padrona di farlo,
    ti chiedo se hai partecipato a incontri con loro, poi mica ti ho chiesto di votare per qualcuno ,fatti tuoi, si sopravviverà.
    Da una persona colta e di sx come te ,mi aspetterei il desiderio della scomparsa di dittatori come Assad-Hussein, noi del pd siamo meno pericolosi, al massimo uno può fare una colica con le salsicce.

  172. Andrea Says:

    @Giovanni

    Sul mio profilo Fb ho scritto: “Ribadisco: se la Bonino e Rasmussen frenano decisamente è perché Israele li ha edotti… Quindi: su quanti tavoli gioca Israele? Penso che voglia sbarazzarsi di Obama.” Buonanotte e buone cose.

    • Giovanni Says:

      Soltanto il diavolo lo può sapere.In ogni caso il “trappolone per Obama e’sicuro:se attacca lo fa sulla base di prove sussurrate dall’unità 8200 sicuramente false;se non attacca ha infangato la credibilità e il prestigio del Presidente US
      In concreto penso che Israele voglia trascinare gli americani nell’avventura iraniana.Un’avventura da cui non si torna indietro
      Al posto della Russia regalerei 100 atomiche alla Siria così gli ebrei si mettono calmi per i prossimi 100 anni ,vivendo felici e contenti senza rompere i cogliona ai vicini

  173. Giovanni Says:

    Aplomb britannica Rodota ?Ma di che parli ?Gli inglesi sono generalmente squilibrati,arroganti e feroci
    Pensa con quanto aplomb hanno fatto fuori la povera Diana ,soltanto per restare al passato prossimo .
    Poi devo dirti che sono davvero sorpreso di sapere che MDA ha abbandonato li sartoriale italiano per indossare il pret a porter belga.Un vero spreco,visto che al tempo per rifarsi l’intappo aveva trascorso molto tempo a farsi spiegare la qualità ,la consistenza e il peso delle stoffe di Loro Piana.
    Non mi dire però che ha abbandonato anche le nostre morbide scarpe per gli zoccoli fiamminghi.
    Sarebbe un vero disastro perché gli zoccoli procurano calli e geloni,difficili da risolvere.
    Conosco un fiammingo di Gent che dopo aver speso una fortuna dal podologo per curarsi i calli ora indossa esclusivamente scarpe fatte a Firenze
    Insomma e’giusto globalizzarsi ma non e’necessario rinunciare a quelle poche cose in cui l’Italia eccelle.

    Nota:”intappo”,lo dico per Mauro che ha superato i sessanta,nel gergo dei bolognesi di cinquant’anni ,significa approssimativamente il vestiario

    • claudiopagani Says:

      Hai proprio del tempo da perdere e mi viene da pensare che ,in fondo, tu sia un ammiratore di MDA. Se ti fa piacere te lo posso presentare…

      • Giovanni Says:

        Caro Claudio ,no non sono un’ammiratore politico di MDA,ne’un’ammiratore del suo Look
        Semplicemente la mia esperienza mi consente di ricostruire anche il percorso sartoriale di D’Alema.
        Ti ringrazio per avermi offerto la possibilità di conoscere un ‘uomo così ragguardevole,ma per il momento mi basterebbe sapere quale fu il motivo che lo indusse a elevare allo status di quarta forza armata i carabinieri
        Anzi,visto che ha fatto capolino sul blog l’oggettivo specioso potrebbe rispondere anche direttamente

  174. roberto Says:

    “La sinistra è un deserto di cultura politica, meglio cominciare la traversata”
    Suggeriscolalettura di questo intervento di Fabrizio Barca, pubblicato ieri.
    ( http://www.huffingtonpost.it/fabrizio-barca/la-sinistra-e-un-deserto-di-cultura-politica-meglio-cominciare-la-traversata_b_3843549.html?utm_hp_ref=italy )

  175. Andrea Says:

    @Mauro e Giovanni

    Permettetemi di non citare l’autore, che riprende notizie comparse già nella notte:

    «Sfortunatamente, alcuni combattenti hanno maneggiato questa armi in modo sbagliato, e provocato l’esplosione»: a parlare così è un capo ribelle nella zona di Ghouta – il quasi sobborgo di Damasco dove sono morti a centinaia per i gas – di cui i giornalisti hanno avuto solo l’iniziale del nome, «J».

    «Non ci hanno detto che cosa erano queste armi né come usarle», dice una donna combattente, anche lei nota solo come «K», «non immaginavamo che fossero armi chimiche. Quando il principe Bandar dà certe armi alla gente, deve anche dar loro quelli che sanno come maneggiarle ed usarle». Al che, «J» interviene a mo’ di spiegazione: «I guerriglieri di Jabhat al-Nusra non cooperano con gli altri ribelli… non condividono informazioni segrete. Hanno solo utilizzato dei ribelli qualunque per far trasportare questo materiale».

    Dà invece il suo nome Abu Abdel-Moneim, che abita a Ghouta ed è il padre di un ribelle anti-Assad. Uno dei suoi figli, racconta, è rimasto ucciso dentro un tunnel adoperato per immagazzinarci delle armi fornite da un militante saudita noto come Abu Ayesha, capo di un battaglione combattente. Il padre ha visto queste armi: alcune avevano aspetto tubolare, altre sembravano bombole per il gas molto grosse.

    Ci si può credere o no. Ma i giornalisti che hanno condotto l’inchiesta sul posto, raccogliendo queste ed altre testimonianze, l’hanno firmata coi loro nomi veri: sono Dale Gavlak e Yahya Ababneh. Il primo è inviato in Medio Oriente per Associated Press, l’americana (e molto seria) National Public Radio e Mint Press News, il giornale online in cui ha pubblicato l’articolo; risiede ad Amman, Giordania, da vent’anni; ha un master in studi mediorientali dall’università di Chicago. L’altro, Yahya Ababneh, è un freelance giordano che ha coperto eventi in Libano e in Russia, in Arabia e in Libia, per varie testate giordane: Amman Net, Saraya News ed altre.

    Potete crederci o no, ma questi due ci hanno messo la faccia. Sono andati – riportano – a Ghouta, ed hanno intervistato «dottori, abitanti del quartiere, combattenti ribelli e loro familiari». Da questi intervistati hanno ricavato la convinzione – e la scrivono – che «certi ribelli hanno ricevuto armi chimiche attraverso il capo dell’intelligence saudita, principe Bandar bin Sultan, ed erano responsabili di colpire col gas». Invece è accaduto un incidente. Apparentemente per imperizia. 1400 morti. (Syrians In Ghouta Claim Saudi-Supplied Rebels Behind Chemical Attack)

    Il principe Bandar, è il pericoloso personaggio che qualche giorno prima – a luglio – aveva voluto un incontro con Vladimir Putin, e gli aveva fatto offerte da non potersi rifiutare: l’acquisto di armamenti russi per 15 miliardi, la promessa di non fare concorrenza all’export russo di gas e greggio in Europa, il mantenimento della base navale russa a in Siria anche con il cambio di regime… tutto, tutto purché Putin togliesse il suo appoggio ad Assad. L’incontro è stato a porte chiuse, ma parecchio è stato fatto uscire di quel colloquio, e sembra che l’indiscrezione sia dei russi. Ne ha dato conto come cosa certa un’altra firma credibile, Ambrose Evans-Pritchgard del Telegraph. (Saudis offer Russia secret oil deal if it drops Syria)

    Adesso sappiamo che l’oscuro principe Bandar, a Putin, non ha fatto solo promesse di regali. Ha fatto anche minacce. Nel corso del colloquio, ha detto: «…Per esempio, io posso garantirle la protezione delle Olimpiadi Invernali nella città di Soci l’anno prossimo. I gruppi ceceni che minacciano la sicurezza dei giochi sono da noi controllati, e non si muoveranno in direzione del territorio siriano senza coordinarsi con noi. Questi gruppi non ci spaventano. Noi li usiamo contro il regime siriano ma non avranno alcun ruolo o influenza nel futuro politico della Siria».

    Bandar ha dunque ammesso di controllare dei terroristi islamici operativi in Siria, e minacciato di lasciarli scatenare a fare stragi in occasione delle Olimpiadi invernali di Soci 2014. Un sinistro avvertimento per la memoria di Putin, in cui è stampato il ricordo delle sanguinose imprese dei ceceni: la presa d’ostaggi di 800 spettatori in un teatro di Mosca nell’autunno 2002, la tragedia della scuola di Beslan, nel Caucaso, in cui gli islamisti provocarono al morte di 186 bambini (la mano saudita era già lì?).

    Il colloquio Putin-Bandar è stato «tempestoso», pieno di messe in guardia. Putin ha rigettato le offerte: «Siamo convinti che il regime siriano è quello che meglio parla a nome del popolo siriano, e non quei mangiatori di fegato», ha detto alludendo a quel video famigerato. Bandar, congedandosi, ha avvertito l’altro: «Non c’è scampo dall’opzione militare, perché è la sola scelta rimasta dato che l’accordo politico è finito in stallo. Crediamo che la conferenza Ginevra II [che Putin ha preparato con Washington sulla Siria, con molti sforzi) sarà molto difficile che si tenga, alla luce della violenta situazione».

    La sua profezia, meglio minaccia, si è avverata. Siccome Putin non ha ceduto, l’opzione militare è in corso; precipitata da una esplosione di armi chimiche che ha fatto una strage, e di cui tutto l’Occidente incolpa Assad, mentre gli abitanti di Ghouta incolpano i sauditi. Il che fa pensare che il principe Bandar bin Sultan non solo gestisca i terroristi ceceni, non solo gestisca Al-Nusra, ma gestisca anche il presidente Barak H. Obama e possa indurlo a fare ciò che vuole. È il burattinaio anche di quel burattino.

    I due giornalisti di Mintpress News arrivati a Ghouta, nel covo dei ribelli devastato dall’esplosione del gas, scrivono: «Più di una decina dei ribelli intervistati hanno riferito che i loro stipendi vengono dal governo saudita». Il che stupisce poco. Aggiungono che «i dottori che hanno trattato le vittime dell’attacco chimico hanno avvertito i reporter di stare attenti a porre domande su chi, esattamente, era responsabile del mortale attacco». Il che stupisce anche meno. Forse erano medici di Médécins Sans Frontières?

    Ci si può credere o no. Ed è comprensibile lo scetticismo, dopotutto i due giornalisti non hanno altra prova che le loro interviste, le quali valgono quanto la certezza di Obama e Kerry che «è stato Assad».

    Ma una conferma indiretta di questa versione della tragedia ci pare venga da un titolo di Voce della Russia, la radio semi-ufficiale: «L’attacco alla Siria è un attacco contro la Russia – dice un ufficiale militare libico». Il militare libico, di cui si dice che ha «diretta conoscenza del sistema missilistico americano», resta ovviamente anonimo. E forse nemmeno esiste. Quel che conta è che tale «fonte» dice che sì, «è vero che il principe Bandar controlla i gruppi terroristi in Siria, ceceni inclusi». E che sì, «è stato proprio Bandar a consegnare le armi chimiche, provenienti da Israele, agli insorti siriani». (Attack on Syria is an attack against Russia – Libyan military official)

    I servizi russi vogliono far sapere che sanno chi è il nemico, da che parte è venuto il colpo. E qui veniamo all’ultimo lancio di agenzia. L’agenzia di stampa è l’iraniana IRIB, che la riprende dall’agenzia siriana Dampress: dunque può essere una voce dell’illusione o della speranza della parte debole alla vigilia d’essere vittima. Ci si può credere oppure no. Ma in ogni caso, la notizia – se vera – è perfettamente coerente con il retroscena che abbiamo qui raccontato. La notizia è questa:

    «Secondo le fonti siriane, se gli Stati Uniti attaccano militarmente la Siria, il presidente russo Putin è deciso a prendere a bersaglio l’Arabia Saudita (…) il capo del Cremlino è pronto a dare ai bombardieri russi l’ordine di bombardare l’Arabia Saudita (…)». E ne avrebbe avvertito Washington. (3ème guerre mondiale: La Russie surenchérit la mise…)

    Se è vero, Putin fa sapere che colpirà non le navi americane, non Israele, ma lo Stato criminale e petrolifero che l’ha minacciato di scatenare contro la Russia i suoi terroristi, che paga ed arma, e che – dunque – s’è auto-confessato in stato di guerra con Mosca. L’Arabia Saudita non pensi di restar indenne dal conflitto che ha provocato e dalle trame che ha allacciato.

    Si può credere o no. Ma solo pochi giorni fa, Vladimir Putin ha impegnato il suo prestigio, la sua faccia e la potenza russa in una promessa assoluta al presidente Assad:

    «La Russia non permetterà che un solo missile o una sola bomba si abbattano sul territorio siriano. La Russia è e resta al fianco dello Stato siriano».

  176. claudiopagani Says:

    Sull’essenziale hai ragione e cioe;
    Si vogliono accentuare le difficolta di Obama ( il presidente USA meno asservito alla lobby ebraica degli ultimi 50 anni)
    Israele, giocando su molti tavoli, vuole coinvolgere gli USA nell’avventura anti-iraniana.
    Non sottolineate ,abbastanza, tuttavia i giochi spregiudicati di Russia ( in mano ai PLUTOCRATI filo Putin e che da uno schock petrolifero pensano di ricavare grandi vantaggi per il prezzo dei loro prodotti energetici); di Turchia ( nazione molto potente militarment) e che dopo l’allontanamento dall’Europa vuole diventare potenza araba egemone.
    E ,infine, non capisco la vs esultanza visto che si prepara una guerra che rischia di essere mondiale visto che nessuna potenza ha + in mano tutte le carte e che avrebbe ricadute terribili sulle ns condizioni di vita….

  177. Giovanni Says:

    I Saud sono i veri terroristi terroristi globali.Sono trent’anni che finanziano ogni forma di terrorismo.
    Non è un caso che Osama Bin Laden faceva parte del clan dei Saud
    Non c’è dubbio che il bombardamento di Riad sarebbe una risposta militare misurata ed efficace di Putin,come fu in Georgia
    Nella querra del Canale scatenata dalle truppe anglo-francesi e di cui approfitto Israele,la minaccia di Kruchov di bombardare Parigi e Londra ,costrinse gli alleati neocolonialisti a fare macchina indietro.

    • claudiopagani Says:

      Al di la di ogni polemica, chiudere gli occhi sull’imperialismo dei PLUTOCRATI russi in stretta continuità con quello dell’URSS,mi è del tutto incomprensibile se non in nome di un’ideologia insensata che rovescia quella micidiale di Reagan nel senso di proclamare gli “USA impero del male” .IO ho un rimpianto ,invece e cioè che l’Europa si sia giocata malamente una carta che gli aveva fornito proprio Barack Obama visto che lui ,saggiamente, si voleva dedicare al solo teatro asiatico. Noi potevamo/dovevamo creare uno spazio di pace euro -mediterraneo facendo nascere lo stato di Palestina e promuovendo un grande rinnovamento democratico di Israele; naturalmente in parnership con Usa e ,perchè no , Russia. E invece l’Europa ,sotto l’egida della Germania ,interessata al solo suo benessere interno, ha voluto continuare a restare un nano politico e la storia + prima che poi ( al di la delle velleita anglo-francesi) la ridurra anche all’insignificanza economica; gia oggi la diplomazia cinese, la piu scaltra di tutte, si va chiedendo “quante divisioni” abbia l’Europa e quanto poco costi comprarsela visto gli ENORMI depositi accumulati dalla sua banca Centrale.
      Anche la sottovalutazione del ruolo cinese nella crisi del vicino oriente è prova di grande cecita ; in questo momento la Cina è il principale utilizzatore del petrolio iraniano e certo non vuole assistere ,senza fare nulla, all’esplosione del petrolio arabo a favore di quello russo,,,,Meditate gente, meditate….e sopratutto non continuate a usare “occhiali” prodotti negli anni 60 e che oggi possono solo accentuare la miopia…

  178. remo tedeschi Says:

    ……..Il prestigio di Putin, se non fosse drammatica la situazione…….
    amate il rischio? fate i giornalisti-free in Russia,(prestigio…..?)
    Non esistono in nessuna parte del medio-oriente forme di governo democratiche, ma la Siria ha un record; dal colpo di stato del babbo Assad,legge marziale che inchioda tutta la loro costituzione formalmente repubblicana, tutto questo dal 1963.
    Ma sono “capi del popolo,” come il prestigioso Putin ex kgb ex comunista,ora cos’è? direttore azienda del gas, gas, però che sia lo stesso?(ovviamente raffinato)

  179. remo tedeschi Says:

    Per la precisione…… il responsabile delle forniture del Sarin è l’ex generale russo Anatoly kuntsevich, e nell’accordo di cooperazione con Putin ci sono i missili per diffondere il gas, Frog-7 e Scud-b.
    questo a altro a firma .Riva, (Espresso) “chi ha dato mille ton.di armi chimiche ad Assad?

    • claudiopagani Says:

      Perfetto Remo ,se ,come pare Assad ha fatto uso di armi chimiche , va sanzionato.
      Aggiungo ,tuttavia , siccome io sono contrarissimo ai “2 pesi 2 misure” mi/ti chiedo perche gli israeliani non furono severamente sanzionati quando ,durante l’operazione piombo fuso, fecero uso di bombe al fosforo bianco ,vietate dalle convenzioni internazionali , uso che fu accertato da una commissione Onu.
      Perchè quando Isreale si dotò di armi nucleari , in spregio ad accordi internazionali, nessuno fece nulla per opporsi mentre oggi si minacciano sfracelli contro l’Iran ( e bada che sono contrarissimo al regime liberticida degli ayatollah!)
      La legalita internazionale è cosa molto importante , ma va SEMPRE rispettata , mentre nel vicino oriente ,non è stata quasi mai rispettata a partire dalla non costituzioine della Stato di Palestina ,prevista dalla risoluzione Onu che volle la nascita di Israele..Per dirla tutta io credo che proprio quel vulnus sia all’origine di tanti disastri ,compreso la comprensione che molte masse musulmane provano per il terrorismo jidaista( “…almeno loro gliela fanno pagare ai sionisti…)
      Noi poi in Italia dovremmo essere particolarmente sensibili a queste tematiche visto che non vogliamo i profughi che ,oggi si rovesciano in massa da quelle regioni e dovremmo essere li ,con i ns governanti a promuovere la pace e non ,pigramente , restare in Italia a dire che non partecipiamo (giustamente) alla guerra ; la guerra c e gia….

  180. Giovanni Says:

    Nell’attesa che il congresso americano “suoni il suo democratico colpo”,non possiamo trascurare le pressanti scadenze nazionali
    Ieri,sindaci e salsicciai romagnoli hanno in gran numero incoronato il “Bamboccio di Firenze “Il nuovo Conducator degli italiani per battere Berlusconi
    La prossima settimana sarà il turno dei salsicciai emiliani,con buona pace degli equilibristi e dei cuperliani
    Che uomo irresistibile,che carisma .Tutto acqua e sapone
    Altro che il catramoso Bersani

  181. Giovanni Says:

    Ma dimmi o Claudio,come spiega MDA l’irresistibile ascesa del Bamboccio di Firenze

  182. Giovanni Says:

    http://video.repubblica.it/politica/renzi-e-il-suo-trippaio-portafortuna-l-abbraccio-agli-stand/138771/137313
    Ormai il fato si e’compiuto,anche il trippaio di Renzi era alla festa Nazionale di Genova

  183. claudiopagani Says:

    Un flash sulla Siria ; vedo che l’ottimo (ma davvero) ministro degli Esteri russo Lavrov dichiara che ” le prove fornite dagli Usa sono non convicenti…..” Tradotto dal linguaggio diplomatico russo ( perfettamente coerente con quello sovietico) le prove ci sono ma che, per ora, non trova motivi ne” convenienze ” per convincersi.
    Occhio a non scavalcare “a sinistra” il compagno Lavrov…..
    Dedichiamoci adesso per un po al pupo fiorentino.
    Renzi non è la causa ma il fatto terminale di un processo che nè i dirigenti nè tantomeno la “base rivoluzionario” non solo non hanno contrastato , ma ,anzi ,a volte involontariamente , assecondato; tale processo si avvia dal momento in cui l’Ulivo coalizione elettorale genialmente vincente, subito dopo la vittoria diventa, nell’Idea del suo “confondatore ” Prodi”, il “partito di tutti i riformisti, compiendo ,a mio avviso, una fuga in avanti che ci consegna “nei secoli” Berlusconi come capo degli altri e quindi egemone sui moderati democratici che anche da quella parte esistono; c’e un’altra ,invitabile conseguenza che pochissimi vedono e a cui quasi nessuno si oppone fino in fondo.; e cioè non potra piu esistere un partito autonomo della Sinistra( nè riformista nè radicale) che possa avere la benche minima possibilita egemonica( in senso gramsciano) e ,quindi , possibilita di dettare una linea politica diversa da quella del “pensiero unico neo liberista). Anzi chi si oppone viene catalogato come chi ” per puri scopi di potere cerca di disarcionare il magnifico conducator bolognese..” mentre la ” base” appena arrivata al governo e che proprio non ne vuole sapere di smontare” plaude entusiasta( sulle ali dei magnifici opinionisti di Repubblica) e definisce “traditore chi si oppone alla ” modernita che non prevede + partiti solidi , ma partiti leaderstici o ,meglio, comitati elettorali come negli USA! E cosi la discesa ( verso la fine di una sinistra organizzata e autonoma) si accelera ( con il valido contributo di Bertinotti che anziche unire divide il poco che resta teorizzando adirittura ( lo sciocco) 2 sinistre!). Arriva quindi Rutelli ( padre putativo ,anche di corrente , del giovane Renzi); poi cìè l’ambiguo Fassino che ,rivitalizzando un poco l’anemico partito del Veltroni1 arriva a vincere tutte le amministrative e a portare i DS ,nei sondaggi nazionali del 2003 al 23/24 & ( 2 punti in meno dell’ultimo risultato del PD bersaniano). A questo punto i teorici democratici ( a partire dall’ineffabile Michele Salvati che scrive 2 lunghissimi articoli su l Corriere ) dicono che é il TEMPO DEL PARTITO DEMOCRATICO ( forse temendo che la Margherita non regga essendo al 10).Naturalmente il buon Salvati da corpo al pensiero dei mitici poteri Forti ma non troppo e che non vogliono che l’alternativa al declinante B. sia la Sinistra ( sia pure nella versione light fassiniana). A questo punto Fassino ( seguito un mese dopo da MDA) dice si al PD purchè la guida sia Prodi che Reputano ( non a torto 9 meno moderato di Rutelli o Veltroni; non capiscono ,pero , che Prodi è ormai logorato e visto come “il Vecchio” come B. e cosi arriva la vittoria di 240000 voti e poi quindi il PD veltroniano che,coerente con il suo pensiero, liquida la sinistra come categoria ottocentesca…Dopo la fine delle ambizioni di Veltroni al congresso /primarie successivo si impone Bersani con il compito OVVIO di fondare un vero PARTITO, come quelli europei…Bersani a parole si impegna ad amalgamare e dare un’anima all”amalgama malriuscito ” ma nei fatti non lo fa visto che le correnti crescono a dismisura mentre nela sua ( di Bersani) lui effettua la pulizia etnica dei bindiani e dalemiani( parte integrante della sua maggioranza) a favore dei suoi amichetti emiliani ( ed in particolare l’amico del cuore Vasco da Ravenna); e questo perchè anche gli emiliani vogliono “il PARTITO PERSONALE DEL CAPO” ( checchè dicano ) e quindi da fastidio chiunque possa disturbare l manovratore…
    Con grande prosopopea indicono le “non necessarie” primarie contro Renzi ,pensando di farne un sol boccone ( soprattutto dopo aver rottamato i “vecchi” D’Alema e Veltroni) e invece il pupo fiorentino becca il 40 % . E’ chiaro che dopo aver perso rovinosamente le eleziondi Febbraio la Base veda come unica chance di vittoria Renzi. Vittoria per fare che , per favorire quali classi sociali , per qual politica estera? bella Domanda che ,tuttavia, la maggior parte non si pone….D’altra parte quando gli iscritti del PD, hanno sancito di essere “politicamente” dei pirla ,avendo stabilito che il loro segretario lo puo eleggere qualunque passante che passi vicino ad un gazebo allora i giochi ,per renzi, sono fatti: E quindi Renzi sia il prima possibile cosi almeno non dovremo + vedere ,ogni gg un pregiudicato che tratta con il PD in mome di una governabilta che vuo solo dire ” meglio restare in qualche modo al governo che rischiare ..,” alla faccia della” base rivoluzionaria ” di Remo ,di cui non si vede traccia, ma che ,certamente ,sta preparando le armi…….

    • Giovanni Says:

      Lavrov e’un professionista,un vero diplomatico.Kerry e’un parolaio.Dopo dieci giorni non ha mostrato a mondo le prove di quello che afferma.

  184. Giovanni Says:

    Claudio,la tua ricostruzione é condivisa da MDA?

    • claudiopagani Says:

      Direi che lui è un po + radicale di me ,visto che sostiene che la partita era gia persa quando, alla morte di Berlinguer, il PCI non ebbe il coraggio di fare il salto di 2 generazioni ,come sarebbe stato necessario e scelse per il subito il migliore dei vecchi elefanti e cioe Natta( che mai sarebbe andato oltre il PCI come ormai inevitabile) e per il dopo il giovane -vecchio Achille Occhetto ondivago e senza nessuna reale cultura organizzativa…Il PDS fu una breve parentesi in cui quasi tutti i dirigenti pensavano ,magari senza dirlo, che la Sinistra fosse un cane morto da rimuovere al + presto e la crisi inglorosa del Progetto di Martinazzoli per il PPI, fu l’occasione storica di mescolarsi con gli altri ( non capendo che i dc ,anche di sinistra, conquistano sempre sul campo l’egemonia del potere e poi ,ma solo poi, anche delle idee come avviene oggi con il giovane Renzi.). Quanto all’oggi ,MDA si considera un semplice simpatizzante del PD( che nel suo linguaggio vuole dire non ci scommetterebbe un centesimo) in attesa di capire la linea politica di quello dei 3 carini che diventera segretario ( anche se almeno Cuperlo ha buone letture))….

  185. remo tedeschi Says:

    Claudio, cosa dire, probabilmente non capisco più niente, vedere le mani protese per toccare il pretino nuovo……….
    ripeto,ne ha combinate che metà era sufficiente per un’anfibiata, adesso quasi tutti a baciargli le p…….., ma cosa siamo? forse solo un pubblico televisivo.
    Chissà, proviamo a sostenere il viso pallido(Cuperlo), comunque democristo, mai .
    La base rivoluzionaria? buona questa, me la scrivo.
    l’ultima del pretino che gira nelle cucine,sciolgo le correnti!! no, i renziani non esistono noo, ti prende anche per il c……. e lo applaudono.
    L’unico elaborato politico di peso l’ha prodotto F.Barca.
    E Violante?

    • claudiopagani Says:

      Caro Remo volere o volare ormai Renzi ti tocca ,anche per un periodo non breve ,vista la tenera età…: veramente eri tu che sostenevi che la base era bellicosa mentre a me non risultava e infatti è gia in delirio per Renzi..; era gia evidente che era in atto una mutazione genetica e Bersani è stato l’ultimo tentativo , portato avanti molto ,molto malamente, di costruire un normale partito democratico; visti i risultati mi dispiace so lo che Cuperlo non sia stato messo in campo 4 anni fa prima di Bersani ( e fu proposto anche trasversalmente); ma gli emiliani premevano DAL 2001 ( prima di Fassino ) perchè dicevano ” ..solo noi abbiamo la cultura politica (sic!) per costruire un partito riformista….”
      A proposito di scioglimenti renziani delle correnti temo che questo sottenda una cultura autoritaria del partito come partito del capo in continuita con il pensiero di B. Craxi quando conquisto il PSI e ,allora il grande Riccardo Lombardi parlò di FUERHERPRINZIP
      CEerto l’elaborato politico di F. Barca , ma se si presentasse al congresso prenderebbe poche decine di voti…..
      Violante ,infine, è da 10 anni che cerca di diventare giudice costituzionale ,sempre con la fiera opposizione di B e cosi ,visto che si decide nei prossimi giorni e anche lui ha 70 anni,……

  186. Gianni Says:

    Arrivati al dunque non si tratta più di rottamare questo o quello rimane da rottamare il PD e Renzi diligentemente lo sta facendo! Senza trovare grande resistenza, per la verità, tranne forse le truppe cammellate di Bersani e D’Alema, è già tutto uno squaglio……………
    @ Sicuro che Cuperlo sia il candidato vero? Sai Epifani da buon socialista, magari senza congresso……………..

    Violante? ma tacesse un pò!
    Ormai è diventato uno dei saggi di Berlusca e tutti i giorni in TV a dire e disdire!
    Si vergogni!

  187. Gianni Says:

    Dimenticavo ma dei problemi del paese chi né parla intanto? Letta e Fassina? Siam messi bene!

  188. claudiopagani Says:

    E poi caro Remo, non avevi capito che aria tirava quando ,con il consenso furbesco di Bersani furono rottamati gli ex-comunisti Veltroni e DìAlema ,mentre vedo che oggi Fioroni ( che pure Renzi aveva ,giustamente, messo nel mazzo insieme a Marini , Bindi e perche no Finocchiaro ) rieletto deputato proclama che lui e “..tutta l’area dem compreso Franceschini” sono per Renzi.. Dovrei dire ,e mi spiace ,che ve lo siete proprio voluto o per “ingenuita ” o peggio , per manifesta coglioneria…

    • Giovanni Says:

      Claudio,c’é dell’arguzia in queste tue ultime repliche.Però,al patto del Garage,partecipo,pure MDA.O mi sbaglio?
      Con il patto del garage,avvenuto prima della sepoltura,si decise che Occhetto sarebbe stato segretario dopo aver fatto fuori il successore designato Alessandro Natta
      Mauro ne dovrebbe sapere qualcosa.Soltanto Mauro ,puo dirci come andarono effettivamente le cose.Degli altri non mi fido abbastanza e tu non c’eri
      Ormai sono trascorsi più di ventanni e la vicenda può essere desecretata
      Fu effettivamente stipulato il patto ?Chi vi prese parte?
      Un pezzo di storia della sinistra che fu che merita di essere portato alla luce

      • claudiopagani Says:

        Guarda che tutta la saggistica sul “patto del garage” è sempre stata di fonte occhettiana ,,, ( potrei dirti di quel buono a nulla di Petruccioli) e non cè MAi stata una versione di MDA , anche perchè il “patto”sarebbe stato siglato il giono del funerale , mentre Natta fu eletto 15 gioni dopo e il giorno del presunto patto Natta era di la da venire e si parlava con insistenza di Lama o di Occhetto subito (con vice MDA) perchè molti dirigenti volevano un cambio di generazione , ma non si fidavano di Occhetto ,tra l’altro ex seguace di Ingrao. in questo senso Natta fu una vera candidatura di Compromesso , maturata in seguito e quindi nè Occhetto , ne Mda potevano neanche immaginarsi di ” congiurare ” contro Natta, ma le leggende metropolitane sono dure a morire.. Quello che è possibile affernare è che se al posto di Occhetto ” candidato naturale” inaffidabile ci fosse stato Mda ,forse i vecchi elefanti ( tranne Napolitano che giudicandolo troppo berlingueriano lo aveva spedito in Puglia nel 1980) si sarebbero decisi a “svoltare” dal punoto di vista generazionale….

  189. Giovanni Says:

    Claudio,son chiacchiere le tue,aspetto la verità da Mauro

    • claudiopagani Says:

      E perchè Mauro era presente? al massimo potra raccontare anche lui la vulgata petruccoliana,e poi il fatto che il presunto patto sarebbe stato siglato il giorno dei funerali ,mentre Natta era di la da venire è una evidente incongruenza logica nei fatti e non nelle “chiacchiere ” di qualcuno…

  190. claudiopagani Says:

    E poi magari qualcuno( Occhetto) sperò nell’endorsment di MDA che non ci fu e ,quindi , Occhetto dovette saltare un giro a favore del candidato di ” compromesso ” Natta….

  191. mauro zani Says:

    Boh.
    Siria, MDA, Renzi.
    Straboh.

    Di che parliamo?

    1)Siria.

    Roba già vista. Sempre lo stesso copione. E’ persin stucchevole riparlarne.
    Armi chimiche/distruzione di massa? Vedi la coppia di falsoni Blair /Powell al seguito del texano ex alcolista, un tizio che non sa pulirsi il culo al buio e non sapeva neppur pronunciare la parola Afghanistan e men che meno trovarlo sulla carta geografica.
    Ciò nonostante ha fatto il presidente degli USA (la più grande democrazia ecc…).
    Adesso lo fa Obama, un tizio costruito apposta per far dimenticare il texano. Uno che yes, we can..ma vaffa …
    Un tizio(quest’ultimo) che non sapeva che pesci prendere già durante l’affaire libico. E che adesso chiede un bombardamento una tantum a casaccio sulla Siria tanto per non farsi spiazzare da quel faccione cripto-socialista di Hollande, un altro ballista. Mentre quell’idiota del segretario di stato(nordamericano) torna a parlare a macchinetta: Assad come Hitler, esattamente come lo erano Saddam e Gheddafi.
    Siamo pieni di Hitler.
    O s’impiccano in diretta mondiale o si fanno impalare col manico d’una scopa da criminali comuni.
    Ma di cosa stiamo parlando?
    Vogliamo parlare delle primavere arabe?
    Erano autunni.
    Tutte.
    E le rivoluzioni arancioni?
    Erano marroni…e puzzolenti.
    Sveglia!
    Tutto ciò riguarda quanto sta avvenendo in Egitto. Ci vuole un diversivo per stabilizzare la situazione post golpe. Quando volete sapere dove sta il nemico (di ciò che ci ostiniamo a chiamare democrazia) guardate alle posizioni che assume il regno dei Saud.
    E capirete.
    Se vorrete.

    Vabbè credete un po’ quel che vi pare.

    2)MDA.
    Ancoraaaa…!
    Non ce la posso fare.
    Un altro mondo.
    Un vecchio mondo che non c’è più.
    Nel PD del resto c’è un sacco di gente che s’aggira come zombies, per quanto completamente innocui.
    Sono morti da moltissimo tempo e non lo sanno.
    Ci vuol coraggio anche ad accettare la propria fine.
    Io modestamente lo feci.
    Altri pensano che quelli davvero bravi durano.
    Sempre e comunque .
    Tra i molti Violante….e il Presidente della Repubblica.
    Loro son Bravi.
    Frega niente a me (scusate se mi ripeto) delle vicende di costoro. (A proposito di Natta).
    Diversi tra loro mi diedero la loro versione.
    La tengo per me.
    Non ho mai creduto a nessuna di queste versioni, comunque.

    3) Renzi.

    Ve lo godrete a lungo perché lo avete voluto fin da quando voleste quel PD.

    Punta di fatto, Claudio?

    Non mi far incazzare.

    Leggi.
    Carta canta.

    Il “mio” PD lo descrissi nel dettaglio in vari documenti e in un centinaio di dibattiti in pubblico. Mozione compresa, seppur mediata(quest’ultima) da quella testa di granito di Angius che poi se ne andò sveltamente con Boselli per riapprodare al PD dopo aver elogiato Veltroni.
    PS. Potrei dire ciò che pensava , o diceva di pensare (cogito è termine impegnativo nella fattispecie) il buon Angius a proposito di Veltroni.

    Resta fermo che Il PD non è niente.
    Zero. Il nulla sotto vuoto spinto.

    E, come dice Milli non lo voteremo mai più, né in forma diretta né per interposti alleati.

    Passiamo ad altro.

    Sorry. Ma quando è troppo è troppo.

    • claudiopagani Says:

      Va tutto bene ma i partiti non basta volerli con documenti se poi si trova come alleato solo Angius …; bisognerebbe avere con se almeno un pezzettino di popolo…E quanto a documenti oggi il PD avrebbe come segretario Fabrizio Barca, ma non diventera mai segretario…Sono d’accordo ,comunque , che si puo star bene lo stesso….

  192. Giovanni Says:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/09/02/siria-soldati-usa-contro-lattacco-obama-non-vado-a-combattere-per-al-qaeda/
    I veri guerrafondai sono i salsicciai nostrani

  193. Giovanni Says:

    E vabbe’ Mauro se un giorno ti venisse in mente di farci un regalo,ci racconti le diverse versioni,comunque

  194. Giovanni Says:

    E vabbe’ Mauro ,se un giorno ti venisse in mente di farci un regalo,ci racconterai le molteplici versioni,comunque fornite dai nostri eroi
    Io almeno le leggero con la stessa avidità con cui da ragazzo lessi le vite parallele di Plutarco,dove spesso ci si imbatte in diverse versioni dello stesso fatto

  195. remo tedeschi Says:

    Allora, ragazzotti, cosa fate o facciamo? vogliamo toglierci il caschetto da parrucchiera e finirla di sparlare a destra e a manca
    senza costrutto? vi fate sgridare da un pd,anche in sovrappeso?
    Ma una qualche ideuzza per il vecchio mov. popolare non c’è più?
    io ne ho ,ma non le dico, non lo meritate.

  196. remo tedeschi Says:

    Bè ,Andrea, con la castagna che ho tirato ti preoccupi del sovrappeso? va be lo dico io e anche tu a regola della foto

    • Andrea Says:

      Pensavo ti riferissi ad un dirigente nazionale del Pd… Poi pensavo che ci fosse un rapporto fra “sovrappeso” e “ideuzza”… e fra “ideuzza” e “merito” mancato. Se qui invece ce lo meritassimo dovresti portare qualcosa di più grande di un’ideuzza… quindi se non ci meritiamo nemmeno un’ideuzza è meglio che tu indica una conferenza stampa cittadina come segretario del circolo Pd di Corticella: penso che sarebbe una buona trovata. Con il vuoto di notizie in cronaca che si vive, saresti accolto di buon grado.
      Nella foto è riprodotto Hassan Nasrallah.

  197. Gianni Says:

    Giusto torniamo ai problemi “seri” del Paese, ha ragione ezio Mauro su repubblica.it o ha ragione Cacciari quando dice che “se Renzi diventa segretario il PD si frantuma”???

    Ed è vero che tra gli ex DS, dopo l’abbandono di Franceschini, si fà largo “l’idea arguta” di organiozzare una linea di resistenza ben sapendo di essere ormai minoranza nel PD?

    PD=Partito in Demolizione?

    Certo che Renzi è veramente un vuoto confezionato bene!

    @ Remo tu farai parte di questa minoranza?
    Sei ancore convinto dopo averlo “apprezzato” dal vivo, in mezzo al tripudio degli astanti, alla Festa di Bologna, che se Renzi diventa segretario tu molli il PD???

    Sono aperte le scommesse!
    Io dico che Remo rimane minoranza all’interno del PD!

  198. remo tedeschi Says:

    Come non ci sono notizie? Renzi in città, tutti a sgomitare.

    non sono io il seg. di Corticella , poi , non verrebbe nessuno.(si una ,zia)

    tutti così gli hezbollah?

  199. remo tedeschi Says:

    ora ho capito, il pd è un luogo di perfomer, la Abramovic ci fa un baffo, ex pci per un dc, ex dc per un pci, luogo del congresso?
    la Biennale di Venezia.
    Gianni, meglio così , perché prendere sul serio la politica ?

  200. Giovanni Says:

    Siria, l’esecuzione a freddo sul New York Times: un gruppo di ribelli siriani fucila sette militari lealisti (VIDEO)
    L’Huffington Post | Pubblicato: 05/09/2013 11:54 CEST | Aggiornato: 05/09/2013 12:00 CEST

  201. Giovanni Says:

    http://www.huffingtonpost.it/2013/09/05/siria-new-york-times-video-esecuzione-ribelli-siriani-militari-lealisti_n_3871612.html?utm_hp_ref=italy

    • claudiopagani Says:

      E quindi Giovanni? Ha ragione Assad e chi lo sostiene?
      Suvvia,Giovanni le guerre civili sono sempre eventi terribili se è vero ,come è vero, che perfino la gloriosa lotta di liberazione partigiana si ,macchio ,talvolta, di crimini esecrabili e anche inutili ma questo purtroppo non stupi nessuno perchè le guerre ,anche se mosse da alte idealità etiche e civili, comportano anche questi prezzi.
      La verita vera ,in Siria , è che nessuno puo + vincere sul piano miltare e nessuno vuole perdere e che le tante potenze ( medie e grandi ) che hanno soffiato sul fuoco ,da entrambe le parti, hanno appiccato un incendio senza avere una minima idea di come spegnerlo . Cosi come gli USA che si apprestano a compiere un intervento tardivo ( dal loro punta di vista visto che l’egemonia negli insorgenti ce l’hanno oggi quelli che fanno + o meno riferimento alla galassia quedista) inutile e dannoso e che sa di rappresaglia ;servira solo ad allargare il fossato tra “noi” e “loro ( i musulmani) e ad acutizzare i conflitti.Il dato di fatto è che gli USA non sono + in grado di svolgere il ruolo della potenza egemone globale ( non hanno + i soldi necessari e quello che gli resta lo vogliono impiegare nel confronto con i cinesi che si prospetta sempre + duro) , mentre l’Europa , che avrebbe un interesse vitale a tenere aperta una prospettiva di pace nel mediterraneo, è un nano politico con alcuni che ,pero, si gonfiano il petto per antiche glorie; davvero ridicoli! E tuttavia non c’è che da aprire una conferenza di pace con tutti ,ma proprio tutti, gli attori e porsi ,umilmente, come mediatori e non come incendiari da 4 soldi.
      Va considerato che la forza degli Assad è sempre stata anche quella di mediare “politicamente” tra l tante minoranze tra cui alawiti ,cristiani,ecc , mentre comunque la maggioranza sunnita della popolazione e sempre stata tenuta ai margini e di qui i metodi autoritari e brutali degli Assad ..In particolare oggi i cristiani si sentono ( come gia accadde con Saddam in Iraq ) particolarmente minacciati dall’avvento dei Sunniti e questo spiega ,anche , il forte interventismo del papa…
      Ma non c’è uno straccio di motivazione a sentirsi eticamente migliori o dalla parte del “giusto” a sostenere fervidamente le ragioni di una parte ( di nessuna parte) . Abbiamo gia perso tutti e possiamo solo aggravare la situazione se non usiamo la ragione e la Politica ( si proprio con la P maiuscola) ; certamente se siamo stati infettati da anni di antipolitica( ( che conviene “in ultima istanza solo a “lor signori”) allora la tentazione di “urlare forte” puo essere irresistibile, ma al + , ci si scarica solo per qualche minuto….

  202. Giovanni Says:

    Inutile farla lunga,queste porcherie ,in medio oriente,fino agli anni ’70,erano inimmaginabili
    L’unilateralismo americano ha trasformato gli uomini in bestie.Gli israeliani hanno massacrato i palestinesi direttamente(l’ultima operazione,”piombo fuso” ha portasto all’uccisione di 1300 bambini)senza che gli americani muovessero un dito.Gli omicidi mirati,le mani dei contadini palestinesi frantumati con le pietre,le stragi perpetrate in Libano d’intesa con i falangisti maroniti e i bobardamenti sulla popolazione civile in Libano nell’ultima guerra per averla vinta sugli Hrzbollah
    Gli stessi americani hanno utilizzato l’Iraq di Saddam contro l’Iran procando un milione di morti.Salvo poi carbonizzare l’esercito iraqeno nella prima guerra e poi distruggere l’intero paese nella seconda guerra.
    I talebani afgani sono stati armati dagli americani,con il risultato finale che Bin Laden ha distruuo in quel paese qualsiasi forma di società civile,salvo poi intervento degli stessi americani in afganistan per fare la guerra a Bin Laden e soci
    L’altro ieri ,sempre Obama,,ha assistito al massacro nelle piazze del Cairo di 2000 “fratelli musulmani”,senza batter ciglio perché andava bene cosi
    Una politica di potenza cosi sconclusionata non e’ rinvenibile nella storia dell’umanita.Perfino il disegno criminale di Hitler aveva una logica di potere.
    Qui non vale neppure la logica del dividi e impera, perchè i danni sono i diffusi e irreversibili L”odio che si alimenta avrà ripercussioni insanabili per un millenio.
    Ed a nessuna sarà data la possibilità di godere dei fruttio delle “gloriose vittorie” americane-ebraiche
    Certamente non ne godranno le generazione future,perche noi dovremmo saperlo che una guerra non può che generare un’altrà, guerra e cxhe l’abisso invoca l’abisso.
    E tu sei un ipocrita quando parli di insorgenti in Siria.
    La Siria é vittima di un’attacco esterno,ordito,finanziato e supportato dall’Arabia Saudita ,dalla Turchia,dal Qatar,dall Giordania,da Israele con la benedizione e protezione degli americani,il loro obbiettivo e’semplicemente distruggere l’Entità Siria,dopo aver distrutto la Libia
    Ci sono praticamente riusciti,ma oggi i siriani lottano per sopravvivere come individui,per non essere fucilati e buttati in un pozzo
    Sarà dura,signor Claudio,anche per chi vive in case dai rubinetti d’oro

    • claudiopagani Says:

      Benissimo,cioe malissimo Giovanni, il male assoluto sono gli USA. Neanche l’URSS di Stalin faceva delle ‘analisi cosi unilaterali, progagandistiche e deliranti: c’ è traccia forse di questa roba nelle “analisi” di Al Queda” cosi si aumenta solo un odio “impotente”( impotente perche incapace di immaginare quei compromessi assolutamente necessari per avere almeno una situazione di “non guerra” cosi indispensabile per un qualche sviluppo civile in qualsisi parte del mondo).Devo dire ,purtroppo, che siamo lontani mille miglia da quel REALISMO PCI che ( sotto qualsiasi leadership) fu cosi essenziale per quel partito e sopratttto per lo sviluppo d’ Italia . Puri sentimenti distruttivi che mi lasciano ,sinceramente, attonito e incredulo ( da un punto di vista razionale)….In ogni caso non rispondero + perchè su queste basi non c’è nessun terreno comune e me ne dpiace.

      • Giovanni Says:

        Realismo PCI?Ma di che parli?Del PCI non sai niente,salvo qualche battuta,tipo quella su Gromyco,che ti ha dettato il tuo amico
        Tu fai parte del mondo delle chiacchiere,non accetti i fatti accaduti nel mondo reale .Rispodi con un politichese penoso
        Quelli come te ripetono la barzelletta secondo cui le due bombe atomiche sui civili giapponesi erano necessarie per evitare 200.000 morti all’esercito americano, mentre si trattava di bombe che avrebbero dovuto terrorizzare tutto il mondo
        Ma Stalin ha fregato gli americani sul tempo ,realizzando la bomba termonucleare russa in 4 anni ,salvando cosi il mondo dalla follia americana
        Tu fai finta di non sapere che gli americani con bombe e napalm hanno ucciso 4milioni di civili vietnamiti,Fai finta di non sapere che gli americani hanno ,sempre in Vietnam ucciso,stuprato e bruciato in centinaia di villaggi.Fai finta di non sapere che tutti i golpe in sud America e non solo,contro i governi democraticamente eletti ,sono stati organizzati e sostenuti dagli americani(compreso l’omicidio di Allende)
        Neppure le orde mongoliche si sono macchiate di simili nefandezze
        “Non guerra”?Cos’e’ un nuovo Ente,il famoso terzo escluso di aristotelica memoria.
        Questi son dei paranoici criminali,che hanno generato mostri ,da cui non sarà facile liberarsi
        Chiamala propaganda se vuoi,perché così si salva anche il tuo amico MDA ,”il bombaralo da strapazzo”,che ha calato le braghe anche davanti al Pupo di Firenze,nella speranza di tornare nella compagnia di giro
        Stammi bene e torna a far politica,nessuno se ne accorgerà !

  203. remo tedeschi Says:

    Butto lì una questioncina, se tutti gli stati occidentali, europei e altri
    rimanessero a casa loro, una eventuale santa alleanza tra Afganistan, Iran,anche l’Iraq a questo punto, Siria, Egitto, mezza Turchia, Fis, fratelli vari, Pakistan , non è che ci fanno nu mazzo tanto? è da anni che c’è in embrione una terza guerra o no?(11 sett)? è sempre il solito imperialismo bla bla ? questi sono fortissimi
    perché fanatici, chi può scartare un evento del genere?
    onu? non serve a una minchia , allora?
    Bisogna anche dire che migliaia di americani ci lasciano la pelle
    (non solo loro,) a che pro? (il petrolio?) Claudio che ne pensi?
    sono “paure” inesistenti?

  204. claudiopagani Says:

    Caro Giovanni , sei un essere davvero spregevole e pieno solo di livore e risentimento! Mi fai sinceramente pena.

    • Giovanni Says:

      I tuoi giudizi sono il segno dela tua reale impotenza a contrastare i fatti
      Io combatto la menzogna che genera anarchia e atrocita.Percio ti dichiaro mio nemico perche propagandi la menzogna.
      L’ultima mezogna messa in giro dall’imperialismo sanguinario é la “non guerra”,una sorta di non belligeranza Badogliana,una terza via all’italiana,che quando fu concepita,ebbe il risultato di consegnare l’Italia ai nazisti ,e a Badoglio ed al Re permise di scappare con la cassa sotto la protezione degli alleati.Ecco a te piacerebbe che la Siria fosse abbandonata ad Al Qaeda per un’i atrocità senza fine
      Non é la prima volta che usate Al qaeda:lo avete fatto in afganistan,in Bosnia,in Cecenia ,nel Daghestan,in Libia e oggi in Siria e chissa ancora dove
      Oggi il mondo dice basta alle vostre follie.L’assensa di senso di tutto questo é evidente a tutti ,ameno che non si voglia accettare una visione razzista e di distruzione come puro e semplice esercizio del potere di dare la morte
      Tu,Signor Claudio,sei un uomo che propaganda la morte

      • claudiopagani Says:

        L’ultimo post attesta ,senza dubbio, che sei un esaltato con poco equilibrio a cui ,auguro solo di curarsi perchè ne hai proprio bisogno! La politica o qualsiasi altro argomento non c’entrano nulla

    • Giovanni Says:

      Il tuo attesta che sei un mentecatto.Ti ho preso per il culo fino ad oggi e non ti e’sorto il minimo dubbio. ?Roba da non credere

      • claudiopagani Says:

        Giovanni, sconsiglio, alla tua eta ,farsi le seghe con i chiodi. E poi io sono abituato a prendere le persone con serietà ,almeno fino a prova del contrario…

      • Giovanni Says:

        Forse non ti sei espresso bene .Volevi dire che ti prendi sul serio
        Ecco questa e’la ragione perché sei un patacca o mentecatto ,che molto approssimativamente sono la stessa cosa
        Ti conviene tornare a fare le”compere”,giovera’ senz’alttro a noto ménage amicale,mentre io…….Beh lascio stare perche’Mauro potrebbe incazzarci

  205. remo tedeschi Says:

    ragazzi, perché fate così ? è così facile con il dono della fede andare d’accordo, chi sono? Francesco !!

  206. Giovanni Says:

    http://www.repubblica.it/cultura/2013/09/07/news/la_voce_di_badoglio-66077425/?ref=HREC1-7
    La terza

  207. remo tedeschi Says:

    dopo le tante certezze che i ribelli in Siria fossero solo terroristi, oggi Rep,intervista il colonnelloAl Okaidi capo militare di Aleppo.
    Non è filosaudita e neppure di Al Qaeda, comanda militari insorti contro il dittatore Assad

  208. claudiopagani Says:

    @Giovanni sei un povero vecchio cinico che gioca a fare “l’estremista” non avendo un cazzo da fare…Confermo che ,questo si è un mio errore, pensavo che tu fossi una persona moderatamente seria e invece sei un povero buffoncello , e ti assicuro che posso essere molto + pesante, Zani o non Zani, che ,tra l’altro ,essendo tuo amico ,ti concede molto ,forse anche troppo , visto che mentre io credo di arricchire il blog da posizioni eterodosse ( rispetto al mainstream del blog stesso) con post argomentati tu ,molto spesso , mandi tutto in vacca con attacchi personali ,spesso volgari e ingiustificati, abbassando notevolmente la qualita del blog. Ma tu ,poverino, ti diverti cosi ,e Zani pare non preoccuparsene. Confermo ,pensavo che questo fosse un blog serio , ma si puo sempre cambiare idea e trarne le conseguenze( riducendo il tuo divertimento suppongo,,,,)

  209. Giovanni Says:

    Io,Mauro non lo conosco personalmente,blog a parte .
    Mi chiedo invece come mai ,tu,con la tua forte vocazione politica non affianchi il Lider Maximo,il Gladiatore ,oggi impegnato nella “riconquista”, del PD dopo essersi fatto prendere a pedate nel culo ,prima dell’elezioni,con la speranza di rivestire la carica di Segretario alla Guerra della Nato
    Uno come te dovrebbe fare interventi al cospetto di Amato,Bassanini,Cuperlo,Berlinquer fratello.Trovo davvero uno spreco che una persona così raffinata ,colta ,ironica e ,soprattutto ,che maneggia con maestria impareggiabile tutti registri della retorica e così poco foggiana(fuggì da Foggia non per Foggia ma per i foggiani,tipo Violante) come te, si attardi su questo blog
    Chiedi al tuo amico di portarti sull’arena reale,per rendere giustizia alle tue idee e alla tua facondia
    Risolleveresti senz’altro le sorti del Pd ,rinnovando la fortuna di MDA e dell’Italia ,con grande merito e applausi oceanici per te o vate Claudio

  210. Giovanni Says:

    https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=o%20badoglio%20pietro%20badoglio%20ingrassato%20dal%20fascio%20littorio&source=web&cd=1&ved=0CC0QtwIwAA&url=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DKzyWpxIEIG0&ei=FnksUqXpMMWQtAbs_oDgCw&usg=AFQjCNFykkrt-ejKR6c3XJjGKebUNT-G6A&bvm=bv.51773540,d.Yms
    O Badoglio ,Pietro Badoglio,ci hai rotto i c………

    • claudiopagani Says:

      @Govanni Di me non hai proprio capito nulla! A me non interessa affatto la ribalta come ,invece ,interessa agli sciocchi vanesi che sempre+ affollano gli scenari politici .Circa 22 anni fa quando mi fu rivolta una proposta politica di qualche rilievo ,a livello locale, decisi rapidamente che la politica attiva non era il mio mestiere e prima di declinare formalmente la proposta ebbi modo di parlarne con il personaggio che ti ossessiona negativamente; mi disse; ” …ma tu hai un mestiere e non c’entri nulla con questi mediocri che guidano il ns. partito; inoltre sono cosi poco desiderosi di imparare, che non vale neppure la pena di insegnarli qualcosa: il loro sentimento fondamentale è l’invidia; per me è diverso, perchè mi è stato iniettato questo veleno con il latte materno e oggi non riesco + a liberarmene e tuttavia la politica è BELLA ed è l’unica possibilta di emancipazione per chi non ha ….”
      Io rimango ,anche oggi, convinto che la POLITICA è bella ed è l’unico stumento di emancipazione di chi ha meno( denaro ,potere, liberta,ecc) a dispetto dei politicanti che occupano senza costrutto e rumorosamente l’arena. Un modo di fare politica era quello di cimentarmi in questo blog ,in cui sono minoranza ( come nel PD per altro) ma che mi sembrava frequentato,quantomeno, da persone di sinistra serie ( tra cui in primis Mauro Zani)., Dopo il tuo ultimo outing ,in cui mi si dice che hai impiegato un po di tempo semplicemente “a prendermi per il culo” fingendo radicalismo estremista e quindi che tu usi questo blog semplicemente ” come un gioco” in cui ti sei scelto una “parte”, sono preso dal dubbio se valga la pena continuare visto che magari altri “giocano” come fai tu ed io non sento bisogno di chiacchiere da bar ( visto che non frequento neanche i bar veri e propri)…

  211. Giovanni Says:

    http://m.youtube.com/watch?v=KzyWpxIEIG0&desktop_uri=%2Fwatch%3Fv%3DKzyWpxIEIG0#/watch?feature=related&v=SzhWtu5naNY
    Sono sempre gli stessi non cambiano mai.Basta cambiare il nome

  212. Giovanni Says:

    L’insano saggio barbuto vuol fare intendere ai gonzi che è’ dilianato tra Francesco e Obama,tra pace e guerra ,
    Qualcuno di voi ci crede ?
    Il saggio,ormai più rincoglionito che mai non riesce a nascondere il suo primo amore.Il dittatore Benito Mussolini,che bombardava gli etiopici armati di lance
    L’idea di fondo ,quella primigenia ,trionfa sempre:bruciamo il negro,impaliamo i turchi,scalpiamo gli indiani,sterminiamo i mussulmani nemici (o non nemici)di Israele ,perché son troppi ed è meglio prevenire
    L’uomo poi ,come diceva Kant(?) e’una bestia !! Non è un’anima.e di pace!!
    Ma dove l’ha studiato Kant il decano di Repubblica e,sopratutto cosa cavolo ha capito
    Non sarebbe meglio alla sua età se facesse revisionare i suoi articoli
    Ormai sono davvero imbarazzanti

  213. maurozani Says:

    Non so cosa pensare. D’altro canto il mezzo non si presta a slumare intenzionalità recondite/ sincere potenzialità dibattimentali, o semplici prese per il culo. Come , peraltro sapete non conosco personalmente alcuno tra voi. Dunque consiglierei di attendere il mio prossimo post (posto che me ne venga ancora voglia) prima di riprendere inutili duelli/ truelli che di fatto escludono chiunque altro da questo blog residuale.

  214. remo tedeschi Says:

    ogni opinione è legittima:

  215. maurozani Says:

    Intanto io proseguo imperterrito i miei consueti lavori di manutenzione generale preparandomi all’inverno.
    Fate un po’ voi.

  216. remo tedeschi Says:

    ovviamente non mi riferisco al post di M.Zani

  217. remo tedeschi Says:

    Allora, vogliamo fare qualche complimento alla base pd?
    Violante? i piddini torinesi l’hanno fatto piangere
    Merola si è beccato della roba alla festa di Bologna
    tanti stanno passando a Cuperlo per la segreteria.

    B? non ci sono più gli anarchici di una volta…

  218. Milli Says:

    Ma cosa fate? I Bolobene contro i Bolofeccia? Confesso però che tifo Bolofeccia

  219. Gianni Says:

    Mamma mia (Milli non scherziamo sui Bolofeccia per favore) siamo al peggio del peggio tra video-messaggi di berlusca, congresso “annunciato PD” e Vendola che pur di frantumare PD e governo, dice che anche Renzi gli và bene!
    Ha ragione la Spinelli su Repubblica siamo avvolti nella melma (per non dire altro)!
    Se ci affidiamo alla magistratura per dirimere le controversie vuol dire che da tempo la politica e i partiti sono nella cacca, e basta (Lorenzetti docet)!
    Il paese stà attraversando una crisi senza sbocchi o se volete una lenta ma feroce agonia!!! E questi statisti “ex- post democristiani) legati ai circoli finanziari internazionali fanno misure un mese per l’altro sotto l’alto comando del Napolitano “poveretto” che è “costretto” (o è complice? ma perché non hanno votato Rodotà?) a seguire le indicazioni europee visto la debolezza del “quadro politico” (si diceva un tempo….) non permette altro (ma sarà vero)
    Io son per elezioni a primavera!!!! BASTA!!!

    @ Remo: Cuperlo ma cuperlo chi? Renzi il berluschino chi? …………….. Votate almeno Civati
    renditi conto che ormai 60 anni di potere hanno logorato il sistema di potere nelle “Regioni Rosse”! CAMBIATE ARIA anche cuperlo diventa una trincea per difendere l’apparato!!!

    Mauro stò post quando arriva? o sei troppo incazzato per scriverlo?

  220. Remo Tedeschi Says:

    Gianni, dove vuoi che andiamo? stare fuori da tutto, nò , andare a votare? sì .
    Cuperlo, non sarà un fulmine, ma le radici “contano” leggeremo le “grandi” elaborazioni dei candidati. Comunque chi a sinistra
    vuole fare concorrenza al pd ,ben venga .ci sono atleti in giro?
    Grillo, è grande, dice della Boldrini, che fà parte dell’arredamento, poi riduce i suoi parlamentari al silenzio, o al consenso passivo, se nò ,fuori.sono seggiole.
    Civati? però non vincere in Lombardia con mezza giunta Formigoni in galera! (era o è ancora il seg.regionale)

  221. Milli Says:

    Gianni io mi riferivo agli studenti che si sono picchiati ai Giardini Margherita. Volevo ironizzare sulla tensione che si avverte in questo blog. Sul Pd non ho proprio più niente da dire. Non mi interessa. Non credo che si voterà a primavera. Ci terremo Letta e Alfano ancora per un bel pezzo con danni inenarrabili per lavoratori, pensionati, esodati , precari, studenti. Ho dimenticato qualcuno?

  222. Remo Tedeschi Says:

    Milli, si vota in primavera, elezioni europee(22/25 maggio),dai su almeno in queste un votino ai socialisti d’europa lo sgangi, vero?

  223. Milli Says:

    http://magnacciosatirico.com/

  224. Milli Says:

    8 dicembre: Festa dell’Immacolata Concezione

  225. Remo Tedeschi Says:

    non c’è più poesia, nemmeno nell’altra metà, è triste

  226. Milli Says:

    Si sta come, d’autunno, sugli alberi, le foglie

  227. Milli Says:

    Da Eva Cantarella, ” Sopporta, cuore…”, La scelta di Ulisse, leggo:

    ” Fra le cause che rendono involontaria l’azione umana, ate l’errore, merita un posto a sè, per la sua importanza nella storia che conduce l’individuo omerico sulla strada della scoperta della responsabilità morale. Ma attenzione, ate, non è un errore qualsiasi, non è l’errore dovuto a ignoranza, a distrazione, a scarsa conoscenza dei fatti.
    Ate è un errore speciale, diverso da tutti gli altri; ed è anche una divinità. Come spiega Agamennone

    ‘ Ate è la figlia maggiore di Zeus, che tutti fa errare, funesta; essa ha piedi molli; perciò non sul suolo si muove, ma tra le teste degli uomini avanza, danneggiando gli umani: un dopo l’altro li impania,( il., 19, 91-94)’

    Che Ate fosse irresistibile lo sapevano tutti. Irresistibile e pericolosissima…” Una volta fece errare anche Zeus, che dicono è il sommo dei numi e degli uomini.”. Zeus, poi, questo è vero, per punirla

    …..subito afferrò Ate pel capo lucide trecce, irato nel cuore…….la scagliò giù dal cielo stellato, roteandola con la mano; e giunse subito nei campi degli uomini.(il. 19, 95-96)
    …..Ate, intanto aveva raggiunto il suo scopo.”

    Dove siete Zani, Giovanni, Andrea,Gianni?

  228. Milli Says:

    Ulisse a Itaca: Vendetta o giustizia? Eva Cantarella
    “A Itaca, finalmente…ha preso contatto con Eumeo, il suo fedele porcaio, e con il figlio Telemaco. È ha organizzato la vendetta….Quel che merita più attenzione, in questo racconto, è il silenzio di Ulisse di fronte alle giustificazioni addotte dai Proci. Non gli interessa sapere se qualcuno di essi è stato indotto da altri a offendere. La vendetta è una questione d’onore: contano i fatti, non le intenzioni…Ma nella stessa sala, nel contesto in cui agisce come un ferocissimo, sanguinario vendicatore, Ulisse appare e agisce anche in un’altra veste. Oltre ai Proci, nella sala sono presenti i suoi dipendenti…Alcuni lo hanno tradito….Ma quando entra nel ruolo di capo dell’òikos, e come tale di amministratore della giustizia domestica, il comportamento di Ulisse risponde a una logica totalmente diversa….I dipendenti non sono suoi pari. Nei loro confronti deve riaffermare il suo ruolo di capo e garantire l’ordine all’interno del gruppo. Come amministratore della giustizia domestica può valutare, se crede, il grado di colpevolezza dei dipendenti….
    Quando agisce in quella veste Ulisse è l’eroe del nuovo mondo, il mondo che ha raggiunto le elaborazioni più avanzate in materia di libertà dell’agire umano, volontarietà e involontarietà dell’azione, colpa e responsabilità….
    ..Nel 621/620 a.C., la prima legge ateniese porrà questo concetto alla base anche della giustizia cittadina. A imporlo sarà Dracone le cui leggi, ingiustamente considerate sinonimo di leggi crudeli, si proposero, invece, di limitare le continue, incessanti violenze inevitabilmente legate alla pratica della vendetta….la sua prima legge, quella sull’omicidio, vietando questa pratica e imponendo il ricorso ai tribunali, limitava sensibilmente i casi in cui chi aveva commesso questo crimine poteva essere messo a morte. E lo faceva, applicando alla nuova amministrazione della giustizia cittadina il principio della colpevolezza, e distinguendo due diversi gradi di questa: quella di chi aveva ucciso volontariamente e quella di chi aveva ucciso involontariamente, e stabilendo regole diverse per le due diverse ipotesi.
    Chi aveva commesso un omicidio volontario sarebbe stato messo a morte. Chi avesse commesso un omicidio involontario sarebbe stato esiliato. E gli sarebbe stata concessa la possibilità di offrire ai parenti della vittima una offerta pacificatrice che, se accolta, gli avrebbe consentito di restare in patria.
    La giustizia pubblica aveva stabilito un principio fondamentale della civiltà giuridica: quello che pone la colpevolezza alla base della responsabilità morale.
    Quel principio che nella sfera della giustizia privata era stato anticipato da Ulisse.”

  229. remo tedeschi Says:

    ma questo Ulisse, entra clandestinamente, in un altro paese e combina un macello, acceca un pacifico agricoltore, dotato di un solo occhio, approfitta di alcune ospitali signore conosciute in giro per mari, rompe i cog………, a penelope che se la spassava finalmente libera di un padre.marito padrone, plagia il figlio che anticipa i bamboccioni attuali, massacra un po’ di gente, e poi?
    poi torna a viaggiare.

  230. Milli Says:

    Ridurre l’Odissea ad un Bignami infarcito di errori la dice lunga sulla scuola italiana. Io insegnavo matematica ma non avrei mai permesso ad un alunno di esprimersi in tal modo. Gli avrei messo il poema tra le mani e lo avrei invitato a leggere. La faccio finita con citazioni e metafore: non è proprio più il caso.

  231. remo tedeschi Says:

    ho letto l’Ulisse di J.Joice

  232. Giovanni Says:

    Milli,se ti manco dillo chiaramente.

  233. Milli Says:

    Manca, credo un po’ a tutti, la tua intelligenza e simpatia. Il blog di Zani merita molto per conoscenza e onestà intellettuale nell’analisi della realtà. Aspettiamo il prossimo intervento di Zani mentre leggiamo della vittoria della Merkel. Ma è vera vittoria?

  234. Gianni Says:

    Se in Germania ci fosse Renzi avrebbe modificato anche la loro legge elettorale……………..

    @ milli se non ha vinto la merkel chi ha vinto la SPD o come mi diceva un compagno di lungo corso stamattina “son contento perché comunque ha vinto una che cé l’ha con Berlusconi” per dire dei fedeli nei secoli…………

    Zani dedicaci un pò di attenzione, grazie!!!

  235. Giovanni Says:

    Cara Milli,comprendo il discorso,almeno credo,ma il concetto di colpa e’stato introdotto dai cristiani.Esso era completamente ignorato sia nella antica Grecia che nella repubblica Romana
    Il paradigma era la responsabilità oggettiva.Diversa nel solo diritto penale la sanzione per fatto volontario o preterintenzionale
    Tuttavia e’difficile espungere dai nostri discorsi il concetto di colpa,fortemente sedimentato non solo culturalmente ma sopratutto psicologicamente .
    La ricerca della colpa,intesa come responsabilità,e’un equivoco che serve a soggettivare e ,quindi ,a relativizzare la responsabilità
    Cosicché la colpa del beato possidente sarà sempre lievissima ,mentre quella del povero o del nemico del potere grandissima,quasi dolo
    Non è facile liberarsi dell’ipocrisia cristiana,persino nell’uso delle parole e dei concetti a cui rinviano,questo lo sappiamo.
    Il problema reale e che questi concetti cristiani condizionano il nostro agire o non agire.Insomma sono ancora “fattori della storia”
    È dunque importante che i concetti siano chiari,altrimenti ,come diceva Confucio,la giustizia non è precisa E se la giustizia non è precisa il paese non sa dove poggiare
    Del resto non è un caso che l’Italia e’ l’unico paese in cui la fonesi della lingua di Orazio e’quella ecclesiastica.
    Insomma e’tutto ancora maledettamente cristiano,ancorché sicuramente il dio dei cristiani sia morto

  236. Milli Says:

    Hai ragione. Il concetto di colpa, come noi lo conosciamo era ignoto nel mondo greco. Ho letto e sto rileggendo ‘ La morale dei Greci da Omero ad Aristotele ‘ di Adkins

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 75 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: