Bersani o salto nel buio

Il congresso, sotto forma di convention, c’è stato. Adesso si valuta l’applausometro che avrebbe tributato il successo a Franceschini. Quindi avanti verso le cosiddette primarie. All’apparenza la faccenda s’ingarbuglia. Dovesse succedere il peggio con una vittoria di Franceschini basata sul voto degli elettori contrapposto a quello degli iscritti, il partito nuovo imploderà inevitabilmente in forma di una magnifica catastrofe. Almeno così a me pare. Si attendono ben tre milioni di elettori. Probabile che ci saranno. Una parte non irrilevante dei partecipanti si recherà alle “urne” sull’onda dell’entusiasmo –non so quanto residuo- per una tal forma di democrazia diretta, unica sull’orbe terracqueo, in base alla quale il segretario di un partito viene eletto da quanti si dichiarano, sui due piedi e sul momento, elettori del partito stesso. Non sono elezioni primarie in vista di quelle vere: sono votazioni. Bah. Dicono che in futuro bisognerà allestire un apposito registro degli elettori . Come negli USA. Non importa se quel sistema politico non ha niente a che vedere con L’Italia e l’Europa. Non dicono, infatti che negli USA quel registro viene istituito dai partiti e depositato presso un’autorità pubblica, ad esempio presso le amministrazioni locali. Io stesso ebbi occasione –orsono ormai molti anni addietro- di accompagnare un elettore repubblicano ad iscriversi al registro elettorale nella città di Lincoln in Nebraska, il quale pronunciò addirittura una formula di giuramento a far fede delle sue intenzioni e convinzioni. Sia come sia, le primarie domestiche si svolgeranno in modo piuttosto diverso. Non a caso c’è chi le ha bollate come “democrazia del passante”. Ebbene molti di questi eventuali passanti esprimeranno la loro preferenza in modo spontaneo , libero da vincoli di sorta e presumibilmente sulla base di stati d’animo e convinzioni almeno in parte contingenti. Anche perché, nella fattispecie, non è poi così semplice per tutti discernere tra i programmi dei vari candidati. E poi, alla successiva prova dei fatti,quanto vale davvero un programma? Se devo scegliere tra la definizione di Berlusconi come “omminicchio” (vedi alla voce Leonardo Sciascia) o come personaggio da “Pulp Fiction” (vedi alla voce Quentin Tarantino) provo un certo imbarazzo. In effetti la prima, di Franceschini, è più ficcante e politicamente offensiva in quanto evoca quantomeno antichi retaggi, ricatti e comunque milieu mafiosi , mentre la seconda, di Bersani è più attuale e moderna richiamando (mia libera immaginazione) la figura del cinico signor Wolf ,il risolutore di qualsiasi problema impersonato magistralmente da Harvey Keitel, il quale peraltro ricordava vagamente, all’epoca, il Berlusca di oggi quando fa la faccia cattiva. Vedremo. Tuttavia , al netto degli elettori spontanei, invaghiti del Grande Progetto del Partito Nuovo, (una ragazza ha detto ai tiggì: sono nata col PD), resta determinante nell’evento del 25 prossimo il fattore organizzazione. Non c’è dubbio che Bersani parte svantaggiato nell’elettorato spontaneo freneticamente mobilitato da Fassino(cosa mi tocca di vedere!), ma se –come sembra- può contare sull’endorsement della CGIL le cose cambiano. E di molto. Andate a vedere quanti erano gli elettori mobilitati capillarmente dallo SPI-CGIL nelle scorse primarie ed avrete la misura della vittoria annunciata di Bersani. Paradossale che la sorte del partito nuovo dipenda dal voto dei pensionati . Ma, d’altro canto non stravinse così la mozione Veltroni al congresso di scioglimento dei DS? Il dominus resta Guglielmo Epifani. Se fa sul serio non c’è spontaneismo che tenga. Viceversa, mi spiace per Franceschini, che tutto sommato non se lo merita, il PD si appresta a spiccare un bel salto nel buio. In ogni caso , non son cose belle da vedere mentre il Conducator si appresta a condurre l’offensiva finale contro l’indipendenza della magistratura e a varare il presidenzialismo entro il 2013.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: