Lodo Napolitano?

Secondo me i ragazzi del PD non ci stanno. Con la testa, intendo.
Si sono, infatti, convinti della necessità di presentare emendamenti al lodo Alfano dando per scontato l’esito di una battaglia ancora tutta da combattere.
Se , infatti il progetto del governo è quello di procedere ad una modifica costituzionale è evidente, che non ottenendo la maggioranza dei due terzi, si potrà procedere a referendum popolare. Il brodo in questo modo si allunga. Oltre le esigenze spazio-temporali di Berlusconi.
E , francamente, non si vede altro modo per bloccare l’ulteriore porcata se non quello di chiedere aiuto agli elettori dato che in parlamento non ci sono i voti.

Sfiducia negli italiani? Sondaggi che corroborano tale sfiducia? Forse. O forse , una volta ancora si ha paura d’aver coraggio, investendo sulla possibilità che gli elettori respingano l’impunità richiesta dall’attuale capo del governo.

Ma non basta. Da quella via, il PD ha presentato un emendamento su misura per il Presidente della Repubblica: “Al di fuori dei casi previsti dall’Art 90 della Costituzione (alto tradimento e attentato alla stessa Costituzione), il Presidente della Repubblica, durante il suo mandato, non può esser perseguito per violazioni alla legge penale”.
E con ciò s’accetta di fatto, di fronte all’opinione pubblica, la logica del lodo Alfano. E, anzi si propone, obiettivamente, uno scambio.
Non vedo in quale altro modo potrebbe esser intesa questa intelligentissima manovra politica. Inoltre si getta, inevitabilmente un sospetto, o quantomeno si proietta un’ombra sulla figura di un uomo come Napolitano. C’è da credere che la destra c’inzupperà il suo pane quotidiano.

Sulla sfiducia. Se non si è convinti di spuntarla in un eventuale referendum, a maggior ragione si dovrebbe tenere in un angolo della testolina la possibilità che un bel giorno(si fa per dire) sia proprio Berlusconi a beneficiare dell’emendamento oggi proposto dal PD. Becchi e bastonati.
O no?

Nel merito. Ma davvero si considera giusto che, sia pur durante l’esercizio del proprio mandato, un Presidente della Repubblica non possa esser sottoposto all’azione penale per reati commessi in precedenza?
Ma scusate, se ci sono stati reati è ovvio che si è clamorosamente sbagliata la scelta e che bisogna correre e di corsa ai ripari.
O no?

Mah. Un ex magistrato d’assalto (meditate gente, meditate) oggi parlamentare del PD spiega che l’emendamento in questione è parte di una più complessa strategia di riduzione del danno. Va mo’ là!
Dice che hanno presentato anche emendamenti che coprono il Presidente da eventuali attacchi di magistrati politicizzati tramite una votazione a maggioranza dei due terzi.
Bravo. Bastava questa semplice e comprensibile idea. Uno sbarramento di garanzia più che sufficiente.

Solo che, caro ex magistrato, non avete i voti parlamentari per farlo passare. Un tal emendamento. E, presentandone anche un altro, come quello sopra descritto, vi esponete , inesorabilmente, ad una logica di ricatto e scambio politico.
O no?

PS. Naturalmente tutto ciò al netto degli arcana imperii della politica. Un allarme dovuto a un possibile complotto e consimili timori? Quandanche, resterebbe pur sempre il problema della comunicazione in un epoca in cui voi stessi, cari democratici, non fate altro che parlare e straparlare di trasparenza, partecipazione diretta, primarie a gogò e così via ..riformando la politica. A parole.

Annunci

3 Risposte to “Lodo Napolitano?”

  1. Maurizio Cecconi Says:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/07/06/indietro-tutta-pd-ritirato-lo-scudo-per-napolitano/37031/

  2. maurozani Says:

    Straordinario. L’emendamento oggetto del post che leggete sopra è già STATO RITIRATO DAL PD.
    Tutto è bene quel che finisce bene, come recita l’adagio.
    Resta da capire per quale strana ragione era stato prima concepito e poi presentato.
    Un bel pò di confusione , comunque.
    PS.Grazie Maurizio.

  3. maddalena piccolo Says:

    Si, i ragazzi del pd sono fuori di testa, e ora Sallusti sul Giornale può a buon diritto ironizzare sulla difesa, finchè si trattava del lodo Alfano prima maniera, dell’art.3 della Costituzione sull’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, e chiedersi (questione giustamente già posta dal Fetto Quotidiano) quali segreti nasconde Napolitano. La retromarcia delle ultime ore sa proprio di birbantelli colti con le mani nella marmellata!
    Oh pd, usque tandem abutere patientia nostra?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: