blog

Il blog.

La piccola decisione di aprire questo blog ha una piccola storia alle spalle. Quella di un’associazione denominata democraticiesocialisti (tutt’attaccato) e relativo sito web oggi chiuso dopo quasi quattro anni di attività. La ragione sociale dell’associazione e relativo sito s’adunava  in un’ipotesi politica parzialmente alternativa al progetto del PD. Tener insieme in una sintesi nuova e sperabilmente felice un programma di rinnovamento democratico fortemente intriso di contenuti socialisti. A questo punto mi spiego meglio. Così (forse)continuate a leggermi. D’altro canto è tutto molto semplice. Si trattava e ancor oggi si tratta di raccogliere dalla polvere la bandiera della giustizia sociale, ivi gettata in quel genocidio della sinistra italiana causato da una subalternità culturale e politica degli ex comunisti(principalmente) al dominante pensiero unico neo liberista. Cinque lustri passati a far dimenticare un peccato originale. Quello di aver militato nel partito che fu di Enrico Berlinguer. Fate attenzione chi scrive , a suo tempo, fu un pasdaran della svolta che doveva portare la sinistra italiana fuori dal comunismo. Dunque non si tratta, nell’ipotesi demo socialista, di tornare indietro ma di andare avanti criticando un passato non sempre edificante ma senza rinnegare sé stessi. Possibile? Certo che sì. A patto di non nascondere la propria incapacità ad immaginare un futuro migliore dietro la paroletta  magica del riformismo. Se non sai chi sei e dove vuoi andare facendo dimenticare da dove vieni ti definisci un riformista. E così, sotto il vestito (del riformismo) niente. Vaghe stelle dell’Orsa…. Ci stanno tutti sotto quel vestito. Da destra a sinistra. Riformista diviene così, non un esperienza storica concreta coi suoi pregi e difetti, ma solo una parola vuota,priva  di significati cogenti. Parola da niente per buoni da niente. Per gente spaesata che tira a campare. Mentre la destra incalza col suo populismo tanto rozzo quanto efficace. Un grande partito riformista non definisce un bel nulla. Come infatti accade al PD. Nè carne , né pesce. Perché mai la gente di sinistra dovrebbe ancora a lungo identificarsi in un partito senza identità? Ed è poi vero che nel terzo millennio la contrapposizione destra –sinistra ha perso di significato? Anche alla luce dell’esperienza della cosiddetta “terza via” indicata, molto tempo addietro, da Giddens e praticata da quel falso socialista di Blair (la definizione è di Loretta Napoleoni), la mia risposta è semplice: si tratta di una balla inventata da quanti si sono dimostrati incapaci di immaginare e poi tener in campo un progetto innovativo per una grande sinistra democratica e popolare. Coloro che essendo entrati una volta, per breve tempo, nella stanza dei bottoni vogliono tornarci a prezzo di ogni compromesso, accompagnato da ogni sorta di revisioni all’ingrosso. Stolti che inebriati dalla nuova, tanto attesa condizione, concepiscono ormai il riformismo come una scorciatoia per il potere senza capire che per questa via dal potere si allontanano sempre più. E’ il riformismo senza popolo della sinistra , regolarmente surclassato dal populismo, scaltro e cinico della destra. Di tutto questo e altro ancora si parlerà in questo blog. Di “quell’altro ancora”, faranno parte anche ricordi personali riguardanti il passato, recente e ormai remoto. Ricordi, si badi bene, sempre documentati da appunti redatti a caldo negli ultimi trent’anni. Massimo  rispetto delle persone che saranno di volta in volta citate. Ma senza remore. Tanto perché i giovani sappiano…

Mauro Zani.

PS.1. Naturalmente, non appena mi sarò del tutto impratichito nella gestione tecnica del blog , stabilirò delle precise regole d’accesso.  Della serie : si astengano perditempo di destra e sinistra. Intervengano pure in libertà totale quanti sono in perfetto disaccordo . Non si accettano offese gratuite indirizzati a un politico di professione. Dato che mi onoro di esserlo stato (se non vi fa schifo) facendo sempre , dico sempre, prevalere l’interesse generale sopra quello della mia parte ,che pure ho difeso in ogni avversità con tutte le mie forze. Vabbè. Vedremo.

Annunci

13 Risposte to “blog”

  1. sandro zanetti Says:

    Bentornato Mauro,e se son rose……

  2. nicoletta Says:

    Evviva, devo dire che mi sentivo un po’ orfana.
    Spero che al congresso PD di ottobre succeda quello che si sarebbe dovuto fare da subito (come dicevamo noi terza mozione): prima si decide chi siamo e cosa vogliamo fare e poi si diventa un partito.
    Chissa!?
    Comunque, grazie Mauro.

  3. Gessica Allegni Says:

    possibile sperare che con Bersani tu possa iscriverti al PD? Abbiamo bisogno di persone come te.

    • maurozani Says:

      Cara Gessica su Bersani e il PD scriverò tra breve un post.Anticipo che -come si diceva in un vecchio partito-nessuno è indispensabile. Adesso mi godo la mia sofferta libertà. In seguito non so proprio.

  4. Carlo Ranocchia Says:

    Caro Zani come commenti la notizia che Angius si è iscritto al PD. Tu cosa pensi di fare visto che qualcosa si sta muovendo in questo campo. Abbiamo bisogno certamente anche delle tue idee. A presto

  5. maurozani Says:

    Caro Ranocchia non commento più Angius. per carità di patria e perchè in fondo sono un uomo buono.

  6. maurozani Says:

    Caro Zanetti, non vedo un gran fiorire di rose in giro. A parte quelle che indefessamente coltiva mia moglie.

  7. Antonello Says:

    Bentornato, però sei stato intempestivo nel chiudere il vecchio sito. Il commento delle amministrative era un’occasione ghiotta per fare delle analisi.
    PS: ho dato un’occhiata alla ex terza mozione (periodo giurassico, sebbene siano passati solo due anni). Interessanti le convergenze contenute nelle bozze della mozione Bersani.
    Saluti e a presto

  8. maurozani Says:

    Non ho visto bozze della mozione Bersani. Tuttavia per quanto riguarda la cosiddetta forma- partito è persino ovvia la convergenza. peccato che all’epoca bersani votò per una mozione e in seguito uno statuto letteralmente demenziale. Comunque così va il mondo …

  9. Edoardo Says:

    ” Naturalmente, non appena mi sarò del tutto impratichito nella gestione tecnica del blog , stabilirò delle precise regole d’accesso.”
    A quando regole di accesso…………….

    • maurozani Says:

      Le regole sono semplici. commenti brevi. Se qualcuno vuol postare su questo blog può farlo tramite la seguente mail: zanimauro@yahoo.it. naturalmente mi riservo di accettare o meno il post. Comunque se è ben scritto difficilmente sarà moderato.per il resto accetto suggerimenti, perlatro utili ad un blogger in erba.

  10. Massimo Lenzarini Says:

    E’ qualche tempo che mi sto’ guardando intorno alla ricerca di una identità politica che mi possa rappresentare. Il PD in parte,ma si è perso per strada..
    Il movimento 5stelle, ma poca esperienza…
    La sinistra troppo nel passato..
    Vedrò cosa proporrai.. In bocca al lupo e a testa bassa, senza pora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: