Benvenuti!

Prosegue l’estate del PD. D’Alema spiega che tagliare i ponti con la tradizione dei DS e della Margherita “è stato un errore” e che tutto il marchingegno per l’elezione del segretario si rivela , addirittura “un danno per il paese.” Bersani, secondo Repubblica, fa piazza pulita della vocazione maggioritaria e rilancia l’idea di un sistema politico bipolare e non bipartitico: “ la nostra è una proposta politica che apre un discorso di alleanze..non vogliamo fare da soli” D’Alema rincara la dose: “E’ prevalsa l’idea di un partito leaderistico dove conta più il leader che gli iscritti”. Oh. Bene, bene , bene. Benvenuti,alfine, nel cuore stesso di quella terza mozione che proposi ,(e in gran parte scrissi)insieme ad altri, al congresso di scioglimento dei DS. Se tra tutt’e due aveste il coraggio della coerenza e della verità( sul mero piano della cronaca degli atti e dei fatti) dovreste cari compagni (se il termine non più v’offende) avere l’onestà di chiarire che noi avevamo ragione da vendere e voi torto marcio. Sì certo , forse avete peccato per omissione, ma voi sapete che in taluni frangenti l’omissione è peggio che un crimine: è un errore. A questo punto chapeau per Valter Veltroni che ha sostenuto una linea opposta alla vostra (silente) e alla mia (proclamata) senza mezze misure e poi si è dimesso prendendo atto di un fallimento. Voi invece siete rimasti ad aspettare sulla riva del fiume, anche quando qualcuno (segnatamente il sottoscritto più volte sull’organo semi-ufficiale dei DS, L’Unità) spiegava che far eleggere direttamente il segretario di un partito dal popolo era qualcosa di enorme: un partito democratico che assumeva , nel suo atto fondativo una procedura contraria alla prassi e alle regole di ogni regime democratico conosciuto in occidente. E avete spacciato quest’elezione diretta per un’elezione primaria. Una puttanata giustificata con un’altra. Quella secondo cui vi deve essere coincidenza tra la figura del segretario e quella del premier. Capisco la motivazione contingente. Mai più Prodi, o nel caso migliore , mai più un leader senza partito. Obama , naturalmente un partito ce l’ha ma non ne è il segretario. Ma voi eravate ancora e sempre sotto il residuo influsso di quel bugiardo (intelligente lo ammetto) di Blair che inventò il New Labour sol per uscire per sempre da tutto ciò che anche solo lontanamente ricordasse la tradizione laburista e socialista europea. Del resto gran parte del lavoro sporco l’aveva già fatto la Thacher. Al bel Tony restava solo da tirare diritto con l’aggiunta di una modica dose di capitalismo compassionevole condita con un appello (e più raramente un premio effettivo) al merito. Il famoso merito, la tanto celebrata equità, le riparatrici politiche per le pari opportunità alla partenza. Tutto per togliere di mezzo antichi e pigri pregiudizi storici e mentali: primo tra tutti il mito novecentesco della giustizia sociale che tanto sangue ha fatto versare. Adesso, di fronte ai guasti del turbo capitalismo (vecchia citazione dell’onesto conservatore Luttwak) arrivate almeno a capire, dopo tanti convegni di studio, che la logica interna (rapace) del sistema capitalistico deve essere imbrigliata, regolata, indirizzata dalla Politica? A voi , massimi esponenti di un partito democratico , non viene in mente che la democrazia è stata inventata per questo? E che al punto in cui siamo, nel mondo, e anche in ogni singola società sviluppata dell’occidente bisogna por mano, con urgenza, a politiche neokeynesiane, oltre lo stato assistenziale d’impronta bismarkiana e oltre il liberismo cialtrone che ha dominato un buon quarto del novecento? Sì. Certo voi sapete tutto , tutto questo ed altro. Molto altro ancora. Ma non basta. Un politico deve anche scegliere. Sfrondare col machete , dividere nettamente , nel linguaggio e nei fatti, non dico il bene dal male, ma almeno la realtà dalla propaganda. Fare piazza pulita sì. Da tutta la sofisticata paccottiglia riformista con la quale ci si è trastullati mentre la parte avversa procedeva a cambiare in concreto,(col banditismo economico e finanziario ) le logiche dello sviluppo globale. Cominciare a pensare ad una riforma del capitalismo reale, con la Democrazia. Tale è lo sfondo e , ad un tempo, l’orizzonte entro il quale assume un senso storico la nascita (la rinascita) di un partito democratico. Vabbè, quando e se rinascerete se ne potrà riparlare. Non con me che non conta nulla. Ma con tutta quella moltitudine di persone, spesso giovani che , nel deserto della sinistra sbarcano il lunario con fatica, a volte con motivato cinismo, senza un grammo di fiducia in un futuro possibile. Spazi siderali separano attualmente , tutti voi,(e anch’io) cari compagni, da tutti costoro. Ah. Infine, è giusto ritornare ad una sana politica di alleanze . Non concepisco la politica senza alleanze. Alleanze con partiti e con settori della società. Per farle però è necessaria un’identità chiara , forte e riconoscibile. E smettere di voler essere amici di tutti. L’amico di tutti è , per definizione, inaffidabile per tutti. Lo si vota , a volte. Come male minore. Poi si smette anche di votarlo.

Annunci

4 Risposte to “Benvenuti!”

  1. jaia Says:

    domanda: non hanno deciso di venire allo scoperto (per così dire) troppo tardi? non mi pare ci sia più niente da recuperare, tanto è vero, se è vero, e a me pare se non vero certamente credibile, che se la mossa del cavallo per uscire dall’amgolo è nascondersi dietro a casini candidato premier, tanto vale dicessero con onestà ci siao sbagliati. è stata una minchiata. resettiamo tutto.
    che tristezza….

    • maurozani Says:

      Non credo che la mossa del cavallo sia Casini candidato premier. Bersani non mi sembra persona incline al suicidio. In questo momento sta cercando di recuperare,con non poca abilità, sul piano dell’identità e del progetto. Lo fa per vincere il congresso? Anche. Ma c’è sotto una riflessione critica che fa proprie ,pari pari, gli argomenti principali della ex terza mozione. Ma, dato che venti mesi addietro stavano tutti muti come pesci in un barile è purtroppo lecito pensare che dopo il congresso…passata la festa ,gabbato lo santo.Comunque è giusto attendere ancora gli eventi, peraltro prossimi, prima di esprimere una valutazione definitiva.
      Per adesso il tempo si sta dimostrando galantuomo con quanti condussero, in buona fede, una battaglia di minoranza.Si tratta di vedere se nel PD sono rimasti dei galantuomini disposti ad ammetterlo e riconoscerlo. Fino ad allora qui sono. Qui resto.

  2. sergio caserta Says:

    caro Zani, ovviamente condivido le tue critiche a D’alema ed alle incongruenze anche della mozione proposta da Bersani, mi chiedo:siccome non si fanno le nozze con i fichi secchi e non si può coniugare la pretesa affermazione di una democrazia maggioritaria con un partito democratico da “rottamare”, non sarebbe finalmente venuta l’ora che coloro che vorrebbero una sinistra seria, democratica e socialista, cominciassero a discuterne seriamente insieme, prescindendo dalle appartenenze, dalle scelte diverse compiute nel tempo, dagli “odi di partito” cc.?, in questo senso non trovo di meglio che segnalarti la splendidamente lucida, intervista a Luigi Ferrajoli su Liberazione del 31 luglio scorso, se non l’hai letta e mi dici come mandarla te la spedisco, non credo di avere il tuo indirizzo
    a presto
    sergio

  3. maurozani Says:

    me la puoi inviare a “zanimauro@yahoo.it.”
    Per il resto possiamo sempre discutere seriamente.Anzi è auspicabile che ciò accada. Mancano però i presupposti “storici” attualmente per costituire un’alternativa al PD. Senza un cambiamento di rotta nel PD c’è ben poco da fare. Almeno in un’ottica non dichiaratamente minoritaria. E, se devo essere minoritario, allora me ne sto per conto mio. Anche se non è il massimo cui aspirare. Infatti avevo costituito un’associazione. L’ho sciolta per mancanza d’interesse dei soci.E, del resto , ho potuto notare una sostanziale incosistenza politica della “sinistra democratica” bolognese. Non vedo un grande interesse a riflettere e discutere per incalzare seriamente il PD. Tralascio altre considerazioni..per il momento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: