Divagazione… 1914.

Compro , qui sull’appennino un coltello da trincea austriaco insieme ad una vanghetta , in ottimo stato entrambi risalenti alla prima guerra mondiale.

La grande guerra.
Il primo mi servirà ottimamente per disossare il prosciutto, l’altra per piantare rose.

Penso alle mani che li hanno impugnati e usati. Anche nel corpo a corpo , nel fango delle trincee, giovani di vent’anni , terrorizzati a scannarsi a vicenda.

Poi m’imbatto per puro caso in lungo articolo di Saviano dal titolo : “Sarajevo, i ragazzi che scatenarono la carneficina in Europa”.
Saviano ricorda bene la sequenza degli eventi che portarono all’uccisione di Francesco Ferdinando e dell’arciduchessa Sofia, mettendo in risalto l’imperizia e l’improvvisazione tragicomica degli attentatori.

Sarebbe però utile interrogarsi, ai fini storici, sulla scarsa se non nulla vigilanza predisposta dagli organi di polizia.
Serbi e austroungarici.

Forse agli Asburgo non dispiacque l’evento ferale.
Tanto più che Francesco Ferdinando blaterava di autonomia per la Serbia.

Ancor meno dispiacque al Kaiser che infatti diede carta bianca all’Austria –Ungheria (il famoso assegno in bianco) garantendo che in caso di allargamento del conflitto avrebbe potuto contare sulla forza della Germania.
Il Reich era pronto alla guerra europea per stabilire la sua egemonia continentale e incoraggiò, di fatto, gli Asburgo a dettare alla Serbia l’ultimatum, irricevibile dato che metteva in causa in modo radicale la sovranità nazionale.
Viene in mente, pour cause, che molti decenni più tardi un ultimatum somigliante come una goccia d’acqua a quello del 1914 fu ridettato alla Serbia dalla Nato.

E fu guerra .

Ricorda lo storico inglese Max Hastings , seppur a volo d’uccello che : “la crisi europea si sovrappose a una turbolenza interna. I problemi del mondo del lavoro, che si manifestavano in diversi scioperi, mettevano in allarme il governo di Berlino così come problemi simili altrove spingevano francesi , inglesi e russi a temere per la stabilità sociale”.

Già .

Qui sta una delle cause, tutt’altro che secondaria, del grande macello della gioventù europea.

L’appello al nazionalismo ebbe rapidamente la meglio ovunque sul conflitto sociale.

Sigmund Freud: “ Forse per la prima volta in trent’anni mi sento davvero austriaco, vorrei dare un’altra possibilità a questo impero, nel quale avevo così poca speranza. L’umore è eccellente ovunque. Una scelta coraggiosa ha avuto un effetto liberatorio.”

Wittgenstein era addirittura entusiasta del come lo avevano cortesemente accolto da volontario gli arruolatori austriaci salvo poi trovare la compagnia dei marinai non solo sgradevole ma addirittura repellente: “miserabili porci”.
Gente del popolo insomma.

Dal canto loro Le industrie tessili Courtaulds ,tanto per mettersi avanti coi lavori , pubblicizzarono un tipo di crespo nero impermeabile “adatto ad un lutto elegante”.

In Francia dominava ovunque l’union sacrèe mentre già nel Belgio neutrale le truppe degli imperi centrali si abbandonavano al saccheggio e allo stermino indiscriminato dei civili.
Circa , vado a memoria, 7000 civili massacrati nelle prime due settimane di guerra.
Vizietto che si ripropose all’ennesima potenza genocida nella seconda guerra mondiale.
Qualcosa di più di un effetto collaterale.

Una voce contraria, tra le non molte, quella di Bernard Shaw che invitava i soldati di entrambi gli schieramenti a sparare ai propri ufficiali e tornarsene a casa.

Comunque dopo milioni di morti venne la pace.
Il conflitto sociale riprese.
Trionfarono in Europa fascismo e nazismo che al conflitto risposero con il welfare di guerra che ottenne un vasto consenso.
E non sempre passivo.

Adesso le guerre col sangue, si combattono altrove, per interposte persone mentre il conflitto sociale sembra soffocare sotto la coltre sempre più pesante e ingannevole della guerra di religione.

In Europa, regna la pace.

Unica fortuna.
Peraltro costruita dalla politica d’antan.
Insomma quando la politica godeva ancora di relativi margini di autonomia.

E’ pur vero che dopo la rottura dello storico asse franco – tedesco, il progetto dell’Unione europea appare come un cadavere insepolto.

Ma la pace resta garantita.
Fiumi di sangue hanno immunizzato gli europei.

Domina , nella post democrazia, un pacifico quarto Reich economico nell’ambito di un Unione Europea che nessuno saprebbe definire ,sotto il profilo istituzionale, anche solo con accettabile approssimazione.

A dimostrazione che gli ottimisti teorici del superamento dello stato-nazione nell’epoca della globalizzazione hanno venduto anzitempo la pelle dell’orso.

E così bisogna andare dalla Cancelliera a mendicare un pochino di flessibilità.

Ci sarebbe anche un’altra possibilità.

L’organizzazione del conflitto sociale.
Una sua ripresa in grande stile nel cuore dell’Europa.

Cosa faticosa e resa difficile assai, non solo per l’enorme cambiamento della morfologia sociale , ma anche per l’intervento di poteri forti, retroscenici ,(come s’è scritto) capaci di manipolare abilmente l’opinione pubblica e di dar forma continua a un senso comune avverso ad ogni azione collettiva.

Non a caso prestigiose banche d’affari hanno avvertito da tempo che Costituzioni come quelle  dell’Italia, fanno ostacolo al libero dispiegarsi del libero mercato.

Pazientate.

Presto anche questo ostacolo sarà del tutto rimosso.

E in seguito sarà perfettamente inutile recarsi alle urne.

Per quanto mi riguarda.

PS. Spiegherò in dettaglio il perché presto sarà inutile  votare, non appena cioè  arriverà al suo “naturale” punto d’approdo la china, intrapresa nel 2011.

Annunci

330 Risposte to “Divagazione… 1914.”

  1. Gianni Says:

    Alla faccia del pessimismo………… Mauro questa è depressione allo stato puro…………vorrei un “aggancio” al cosa si può fare!!!
    Se tu dici che dobbiamo arrenderci non è un bel sentire!!!!

  2. maurozani Says:

    Depressione?
    Macché , solo realismo.
    Sano realismo.
    Senza del quale non si va da nessuna parte.
    Per chi ci vuol andare , naturalmente.

  3. Giovanni Says:

    Tutte le trame umane hanno un movente ma lo scopo non è mai garantito
    Uccidere un desposta nel 900 era un nobile movente ma anche un pretesto per il potere per scatenare una carneficina
    Oggi e’difficile muovere contro un potere smaterializzato ,
    perciò anche l’ingiustizia sociale non produce più un movente di lotta
    Finché si continuerà a parlare di entità inafferrabili ,ad esempio wall street,la grande finanza,i poteri forti ,l’Europa tutto resterà evanescente
    E le analisi,i discorsi ,così come i programmi ,si infrangeranno nel vuoto pneumatico del pensiero razionale
    Il nemico dell’uomo e’senz’altro un sistema,ma sempre governato da uomini in carne ed ossa
    Carne ed ossa o mulini a vento
    Non c’è una terza possibilità

    Ps non so se hai mai letto le carte del processo a Gaetano Bresci

  4. maurozani Says:

    No. Non ho letto quelle carte. Tuttavia concordo. Il movente di Princip era una cosa , altra cosa fu il connubio tra una parte dei servizi serbi e quelli asburgici che resero concretamente possibile l’attentato.

  5. Giovanni Says:

    “A ciò si aggiunge ancora la pressione, alle frontiere orientali dell’Unione, del nuovo espansionismo imperialista russo di un Putin deciso a cancellare l’89, l’anno delle rivoluzioni democratiche in paesi come la Polonia, oggi membri-chiave di Ue e Nato.”
    Questo scrive oggi 1 agosto un tale Andrea Tarquini,corrispondente de “la Repubblica” parlando dei problemi dell’Unione europea
    Mi chiedo come mai i falsi propagandistici dei giornalisti diretti a fomentare l’odio tra i popoli non siano perseguiti come crimini contro l’umanita
    Ma siccome si tratta di crimini commessi quotidiamente sarebbe il caso di reprimerle con la normativa con cui si colpisce il terrorismo

  6. Gianni Says:

    Divagazione:
    cosa pensate voi bolognesi di Germano Bulgarelli io da uomo della terra di mezzo, tutto il bene possibile!
    Ciao Germano veramente un esempio di buona e lungimirante amministrazione!!!

  7. Giovanni Says:

    È caduto l’Esarchetto
    Più per la pochezza dei suoi consigliori che per la gravità dei fatti
    In buona sostanza nella Regione non è successo nulla di comparabile con quello che è successo nel Lazio,in Lomardia,in Piemonte ecc
    Ma tant’è
    Alla fine deve esser venuto meno il sostegno di colui che a tutti dice e non dice
    Non bisogna mai far patti con i diavoli e menchemai con i …parroci

  8. roberto Says:

    Ciao Giovanni.
    E adesso? Primarie aperte o designazione dall’alto (sifa per dire)

  9. Giovanni Says:

    Niente primarie.Troppo rischiose
    Solo nominati
    Da tempo c’e un opzione sul feudo del Parroco che deve essere rispettato
    Altrimenti so cazzi

  10. Giovanni Says:

    Sarà divertente vedere cosa faranno i tre consiglieri di Sel che non hanno avuto il tempo di “riallocarsi”

  11. claudiopagani Says:

    Allora il post-Errani.
    L’opzione cosiddetta del “parroco” si riferisce a Graziano Del Rio che “udite ,udite! ” a Roma ha litigato con Renzie( come anche ,in parte RichettIi) …Certo Richetti e Bonaccini non si daranno facilmente per vinti , ma ,credo, gli emiliani saranno costretti a cercare la “mediazione” romana e ,quindi l’opzione Del Rio….( pare che Renzie vorrebbe liberarsi anche di Poletti però).
    Certo che il castello costruito dagli ex bersaniani “convertiti” e che si incardinava sul sindaco di Imola( esemplare unico di erranian-renziano) si sta rivelando un castello di carta-straccia..Che smacco per questi “poveretti” che dopo avere assentito alla prima rottamazione renziana ( pensando che fosse il giusto prezzo da pagare per mandare Perluigi a P. Ghigi ,anche in virtu del “furbo” suggerimento del Parroco) si ritrovarono con un pugno di mosche e allora pensarono di fare la “mossa del Cavallo” blindandosi in Emilia mediante conversione di massa ; ma tutto vano e ,quindi , non gli resta che “farsi dare” da Renzie qualche posto di sottogoverno locale ( utilities per esempio).
    Sic transit gloria mundi.

  12. Giovanni Says:

    Non intravedo particolari’sintonie”tra Del Reio e il Parroco
    Renzi deve coordinarsi con il Parroco
    Chi è l’uomo del Parroco?
    Tutti vorrebbero esserlo ma sarà il Parroco ad effettuare la scelta
    Le primarie sarebberero un terno al lotto
    Ad esempio,un’alleanza tra Manca,Saliera e Lucchi sarebbe sufficiente a raccogliere più preferenze di qualsiasi altro candidato
    L’unico a non essere interessato alla carica e’il sindaco di Cesena
    Tra Saliera e Manca ,la prima ha un bacino di voti vasto
    Il comprensorio di imola fa 120 abitanti

  13. claudiopagani Says:

    Il fatto che Del Rio sia stato sindaco di Reggio E. è già una buona indicazione sulle preferenze del Parroco ( senza il suo gradimento non si diventa sindaci di quella città) e quindi ripeto la mia convinzione che alla fine sarà lui con qualche chance per Richetti e il resto 0

  14. Milli Says:

    Il prescelto di Renzi o di Prodi non avrà il mio voto. Al diavolo il Pd. Questo è tutto

  15. Giovanni Says:

    Milli,ma “l’altra europa”e’pronta o si appronta a partecipare alle olimpiadi regionali”
    O lasciate campo libero al PD?

  16. Giovanni Says:

    Violante alla Corte costituzionale
    Meno male che Silvio c’é

  17. remo tedeschi Says:

    Ma come, adesso i 5 stelle,se non incontrano quei democristiani del pd ogni settimana, rischiano la depressione, intanto pare ,che la coppia litighi, .. (puntuale la crisi dei sette anni)

  18. claudiopagani Says:

    Mi sorprende molto che di discuta spesso e a lungo di politica politicante , mentre ,anche su questo blog, non si dice nulla dell’autentica pulizia etnica che lo Stato di Israele sta effettuando a Gaza!! Continuando cosi anche a Gaza si installerà “giustamente” Al Queda e ,allora, quella zona diventerà ancora + instabile.
    Su questo punto anche “l’oppositore” Grillo tace rigorosamente, mentre Renzie , uno dei principali supporter del quale è la lobby ebraica, non dedica una sola parola della sua torrenziale intervista su Il Corriere di oggi. E’ una autentica VERGOGNA in cui MAI, e sottolineo MAI , sarebbe incorso nessun primo ministro dell’Italia Repubblicana dal 1945 in poi…Sveglia compagni!

  19. Giovanni Says:

    Piu che di pulizia etnica parlerei di “strage degli innocenti”
    Persino un’orfanotrofio é stato colpito dalle bombe intelligenti di israeliane fornite dagli americani
    Chissa se l’Orfanotrofio ha ricevuto la telefonata “preventiva”di David
    Penso di no. l’obbiettivo era quello di far fuori un orfano,nipote di un Palestinese gia assassinato da “David” anni fa
    Nessuno invoca sanzioni per Israele
    Bergoglio,un mese fa,in vaticano aveva piantato un ‘alberello della pace con il Capo dello stato di quel popolo lordo di sangue degli innocenti
    E oggi anche Bergoglio tace perché dovrebbe ammettere che le parole con David non servono a nulla
    Cosa puoi pretendere dai politici italiani?
    Hai dimenticato la “bomba” con cui i servizi di David fecero saltare un’aereo dei servizi italiani per punire Craxi che si era intromesso neli piani di sterminio di David
    Ai palestinesi non resta che farsi ammazzare tutti oppure armarsi di coltelli e invaderele le terre occupate da Israele e morire combattendo
    Contro i coltelli nulla può “Iron Dome”
    Una tregua non sevirebbe a nulla perché David tornerà ad uccidere
    Al qàida, dovresti ormai averlo capito é un’entità governata dai Paesi del Golfo,uno dei tanti protettorati americani

  20. claudiopagani Says:

    Nella tua replica Giovanni , che ho apprezzato e condiviso molto, c’è pero un’inutile semplificazione.
    Al Queda nasce ,in parte , come dici tu e ,un giorno , saranno rese evidenti a tutti ,forse, le complicità dei Bush e dell’ORRENDO Blair con i sauditi…Ma oggi le cose sono un po diverse perche gli USA di Obama ,dopo la devastante crisi finanziaria( conseguenza anche della guerra iraqena) hanno una grande voglia di disimpegno da quel teatro ( e forse vorrebbero avviare una partneship con l’Iran per cogestire le crisi del vicino oriente) , e proprio ,per questo il macellaio Nethaniau, in combinato con l’ala di Hamas + vicina ad Alqueda) cerca di rendere impossibile questo esito che renderebbe meno centrale Israele.; se poi, dopo Obama ,tornasse in America una linea tipo Bush, il gioco sarebbe fatto.
    E’ del tutto irrilevante ,purtroppo come sempre, il ruolo dell’Europa che invece avrebbe un preciso interesse strategico a tornare ad essere un vero mediatore tra le parti. Se poi pensiamo che l’italia renziana propone per il ruolo di ministro degli Esteri l’inesperta e molto condizionata dalla lobby israeliana, ma soprattutto fan renziana Mogherini, il ruolo europeo diventerà ancora + marginale,…

  21. remo tedeschi Says:

    Mah, l’altro giorno, una donna di Gaza, seduta sulle macerie, non smadonnava solo contro Israele, ne aveva anche per i “suoi” politici,
    e con evidenti ragioni, gli basterebbe una vita fatta di concordia, è troppo? …diceva.

  22. Giovanni Says:

    La “Concordia” di Schettino?

  23. Giovanni Says:

    Purtroppo,al di la’ della sua presunta volontà di disimpegno,Obama ha appoggiato le guerre distruttive in Libia e Siria non ascrivibili certamente a Bush,per non parlare del ruolo giocato dagli USA nel Golpe in Ucraina
    I fatti dunque ci dicono che la guerra distruttiva e’il mezzo politico che accomuna Israele e USA per mantenere il dominio del mondo
    Forse,la moderazione Russa e’un po’ eccessiva
    Nel 2008 avrebbe dovuto affondare in Georgia dove la guerra inizio con una grande strage di civili con l’appoggio in uomini e mezzi di Israele e USA

  24. Giovanni Says:

    Aggiungo che la tregua sarà raggiunta a Gaza quando saranno stati uccisi 299 palestinesi
    Uno e’gia stato bruciato vivo dai coloni

    • remo tedeschi Says:

      anche hamas non scherza, facile scannare tre ragazzini.

      • Giovanni Says:

        I tre ragazzini non sono stati scannati da Hamas,bensi da un Clan originario del Golan.
        Si é trattato di una feroce ritorsione da parte dei resti di una famiglia praticamente sterminata da David nel corso degli ultimi ventanni anni
        Ma questa vicenda non potevi conoscela perche per la stampa italiana tutte le ” vacche sono nere”

  25. claudiopagani Says:

    Se sono tutti “cattivi” non c’è niente da fare ,caro Giovanni, se non aspettare che Israele abbia compiuto la sua “missione” , lanciando forme ,da parte nostra, sempre + radicali proteste verbali che non limitano minimamente, la drammatica sofferenza del popolo palestinese! E ,comunque, volendo cercare una soluzione politica (per quanto improbabile) gli unici che possono IMPORRE una pace ,per quanto precaria, sono gli USA in combinazione con l’Iran e , magari, URSS e con ,in ruolo + defilato, la Cina. Certo Obama è ormai un’anatra zoppa ,con un consenso popolare bassissimo, ma confonderlo con Bush è un errore politico e condannarsi RIPETO all’inazione rumorosa a parole:Purtroppo questo è lo spirito del tempo FEROCEMENTE contrario alla politica che ,quando è buona politica, è l’unico strumento in mano ai deboli, popoli e individui, per limitare lo strapotere dei veri poteri forti. IO ,testardamente, continuo a volere fare politica…

  26. Milli Says:

    http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=13310
    Affari ed armamenti

  27. remo tedeschi Says:

    Comunque, sul medio-oriente,possiamo prendere cantonate tutti.
    un esempio? la destra di M.Begin negli anni 70 vide con favore la costituzione di gruppi palestinesi in antagonismo alla olp, nacque così Hamas, anche con risorse finanziarie israeliane, e allora?

  28. Milli Says:

    http://www.mainfatti.it/Striscia-di-Gaza/Rete-Italiana-per-il-Disarmo-governo-e-UE-sospendano-invio-armi-a-Israele_066210033.htm

    Divagazione…2014

  29. Giovanni Says:

    Maggior generale nell’esercito prussiano, Carl von Clausewitz ha elaborato la teoria moderna secondo cui “La guerra non è che la continuazione della politica con altri mezzi. La guerra non è dunque, solamente un atto politico, ma un vero strumento della politica, un seguito del procedimento politico, una sua continuazione con altri mezzi.».
    Diversamente David conosce soltanto la guerra come atto politico. Di qui nasce un’asimmetria tra cultura europea di origine greco-romana e quella giudaica
    Infatti,una breve rilettura del vecchio testamento,la bibbia odierna di David, ti convincerà che l’unico atto politico che conoscono gli israeliani è la guerra
    Perciò tra Europa e Israele può esserci soltanto un dialogo tra sordi
    C’è stato un tempo in cui Israele per ragioni di forza maggiore ha accettato la via della politica con gli accordi di Camp David.Ma sappiamo com’è finita
    Arafat è stato avvelenato dopo un lungo assedio e l’Olp ha cessato di essere un ‘entita politica e militare.
    Per il vero tale processo era iniziato con il settembre nero e proseguito con la caccia in Libano e Tunisia
    Sharon ha completato l’opera trasformando Gaza in un campo di concentramento per annientare progressivamente il popolo palestinese nella striscia
    Nel resto della Palestina il lavoro sporco è lasciato ai Coloni,spalleggiati dall’esercito di David:nuovi insediamenti,vessazioni quotidiane,acquisto delle abitazioni dei palestinesi costretti alla fuga
    Un programma di lunga durata,lenta ma inesorabile,agevolata dalla distruzione degli stati arabi confinanti
    Tutto questo è la politica di uno Stato che non è disposto a dividera terra o convivere con altri popoli
    Due stati e due popoli in Palestina?
    Una grande ipocrisia
    David vuole tutto ad ogni costo. Se ne frega delle parole ,delle mediazioni,passa sempre alle vie di fatto,cioè all’eliminazione fisica dell’Altro
    Potremmo parlare delle responsabilità della Francia che negli anni sessanta,con l’assenso degli americani ,forni ad Israele la tecnologia per costruire 500 bombe atomiche oppure dell’incondizionato appoggio americano,a prescindere dal presidente di turno
    Ma la mera denuncia,senza una presa di coscienza collettiva,che porti ad un ripudio globale delle pratiche di sterminio ad opera di uno “Stato di diritto”,non condurrà a nulla

  30. claudiopagani Says:

    Non è affatto vero che l’occidente ,ed in particolare l’Europa, non possono fare nulla per favorire un vero processo di pace nel vicino oriente; solo 2 esempi
    1) negli anni 60-70 Aldo Moro fu veramente equivicino a Israele e Palestinesi (anche per assicurare gli approvigionamenti petroliferi) e si rifiuto di consegnare i “territoristi ” palestinesi ; questo diede talmente fastidio a ISRAELE che é ormai abbastanza assodato che il Mossad diede molte e importanti coperture ai cosiddetti brigatisti
    2) nel 2006 quando scoppiò una guerra che nelle intenzioni di Israele doveva essere “di annientamento ” di Hezbollah in Libano ,il governo italiano dell’epoca ,su impulso di Prodi e D’Alema, diede vita all’operazione Unifil ,contro enormi resistenze ,comprese quelle della Francia di Chirac; Unifil, costrinse Israele a sospendere la mattanza , con grande smacco di quello stato che,infatti , da allora ha messo nel mirino il terrorista “D’Alema” motivo non ultimo dell’impossibilità per Renzi di mandarlo in Europa visto che nel gruppo di potere attorno a lui è molto forte la Lobby Ebraica , da sempre molto vicina alla Massoneria fiorentina ( tra cui Verdini).Certo ,in futuro , con il predominio di Renzie non saranno + possibili le prove di indipedenza del governo italiano ,di cui ai 2 casi sopra ( e aggiungerei il Craxi di Sigonella).
    Certo se siamo nella notte in cui “tutte le vacche sono nere” allora ogni azione politica è preclusa e al popolo palestinese non resta che o perire oppure darsi al terrorismo vero ,come sta avvenendo in Siria e in Iraq con Isis…

  31. Giovanni Says:

    Claudio,ne e passata di acqua sotto i ponti
    Ti ho gia rammentato che il Mossad fece saltare un’aeroplano dei servizi italiani come avvertimento alle politiche “equidistanti” dei politici italiani
    La mattanza su Beirut nel 2006,fu una risposta israeliana alla sostanziale sconfitta militare sul terreno subita da israele ad oprea di Herzbollah
    L’Unifil si trova in Libano per proteggere Israele.
    In ogni caso,il Libano non é più un’obbiettivo di David
    Sharon,aveva portato a termine il suo lavoro in Libano nel settembre del 1982,ventiquattro anni prima

  32. Milli Says:

    http://www.infopal.it/gaza-il-gas-nel-mirino/

    Ci si meraviglia che la Farnesina non abbia nulla da dire sulle stragi a Gaza. Perché mai disturbare Israele che tanto ha fatto e fa per Renzi? O no? Certo il gas puzza assai. Non è mica denaro

  33. remo tedeschi Says:

    La gente di Israele,e di Gaza, sono governate da irresponsabili , che se ne sbattono altamente di chi soffre, mi piacerebbe, vedere i giovani laburisti di Israele assieme ai giovani palestinesi, manifestare . Sarebbe l’unica mossa che può mandare a casa fascisti d’Israele e fanatici di Allah.
    intanto la sinistra europea , dorme, la nostra è preoccupata dalla riforma(?) del senato. e dal destino della Mogherini.

  34. Giovanni Says:

    Opposti estremismi?
    Un vecchio modulo per giustificare i carnefici nazifasciti che si ispirano agli insegnamenti della Torah

  35. Giovanni Says:

    “strage degli innocenti”.
    Si uccidono deliberatamente i bambini mentre giocano e poi …si chiede scusa
    Sarebbe opportuno per chi scrive su questo Blog ricordarsi cos’é la pudicizia

  36. remo tedeschi Says:

    Hamas, è collegata ai fratelli musulmani, sappiamo qual è la cultura umanistica degli stessi, alla faccia della pudicizia,( nessuna lezione.)
    Parlo di Laburisti, non del Likud, ricordiamoci come è morto Rabin.
    Poi, oltre 800 persone sono morte nei bus israeliani, andavano a scuola e al lavoro, ci sono criminali a Gaza e a Gerulasemme, mettila come vuoi.

  37. maurozani Says:

    Mi son astenuto fino a qui dall’intervenire.
    Né scriverò quel post che da qualche parte mi è stato chiesto.
    La ragione è molto semplice.
    La causa palestinese è persa da ormai molto tempo.
    Il governo israeliano, anzi lo stato d’Israele, ha deciso.
    Non cambierà idea.
    E’ troppo chiaro ciò che sta avvenendo.
    Quel pezzo di terra che corrisponde alla Striscia di Gaza è già oggi un carcere di massima sicurezza a cielo aperto.
    E da quel cielo cadono bombe e scorrazzano droni pronti all’omicidio extragiudiziale.
    Ai pochi palestinesi che non si rassegnano a divenire lavoro servile sotto rigida amministrazione israeliana, resta solo l’alternativa di un esasperato e disperato terrorismo guidato dai fondamentalisti islamici.
    Con ogni probabilità, sarà un terrorismo di piccoli gruppi contro “il nemico lontano”, non guidato da Hamas alle prese con il “nemico vicino”, ma dai jihadisti sunniti sparsi in tutto il mondo islamista.
    Insomma la causa palestinese è perduta.
    Le chiacchiere dell’Europa e del quartetto non servono a nulla.
    Conta la forza.
    E la sproporzione è semplicemente enorme , non colmabile dopo la fine della guerra fredda.

    “Due popoli , due stati” è solo una decrepita e ipocrita litania recitata da una politica imbelle.

    E spesso complice.

    L’estinzione progressiva dell’idea stessa di uno stato palestinese ha proceduto a ritmo serrato negli ultimi due decenni insieme al furto di terra da parte della colonizzazione.

    Indietro non si torna.

  38. claudiopagani Says:

    D’accordissimo con te ,caro Mauro.
    Tuttavia nel nuovo massacro di Gaza c’è una novità che trovo assolutamente ributtante e vomitevole: Il governo italiano ,nella persona del suo presidente del Consiglio , non ha fatto UNA UNA sola dichiarazione di esecrazione dell’orribile mattanza ( pur rimarcando il diritto all’esistenza di Israele). Mai dico mai nessun governo nella storia della Repubblica aveva assunto un atteggiamento simile!! Ribadisco si tratta di una VERGOGNA ,visto che comunque il governo italiano ci rappresenta all’estero.
    E dire che il governo PRETENDE di mandare una giovane ministra a rappresentare gli interessi di tutti gli europei! Siamo proprio caduti in basso , e non è una affermazione politica polemica!!

  39. maurozani Says:

    Claudio, il paraculo sta in Africa forse per ricordare l’antica promessa del giovane Wolter.

  40. Giovanni Says:

    Se Renzi tace,vuol dire che non condivide la strage in Israele
    Diversamente Kerry dice che Israele ha diritto di fare quello che sta facendo
    Oggi gli giudei hanno “passato per il fuoco”70 bambini
    Neppure i talebani di Omar hanno uccisi bambini in modo premeditato
    Il piano di Israele e’chiaro:se uccidiamo i bambini i palestinesi non potranno riprodursi e il problema e’risolto per sempre
    In termini rovesciati vogliono applicare il metodo cui fu costretto il figlio di Vespasiano che distrusse Gerusalemme
    Anche in quelle desolate terre Roma aveva costruito strade acquedotti,mercati ecc.,ma i giudei non volevano pagare le tasse
    I sacerdoti israeliani avevano a cuore soltanto il business nel Tempio ed erano contrari a qualsiasi diversa cultura
    Da allora ,i pastori israeliani continuano a ragionare con la stessa testa,allo stesso modo di Kerry che parla e pensa come un mandriano del Texas
    Avevano pianificato persino l’eliminazione di Putin
    Putin rappresenta una vera minaccia per l’impero del male
    Pensate,era di ritorno dal summit dei Brics,nel corso del quale e’stato fondato una banca per i paesi in via di sviluppo con una dotazione iniziale di 100 miliardi
    La banca avrà sede a Shanghai e tra due o tre anni soppianterà la FMI e la Banca Mondiale
    Sud America ,Africa e Oriente sapranno dove rivolgersi
    L’Europa di Merkel deve decidere se stare al carro dei pazzi o al centro del mondo che verrà
    Tuttavia sappiamo tutti che il nuovo equilibrio e’gravido di pericoli per il genere umano,perché gli americani,come gli israeliani,non accettano di perdere di perdere il dominio globale

    • claudiopagani Says:

      Caro Giovanni il tuo antiebraismo “antropologico e storico non mi convince e mi pare un tantino razzista e lombrosiano. Io ,che credo alla politica, penso tutto il male possibile della politica attuale dello stato di Israele e penso che quella politica aggressiva sia frutto ,anche , del ricatto che la lobby ebraica esercita sul parlamento e sui governanti USA ( pecunia non olet), portando gli USA ad un appeasement dannoso per gli stessi veri interessi strategici americani generando odio gratuito in tutti i popoli musulmani ,foriero di nuove guerre sempre + difficili da sostenere economicamente. Penso ,anche, che ci sia una grave responsabilità del governo russo che ,a differenza del passato, non dice nulla su Gaza lasciando i palestinesi ancora + soli , tutti impegnati a sostenere Assad nella mattanza siriana. Penso che anche l’Europa, con la sua assenza , sia la + colpevole nell’avere lasciato mano libera a Nethaniau , contraddicendo tutti i principi giudaico -cristiano su cui sostiene di fondarsi ( en passant Renzi non è che disapprova con il silenzio africano è che proprio non ha un’idea di politica estera in compagnia del suo “illustre ministro”). E ‘ proprio in questo quadro di grave e colpevole assenza di politica che ha campo libero la tracotanza di Nethaniau, e non nella storia ideologica dell’ebraismo( pensiero assurdo per la mia cultura pervicacemente marxiana)..
      Quanto a Putin non lo considero affatto il “principe delle tenebre” , ma sta facendo errori dovuti alla sproporzione tra le sue ambizioni e la pochezza dell’attuale assetto economico -militare -industriale ( dopo anni di crescita l’ economia russa è in difficoltà).
      Un suggerimento ,infine , all’amico Remo ; capisco che tu faccia fatica a pensare Putin facitore di pace , ma il dramma è che NESSUNO dei principali attori dello scenario globale lo è ,anche i capi dei cosiddetti “stati democratici” e questa è una tragedia foriera di ulteriori e + gravi tragedie in uno scenario globale di drammatico disordine ( mentre il capo del governo italiano è tutto impegnato a “rifilare” Mogherini all’Europa)

  41. Remo Tedeschi Says:

    Proverò a considerare Putin messaggero di pace e progresso, giuro che lo farò, mi accompagna qualche dubbio, ma chissà!

  42. claudiopagani Says:

    Napolitano , e non sono contento di dirlo, sta veramente superando ogni limite di decenza nella difesa delle cosiddette “riforme istituzionali” di Renzi/Boschi. In realtà ha fatto + danni lui alla cosiddetta “sinistra del PD” che Renzi ( a partire dall’incarico a Monti)! Mi pare la pura e semplice verità

  43. Giovanni Says:

    Claudio,quali sono le similitudini e le differenze tra quanto succede in Palestina e in Ucraina?
    Lungi da me l’idea di distinguere i popoli su base”razziali”
    Per me ciò che conta sono usi,costumi e comportamenti di un popolo su un determinato territori che fa la differenza
    In Germania gli ebrei hanno espresso il meglio della cultura umanistica che fonda le sue basi sulla cultura greco romana
    Il contributo degli ebrei nella rivoluzione russa del 1917 e’stato quello di fornire gli uomini più intelligenti e appassionati
    Ma gli ebrei israeliani o meglio quelli che issano il vessillo di David sono uomini primitivi,che praticano l’odio,la vendetta ,gli omicidi ed ogni altra nefandezza,beninteso nel rispetto delle antiche scritture e oltre
    Quanto a Putin,non ha commesso alcun errore
    Anzi,proprio perché non ne ha commesso e’stato abbattuto il Boeing
    I fascisti e gli Usa sanno che Il regime fantoccio di Kiev non supererà l’inverno
    Perciò vorrebbero spaventare la Russia con la retorica delle sanzioni
    Sono storicamente,militarmente e politicamente degli analfabeti
    Ricorderai che gli americani hanno abbattuto sul Golfo Persico un Airbus 300(trecento morti)
    Nel 2003 Kiev h a abbattuto un Tupolev(80 morti)
    Poi ci sarebbe anche la nostra Ustica,coperta dal segreto dei nostri lacchè e dalle reticenze degli “Alleati”
    E si deve anche ricordare che nel 2008 i fascisti di Kiev regalo alla Georgia un “Buka”per contrastare la risposta Russa
    Dunque,sulla linea del fronte sono ricorrenti le provocazioni e le messe in scena
    Dei civili massacrati,esodati,non frega nulla alle cancellerie europee e men che meno agli americani,reduci della gloriosa guerra nel Vietnam,dove e’stato compiuto l’ultimo,ma non ultimo grande genocidio
    Tuttavia,Se non sarà ucciso,Putin salverà l’indipendenza e la libertà del suo popolo
    L’Europa e l’America non sono il mondo e la guerra fredda non può tornare
    Per la Palestina,invece,non c’è speranza
    Non siamo all’epilogo ma quasi
    A chi è credente non resta che pregare
    Io avverto immenso dolore e pietà per i poveri palestinesi,siriani,iraqeni,libici e ucraini

  44. Giovanni Says:

    Napolitano viene da lontano
    Quando non ci sarà più potrai rileggere l’autunno del patriarca

  45. remo tedeschi Says:

    Il 17/luglio dissi che se in campo ci sono destra israeliana e fanatici di allah, l’unica cosa che salta fuori è la guerra, qualcuno ha detto che è la solita menata degli opposti estremismi.
    Ieri Yehoshua, oggi, N. Englader entrambi noti intellettuali israeliani dicono la stessa cosa, quindi non sbagliavo di molto.
    Sulle questioni nostrane, per me la fronda pseudo-sx pd sulle questioni istituzionali , (dopo che nelle assemblee interne è passata ampiamente la linea Renzi non ha molto senso.
    piuttosto la sx-pd dovrebbe (a mio parere) impegnarsi per la patrimoniale abbozzata da Barca,(400 m.rdi.) l’unica strada per investire per il lavoro sia pubblico (enti locali come imprenditori, che privato con incentivi, ecco qui vorrei sentire Cuperlo e soci, il senato può attendere.

  46. remo tedeschi Says:

    Strano… per una vita credevo che ,quando si parlava di governi-fantocci, si pensava a gente messa lì da poteri esterni, vedi Salò, Petain, sud-america anni 60/70 ecc, adesso che la Russia sistema gente in regioni ucraine (donesk e crimea) non lo sono più (fantocci?) anzi lo sono altri? Putin non l’ammazza nessuno, ha l’esclusiva del polonio.

  47. claudiopagani Says:

    Mi dispiace molto, Remo che tu sia diventato un “oltranzista” filo -occidentale che si beve tranquillamente le “veline” passate alla stampa dai servizi di intelligence ( in particolare la Cia , poco amichevole con il suo presidente Obama, e quello inglese da sempre il + oltranzista e “bugiardo” vedi le false prove sulle armi di distruzione di massa”). Caro Remo ,se tu fossi amico di un ex ministro giudicato troppo rosso” da alcuni governi succubi di Israele , sentiresti cose TERRIBILI sul comportamento del governo Nethaniau nei territori occupati e a Gaza e capiresti perchè se fossi un giovane palestinese con un pò di dignità saresti membro delle brigate militari di Hamas o , in modo crescente , dell’estremismo sunnita di ISIS …Sentiresti anche la vera storia di quanto sta avvenendo in Ucraina( appoggio CIA a molti neo-nazi ucraini) e di come si stia mettendo in un angolo Putin ,certamente non pacifista, ma che altrettanto certamente non può essere messo in grave difficoltà davanti ai suoi generali , senza cercare di difendersi… e nessuno meno di quell’ex ministro si è meno recato in pellegrinaggio da Putin. Caro Remo ,tu hai troppe certezze sui “buoni e sui cattivi” , mentre mai come oggi le “veline mediatiche” vengono prodotte dai servizi di intelligence e ,certamente quelli occidentali-israeliani, hanno molti + mezzi di quelli della Russia o della Cina…

  48. Giovanni Says:

    Anche Arafat e’stato ucciso dagli israeliani con …il polonio

  49. Giovanni Says:

    La moderazione di Putin e’stata fin qui davvero ammirevole perché lo sanno anche i sassi che la Russia dispone di ampie opzioni per dare all’Inghilterra e agli americani una dura lezione in Ukraina
    Se gli americani,seguiti dagli sciocchi governi di destra europei(Hollande non fa testo)continuano a rompere i coglioni,le truppe di Kiev saranno distrutte in 48 ore e così il governo fantoccio cadrà e avrà termine la politica del domino nell’Europa dell’est
    Ovviamente per Putin non è necessario alcuna invasione Basta e avanza l’uso combinato dell’aviazione e della fornitura di mezzi anticarro moderni ai russi che abitano nel Donbass
    Se la CIA ha fallito negli anni 90 e 2000,perché dovrebbe riuscire oggi ad impossessarsi per conto della NATO dell’Ucraina ?
    Si tratta semplicemente di salvare i russi dalla condizione servile in cui vivono in Estonia e nei baltici in generale,oltre ovviamente a ragioni di geopolitica
    Gli americani e gli europei in fin dei conti hanno lo stesso approccio razzista che aveva hitler con gli slavi:subumani
    Ma Stalin sapeva che il vero nemico finale sarebbero stati gli anglo-americani
    Ecco perché nel 1949,quando esplose la prima atomica russa penso che la guerra era davvero finita per il popolo russo
    Ci vuole dunque un atto di guerra per ristabilire il primato della politica
    Come diceva un commentatore politico attrezzato,l’arte della guerra ,cioè l’arte di non combattere le battaglie non funziona con i super imbecilli

  50. maurozani Says:

    Confronto interessante.
    Napolitano. Putin, etc…
    Già.
    A sto’ blog bastano un paio di persone …ergo non lo chiuderò.
    Non ancora.

    PS. Spero che aumentino ancora i lettori dei commenti.

  51. maurozani Says:

    Oggi i lettori sono solo 74. Ma su di un post scritto il 27 giugno sono tantissimi. Alla fine , circa settemila entrate. E leggono i commenti.

  52. remo tedeschi Says:

    Claudio, ci sono segnali forti di dissenso sia a Gaza e,come dice Giovanni ,da David, l’altro ieri, la polizia di Nethaniau ha duramente contrastato cittadini che avevano cartelli “Gaza libera” e tra i dirigenti hamas non tutto è liscio, debbono prevalere questi se vogliono vivere diversamente, è ovvio. chi beve le veline occidentali?
    La Cia lavorerà in Ucraina ,ma su tutto il versante Cecenia , Ossezia
    ecc, chi fa da Cia? il compagno Putin.

  53. Milli Says:

    Forse Putin aspetta il compagno inverno, poi taglierà i rifornimenti di gas e addio Kiev. Vi risulta che gli americani o i nordici riforniranno di combustibili gli ucraini? A che prezzo? Confesso di saperne poco a riguardo. Se avete informazioni battete un colpo. Ma anche la Germania e l’Italia non sarebbero ben messi. O no?

  54. claudiopagani Says:

    Allora gli USA ,dall’anno scorso, hanno raggiunto l’autosufficienza energetica ( e quindi hanno relativamente bisogno del petrolio mediorentale) , mentre gli europei si stanno comportando da autentici Tafazzisti…ma niente paura a risovere i problemi ci penseranno Mogherini/Renzi!

  55. remo tedeschi Says:

    Ritornando in provincia, Claudio, nessuna parola sul commiato di Errani, almeno l’onore delle armi? personalmente ho un rospetto non digerito, come mai Delbono, non fu contestato in primis dalla Regione? Errani sapeva? o no? ecco quella cosa lì, era sufficiente
    per andare a casa. In caso di primarie, per adesso ,valuto per il sindaco di Imola, oppure fai una lista, ci siamo .

    • claudiopagani Says:

      No ,caro Remo , nessun onore delle armi perchè Errani ,pur essendo un buon gestore, politicamente ha commesso 2 errori gravissimi che sono all’origine del fenomeno renziano
      1) avere consentito ad un terzo mandato nel 2010 ,terzo mandato che può fare un Formigoni , ma non un presidente di Centro-sinistra della civile Emilia ! Tanto è vero che proprio da quello è iniziato e si è sviluppato un profondo senso di insoddisfazione della migliore società civile che ha dato il via al fenomeno grillino ,da una parte, e al radicamento di Renzi anche in Emilia ,tramite ad esempio Matteo Richetti di cui non condivido nulla, ma che ha rappresentato l’insoddisfazione autentica anche di parte del PD, verso una gestione inutilmente continuista e sempre + sistema di potere( + nei servi sciocchi “erraniani” che nello stesso Errani, per la verità); e oggi i “candidati” Bonaccini e Daniele Manca( un caso unico di renzian-erraniano) rappresentano il peggior trsformismo all’emiliana , guarda caso entrambi “costole” purissime dell’erranismo.
      2) Essere stato la vera “mente “politica ” del Bersani segretario ( come se la “scienza politica” si trasmettesse dal suo antico capo MDA per vicinanza!!!); non starò a ripetere l’elenco dei tanti veri e propri “misfatti politici” ,che ho già fatto proprio in questo blog, ma almeno mi sia consentito di ribadire l’errore/orrore drammatico di avere concesso le prime primarie all’outsider Renzie ( come suggerito da tanti tra i quali ,in primis , Prodi) andando cosi contro l’idea di niente “uomini soli al comando” che era era stato il mantra bersanano dopo Veltroni e ,confermando , in sostanza “urbi et orbi” che Bersani non si riteneva sufficientemente legittimato , lanciando un messaggio drammatico ai votanti delle primarie che ne hanno preso atto ( ma la leggerezza vera commessa era che i bersaniani/erraniani pensavano, con la forza del loro apparato, di fare polpette del povero Renzi…..); non pago di questo e della sostanziale sconfitta alle politiche, gli erraniani hanno poi tenuto a bagno per oltre 2 mesi dopo le elezioni il povero Bersani , con il miraggio di una presidenza del consiglio , assolutamente improbabile e ,infine con il capolavoro dell’elezione del PDR ,dove ,dopo avere mandato allo sbaraglio 2 padri nobili del PD come Marini e Prodi , sono andati a supplicare Napolitano che non era mai stato amico del Pd ( come dimostrato dall’infelice incarico a Monti).
      Il giudizio quindi su Errani è ASSOLUTAMENTE e IRRIMEDIABILMENTE NEGATIvO soprattutto perchè , non avendo l’umiltà di fare semplicemente l’amministratore( mestiere in cui era probabilmente versato, naturalmente in “modo doroteo ” e non innovativo come sarebbe stato e sarebbe tuttora necessario) si è inoltato sulla strada della poltica nazionale dove si è dimostrato totalmente sprovveduto come e + di Bersani…

  56. Giovanni Says:

    Milli, la verità e’ che il filo-occidentale Viktor Juscenco nel 2010 ha lasciato l’Ucraina in brache di tela
    Il suo successore Janucovic,un vero mentecatto,ha cercato di massimizzare la posizione geo strategica dell’Ucraina giocando con l’America e con la Russia,così ponendo le basi per la disintegrazione dell’odierna Ucraina,un ‘entità statuale per il vero assai artificiale,frutto delle follie di Krusciov e Gorbaciov
    Alla NATO interessava innanzitutto la Crimea,che rappresenta lo snodo fondamentale euroasiatico
    Non a caso,gli attacchi della NATO a Janucovic sono partiti immediatamente dopo il rinnovo del contratto che consentiva alla flotta russa di usare Sebastopoli fino al 2040
    Ciò spiega linearmente perché dopo il Puch di organizzato dalla CIA a Kiev e la fuga di Juscenco Putin si è visto costretto a rioccupare(meglio sarebbe dire a ricongiungere) la Crimea alla Russia.Il che è avvenuto senza sparare un solo colpo
    Ma eravamo soltanto all’inizio di una partita assai complessa
    Ovest ed Est dell’Ucraina sono regioni diverse per lingua ed economia
    L’Ovest e’sostanzialmente una zona agricola e di trasformazione
    priva di infrastrutture,di industrie e soprattutto di risorse naturali
    Compra energia ed elettricità dalla Russia.Nulla a che fare con il Donbass,uno dei principali obbiettivi di Hitler nella seconda guerra mondiale
    Orbene la propaganda della CIA ,dopo la Crimea,ha iniziato a propagandare l’idea che Putin volesse invadere con i carri armati il Dombass
    E’accaduto invece il contrario
    Il governo fantoccio di Kiev ha pensato di poter invadere il Donbass,un territorio abitato esclusivamente da Russi
    L’industria del Donbass esporta praticamente tutto in Russia
    Almeno cinque milioni di russi vivono e lavorano in Russia per un salario migliore
    Addirittura i russi del Dombass provvedono da sempre alla manutenzione dei missili strategici russi,l’unica vera deterrenza contro lo strapotere militare degli americani
    Ora soltanto degli irresponsabili possono pensare di prendere il Dombass con la violenza delle armi
    E infatti soltanto alcune brigate dell’esercito ucraino sono impiegate nel Dombass.La maggior parte dei 30.000 miliziani di Kiev e’la peggiore feccia fascista esistente in europa,addestrata anche da militari tedeschi e danesi
    A tenere a bada questi criminali fino ad oggi sono bastati 6.000 “filo-russi
    L’unico problema per l’est e’costituito dall’uso della artiglieria contro la popolazione civile da parte di Kiev,perché l’utilizzo dei carri armati senza il supporto aereo e’praticamente impossibile
    Kiev,dunque,non può vincere la guerra,ne’tantomeno occupare il Donbass
    Ecco allora venire avanti la retorica delle sanzioni contro la Russia che non fa abbastanza per “fermare le vittime”
    Sanzioni ad personam,l’equivalente degli omicidi mirati
    Propaganda e retorica:se non fai questo blocchiamo i conti degli oligarchi che vivono a Londra
    Sperano gli inglesi e gli americani che alcuni oligarchi siano in grado di rovesciare Putin?
    No,hanno pensato di ucciderlo o di intimidirlo
    Evidentemente l’establishment euro atlantico non ha capito che a Mosca non ci sono più Gorbaciov e Eltsin
    Putin avrebbe preferito attendere il “collasso”di Kiev ma ora dopo l’abbattimento dell’aereo malese il costo di non far niente e più alto di un’attivo intervento in Ucraina
    Perciò o il cioccolataio criminale di Kiev riconosce l’autonomia del Dombass oppure tra qualche settimana in quel territorio compariranno “le controbatterie”per sfollare l’artiglieria di Kiev
    La masnada fascista e’servita soltanto per bruciare vivi 45 manifestanti ed a strozzare viva una donna incinta ad Odessa
    Del resto,anche David ha fatto “soltanto “un grande strage di civili,mentre da un punto di vista militare,sul terreno abbiamo visto una replica del Guerra libanese del 2008
    David chiede la tregua per non combattere Hamas e per poter continuare ad eliminare la popolazione di Gaza

  57. Giovanni Says:

    Il 2 Maggio,ad.Odessa Ultra,Fascisti di maidan,guidati da una spia polacca,hanno appiccato il fuoco con lancio di molotov alla casa dei sindacati,dove si erano rifugiati 40 “filo russi aggrediti mentre pacificamente manifestavano per le strade
    Le vittime accertate sono almeno 45
    Alcuni uomini e donne che si erano buttati dalle finestre per sfuggire alla morte sono stati uccisi a bastonate
    Una donna addirittura strozzata
    Insomma un vero e proprio progrom,diretto a terrorizzare i russi che da sempre vivono nella città libera di Odessa
    Sono trascorsi quasi tre mesi e nella città regna la calma più assoluta
    Non ci sono ovviamente più i turisti russi nella Rimini Ucraina,n’è in altre località limitrofe
    Gli albergatori scrutano all’orizzonte l’arrivo di qualche turista europeo o americano.
    Niente,neppure l’ombra
    I lavoratori sono stati lasciati a casa senza cassa integrazione
    Cosa succederà agli italiani se la Russia decidesse di non comprare più uno spillo dall’Italia
    Del resto le nostre macchine sono sostituibili ed i nostri mobili sono beni voluttuari
    L’export e’ pari a 35 miliardi di euro
    Quanti italiani perderebbero lavoro?
    Il gas comunque noi siamo costretti a comprarlo e forse l’inverno che verrà non sarà mite come quello trascorso che ha indotto al calo del prezzo del gas ma non delle nostre bollette
    Sono informati gli italiani di tutto questo dai 50 telegiornali e dalla carta stampata?
    No,la notizia che campeggia ogni di e'”la Concordia di Schettino,il quale nelle. More di un processo a dir poco farsesco “si sciala a Capri con altri Vip vestito di bianco
    La Concordia non affonda ma l’Italia se pre di più

  58. alessandro perini Says:

    ah bene bello ,oggi su repubblica Bologna un articolo (ok sempre da prendere con le molle) che riporta come gli errori politici di Errani non insegnano nulla ovviamente si stanno spartendo tutto per garantirsi posti in giunta o in lista prima ancora di capire chi saranno i candidati alla presidenza….come al solito la politica-contenuto in tutto questo non e’ pervenuta….cuperliani pronti a sostenere Richetti, che non ha votato per l’ingressso nel pse whow ! renziani con Balzani evva! Bonaccini esempio di errania-renziano, gia’ quando si dicono i contenuti……, non ci siamo! sostegno solo hai contenuti solo a perosne che parlano di politica prima di EMILIA ROMAGNA, non di orticelli solo persone e realmente riformiste a sinistra, estranee al tortellino fallimentare) Buona domenica
    che schifo! vuoi vedere che alla fine arriva Renzi zittisce tutti e mette Delrio ahahah che come dice Claudio avendo litigato con Renzi esce dal governo ( Delrio che fai? ti metti a contraddire Renzi? sei matto? ) ahahahh,e tutti zitti , vedremo scene di panico in via Aldo Moro

  59. remo tedeschi Says:

    Probabilmente l’Ucraina è piena di fascisti, diamola buona a chi teorizza questo, ok è così. ma Putin cos’è? come si è creato un potere che non lo vedrà mai sconfitto? starà lì come Franco, come Fidel Castro cioè 50anni, e non è fascismo (in salsa e caviale russo)?
    piezzo’ core di Vladimir risiede in un modesto attico olandese da oltre 2,5 milioni di euro, dono di papi. Quanto imboscherà in banche varie lo zar? mah !

  60. maurozani Says:

    Non da ora in Ucraina abbondano i fascisti.
    Molti Kapò nei campi di sterminio e tanti nelle divisioni SS negli anni quaranta.
    Non lo sapevi?
    Credo di sì.
    Beh ce ne sono ancora davvero tanti di nazisti.
    Anche nel governo.
    Quanto allo Zar , viene dal KGB, l’unica tecnostruttura sopravvissuta al crollo dell’Urss sotto il nome FSB.
    Ovvio che la grande Russia rinasca dalle ceneri dell’Urss.
    Cosa credevi?
    All’esportazione della democrazia?

  61. Giovanni Says:

    Pensare e dire che Putin e’ un oligarca ,che nasconde soldi nelle banche straniere e’roba che neppure il giornale di De Benedetti ha mai scritto
    Putin per il vero,come ben sanno gli ex oligarchici filo ebrei ,Mikhail Khodokovsky, Leonid Nevzlin, Mikhail Brudno, Vladimir Dubov e Vladimir Gusinsky.,ha rinazionalizzare tutte le risorse e l’industria delle materie prime in Russia
    Da ultimo ha assestato un calcio nel culo la BTP , cui ha restituito più o meno quanto aveva investito in Russia
    Per inciso va detto che i milionari in Russia sono 90 mila ,meno della metta dei milionari italiani,ancorché la popolazione Russia sia più che doppia rispetto a quella italiana
    E non è finita
    Il salario medio degli operai russi e’pari a 900 & ma con un potere di acquisto quasi doppio
    La Russia non e’ certamente l’Eden di chi vive del proprio lavoro,ma vi sono tutti i presupposti perché riesca a garantire al suo pololo una vita più che dignitosa
    Le vere ragioni della campagna denigratoria organizzata dagli americani ai danni della Russia sta nel fatto che si sta rapidamente tornando alla parità strategica
    Avete più sentito parlare del famoso “scudo antimissile americano”
    Chiacchiere finite in cantina da quando la Russia ha digitalizzato tutti i sistemi di difesa,
    Il vero scudo antimissili e’stato realizzato dalla Russia con il sistema SS. 400,al cui confronto Ire Domo e ‘uno scacciamosche ed il Patriot americano una fionda
    Quindi Remo un riequilibrio mondiale,che accentui il multipolarismo a scapito del potere unico mondiale dovrebbe forse farti felice.o no?
    Putin,che e’un vero politico,ha fornito alla Cina tutta l’assistenza militare possibile perché potesse supportare lo sviluppo economico per controbilanciar lo strapotere militare di cui hanno fruito gli americani nell’ultimo ventennio
    Siamo dunque arrivati al giro di boa ,perciò gli americani si sono aggrappati all’Europa come il nuotatore che affoga,tirando fuori la “politica delle sanzioni”
    All’America questa politica non costa niente ,visto che l’interscambio con la Russia e’praticamente inesistent.Ma all Europa costa,eccome
    L’Ucraina vale una messa?
    Certamente no
    E certamente neppure per la Germania della Merkel lUcraina vale il mercato Russo
    E l’Italia il paese che più di tutti ha investito in Rusisia e che più di tutti gli altri paesi dell’Europa dipende dalla Ruusia in termini percentuali da quel Paese
    Che facciamo,mandiamo a puttane tutti i nostri soldi e opportunità per assecondare la volontà di dominio americano?
    Sostituiamo la Russia con il Mozambico
    Ma va la!
    Fin che a parlare in questi termini e’l’alliieva di Fassino passi,ma chi ha un po’ di sale in zucca sa bene che in tempo di recessione per l’Italia può significare 300 mila disoccupati aggiuntivi
    Se poi si considera che l’unico paese straniero che ha fatto investimenti diretti nel sistema produttivo italiano nell’ultimo anno(Pirelli e Raffinerie in Sicilia)facciamo bingo
    Costa e come se costa la politica americana al’Italia
    Due anni fa e’stata distrutta la Libia,del quale eravamo il primo partner,oggi si mette in discussione le nostre relazioni economiche culturali con la Russia
    Lo sai Remo che l’anno scorso il festival di Pesaro e’stato finanziato integralmente dai russi ai quali ci accomuna l’amore per il bel canto
    Cosa hanno fatto gli americani per l’Italia negli ultimi 40 anni?
    Negli ultimi 20 anni ci hanno letteralmente rovinati co due bolle finanziare
    Il conto di quello del 2008 e’solo all’inizio
    Succederà che il popolo italiano dovrà rinunciare al companatico perché fatmen sopravviva

  62. maurozani Says:

    Conviene riflettere su ciò che scrive Giovanni. Ma è solo un consiglio.

  63. remo tedeschi Says:

    Sono convinto che sappiamo ,tutti, come gestisce il potere Putin
    costituzione russa modificata, così lui e Medvedev si alternano,nei ruoli,quasi un balletto con balalaika.
    Comunque la real-politik internazionale è prioritaria, affari, interscambio, la democrazia è solo un romanticismo.
    L’America? intanto il presidente americano dopo 8anni può andare al parco a correre, o fare volontariato.
    Comunque, fosse vero la qualità alta di statista,(putin)
    perché non c’è libertà di stampa, web, e di opposizione in Russia?
    sul benessere la pensa diversamente la sociologa Svetlana Rassushina, solo il 25% è soddisfatto.il resto stringe, come da noi.
    E sono mille volte più ricchi di materie prime.

  64. Giovanni Says:

    Ma tu credi per caso di vivere in un paese democratico?
    Il Pd ha preso un quarto dei voti e “governa” e “riforma ” l’Italia con un mafioso di alto rango
    Il nostro paese soffre una sovranità limitata dal 1945
    Nessun governante ha mai pensato di ottenere il preventivo placito dell’America anche per ruttare
    Craxi fu duramente punito per la vicenda di Sigonella
    Non crederai mica che “mani pulite”sia opera di Borrelli e di Pietro
    Lo stesso Obama e’palesemente sottoposto all’establishment del suo paese
    Prova ne sia che non è riuscito ad attuare un solo punto del suo programma elettorale,approvata dalla maggioranza degli elettori,
    Così com’è vero che dopo il premio Nobel per la pace,come comandante in capo,ha promosso direttamente o per interposta persona la guerra in Libia e in Siria
    Dov’è la democrazia,please?

    • remo tedeschi Says:

      Se vogliamo possiamo trovare illiberalità anche in Svizzera, ma vivere in Russia, Bielorussia ,e tutto il pacco dell’est ,(ungheria e altro) mi metterebbe un pochino d’ansia.
      Gira un messaggio nell’aere, che dice : stare buoni,buoni se avete a cuore la salute.

  65. maurozani Says:

    Post-democrazia. Già da un bel pezzo.

  66. claudiopagani Says:

    Appunto, ma ,come minimo, Putin ha un concetto e una pratica “molto particolare” della democrazia : del resto la sua storia di ex dirigente del disciolto KGB è del tutto in linea con la linea imperiale che fu dell’ex URSS e si è traferita pari pari nella nomenclatura post-sovietica; io con quella roba ho chiuso i conti quando ,nella notte tra il 20 e il 21 agosto 1968 ,trovandomi nella Praga socialista vidi arrivare i tank sovietici per liberare quel paese dal sogno di un “socialismo dal volto umano” guidato da tutto il libero gruppo dirigente di quel partito comunista; la scusa fu la “salvaguardia” del comunismo , ma la motivazione vera fu che veniva messo in discussione il ruolo imperiale dell’ URSS, con una ” linea nazionale” come sosteneva ,peraltro, il PCI e il Partito comunista Cinese che ,vedi caso, è sopravvissuto alla scomparsa del’URSS.
    Quindi rispetto e dialogo , a tutto campo, con la Russia ed esecrazione di ogni azione provocatoria ,come quelle messe in campo dall’occidente in Ucraina, ma nessuna esaltazione di quella nomenklatura che affonda le radici nell’imperialismo sovietico.
    Dopo di che sono assolutamente consapevole che qui in occidente viviamo in una forma di democrazia molto depotenziata, dopo l’avvento della globalizzazione, e che è questo è IL PROBLEMA che deve affrontare ogni sincero democratico, ma ,in questo campo, la Russia ha poco da insegnare.

  67. Giovanni Says:

    Claudio ,40 anni fa avrei detto,qui ed ora,non si tratta di fare una scelta tra America e Russia,la scelda da fare e tra imperialismo e coesistenza pacifica tra i popoli
    Un vecchio concetto basilare e insuperato
    Quando Berlinguer osservo che era venuto meno la spinta propulsiva della rivoluzione russa condisini appieno il concetto ,pur sapendo che si trattava di una mezza verità
    Infatti,l’esistenza del blocco sovietico garantiva in europa il welfare delle classi lavoratrici e nel terzo mondo l’autoderminazione dei popoli e insieme la possimibilta di sollevarsi dal residuo colonialismo
    Certo,vi fu la guerra del Vietnam ,ma quel popolo riuscì alla fine,con l’aiuto sostanziale del blocco sovietico ,a sconfiggere l’imperialismo americano
    Poi ci furono l’Angola e l’Etiopia e le molte,seppur contraddittorie,esperienze laiche dell’Algeria,dell’Egitto,della Siria ,della Libia e se vuoi anche dell’Iraq
    Il blocco sovietico garantiva anche l’esistenza dei paesi non allineati,come la Jugoslavia
    Il collasso del blocco sovietico ha dato la stura al nuovo espansionismo americano,vuoi con i dollari vuoi con le bombe
    Ciò che non poteva essere conquistato e’stato distrutto
    Dal famoso settembre 2001,sono stati distrutti 5 stati
    I popoli che abitavano o abitano quei paesi hanno perso tutto:la possibilità di lavorare di crescere ed educare i propri figli e di nutrirsi perfino
    Quei paesi organizzati in forma di stato sono stati riportati all’età della pietra:senza acqua potabile,senza elettricità ecc
    Non vorrei fartela più lunga per dirti che il pensiero unico si è affermato perché una sola potenza ha potuto dettare la sua legge
    Dunque il multipolarismo e’funzionale alla coesistenza pacifica dei popoli e per poter funzionare appieno ha bisogno di una credibile e spendibile deterrenza
    Oggi,gli americani si sono accorti che la Russia ha raggiunto una sostanziale parità strategica
    Le portaerei americani possono scorrazzare per gli oceani a proprio piacimento ma non possono essere utilizzate nelle aree geopolitiche sensibile a pena di essere affondate nel giro di 15-20 minuti
    Gli americani si propongono di ritardare,o rallentare la modernizzazione della Russia insieme alla Germania
    E sulla Germania ,a malincuore ,devo dare ragione a Mauro,quando parla di IV Reich
    E,infatti,se è’ vero,come e’vero ,che il mercato ucraino non vale quello russo come spiegare l’aggressività tedesca che ha prodotto ,in cooperazione con gli americani,Euromaidan
    La guerra per il momento non è alle porte,ma si sa il mestolo può sempre sfuggir di mano alla strega

    • ANDREAG Says:

      Condivido quasi tutto. Ecco cosa scriveva il grande Mark Twain nel settembre 1906 (Autobiografia – Cap. LXXII – Ed. Garzanti, pag.462) scusate se è lungo ma credo ne valga la pena

      “Per il bene o per il male continuiamo a istruire l’Europa. Abbiamo assunto questa funzione ormai da più di un secolo. Non fummo eletti ad essa, la prendemmo. Apparteniamo alla razza anglo-sassone. L’inverno scorso, al banchetto dell’Associazione denominata “Estremi confini del mondo”, il Presidente, un ufficiale a riposo d’alto rango dell’esercito, proclamò a voce alta e con fervore: “Apparteniamo alla razza anglo-sassone, e quando l’anglo-sassone vuole una cosa la prende e basta”.
      La frase fu seguita da una fragorosa eco di applausi. C’erano forse settantacinque civili e venticinque militari dell’esercito e della marina. Occorsero ad essi quasi due minuti per esaurire la tumultuosa ammirazione che provavano per quel nobile sentimento; e intanto l’ispirato profeta che l’aveva espresso – dal suo fegato o dalle sue viscere o dal suo esofago o da dove l’aveva nutrito – se ne stava raggiante e splendente e sorridente ed emetteva raggi di felicità da ogni poro, raggi così intensi da essere visibili ed a farlo somigliare alla vecchia illustrazione dell’almanacco, in cui un uomo irradia in ogni direzione i segni dello zodiaco ed è tanto permeato, impregnato di felicità da sorridere e sorridere, dimenticando evidentemente di avere la carena dolorosamente e pericolosamente squarciata e bisognevole di un urgente lavoro di ricucitura.
      La grande frase del vecchio soldato, alla luce del sentimento che egli ci mise, significava chiaramente: “Gli Inglesi e gli Americani sono ladri, masnadieri, pirati, e noi siamo fieri di appartenere a tale consorteria.”
      Di tutti gli Inglesi e gli Americani presenti non ci fu uno che ebbe il pudore di alzarsi e di dire che provava vergogna di essere anglo-sassone , vergogna anche di essere un membro della razza umana, che è costretta a sopportare la presenza della tara anglo-sassone. Io non potetti assolvere quest’ufficio. Non potetti permettermi di perdere la pazienza e dare una prova della mia grande equanimità e della mia superiore visione etica, così da insegnare, a gente che in fatto di modestia era ancora all’asilo infantile, i rudimenti di quel culto, perché essa non sarebbe stata capace di afferrarli, non sarebbe stata capace di comprenderli.
      Era cosa sorprendente, lo scoppio di entusiasmo, puerile e sincero e spontaneo e felice, alla frase mefitica del profeta soldato. Pareva sospettosamente rivelatore, espressione del sentimento segreto della nazione sorpreso nel suo manifestarsi in un momento infausto, perché quella era un’assemblea-campione. Tutti i più importanti organi che formano la macchina che stimola e dà vita alla civiltà della nazione erano presenti; uomini di legge, banchieri, commercianti, industriali, giornalisti, uomini politici, militari, naviganti…c’erano tutti. Era una specie di Stati Uniti d’America radunati a banchetto e atti a parlare autorevolmente in nome della nazione e a rivelare pubblicamente la sua etica privata.
      L’accoglienza iniziale di quello strano sentimento non era una manifestazione incauta e spontanea di cui pentirsi in seguito a riflessione; ciò fu reso evidente dal fatto che durante il resto della serata, quando un oratore aveva l’impressione di diventare monotono e noioso, non doveva far altro che infilare la grande etica anglo-sassone tra le sue banalità per sollevare di nuovo la lieta tempesta. Dopo tutto la razza umana non faceva che mettersi in mostra. E’ stata sempre una caratteristica della razza umana quella di avere in serbo due tipi di etica: quella privata e autentica, e quella pubblica e simulata.
      Il nostro pubblico motto è: “In God we trust”, e quando vediamo scritte queste belle parole sul dollaro destinato al commercio con l’Oriente (che vale sessanta centesimi), esse sembrano tremare e gemere di pia emozione. Questo è il nostro pubblico motto. Si intuisce che quello privato è il seguente: “Quando l’anglo-sassone vuole una cosa la prende e basta”. La nostra etica pubblica è espressa in modo toccante in quel motto solenne eppure mite e benevolo che ci indica come una nazione formata da una moltitudine di fratelli magnanimi e affettuosi, unti in un solo: “E pluribus unum”.
      Abbiamo importato il nostro imperialismo dalla monarchia Europea, e con esso le nostre strane nozioni di patriottismo; se pure abbiamo, cioè, dei principi patriottici tali da essere definiti chiaramente e in modo intelligibile da qualsiasi persona. E’ senza dubbio giusto, dunque, che ammaestriamo l’Europa in cambio di questa e altre lezioni che abbiamo ricevuto da quella fonte.
      Poco più di un secolo fa noi demmo all’Europa le prime idee di libertà che avesse mai avute, e contribuimmo ampiamente e felicemente ad attuare la Rivoluzione Francese e possiamo pretendere una parte dei suoi benefici risultati. Da allora abbiamo dato all’Europa molte lezioni. Se non fosse per noi l’Europa non avrebbe forse conosciuto l’intervista giornalistica; se non fosse stato per noi certi stati d’Europa forse non avrebbero sperimentato la felicità di imposte esorbitanti; se non fosse stato per noi il Monopolio Europeo dell’Alimentazione non avrebbe forse mai appreso l’arte di avvelenare il mondo per guadagno; se non fosse stato per noi le sue Compagnie di Assicurazioni non avrebbero forse scoperto il modo migliore di sfruttare la vedova e l’orfano a proprio vantaggio; se non fosse stato per noi la ripresa della Stampa Scandalistica forse sarebbe stata rimandata alle generazioni future. Assiduamente, continuamente, persistentemente, stiamo americanizzando l’Europa, e verrà il tempo in cui avremo perfezionato l’impresa.”

  68. remo tedeschi Says:

    Giovanni sa mettere in fila avvenimenti e i risultati degli stessi, in modo convincente, ma…..a mio parere , manca un “piccolo” particolare. quale? nei vari paesi elencati, quelli distrutti dall’America, masse immense di popolo erano felici di aver cacciato o giustiziato dittatori criminali come Saddam, Gheddafi, Moubarak e altri. Poi se non riescono, per disaccordi o scontri tribali a ripartire
    come paese, è un altro discorso, ma in piazza c’era la gente, o erano
    convocati dallo zio Sam? non si può vedere ancora la mano americana ovunque, cosa hanno guadagnato in Iraq? 4500 soldati usa morti.

    • Giovanni Says:

      Vedi troppa televisione italiana
      Hai la testa piena di confusione
      Dovresti provare a farti,in sequenza,le seguenti domande
      Chi,dove,quando,come,in che modo
      E solo un piccolo consiglio per aiutarti a provare a pensare con la tua testa

      • remo tedeschi Says:

        Capita, a Bologna di vedere la TV italiana, non ho nessuna confusione, tu sei legittimamente schierato da una parte (russia ) io parteggio per posizioni intermedie di dialogo , diciamo pacifiste. Avrai senza dubbio letto dichiarazioni di
        larghi settori della cultura israeliana contro la guerra e per il riconoscimento dello stato palestinese (ultimo Eli Wiesel)
        così come esistono in Ucraina partiti (minoritari) a favore dell’Europa e di dialogo con la Russia. forse siamo tutti condizionati , tu accetti pari-pari il pensiero di Putin, io no.
        Israele è in mano a una destra sanguinaria, ma Hamas stà facendo un gioco sporco, se ne frega della popolazione
        che muore sotto le macerie, il leader di Hamas , stranamente non è mai in casa, i poveri sì, non puoi sgangiare migliaia di razzi e pretendere che stiano buoni, anche questo và detto.
        Non mi risulta che da altre parti palestinesi(Ramallah) agiscano come la destra islamica (Hamas).

  69. Giovanni Says:

    1350 palestinesi uccisi,negi ospedali e nelle scuole,”sotto la protezione dell’ONU ”
    Flebili proteste dell’ONU ,i cittadini europei tacciono
    Piccole manifestazioni di protesta in europa degli emigrati palestinesi
    Soltanto il Brasile ha richiamato l’ambasciatore,seguita dalle ingiurie di David
    M5s ha chiesto al governo il ritiro dell ‘ambasciatore,redarguito minacciosamente dall’ambasciata di David a Roma
    Nessuno può dissentire dalla strage degli innocenti
    E c’è chi ha il coraggio di parlare di opposti estremismi su questo blog
    David mostra ancora una volta il suo vero volto
    Sharon non è morto,vive in ogni israeliano intellettuale o laburista che sia
    Sono tutti responsabili,tutti uguali
    Assatanati di sangue e di terra

  70. maurozani Says:

    Masse immense di popolo?
    Ma davvero?

    In Irak la statua di Saddam fu abbattuta da un carro americano alla presenza di un centinaio di persone convocate all’uopo.
    Poi s’è visto come è finita dopo l’impiccagione in diretta mondiale del dittatore e dopo che i suoi due figli furono esibiti come trofei di caccia grossa: cadaveri su di un tavolo da macellaio.
    Una guerra civile permanente è un insediamento formidabile dei seguaci di quell’ Osama bin Laden che invece fu ammazzato senza neppure la farsa di un processo in circostanze tutt’ora non chiarite. Segreto di stato.

    In Libia i ribelli armati dagli anglo-francesi e sostenuti dagli USA , proprio in questi giorni ammazzano a man bassa e non vedo popolo osannante. Certo anche loro fecero fuori il dittatore in diretta. Ci fu solo risparmiata la scena umanitaria della sodomizzazione con un manico di scopa.

    In Somalia non c’è più alcuna legge da quel dì e tale resta la situazione anche dopo l’intervento armato dell’Etiopia al soldo degli americani. e dopo i signori della guerra avanza l’Islam più intransigente , a mano armata.

    Anche in Siria s’avanza l’armata islamica fondamentalista sempre contro il dittatore e il paese è messo a ferro e fuoco. Sempre col sostegno di UE e USA.

    In Egitto dopo la primavera di liberazione , libere elezioni(considerate tali dagli osservatori di ogni parte) hanno consegnato il governo ai Fratelli Musulmani usciti dalla condizione di fuorilegge dopo 40 anni. Ebbene , dato che la democrazia ha dato un risultato “sbagliato”, Europa e USA hanno, di buon grado, mallevato il colpo di stato dei militari.

    A Gaza siamo oltre mille morti nel carcere di massima sicurezza costruito da Israele con il benevolo appoggio degli arabi. Tra cui Il regno dei Saud e lo stesso Egitto.

    In Afghanistan non si vedono masse plaudenti.
    Dopo una guerra durata ormai 13 anni , non appena l’ultimo soldato USA se ne andrà accadrà quanto accade in Irak.
    Oppure s’insedieranno ancora i Talebani.

    La verità è che in tutti questi casi , compresa l’Ucraina, prevale il solito vecchio motto della Ditta: “son figli di puttana, ma sono i nostri figli di puttana.”

    Claudio ha ragione su Putin ma ce l’ha anche Giovanni quando chiarisce i termini della dinamica ormai multipolare (parola mai ammessa nella sinistra riformista che ha sempre preferito l’innocuo multilateralismo) che comincia a governare gli assetti di potere mondiali.
    E solo quando questa logica si affermerà ben oltre il bipolarismo della guerra fredda e l’unipolarismo USA, avremo qualche speranza di spegnere focolai di guerra sempre più estesi e sempre più allarmanti. E d’impedire che da tutta questa disperazione s’alimentino forme nuove di terrorismo nel cuore stesso dell’occidente.

    Dunque, in tutti questi luoghi il popolo non c’entra granché . E’ solo impegnato a sopravvivere.

  71. remo tedeschi Says:

    Perché Hamas non persegue una linea diplomatica nel denunciare la prepotenza israeliana? avete mai visto i suoi capi girare il mondo
    per avere solidarietà? a me non risultano iniziative ,che otterrebbero molto di più dei razzi lanciati su Israele.
    Hamas VUOLE subire stragi con la speranza che altri paesi islamici
    intervengano, lo sa che non può ,militarmente sconfiggere Israele
    è una linea suicida, e cinica.
    Dall’altra parte governano gli assassini di Rabin. Tutta questa gente deve portare ai rispettivi governi uomini seri, di pace, non fanatici religiosi, o terroristi, altrimenti finirà tra 1000 anni.
    ps
    esistono filmati delle varie piazze egiziane ,libiche, marocchine turche … milioni di persone. (oltre 300 morti,)

  72. Giovanni Says:

    LA GUERA SEGRETA DEGLI AMERICANI IN UCRAINA

    Nella prima parte abbiamo avanzato argomenti secondo cui il colpo di Stato organizzato a Kiev nel febbraio 2014, fosse finalizzato a neutralizzare il centro nevralgico della Force di spedizione russa della Flotta del Mar Nero a Sebastopoli, e sostituire velocemente l’esercito russo in Crimea con quello statunitense. Il 18 febbraio 2014, il parlamento dell’Ucraina fu occupato da membri armati di Svoboda e Fazione destra, cosiddette forze di autodifesa di Euromaidan, e il 22 febbraio 2014 il Presidente Janukovich fu costretto a lasciare Kiev, essendo stato preso il potere dai politici filo-occidentali. Valentin Nalivajchenko, che secondo la stampa ucraina sarebbe una spia statunitense, fu nominato direttore del servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU). Casualmente, il 13 febbraio 2014, uno dei quattro gruppi d’attacco statunitensi, formato attorno alla portaerei a propulsione nucleare George Bush (CSG-2), lasciò la Norfolk Naval Base con destinazione apparente il porto del Pireo nel Mar Egeo. Oltre alla portaerei George Bush (102000 t di dislocamento e 90 aerei a bordo), il Battle Group #2 si componeva di 16 navi, tra cui l’incrociatore USS Philippine Sea, i cacciatorpediniere lanciamissili USS Truxtun e USS Roosevelt, e tre sottomarini d’attacco nucleari. Il 22 febbraio 2014, quando Janukovich fu estromesso, il Battle Group #2 era già nel Mediterraneo. Citando fonti del ministero della Difesa di Ankara, Hurriyet Daily News dice che il CSG-2 avrebbe ricevuto, attraverso canali segreti, il consenso delle autorità turche ad entrare nel Mar Nero dal Bosforo e dai Dardanelli, sebbene il consenso dato dalla Turchia violasse la Convenzione di Montreux (1936) che consente il passaggio dello Stretto a navi militari per un dislocamento massimo di 45000 tonnellate. L’obiettivo di tale gruppo da battaglia poteva essere solo sostituire la flotta russa del Mar Nero basata in Crimea.
    Il 28 febbraio 2014, su pressione della folla inferocita che protestava da giorni davanti al Parlamento della Repubblica Autonoma di Crimea, il corrotto primo ministro Anatolij Mogiljov (che s’è comprato la carica con un ritrovo di lusso a Jalta “data” a Janukovich) fu finalmente licenziato. Il Parlamento votò la sua sostituzione con Sergej Aksjonov, a capo delle forze filo-russe in Crimea. Il 6 marzo, il Parlamento della Repubblica Autonoma di Crimea votò ufficialmente la separazione dall’Ucraina e previde il referendum per l’annessione della Crimea alla Russia il 16 marzo 2014. A causa di tale inaspettato cambio della situazione in Crimea, gli statunitensi si resero conto che il loro piano A era fallito e non avevano un piano B di emergenza. Il 5 marzo, l’ordine iniziale ricevuto dal Battle Group #2 fu annullato, il nuovo ordine era lasciare il porto greco del Pireo per Antalya, base navale turca, e restarci. I cacciatorpediniere USS Truxtun, USS Donald Cook e la fregata USS Taylor furono le uniche navi di questo gruppo ad essere inviate successivamente in ricognizione nei pressi della Crimea, nel nord del Mar Nero, dal 7 marzo al 22 aprile 2014, con il pretesto di esercitazioni congiunte con le marine bulgara e rumena. Gli ufficiali dell’aeronautica militare russa dissero sui media che vi erano prove che si trattasse del tentativo dell’equipaggio dell’USS Donald Cook di disturbare le linee dati tra le antenne di ricevimento del Centro Spaziale della Flotta del Mar Nero in Crimea, e la rete militare satellitare ELINT russa, tramite interferenze nello spettro elettromagnetico. I satelliti trasmettono in Crimea il risultato del monitoraggio delle emissioni elettroniche dei radar e dei sistemi di navigazione montati sulle navi da guerra del Battle Group #2, nel Mar Nero e nel Mar Egeo, sugli aeromobili a bordo e dei sistemi sui missili antiaerei imbarcati. Gli ufficiali in questione spiegarono che il tentativo fu interrotto dagli 11 sorvoli a bassa quota, sfiorando l’albero della USS Donald Cook, vicino al porto di Constanza, da parte di due aerei russi Su-24MP, degli aeromobili che trasportavano le stazioni d’interferenza delle frequenze da 12-18 Ghz, utilizzate per neutralizzare i radar di difesa del cacciatorpediniere.
    I veterani delle forze speciali russe dicono che i più pericolosi per la Crimea erano i sei commando per operazioni speciali di 16 soldati ciascuno a bordo delle tre navi statunitensi. Sono addestrati a sbarcare inosservati a terra, nuotare sott’acqua e infiltrarsi in profondità nel territorio nemico. Lo scopo di tutti i commandos del mondo è creare panico, caos e terrore fra la popolazione con atti di sabotaggio: causando potenti esplosioni negli edifici amministrativi di grandi città, nei trasporti in orari di punta o in aree densamente popolate. Nel contesto della preparazione del referendum di adesione della Crimea alla Russia, qualsiasi incertezza creata da tali commandos nella popolazione avrebbe potuto provocare una bassa affluenza alle urne, comportando l’invalidazione dell’elezione. Per evitare tali situazioni, i russi da subito esercitarono un controllo rigoroso ed impenetrabile.
    Un giornale scandalistico della Crimea diffuse una sua speculazione, nell’edizione online, secondo cui membri di commando dei Paesi della NATO erano stati catturati dai russi presso le coste della Crimea. I loro sospetti cominciarono con l’assunzione rapida e diretta da parte di Natalija Poklonskaja, Procuratore Generale della Crimea, di interpreti/traduttori specializzati nelle lingue di Stati della NATO e dell’UE confinanti con l’Ucraina e che si affacciano sul mare. A sostegno delle loro affermazioni, i giornalisti fecero riferimento all’articolo 5 del trattato della NATO, invocato dagli Stati Uniti per trascinare i membri dell’alleanza nell’invasione e nell’occupazione dell’Afghanistan da parte dei militari degli Stati Uniti. È interessante notare che la Romania è membro della NATO e dell’UE, confina con l’Ucraina, si affaccia sul Mar Nero e ha un gruppo di forze per operazioni speciali navali creato e addestrato dall’US Army. L’articolo fu subito rimosso perché, in mancanza di qualsiasi dichiarazione di guerra contro la Russia, indicava la violazione della NATO della Convenzione dell’Aja sul rispetto delle leggi e delle consuetudini di guerra. Tuttavia, le speculazioni dei giornalisti furono indirettamente confermate il 12 maggio 2014, quando Natalija Poklonskaja fu aggiunta, a cura degli Stati Uniti, alla lista delle personalità bandite dall’UE.
    Mentre l’iniziativa nella penisola di Crimea fu presa e trattenuta rigorosamente nel contesto russo da gruppi di “persone cordiali”, gli Stati Uniti non poterono organizzare nulla per cambiare il destino del referendum in Crimea. L’83,1% della popolazione di Crimea partecipò al referendum e il 96,77% degli elettori votò per l’annessione della Crimea alla Russia. Così, il 23 marzo 2014, il CSG-2 ricevette l’ordine dal Pentagono di abbandonare la missione, lasciando il Mar Egeo e dirigendosi in Bahrayn.

  73. maurozani Says:

    E dove son finite tutti sti milioni di persone delle tanto decantate primavere arabe, volutamente “ingrossate” a dismisura dai media.?

    Cosa diresti oggi ai giovani di Piazza Tahrir dopo che i militari hanno dichiarata finita la ricreazione?

    Diplomazia?
    Ben giusto.

    Arafat ha girato il mondo come una madonna pellegrina per 40 anni e poi , quando peraltro era già rincoglionito, gli hanno somministrato alla chetichella un aiutino.
    Definitivo.
    Dato che restava comunque un
    simbolo , da abbattere.
    Al suo posto c’è un Quisling che, pur disposto a tutto, ma proprio a tutto, non ottiene nulla , se non una pioggia di bombe. Bombe vere , non missili Qassam.

    PS. Che Hamas voglia far ammazzare il suo stesso popolo è veramente al di là del bene e del male.
    Che poi in guerra ci si comporti comme il faut questo è vero per tutti .
    Tutti, a parte gli ipocriti progressisti/democratici/ paraculi, sanno che le ragioni della diplomazia s’impongono sulla base dei rapporti di forza.

    E quando c’è una guerra in corso , si tratta di rapporti di forza sul campo di battaglia che solo dopo la diplomazia riconosce. O no?

    Da che mondo è mondo.

  74. claudiopagani Says:

    Caro Mauro, post assolutamente ineccepibile anche nella sacrosanta invettiva contro l’ipocrisia dei “progressisti/democratici/paraculi”; io ne ho fatto un’esperienza anche troppo lunga di cui infine mi sono liberato grazie a….Renzi!
    Ma la strage di legalità internazionale che si sta commettendo a Gaza ricadrà anche su quelli che non hanno letteralmente fatto nulla quantomeno “per salvare le forme” e in primis il Signor Presidente del Consiglio del governo italiano che ,in quanto presidente di turno dell’UE ,avrebbe potuto /dovuto essere stabilmente a Il Cairo per affiancare Kerry quantomeno in un barlume di trattativa ( anche seguendo le tradizioni “moderate” di tutti i Presidenti cattolici del dopoguerra).
    Ma il Signor Presidente del Consiglio se ne rimane a Roma a seguire le vicende farsesche del Senato , poichè ,evidentemente , i suoi potenti sponsors di parte filo israeliana cosi gli hanno intimato!
    E nessun dirigente del PD di livello ha avuto pubblicamente nulla da obiettare di significativo.
    E’ una VERGOGNA ASSOLUTA e una pagina nerissima per chi provenendo dalle nobili tradizioni del cattolicesimo democratico oggi tace per pura acquiescenza allo spirito del tempo!
    Nessuno di costoro venga poi a rompere i coglioni quando spiantata Hamas il popolo di Gaza si rivolgerà ai terroristi sunniti di ISIL!

  75. Giovanni Says:

    Claudio,i meschini,son come i bambini
    Sono innocenti

  76. remo tedeschi Says:

    Dopo l’ampio e dettagliato post di Giovanni, sulla guerra segreta degli Usa in Ucraina, aggiungo una notizia sulla guerra di Putin nella stessa regione.
    Dice l’ottimo Timoty Garton,prof a Oxford (Studi Europei) e giornalista autorevole, che lo Zar bombarda con una pesante artiglieria Dal territorio russo, (russo) le forze armate ucraine impegnate a riconquistare le zone occupate dai filo.russi.
    A volte nelle conferenze stampa Putin sembra il figlio del campanaro nuovo,(detto bolognese).invece si tratta di anschluss.

  77. Giovanni Says:

    Ammesso che i russi bombardino l’artiglieria di Kiev utilizzate contro le città del Donbass(manca ogni evidenza al riguardo dei satelliti americani)si tratterebbe di un intervento insufficiente a proteggere il popolo russo che vive al di la del Don
    Al posto di Putin farei passare dall’altra parte 50 Kornet buoni anche per distruggere e batterie da 152 mm
    Con 50 Kornet si possono eliminare sia i corazzati che le brigate meccanizzate
    Bastano e avanzano 150 uomini per distruggere l’intero esercito di Kiev dislocato nel Donbass
    Putin e’ un uomo troppo moderato,come ha dimostrato in Georgia,allorquando non bombardo il palazzo di Saak’ashvill
    Per inciso quel criminale ricercato nel suo paese ,oggi si trova presso l’ambasciata Usa di Kiev dove continua ad organizzare crimini

  78. maurozani Says:

    Vergona assoluta. hai ragione , Claudio. vergogna non tanto per il fiorentino che è solo un pagliaccio di cui gli italiani si son invaghiti in mancanza d’altro.
    Vergogna per tutti coloro che una volta , nel PCI-PDS-DS, sapevano almeno protestare.
    Adesso son tutti filo israeliani.
    Dunque anche prima…
    Insomma per dirla in volgare ,caro Claudio, io e te abbiamo militato in partiti la cui componente di codardi figli di puttana era assai più elevata di quanto, laicamente, non ritenessimo.
    Io poi avrei dovuto accorgermene molto, ma molto prima.
    Mea maxima culpa.

  79. maurozani Says:

    Timothy Garton Ash.
    Già.
    Quello sì che è un tipo neutrale e obiettivo.

  80. alessandro perini Says:

    Giusto! Claudio e Mauro

  81. remo tedeschi Says:

    Ma, non mi convincono questi ultimi interventi, pazienza.
    dopotutto, non ne azzecco nessuna,(a regola..)
    Non capisco perché non si vuole ammettere che esistono settori culturali israeliani che vogliono vivere in pace ,ultimo lo scrittore
    Assaf Gavron oggi su repubblica. tutti uguali? tutti paraculi? no, amici, non è così, è un po’ più complicata la situazione.

    • claudiopagani Says:

      Contro la straordinaria Forza militare di Israele a nulla servono le belle parole o le anime belle ; servirebbe una forza + o meno equivalente per “costringere” Israele ad una vera trattativa ; in mancanza di questo ci sarà una lunga stagione di guerra asimmetrica o se si vuole di “terrorismo” che é L’UNICO STRUMENTO che è stato lasciato in mano al popolo palestinese , dal democratico mondo occidentale che prima ha fatto girare a vuoto Arafat e poi ha scatenato la guerra contro Hamas che ,LO RICORDO A TUTTI ,nel 2006 vinse le elezion a Gaza che vennero giudicate libere da tutti gli osservatori internazionale ( e aggiungo dopo che ,gia prima, Abu Mazen aveva ripetutamente prospettato questo esito agli USA che ,+ di tutti , vollero quelle elezioni!!!!!).
      Ma chi vogliamo prendere in giro con questo concetto di democrazia che è tale solo se vincono quelli che diciamo noi?!
      Io credo che nel vicino Oriente il ns mondo si sia giocato tutta la sua residua credibilità e stia spalancando le porte ad un oscuro futuro di “guerre asimmetriche”.

  82. maurozani Says:

    Già , le cose stanno esattamente come le descrive Claudio.

    A dimostrazione i prigionieri israeliani son definiti come “rapiti”, quelli palestinesi son semplicemente prigionieri .

    Dopodiché , caro Remo, sappiamo tutti che ci sono israeliani che dissentono.
    Conosciamo nomi e cognomi.
    Abbiamo letto i loro libri.
    Dissentono da tanto tempo.
    E, da tanto tempo non contano assolutamente nulla.
    Spiace .
    Per loro e per noi
    E soprattutto per i palestinesi macellati all’ingrosso in queste ore..
    Ma è così,

  83. remo tedeschi Says:

    Condivido, Zani.

    C’è una questione,che da un po’ di anni, nei giorni della strage del 2 agosto, non riesco a chiarire , chiedo onestamente un aiuto.
    Il Pres.d. Rep.,dice.. ” gli italiani esigono la verità”.
    Chi nasconde la verità? e come mai il potere del Quirinale,e delle altre cariche autorevoli, non risolvono nulla? chi può aprire archivi?
    Queste figure costituzionali non hanno potere? e nei confronti di chi?

  84. maurozani Says:

    Remo, l’unica cosa che sappiamo con certezza , anche se poi c’è stata una sentenza in senso contrario (se non sbaglio) è che i servizi depistarono. L’altra cosa che sappiamo, per via di una sentenza passata in giudicato, è che furono i fascisti a mettere quella bomba. Ciò che non sapremo mai è PERCHE’ , e CHI decise di colpire Bologna in quel particolare momento.
    Ci fu una tesi avanzata dal capo della polizia, Parisi, che mi colpì all’epoca. In un’intervista a L’Espresso disse che : ” se non capisci il primo segnale, allora te ne mandano un altro.”. Ovvio che si riferiva all’aereo dell’Itavia. Oggi però tendo a pensare che Parisi stava semplicemente depistando , dato che è ormai chiaro che l’aereo fu colpito da un missile entro uno scenario di guerra.
    Insomma resta un enorme buco nero.
    Fu un episodio di una guerra interna alla politica e al potere italiano e internazionale di cui mi sfuggono , a tutt’oggi i reali contorni.
    Cossiga disse che si trattò, in sostanza, di un incidente. Per la serie: i palestinesi stavano trasportando l’esplosivo e questo , “spontaneamente” scoppiò.
    Zamberletti disse che furono i libici.
    La Libia ritorna anche in Ustica dato che un Mig cadde sulla Sila. Ma quel Mig era con tutta probabilità in possesso degli USA che l’avevano avuto dagli egiziani, che a loro volta l’avevano avuto dai russi quando ancora erano “alleati”.
    Insomma era un aereo d’addestramento per le manovre militari con ogni probabilità decollato dalla nota base di della Sardegna dove s’addestravano quelli di Gladio. Dato che quel vecchio Mig non aveva autonomia sufficiente per decollare dalla Libia e ritornarvi. Inoltre sul casco del pilota le scritte erano in inglese.

    Morale della favola.

    Dopo aver pensato e ripensato ( a suo tempo lessi migliaia di carte)
    credo che la definizione di strage fascista sia inadeguata a definire quanto avvenne il 2 agosto 1980.

    Ci fu qualcosa di più e d’altro.

    Anche la definizione di “strage di stato ” non spiega nulla.

    La verità e la giustizia non si avrà semplicemente MAI.

    Anche per questo, e per andare controcorrente rispetto ad ogni consolatoria retorica da diversi anni non vado più in Piazza Medaglie d’oro.

    Non ha senso.

    Non ha senso chiedere qualcosa che non si potrà mai e poi mai avere.

    Né verità , né giustizia .

    Quando molti se non tutti gli ideatori della strage sono ormai morti e sepolti.

    E a nulla vale chiedere la rimozione del segreto di stato.

    E’ solo propaganda a buon mercato.

    Tutti i “segreti di stato” sono ormai rimossi.

    Ma non è in quei segreti ufficiali che si troverà la verità.

    IL SEGRETO E’ IL NUCLEO PIU’ INTERNO DEL POTERE.

  85. Giovanni Says:

    E più che evidente che la bomba della stazione sia stata fatta esplodere per motivi politici tutti interni al nostro paese
    Finita la stagione politica delle “brigate rosse”,non c’era più bisogno di tenere il PCI con le briglie legate alla solidarietà nazionale
    L’attacco fu dunque sferrato nella città simbolo del PCI
    E dopo quella Bomba il PCI torno all’opposizione?
    I mandanti furono sicuramente gli americani,gli esecutori con ogni probabilità gli israeliani
    A piazzare la bomba”chiunque “:un fascista italiano,un ‘uomo ‘prezzolato dagli israeliani
    E’un fatto quest’ultimo di per se’ assolutamente irrilevante ma che pero’una forte rilevanza alla luce “dei svariati “depistaggi”
    Bisognerebbe capire tuttavia qual’e’ fu il “genuino depistaggio per arrivare ai complici italiani
    E qui il lavoro si fa molto complicato
    I tecnici delle parti civili che parteciparono al processo di Bologna non erano attrezzati culturalmente per discernere il vero dal falso depistaggio
    Si cerco’il responsabile materiale della strage e Manbro aveva tutte le caratteristiche per essere l’effettivo autore
    A celebrare il processo fu designato il più lucido magistrato disponibile nel foro
    Non condivido l’opinione di Mauro secondo cui tutti quelli che sapevano sono morti
    Almeno due personaggi sono ancora vivi
    E un fatto che a Manbro e signora fu riservato lo stesso trattamento riservato a Moretti

  86. Giovanni Says:

    Per lavori di questo tipo nessun “servizio” conserva qualcosa negli archivi
    Semmai si può trovare qualcosa negli archivi delle controparti
    Per esempio nell’archivio della KGB

  87. Giovanni Says:

    Uno di quelli ancora vivi studio a Yale nel 1949

  88. Giovanni Says:

    Con lui ci rimise le “penne”anche della chiesa
    Uno che sapeva troppo e quindi mandato in Sicilia ,in bocca al lupo

  89. claudiopagani Says:

    Faccio rilevare che il primo ministro degli interni dei governi di Centro-sinistra fu ,nel 1996, Giorgio Napolitano che ,durando circa 30 mesi, non rivelò NEPPURE UNO dei tanti doppifondi dello stragismo della I Repubblica ( che certamente furono nella sua disponibiltà , a partire da quelli del famigerato ufficio AFFARI RISERVATI ,retto per tanti anni da FEDERICO UMBERTO D’AMATO che resse quell’ufficio a lungo e che fu ,certamente il “grande regista” di piazza Fontana, oltre a miltare , riservatamente naturalmente, nela CIA ( anzi fu responsabile dell’ufficio italiano proprio perche della CIA). Cosi facendo ( forse il suo comportamento lo aveva concordato anche prima di assumere l’incarico in altissimo loco) dettò la linea a cui inevitabilmente si dovettero attenere i ministri ex-comunisti ( che ovviamente non potevano “sputtanare” Napolitano ,rivelando cose che lui “non aveva visto”) ; questo fu forse uno dei meriti che gli consenti di diventare PDR: Purtroppo ,in questo modo, si sono consegnate all’oblio definitivo tante verità , in alcuna delle quali magari il PCI non faceva bellissima figura….). Qualcosa ,comunque, si saprà perchè la CIA ogni 30/50 anni desecreta i propri archivi…..

  90. maurozani Says:

    Sì è un fatto che alla coppia di killer fu riservato lo stesso trattamento della sfinge BR , tuttavia questo non spiega(almeno non a me e comunque non del tutto ) il perché e il chi.
    Colpire Bologna e il PCI , d’accordo , tuttavia non mi basta ancora, dato che il PCI era già fuori gioco.
    Ma forse c’è chi ne sa ben più di me….

  91. maurozani Says:

    E comunque la Mambro non poteva avere una signora (essendo terrorista di sesso femminile bensì un “signore”, terrorista e assassino che si chiama Valerio Fioravanti.

  92. maurozani Says:

    Claudio. Non credo si saprà mai.
    La CIA desecreta quel che gli pare .
    E comunque al massimo ciò che fu segretato.
    I segreti non vengono archiviati .
    Mai.
    Mai nessuno avrà un pezzo di carta che ci spieghi la dinamica dell’assassinio di Kennedy…. o di Moro o di dalla Chiesa.
    In un tal contesto è pura ingenuità, o peggio, chiedere l’abolizione del segreto di stato.

  93. claudiopagani Says:

    Tutto vero, resta il fatto che Napolitano( sospettato da molti anni di contiguità alla Massoneria e cioè l’organizzazione a cui da tempo immemorabile il governo USA per tramite della CIA , aveva demandato il “controllo ” dell’ Italia ) assunse nel primo governo Prodi il ruolo stategico di ministro degli internii e non solo non scopri nulla delle “deviazioni” ( e sono convinto che qualche solida traccia era rimasta nonostante tutto) ma anche indico la strada a tutti i ministri ex-comunisti ( presenti e futuri) delle “modalità ” da seguire con le “porcherie” del passato. La rimozione di quelle “verità” , con i conseguenti ricatti di pezzi importanti del Sistema di potere e l’impossibilità di aprire una strada davvero nuova sono , a mio avviso, una delle componenti della crisi che sta soffocando l’Italia…Su questo bisognerebbe riflettere ,anche autocriticamente ,se necessario, perchè tra MASSONERIA ( e i suoi vari addentellati ,in Italia, tipo P2, Mafia, servizi segreti vaticani, ecc) e parte del PCI ,soprattutto in alcune sue componenti ci sono zone d’ombra , anche nel sequestro Moro che andrebbero ,finalmente , portate alla luce..

  94. maurozani Says:

    Capisco.

    Tuttavia nulla so su Napolitano e la massoneria.

    So che Napolitano era il capo dei miglioristi e tanto mi è sempre bastato.

    Per combattere , nel mio piccolo, le sue tesi politiche.

    Insomma Napolitano è sempre stato un’anomalia vera e propria nella ex sinistra italiana.

    Qualcuno dice , anomalia positiva.

    Non è, e non è mai stato, il mio parere.

  95. Giovanni Says:

    STRAGE DI STATO
    Sorry,Mauro,ho invertito il sesso della Mambro con quello di Fioravanti.
    Tuttavia entrambi hanno un percorso criminale che li accomuna,97-95 omicidi
    Cominciarono con le femministe,passarono agli studenti ed ai militanti di sinistra in genere
    Poi uccisero un’intelligente e integerrimo magistrato che indagava sui gruppi di fuoco fascisti a Roma
    Fatto fuori perché stava per chiudere parte delle indagini.Con ogni probabilità fu assassinato a seguito di una soffiata.Ricordo ancora oggi il suo corpo riverso per strada e le suole delle sue scarpe bucate
    Anche almeno uno dei poliziotti uccisi dalla coppia criminale fu assassinata a seguito di una soffiata
    La coppia criminale fascista era “impastata”con la banda della Magliana
    Uno degli ultimi omicidi fu uno sgarro di Fioravanti ai danni di un membro della banda della Magliana,il quale aveva per referenti politici un ex procuratore della repubblica di Roma e Belzebu’
    Nessuno avrebbe potuto commettere 95 omicidi senza una sistemica rete di protezione
    La coppia criminale utilizzava esclusivamente armi da fuoco e non aveva alcuna dimestichezza co gli esplosivi.
    Tanto meno con la miscela della bomba utilizzata alla stazione di Bologna che notoriamente conteneva il T 4 ,utilizzato dall’esercito americano ed in molti attentati del Mossad
    La coppia criminale ormai doveva essere “ricoverata”e perciò fu offerta nel processo quali esecutori della strage alla stazione dall’inistaggio di un delinquente che lavorava per la banda della Magliana
    La “prova”posta a fondamento della condanna della coppia criminale fu una sottintesa vanteria del Fioravanti “confessata”al delinquente unico teste della accusa
    Dunque meno di un’indizio,privo come si suol dire oggi di un solo riscontro oggettivo
    Andava bene così,sia per i giudici,sia per le parti civili,perché la strage doveva essere una strage fascista,mentre palesemente era una strage di stato
    La bomba arrivo in Italia sicuramente già confezionata e probabilmente l’esecutore programmo il timer 15-20 minuti prima di scendere dal treno
    L’esecutore della strage probabilmente era uno straniero e la sera della strage dormi tranquillamente
    Può darsi che poi lo abbiano fatto fuori,ma tenterei ad escludere perché con ogni probabilità non sapeva neppure da chi aveva ricevuto il micidiale ordigno
    Certo,il PCI era ormai fuori gioco ma c’era bisogno ancora di terrore per annichilire del tutto la sinistra per preparare il terreno alla rivincita padronale,ma anche a disintegrare il tessuto sociale e morale della base
    La banda dell’uno bianca,infatti,dimostra che c’era ancora molto da fare a Bologna
    Il PCI e il sindacato andavano colpite nella loro casa,Bologna appunto
    I depistaggi attuati dagli uomini delle istituzioni sono lì a dimostrare la collusione e la cointeressenza dei centri di potere del governo di allora.
    E’da dire che in nessun paese d’Europa una tale strage poteva essere concepita,perché soltanto in Italia vi era un’intreccio tra politica e criminalità così pervasiva e dominante,in un paese a sovranità limitata
    Ovviamente il lavoro doveva essere completato eliminando testimoni scomodi e perciò Dalla Chiesa fu mandato a mani nude in Sicilia e Pecorelli assassinato dalla Banda della Magliana qualche giorno dopo
    Alla reazione della parte buona della magistratura fecero seguito gli omicidi della mafia(Lima) e poi la trattativa Stato-Mafia
    Colororo che si opposero furono assassinati con le bombe al tritolo della mafia,a cui i servizi nostrani prestarono gli inneschi
    E così arriviamo diritti ai giorni nostri,dove la registrazione di un’importante colloquio telefonico riguardante la trattativa stato-mafia e’stato distrutto in forza di una sentenza della corte costituzionale
    Il resto e’cronaca:un ennesimo furto della parvenza democratica dell’Italia fortemente voluto da Napolitano

  96. Giovanni Says:

    SENATO
    Si profila la possibilità del voto di fiducia del Governo,come avevo previsto
    L’elezione sono altamente improbabili in presenza di una fortissima recessione
    Le proiezioni sulla recessione,infatti non tengono conto di due fortissime macro dati:1l’uscita della Fiat dal Pil italiano 2)le sanzioni russe alla Unione Europee che colpiranno export italiano e hanno azzerato il turismo russo in Italia

  97. Remo Tedeschi Says:

    Sul 2 agosto, vorrei ricordare la telefonata del Ciavardini alla fidanzata, . raccomandava di non prendere il treno, questo dopo aver saputo cosa volevano fare Mambro e Fioravanti, che in un altro stato , uscivano di galera nel 2500. Stranieri?
    Su Napolitano collaterale alla massoneria non ci credo, però da Ministro degli Interni, ti impegni a trovare “verità”, se ostacolato
    devi convocare una conf. stampa , con dimissioni – denuncia.
    Questo ci aspettavamo da poveri sfigati di sezione, invece nulla…
    Anche il Comune di Bologna non deve limitare l’iniziativa al comizio
    in stazione, ogni 2 anni almeno, convocare le Associazioni e non fermarsi, coinvolgendo anche ambienti europei.
    Giovanni cita la fine del Gen. Dalla Chiesa, non capii perché a Palermo girava in “A112” con moglie, io mi munivo di M113, (carro armato leggero) . giusto per rendere più complicata la “cosa”. mah!

  98. Giovanni Says:

    Hai mai sentito con le tue orecchie la telefonata di Ciavardini?

    • remo tedeschi Says:

      No, ma la ragazzotta, rinunciò a partire per Venezia (atti)

      • Giovanni Says:

        Atti processuali,vuol dire verità processuale
        Nel 50%dei casi la verità processuale e’l’opposto della verità
        Nella normalità dei casi un processo potrebbe essere deciso meglio con i dadi come sosteneva a ragione 400 anni fa il giudice Briglialoca
        Figurati in un processo come quello della strage della stazione di Bologna dove un colpevole doveva a differenza delle altri stragi doveva esser trovato a tutti i costi
        Questo era il mandato dello stato senza volto
        E il mandato e’stato lucidamente eseguito,pur non essendoci plurimi indizi precisi univoci e concordanti ,ma soltanto parole univoci e concordanti che indicavano nella coppia criminale Fioravanti-Mambro i colpevoli
        La strage di uno stato senza volto,asservito allo straniero e’destinata a rimanere impunità e i familiari delle vittime ancora non risarcite.
        Diversamente, famiglia Biagi dopo appena tre anni ha ottenuto un congruo risarcimento a seguito di una fulminea transazione in sede giudiziaria,dopo che in sede penale era stato definitivamente accertato che non sussisteva la colpa di specifici e individuati funzionari dello stato

  99. Giovanni Says:

    Dalla Chiesa aveva una scorta che fu fatta fuori
    Certo non una scorta blindata
    Allora non esistevano
    Comunque una scorta insufficiente

  100. remo tedeschi Says:

    Sulle stragi di Stato nessun dubbio, senza volto non direi, a partire
    dal trio Maletti,LaBruna, Giannettini, e dal suocero di Alemanno.

  101. maurozani Says:

    Giovanni, nella sostanza ha del tutto ragione. Salvo che non ricordo scorta a Dalla Chiesa. Ma è un dettaglio.

  102. Giovanni Says:

    Il generale dei carabinieri Dalla chiesaaveva come scorta un poliziotto che lo seguiva con una Giulietta, perché non si fidava dei carabinieri
    Molto probabilmente ci fu una soffiata dalla prefettura di Palermo prima che uscisse per andare a pranzo a Mondello
    Dalla Chiesa non voleva andare in Sicilia ma Rognoni ,allora ministro dell’interno gli promise poteri speciali non inferiori a quelli conferiti da Mussolini al Prefetto Morì
    Il Geerale accetto’un po’ per ingenuità un po’ per vanità
    Ma il timore era forte se e’vero come e’vero che prima di partire incontro il giornalista Nino Pecorelli,a cui con ogni probabilità consegno’ documenti scottanti
    Quello che al tempo del processo a Vitalone ed Andreotti mi colpì fu l’enorme ritardo con cui venne assassinato Pecorelli
    Cinque giorni dopo l’assassinio del Generale
    E perciò delle due l’una:o Pecorelli cerco ingenuamente di usare il dossier consegnatogli dal Generale oppure si tratto’della solita inefficienza dei servizi Italiani che operavano di conserva con il Mafiosi
    Se infatti,l’incontro,tra il giornalista e il generale fu”osservato”l’assassinio doveva essere eseguito lo stesso giorno
    Se si esclude questa seconda ipotesi ci sta che il “dossier” sia stato recuperato
    Sappiamo che Andreotti e Vitalone furono assolti quali mandanti dell’assassinio del giornalista e che Rognoni non fu mai imputato neppure come concorrente morale dell’omicidio del Generale
    Ma i processi in Italia si fanno con le chiacchiere dei testimoni e non con la logica esperienzale e del movente concreto(il famoso cui prodest dei romani)
    Allo stesso modo un ex amministratore bolognese e stato assolto dal reato di concussione e truffa perché un grande fratello racconto’che l’aveva fatto per motivi politici e non per 300.000 di consulenza,prontamente sostituita da una prebenda romana pari a 900.000,oltre la pensione

  103. Giovanni Says:

    La vita del Generale era segnata
    Poteva salvarsi soltanto fuggendo in Russia
    Ma sarebbe stata una fuga senza onore e perciò accetto’la sua sorte
    Nessuno infatti può dire che il Generale fosse uno stupido

  104. Giovanni Says:

    Remo,sarebbe stato ridicolo per il Generale andare a pranzo con un blindato M 113
    E poi per far saltare in aria quel blindato serve poca roba,molto ma molto meno di quanto fu utilizzato nella strage di Capaci e via D’Amelio

  105. Giovanni Says:

    In conclusione,Mauro,quando parlo di stato clerico -fascista – mafioso dal 1948 fino all’arresto di Provenzano lo dico a ragion veduta
    Ma come dici giustamente,son quasi tutti morti.
    Oggi si cerca di cancellare le residue tracce di un passato dove i servi dello straniero hanno fatto massacrare la parte migliore del nostro Paese
    Parlo non solo degli assassinii e delle stragi,ma anche e sopratutto dell’eliminazione dell’opposizione politica
    Un opposizione che aveva confuso l’amministrazione delle regioni rosse con il Governo del Paese
    Questo e’il grave errore che rimprovero alla teoria del compromesso storico
    Una teoria che definire idealistica sarebbe troppo,perché troppo grande era lo scarto tra teorizzazioni e il concreto modo di essere ed agire delle “istituzioni repubblicane”
    E ,dunque,mi pare di poter concludere che con la strage alla stazione di Bologna venne spazzata via anche l’idealismo di Aldo Moro
    Si torno all’opposizione,certo,ma a quale condizioni?
    Il PCI fortemente ridimensionato fu sostituito dal partito socialista di Craxi
    Con il golpe contro Natta tutti diventarono “miglioristi” e poi democristiani
    Dirai che questa mia ricostruzione e’assai sommaria,ma nei libri di storia puoi sempre studiare di come fu decapitato il partito comunista tedesco,sostituito dal partito socialdemocratico e della mutazione di quel partito dopo l’abbandono di Schmit
    Oggi governa la Merkel con il sostegno della Spd
    Ma se provi a confrontare i tedeschi che hanno governato o fatto opposizione nella Germania post-nazista,non troverai tutte le porcherie e le cazzate fatte dai “nostri”
    Perché?
    Perché i nazisti non sono transitati nella nuova repubblica tedesca,mentre tutti i fascisti italiani transitarono nella repubblica italiana:politici,militari,giudici,prefetti,Agnelli,con il tutore Valletta,professori universitari e sopra ogni cosa il concordato stipulato da Mussolini con il vaticano per avere i voti di Don Sturzo
    Tutte le leggi fasciste ,salvo qualche eccezioni,e gli ordinamenti delle istituzioni di secondo grado
    delle istituzioni continuarono a governare il paese
    Oggi e’ diverso siamo alla post -democrazia,governato da un ‘apparato repressivo che ha il merito di essere il più fascista d’Europa(G8,Tav)e da una corruzione-camorristica che non ha nulla da invidiare ai peggiori stati-africani

  106. maurozani Says:

    Giovanni su post democrazia e dintorni siam d’accordo.
    Così anche sulla ricostruzione della vicenda dalla Chiesa e Pecorelli.
    Un pochino meno sugli ex nazisti in Germania.
    Certo molti (2000-2500) essendo tecnici e scienziati furono accolti in USA come Herbert Von Braun che portò gli americani sulla luna e che fu uno dei massimi criminali nazisti, dato che nelle sue fabbriche sotterranee i turni erano di appena tre mesi.
    Dopo si moriva.
    E la mano d’opera, moritura, gliela forniva Himmler tramite modesto pagamento.
    E’ però anche vero che chi fabbricò i forni crematori e i gas e chi sostenne Hitler con la produzione bellica è ancora oggi tra le principali aziende tedesche.
    Mentre andavano, gli uni e gli altri, impiccati a Norimberga che fu com’è noto purtroppo solo un modo per far volar gli stracci sporchi di sangue.
    Tanto è vero che quella furba canaglia di Speer(criminale come Braun) si beccò solo 20 anni e ne fece , credo solo una decina.
    Quanto al compromesso storico lo sai che non siam d’accordo.
    Quanto al dopo Natta , non è semplicemente vero che diventammo tutti miglioristi.
    La verità è però che fummo tutti sommersi da un’onda lunga dopo l’89.
    Dura ancora adesso.
    Il comunismo è morto ma resta sempre nel mainstream il nemico.
    A pensarci è davvero singolare che senza il comunismo l’anticomunismo rimane più vivo che mai.
    Perché?
    Beh non basta la “guerra infinita” al terrorismo, c’è di nuovo bisogno di un nemico seccamente ideologico per un capitalismo che non riconosce più sé stesso ed è in cerca d’identità antiche.

    • Giovanni Says:

      Krupp,al processo di Norimberga prese 12 anni
      Ma negli anni 50 torno al comando del gruppo industriale perché nessuno comprava le sue aziende
      Il gruppo Krupp era una internazionale della armi di distruzione.
      Nella prima guerra mondiale vendeva a destra e manca,alla Germania ,alla Russia o alla Francia
      Una famiglia industriale che aveva bisogno di continue guerre e che finanziava chiunque era pronto o si accingeva a scatenarle
      Dopo Norimberga Krupp non ha più costruito cannoni
      Diversamente i nostri Agnelli hanno sempre spinto alla guerra l’Italia per vendere la loro robaccia
      Cominciarono con la guerra di Libia ,poi con l’interventismo nella prima grande guerra e proseguirono nella seconda guerra mondiale ,vendendo le famose scatole di sardine,ribattezzate “carriarmati.
      Ancora oggi la Fiat e’il primo fornitore dell’esercito italiano,dei carabinieri e delle varie forze dell’ordine
      Se ne avessero avuto la possibilità avrebbero senz’altro utilizzato i prigionieri di guerra per la produzione
      In ogni caso le condizioni di lavoro degli operai nella Fiat non sono mai state lontane da quelli servili
      Nessuno degli Agnelli e mai andato sotto processo e recentementei loro due prestanomi,dopo l’assoluzione in cassazione per la porcheria del “convertendo”hanno ottenuto la condanna dello stato italiano al risarcimento del danno presso la Corte dei diritti dell’uomo
      L’unico che li tenne a bada fu Giolitti
      Durante l’occupazione della Fiat nel dopo guerra da parte degli operai il Senatore del Regno,Giovanni Agnelli si presento’dallo statista chiedendo l’uso dell’esercito contro gli operai
      Giolitti rispose”d’accordo”farò bombardare la Fabbrica e il senatore se ne andò con le pive nel sacco
      Ma una volta tolto di mezzo Giolitti con l’aiuto dei socialisti inconsapevoli,torno a saccheggiare l’Italia con le sue scatole di sardina
      I suoi discendenti non furono da meno perché oltre al saccheggio poi passarono alla distruzione di tutta la nostra industria automobilistica perché non tolleravano la concorrenza
      Krupp e Fiat ,sono differenti
      Scienziati e tecnologia sono sempre stati bottino di guerra
      I romani volevano Archimede,ma un centurione inebriato dal sangue e incazzato per il lungo assedio ,taglio la testa dello scienziato

  107. maurozani Says:

    Nota tecnica.

    Remo , è vero un M113 non sarebbe bastato. Io ci son salito tante volte nel 1970. Per quel carro sarebbe bastata una bomba a mano sotto un cingolo per fermarlo. Così dicasi anche per l’M114.

  108. remo tedeschi Says:

    Prendo alla lettera il titolo “divagazione”, parlando di due passaggi dell’editoriale di Scalfari, oggi. Su confronti tra “tipi” di democrazie e
    dittature,cita la Roma imperiale,dicendo… quando funzionava il sistema imperial-democratico, Roma, diffondeva ovunque la sua cultura, le tavole del suo diritto, la sua poesia,(?) la sua civiltà.
    E la spada? no? massacri nessuno? mah
    L’altra perla ,su De Gasperi, …. il vero costruttore della Repubblica.

    e Terracini, Togliatti, diciamo anche Nenni , Parri ecc.?

  109. maurozani Says:

    Remo, Scalfari è solo un pochino amareggiato perché non dirige lui il PDR. ma il suo editore insieme ad un altro gruppo di buona gente .
    In genere , figli di puttana.

  110. Giovanni Says:

    L’Italia imperiale!
    Scalfari non ha mai smesso la camicia nera e il sogno di “un posto al sole”
    Un giovanotto senescente
    Dunque,libero di dire tutte le boiate che pensa,senza che si possa incolparlo di alcunché’

  111. remo tedeschi Says:

    Sono proprio schifato ,se non ci sono a breve ,qualche distinguo su repubblica, regalo l’euro e 30,a chi mi chiede il carrello all’ipercoop

  112. maurozani Says:

    L’euro e trenta? Ma il carrello prende solo uno, due o mezzo euro. Insomma non prende Repubblica.

  113. Gianni Says:

    Lasciam perdere le divagazioni para-filosofiche stà di fatto chè Scalfari è uno dei pochi, nel panorama editoriale italiano, che osa criticare Renzi anche se in modo strambo (pifferaio….)!!!
    Citatemene altri?
    Gli economisti no ormai son come i meteorologi e gli stregoni, perciò sono esclusi!!! Soprattutto quelli della BOCCONI!

    Strano non trovare SU QUESTO BLOG commentI sul dopo Errani, sembrate omertosi!
    Io mi schiero per Manca pur non essendo del PD, voi che lo conoscete meglio che né dite???

    • Giovanni Says:

      Manca?
      Vale quanto un fico secco
      “Rivedi”le alleanze,anche personali,fatte nell’ultima campagna elettorale per la sua rielezione e ti farai un’idea peggiore
      A Dozza si sente ancora il suo cattivo odore
      Non vale la pena dicuterne
      Mi pare che Prodi abbia già scelto Bianchi per la successione al patetico ed esausto Esarchetto,vittima del suo “istituzionalismo”
      Poveretto,vedeva le istituzioni anche nei cassonetti del rusco

    • Giovanni Says:

      Certo Scalfari ha sempre fatto parte del panorama affaristico
      Ricordi per caso quanti miliardi ha incassato da De Benedetti per la sua quota in “La Repubblica”
      Io non ricordo l’importo
      Ma quel che so e’che i soldi per la liquidazione del perpetuo direttore furono prese a prestito dalle banche e ripagate con il finanziamento pubblico
      E’ lo stile della casa
      Il suo padrone meno di un mese fa a rifilato alle tre maggiori banche italiane 2 miliardi di debiti fatti da lui con la Sorgenia
      Si vede Gianni che leggi solo La repubblica dei “campanelli”

  114. Giovanni Says:

    Scusate se torno ancora a parlare della strage di Bologna ,ma trovo davvero sorprendente che non vi sia sta una robusta reazione del presidente dell’associazione delle vittime alla riapertura dell’inchiesta sulla “pista palestinese’ ,che notoriamente usi regge sulla presenza incomprensibile e ingiustificata a Bologna il 2 agosto del 1982 di kramer che «alimenta un grumo di sospetto».
    Come mai la procura di Bologna ha riaperto dopo 32 anni la pista “palestinese”io non lo so ma certamente lo sapranno i parenti delle vittime e il Presidente dell’associazione
    Qualche bolognese conosce soltanto quello che ha sentenziato il Gip circa la presenza a Bologna di Kramer il 2 agosto 1982 :«quel solo e sorprendente fatto non è tuttavia sufficiente per ipotizzare in assenza di altri elementi un suo coinvolgimento nella strage”
    Come dire,non ci sono altri fatti per rinviare a giudizio Kramer per la strage della stazione,ma non si può escludere che lo stesso non abbia messo la bomba,dopo essere stato 1 primo agosto 1982 individuato mentre varcava la frontiera italiana proveniente dalla Austria e dopo essersi regolamente registrato presso un’albergo di Bologna lo stesso giorno
    L’unica connessione storica che riesco a fare rispetto alle indagini nei confronti di Kramer e’l’accusa a Dimitrov di aver appiccato il fuoco al parlamento tedesco
    Avevo letto il libro di quel grande comunista appena edito ,su suggerimento di Tutino,al quale avevo chiesto un giudizio sul grande uomo politico,in occasione di un casuale incontro sulla porta di un ‘albergo di Sofia
    Insomma,il Barracuda con il suo stile mi mando a studiare
    Orbene ,chi ha letto quel libro sa che Demitrov affronto’da solo il processo capitale e costrinse l’accusa a chiedere l’assoluzione per insufficienza di prova
    Ma Demitrov prese per ultimo la parola nel processo di Lipsia per affermare con lucidità ,forza e coraggio che il suo onore di combattente comunista non poteva esser macchiato con un’assoluzione per insufficienza di prove,come chiedeva l’accusa
    Non ottenne la completa assoluzione,scampo la decapitazione e dopo 12 anni rientro in Bulgaria per governare onestamente il suo paese
    Eppure dopo 29 anni dall’incendio del Reichstag ,nel 1962 un giornalista tedesco occidentale,un tale Tobias ,sostenne ,con dovizia di particolari ,che l’incendio del parlamento tedesco non fu opera di Hitler,Goebbels e Goering,ma di un singolo folle
    Beh ,ora la morale della favola tiratela voi

  115. maurozani Says:

    Kramer non so chi sia.
    A parte il film Kramer contro Kramer.
    Kram era un terrorista tedesco con , sembra, contatti con Habbbash. (non so se è scritto bene).
    Quanto al presidente della beneamata associazione, lasciam stare…..
    Non è deputato?
    Alfine?

  116. maurozani Says:

    Quanto a Manca, beh manca…del tutto.
    Come Bonacini e quell’altro democristiano, Rughetti ..Richetti non ricordo.
    Come ti viene in mente Gianni di schierarti con cotale soggetto.
    Conosci parenti, hai referenze, ti piace il gel sui capelli, come diavolo ti viene in mente?
    A parte che è un simpatico romagnolo, figlio dei padri imolesi che legano sempre il carro dove vuole il padrone.
    Padri recenti intendo.
    Da prima di Solaroli in poi , insomma.
    Niente a che vedere con il passato storico.
    Quanto a Bianchi , beh, è prodiano ma forse, forse è meno peggio di tutti gli altri.
    Resta che io non voto nessuno di questi.
    Neanche se m’appare la madonna.

    PS. Il PD non vuole alleanze.
    Dunque se la suoni e se la canti.
    Semmai una lista civica, orientata a sinistra.
    Ma non c’è.

    SCHEDA IMMACOLATA..

  117. Giovanni Says:

    Mauro,ormai l’avrai capito
    Non azzecco mai un nome e non correggo mai il testo
    Ti dirò di più’
    Non scrivo mai al computer,se non brevi e-mail
    Effettivamente ,si tratta di Thoma Kram,il terrorista che deve aver combinato più di qualche casino per motivi ideologici
    Lungi da me l’idea di associarlo a Dimitrov,un dei più importanti rivoluzionari della terza internazionale
    Associazione tra due fatti distanti,come hai ben inteso ,sta nel fatto che ogni Stato,soprattutto per motivi contingenti,anche a distanza di molti anni,riapre i fascicoli per deviare la verità dei fatti storicamente certi
    Il giornalista tedesco-occidentaleTobias,dopo la costruzione del “Muro”fece un gran lavoro per negare la responsabilità dei massimi esponenti nazisti nell’incendio del Reichstag,già definitivamente approvato dal “controprocesso”che si svolse in Inghilterra,prima del processo di Lipsia
    Noi un controprocesso al processo per la strage della stazione di Bologna non lo abbiamo mai fatto ,anche se tra l’arresto dei fascisti e l’inizio del primo grado passarono otto anni
    Nessuna organizzazione politica o associazione era disposta ad accertare che si trattava di strage di stato,tra i cui depistatori primeggiava il solito Kossiga
    Avremmo dovuto indicare la DC tra i beneficiari di quella strage e questo,dopo l’esperienza del governo di solidarietà nazionale con Andreotti ,Kossiga e Rognoni il partito non l’avrebbe potuto digerire
    Ecco perché la strage doveva essere”fascista”,anzi neofascista
    Insomma,tutto si reggeva all’interno dello schema degli opposti estremismi
    Diversamente,11 anni prima,per tutta la sinistra italiana piazza Fontana fu riconosciuta’subito come strage di stato e perciò non fermo l’avanzata delle classi lavoratrici e della nostra società civile
    Tornando alla riapertura della pista palestinese nel 2014 ,quello che mi fa davvero incazzare e’che l’esimio Presidente dell’associazione,dopo la sua mancata elezione,si è dimenticato persino di comunicare ai suoi concittadini perché sono state riaperte le indagini
    Io lo voglio sapere,perché pur non essendo stato coinvolto con la perdita di un mio caro,ho pianto di rabbia impotente per la prima volta nella mia vita,quando vidi le immagini al telegiornale
    Noi tutti abbiamo il diritto di sapere,perché riguarda noi tutti

  118. Giovanni Says:

    Dimenticavo il Presidente,dopo aver fatto fiamme e fuoco,per essere nominato in parlamento e non eletto in prima battuta e stato poi “recuperato”

  119. Giovanni Says:

    Mauro,invece il tuo “protetto”,già compare del “Cinese”,e stato trombato dalle pulzelle di Renzi

  120. remo tedeschi Says:

    A me risulta che a fine luglio 2014 il p.m ha chiesto l’archiviazione della “pista” palestinese, sbaglio?

    sulle “presidenziali”emiliane, sono d’accordo con Gianni, almeno nella presunzione di fare qualcosa ,e quindi di votare,
    mettersi fuori gioco,… è dura, possibile che non ci sia qualcuno con
    una .. coscienza? morale? giusta. Bianchi o Manca, vedremo.
    E una presidentessa?
    (adesso faccio arrabbiare Giovanni, e Sandra Zampa?)

  121. Giovanni Says:

    Zampa,ma non mi far ridere
    La Zampa e’uscita dalla parrocchia 10 anni fa
    Non ha mai amministrato neppure un condominio
    La sua tesi di laurea e tutto un programma….
    Penso che le sue attuali mansioni consistano nel fare la spesa per la famiglia del Parroco
    Ma tu,non eri uscito dal PD dopo le primarie che hanno visto il trionfo di Pittibimbi?
    Il giorno delle primarie prenditi un giorno di relax e vai a vedere un film hot

  122. Giovanni Says:

    E certo che la pista palestinese e stata archiviata
    Un fatto noto da 34 anni come poteva dar luogo ad un processo
    Quando hanno riaperto il caso già era stato deciso l’archiviazione ,richiesta appunto da chi aveva riaperto il caso
    Ma con ogni probabilità Remo non sono stato sufficientemente chiaro per te

  123. remo tedeschi Says:

    Tu dici, sopra ” tornando alla riapertura della p.palestinese nel 2014
    io capisco…. tornando alla riapertura della p. palestinese nel 2014.

    Mai più iscritto con il pupo, ma stiamo alla finestra? forse si e no
    un film hot? buona idea.
    Ragazzi e ragazze del blog buon ferragosto.
    (vado a prendere dal freezer galletti e qualche porcinello,che finalmente ho acchiappato)

  124. Giovanni Says:

    Dopo aver abbattuto proditoriamente l’aereo malesiano con 300 passeggeri,utilizzando un Mig 29,probabilmente pilotato da un polacco,oggi la giunta di Kiev,si inventa un’inesistente invasione di carri russi in Ucraina nel tentativo disperato di impedire il soccorso umanitario russo alle città del Donbass
    Ovviamente ,domani,i soccorsi varcheranno il confine ed ai neonazzisti non resterà che fare due chiacchiere con l’ambasciatore russo a Londra
    Nel frattempo,l’Allieva del secco Fassino disonora il popolo italiano,prosternandosi agli Anglo-americani,così come il musulmano prega rivolto verso la Mecca nel tentativo di meritarsi la “poltrona”nella Commisione Europea

  125. Giovanni Says:

    “La repubblica”e il “Fatto di Travaglio,propinano ai gonzi la stessa velina sull’Ucraina

  126. remo tedeschi Says:

    Cosa ci sarà nei 280 camion? guarda che Wladimiro è un buon conoscitore di arti-marziali.

  127. Giovanni Says:

    Questa te la faccio passare perché il Karatè e’ più che sufficiente la conoscenza e la pratica delle arti marziali richiedono cervello e forza

  128. Giovanni Says:

    Sorry,volevo dire:
    Il Karatè’ e le arti marziali in genere richiedono cervello e forza
    E infatti la giunta di Kiev ha intensificato i bombardamenti con l’artiglieria pesante sulla popolazione civile per impedire l’ingresso in città ai 280 che ovviamente portano soltanto derrate alimentari,medicinali e generatori di elettricità
    Mentre gli aiuti umanitari della NATO in Iugoslavia furono 12.000 bombe ,compresi i missili sulle infrastrutture civili della Serbia,che comportarono tra l’altro la distruzione di una fabbrica automobilistica(comprata dalla Fiat con i contributi del governo Fantoccio)un treno con 800 passeggeri,ponti,impianti elettrici e comunicazioni
    A ,completamento dello opera,l’omicidio di Milosovic,durante un processo che lo vedeva imputato per avere difeso il suo Paese e il suo popolo
    Il tuo D’Alema dette il suo contributo all’intervento umanitario di distruzione civile della Serbia,così come si adopero’ con discrezione a consegnare”indiretta alla CIA ed ai servizi turchi in Kenia Ocalan
    E infatti il capo politico del partito socialista curdi PKK marcisce in prigione da 16 anni in un carcere turco,dopo essere sopravvissuto a 4 anni di sevizie e torture
    Miglior sorte ha avuto Abu Bakr al-Baghdadi, il Califfo e capo del Isil ,a cui ogni credente, ovunque si trovi, ha il dovere di sottomettersi :e’stato rinchiuso a Guantanamo per 6 anni,dove ha ricevuto il più l’addestramento necessario per tagliare il maggior numero di teste possibili e uccidere in particolare i cristiani di ogni origine e specie
    Paradossalmente Ocalan e il Califfo sono entrambi terroristi ,sia per la CIA,sia per Israele,sia per la civile europa e la cristiani sisma Italia
    Sai perché ?
    Non te l dico
    Studia
    Come diceva quel popolare maestro della Rai :”non è mai troppo tardi”
    Il consiglio vale soltanto se sei in buona fede

  129. remo tedeschi Says:

    Però, tutte le tue legittime considerazioni, molto personali a cominciare da Milosevic e via via altri, compreso l’umanitario Putin
    sono soltanto tue, quindi non è possibile” studiare”, però ho letto qualcosa di Nadia Urbinati, sulle “democrazie illiberali, che vedono come punto di riferimento Putin , Orban,e (questo è un parere personale) anche il nostro fiorentino.
    Tentano di dare un vago benessere , però comandano loro, il solito
    osso da tirare al cane.
    Al Bagdadi. Mi risulta che gli americani lo hanno consegnato con le manette, poi quel “furbo” del pres.iracheno lo ha liberato.
    Originale il vice-Grillo, contrario ad aiutare i curdi…
    per fermare Isil, meglio richiamare in servizio.. ,sai quel parlamentare
    che conosce Claudio.

  130. silviodallatorre Says:

    Sono afflitto da terribile depressione politica. E se le vicende nazionali, col trionfo del renzismo, non stupiscono più di tanto, rientrando nell’ eterno ridicolo nazionale, quanto accade all’estero lascia sgomenti. Interi paesi (dall’irak, alla Libia, all’Africa sahariana) sprofondano in una guerra civile in cui non è facile distinguere ragioni e torti e l ‘unica cosa certa è che il caos è stato provocato dai malvagi interventi dell’Occidente. In ucraina il governo scaglia l’esercito contro città popolose del suo stesso paese causando migliaia di morti. Roba da tribunale dell’Aja, che riceve invece il plauso e il consenso dei governi europei. Negli USA Obama è stato completamente esautorato (se mai ha avuto autorità) dai Neocon. La Germania, che avrebbe mille motivi per opporsi al bellicismo antirusso, si adegua alla volontà americana. La Francia, dopo Chirac, ultimo erede della tradizione gollista, è governata da fantocci filo americani e filo israeliani. L’impressione è che l’occidente intero sia nelle mani di una classe dirigente composta di pazzi irresponsabili. È possibile che ci si veda costretti a sperare nella fermezza e nel buon senso di Putin? Voi vedete una via d’uscita non catastrofica da tutto questo?

  131. Giovanni Says:

    La fermezza e il buon senso di Putin affondano le radici nella migliore tradizione del KGB ,che ha sempre difeso il paese,sin dalla rivoluzione d’ottobre dal l’imperialismo nazifascista
    La Russia ,a partire dalla rivoluzione d’ottobre e stata vista dai più grandi e onesti intellettuali,fin dagli anni 30 come l’unico paese
    Antagonista dell’imperialismo distruttivo
    Persino la migliore intellighenzia inglese,i Magnifici Cinque di Cambridge ,i quali dettero volontariamente e gratuitamente un contributo insostituibile al KGB per comprendere come e quando sarebbe scattata l’aggressione nazista all’Urss da parte di Hitler,compresero prima di tutti che la sopravvivenza della civiltà europea dipendeva dalla Russia
    Con l’inizio della guerra fredda gli anglosassoni,tirano fuori dal cassetto i loro vecchi progetti
    Le sanzioni contro la Russia non sono una novità Nei primi anni degli anni venti del secolo scorso,l’Inghilterra sconfitta nel tentativo di riportare i Romanov in Russia,in concomitanza con la carestia che afflisse per molti anni l’Ucraina decreto le sanzioni economiche ai danni del paese dei soviet
    Le sanzioni furono volute fortemente da quel gran figlio di puttana di Churchill,che da tempo tramava contro la rivoluzione di Lenin
    Tutti sappiamo come Stalin sistemo quell’arrogante inglese e come i soldati inglesi tornati dalla guerra mandarono in pensione lo”statista”
    Oggi lo scettro e’nelle mani degli americani,che dalla guerra fredda ad oggi non hanno mai smesso di aggredire il mondo intero
    A tenerla “battuta”e sempre stata la Russia ,fino alla vendita di Gorbaciov ,dopo di che’comincio’con la guerra del golfo di Bush padre senza fermarsi più
    Il primo stop,Zio Sam l’ha ricevuto l’anno scorso,allorquando Putin elimino il pretesto delle armi chimiche,utilizzate dai terroristi riforniti dai Turchi,con la complicità di Israele
    Il secondo stop strategico ,Zio Sam l’ha subito in Crimea
    Nell’uno e nell’altro caso Putin ha ordinato di non sparare un solo colpo
    Da queste due sconfitte,Zio Sam,che aveva organizzato il “golpe “e l’insediamento della “Giunta di Kiev”ha reagito organizzando l’invasione del Donbass e l’abbattimento dell’aereo malese con 300 passeggeri e ancora con ll bombardamento delle città dell’Ucraina dell’est
    Putin ha risposto con l’eliminazione dell’aviazione “ucraina” e con il soccorso umanitario al Dombass
    La Giunta di Kiev e’stata costretta ad accettare l’ingresso dei 300 camion russi per la semplice ragione che sarebbero entrati lo stesso,con la protezione a distanza dell’esercito russo,il quale ha il controllo militare totale dell’Ucraina
    Nei prossimi due o tre mesi i mercenari di Kiev saranno costrette a ritirarsi dal Dombass
    Mosca,infatti,conosce nome per nome,nazione per nazione,tutti gli autori ,le comparse e i collaborazionisti dell’aggressione armata al Dombass
    Kiev ,nel frattempo ha acquistato l’8 % del suo fabbisogno energetico dalla Slovacchia al prezzo di 600 $
    La Slovacchia compra dalla Russia a 450 $
    Putin sa attendere perché conosce bene i “delinquenti”

  132. Giovanni Says:

    Remo,condivido senza riserve il post di Isis-Che fare,anche se non è integramente farina del sacco di Alessandro Di Battista
    Continuo,invece,a non comprendere cosa hai ricevuto tu dal Demone Americano
    Pura devozione devo supporre e non come “trattar le donne:i loro eterni ahi e ohi,che non finiscono mai,che si curano in un unico punto
    Hai dato la tua anima per arrostire le salamelle e non certo per una Margherita
    Ora che ormai sei pensionato potresti anche sforzarti un po’ per rompere l’incantesimo di cui sei vittima
    Non vale più la pena di vendersi per così poco.
    Parlane con il prete del tuo quartiere

  133. remo tedeschi Says:

    L’articolo di Francesco Merlo (rep) su Di Battista è da oscar del giornalismo, leggilo e studia..
    Il demone americano? , io non sono tifoso di nessuno
    credo di essere obbiettivo, perché chi c’è a difendere i curdi, e la povera e disperata gente in balia di assassini,tagliagole,nazisti islamici, ? per adesso Obama,e Di Battista è solo un poveretto figlio
    di un fanatico missino.e leccac.del ricciolone di Genova.
    Tu dici che Putin è fin troppo “buono”, bè dico lo stesso per L’America e l’Europa, quei naziislamici, fosse per me farebbero meno km , rimarrebbero per strada solo quei lugubri stracci neri, neri come i fascisti.
    non conosco preti , tu forse.

  134. remo tedeschi Says:

    Si riapre l’inchiesta sull’assassinio di Litvinenko, intanto uno dei due
    accusati dell’omicidio al polonio è deputato, di chi? … dell’umanitario
    Wladimir Vladimirovic Putin,(un certo Lugovoj, il Cremlino ha negato l’estradizione,) tiene famiglia.

    chissà se Dagospia ne parla.

  135. Giovanni Says:

    I

  136. Giovanni Says:

    @ Remo
    Ecco i tuoi alleati nella guerra contro Putin
    “Stanno per partire i volontari del battaglione Azov della Guardia Nazionale Ucraina. Saranno spediti a combattere contro i separatisti pro-Russia. Si tratta di uno dei tanti gruppi paramilitari del paese. Questo, anche chiamato “Men in Black” è comandato da Andriy Biletsky, capo del partito neo-nazitsta Sna e dei Patrioti dell’Ucraina.
    Il nuovo ministro dell’Interno, Arsen Avakov ha infatti autorizzato da aprile 2014 la nascita di numerosi gruppi paramilitari che hanno raccolto le adesioni di più di 12mila civili”
    La Repubblica,17 agosto 2014
    C’è anche la foto di una fanciulla ,vestita di fresco,con abiti tradizionali,ma con maniche corte,che bacia il combattente sul …passamontagna

  137. remo tedeschi Says:

    Verissimo, ma oltre ai gruppi di estrema destra, in Ucraina c’è anche il partito comunista, che in diverse regioni e città ha organizzato milizie popolari per fronteggiare i neo nazi e soci.
    Il sito francese Editoweb.eu, parla di Vitaly Misha come organizzatore
    e la deputata comunista della regione di Zaporizhia ha chiesto l’interdizione di Svoboda dal territorio, forse è poco , ma l’Ucraina non è tutta di estrema dx, credo che minimo, bisogna apprezzare il coraggio di questa sinistra.

  138. Giovanni Says:

    Ma i comunisti hanno l’appoggio della Russia o diello Zio Sam?
    Lo sai che nel battaglione Azov,che comincia a darsela a”gambe ci sono almeno 50 nazifascisti italiani che sono stati addestrati nel Kossovo?

  139. remo tedeschi Says:

    Mah, se ,come sembra sono anche fisicamente in lotta contro Svoboda e altri , non capisco come possano considerare l’attuale dirigenza russa,garanti della democrazia, potrebbero diventare una opposizione comoda, diciamo alla Zyuganov.
    Russia o America? non c’è altro? forse sì

  140. Giovanni Says:

    C’è il multipolarismo che militarmente può essere garantito nei prossimi 20 anni soltanto dalla Russia
    Non ti sei accorto che esiste un’altra piatta forma economica che fa perno sulla Cina?
    Sono i Brics,cui si aggiunge l’Africa e la Turchia
    Ti sembrerà strano ma il nuovo nazionalismo ha decretato la morte dell’unipolarismo e del pensiero unico
    L’aggressività dell’imperialismo americano ci ha messo del suo
    Non c’è dubbio che il Reset di Obama ha funzionato all’inverso
    Tutto e’cominciato con il Golpe in Tunisia,con la caduta del Rais in Egitto,con la guerra distruttiva di Al Capone in Libia,con l’aggressione alla Siria ed e’esploso con il Golpe in Ucraina
    Ora la Merkel ,comincia a fare due conti.
    E’un fatto che Kerry non viaggia più per l’Europa e Obama non si fa fotografare in camicia mentre telefona a Putin
    L’Italia ha una sola change politica per cambiare :Pittibimbo e Napoltitano a casa e un centro sinistra M5s-Pd
    Con il Banana si affonda.
    L’Europa e’in recessione e non può aiutare l’Italia
    Presto Draghi,o meglio la banca tedesca,non potrà più stampare moneta
    L’Europa non è l’America

  141. remo tedeschi Says:

    A casa quei due? perché no? però i rapporti di forza elettorali cambierebbero drasticamente. parte di elettorato pd voterebbe Grillo
    altri Forza Italia, e qualcuno per Sel, rimarrebbe un 12\15.
    Tutto il mondo renziano ,si vendicherà, l’accordo con i 5stelle chi lo farà? Letta? ( il nipote dello zio Gianni è lì che aspetta..sembra che dorma…)
    A Grillo il mandato per formare il governo.

    Saltano per aria tutte le alleanze europee, una rivoluzione…dici niente?
    (fantasie ferragostane)
    ps
    e chi sarebbe il nuovo presidente della repubblica?

  142. Giovanni Says:

    Ci sono due uomini che possono che possono riconciliare la politica con il paese e hanno la competenza l’autorità morale per riformare il sistema istituzionale ed economico
    Stefano Rodota’ e….?
    Sogno ferragostano ,appunto

  143. Giovanni Says:

    Mentre Renzi si faceva un selfie a Bagdad,le commisioni parlamentari,deliberavano l’invio urgente ai curdi di Barzani di armi leggere e munizioni
    In sostanza,di qualche migliaio di Ak 47,ancora imballati da quando furono regalate dagli americani in Iraq all’esercito italiano nella gloriosa operazione “Babilonia”
    Ora secondo voi i Curdi hanno bisogno di Ak 47?
    State sicuri che i cassoni non saranno neppure aperti
    Insomma siamo di fronte alla solita operazione mediatica
    Se proprio la Mongherini e la Pinotto volevano dare un contributo alla lotta contro i fedeli del Califfo,potevano arruolarsi nei battaglioni femminili dei curdi
    Ci sta che non sarebbero state dichiarate abili neppure come cuoche,ma il gesto sarebbe rimasto”tangibile”

  144. remo tedeschi Says:

    Però, l’avtomat Kalasnikova,in mano ai peshmerga,non è un giocattolo, bisogna chiederlo al califfo.
    Il buon Alemanno vuole mandare truppe italiane, se prendiamo esempio ( lo dico con rispetto di chi è morto) dello scontro aereo
    nelle Marche…
    Anche l’ex sindaco di Roma e Casini in tuta mimetica. ma vale sempre il motto “armiamoci e partite”.
    A parte tutto, la situazione è veramente preoccupante, per tutti credo
    ma il 40\45 è dimenticato?

  145. Giovanni Says:

    La soluzione in Iraq non puo’ essere che politica
    L’avanzata dela Califfo,figlio dei neocom americani e dei paesi del Golfo,ha trovato terreno fertile tra i sunniti
    Non mi si dica che 10.000 islamisti potevano fare quello che hanno fatto se non fossero stati accolti come liberatori dai sunniti
    Percio’ fin quando non si riconosce una compartecipazione economica e politica all’ex gruppo dominante in Iraq,ci sara la guerra
    Malik,l’uomo di Obama,ha fatto una politica faziosa,anche ai danni dei Curdi,ai quali non ha versato gli introiti del petrolio
    Fatto é che i Curdi sono stati costretti a “rubare”il petrolio e a riverderlo di contrabbando a metà prezzo a Israele con l’aiuto della Turchia
    I sunniti,dopo aver visto distrutte tutte le loro città nella guerra scatenata da Bush,sono stati trattati come “paria”
    Dunque se l’america e l’Europa fossero in buona fede,dopo aver fatto mea culpa,per la guerra del 2003,dovrebbero reintegrare i sunniti nel governo dell’Iraq
    Invece si danno armi inutili a Barzani,ma noi tutti sappiamo che Barzani é un’uomo di destra e non rappresenta la maggioranza dei Curdi che aderisce al PKK,un partito che aderisce all’internazionale socialista
    A proposito,il Califfo é stato riconsegnato dagli americani a Malik perchè fuggisse in Siria per provocare la distruzione di quel paese
    Assad non é caduto,ma la Siria è quasi totalmente distrutta ed i suoi abitanti sono fuggiti in circa 3 milioni
    Ovviamente per la Siria non ci sono aiuti umanitari e il genocidio dei cristiani in Siria ad opera del Califfo,non “ha mosso le coscienze dei nostri politicanti e tanto meno dei “crociati anglosassoni”
    Sperano dunque gli angloamericani di scacciare il Califfo dall’Iraq affinchè torni in Siria più armato di prima,cioe’ con il bottino di armi conquistato contro l’esercito di Malik
    Soltanto Benedetto e il M5s hanno capito dove vogliono andare a parare i soliti distruutori e guerrafondai

  146. remo tedeschi Says:

    Nel contesto descritto, occorre aggiungere ,(un’articolo su rep, tempo fa ,ne illustrava gli attori in campo) il ruolo subdolo,ipocrita della
    Arabia Saudita, che non escludeva, singoli miliardari,come finanziatori del Califfo Bagdhadi.
    A regola, oltre a nefaste azioni occidentali, ci sono guerre di religione
    odi secolari tra produttori di petrolio, odi di famiglie monarchiche.
    Fossi io il capo dell’onu, dopo la messa in sicurezza di gente inerme
    lascerei scannare fra di loro, sunniti, sciti, frat. musulmani ,hamas
    e tutta stà roba, che è anche roba da matti.
    Come si spiegano massacri tra musulmani? non ci sono parole
    anche per la fine dell’operatore usa, diciamolo, sono pazzi criminali
    altroché vendicatori di Saddam (buono quello!)
    Nulla osta al mov.5st, una verifica sul campo, caso mai visitando i centri dove prevale l’isi.

  147. Giovanni Says:

    Prova a leggere su internet qualcosa sulla psicoanalisi della guerra.
    Forse non troverai un granché,perché la psicoanalisi italiana e’ferma a Freud
    Ma considerato che hai voglia di far fuori tutti,reputo che per te Freud sia sufficiente
    Non andare dal dottore però è inutile e’costoso

  148. remo tedeschi Says:

    Con quello che succede, io, debbo andare dal dott.Freud?
    Ci mandiamo, invece i megalomani del potere, sia politico che religioso? i nuovi Stalin, i nuovi Profeti,ecc. i comici-politicizzati.
    far fuori tutti? che si ammazzino tra loro.

  149. Giovanni Says:

    Come vi avevo anticipato i soccorsio della Russia al popolo del Donbass,hanno varcato i confini a dispetto delle manfrine della Croce Rossa e di Kiev
    La sicurezza dei convogli é vigilata dai confini dall’esercito Russo
    Se i MaJdisti provano a colpire un solo camion o ad impedire la distribuzione dei soccorsi umanitari saranno semplicemente distrutti senza bisogno di alcuna invasione
    Mel frattempo sono maturati i tempi per un ‘intervento Russo-iraniano in Siria per ripulirla dagli islamisti pagati e armati dai paesi del Golfo e dalla Turchia,mandatari degli anglo israeliani

  150. remo tedeschi Says:

    chissà cosa c’è nei Tir-putinowsky? quasi come matrioske a sorpresa, ma sì sono aiuti umanitari, cavolo ,Remo, smettila di pensare male, Giovanni , questa fiducia incrollabile nella vecchia,
    fredda e malinconica madre Russia…(oci ciornie)
    ps
    apprezzo gli artisti russi, Chagall, Malevitch, Gonciarova,e il poeta del quale, tanti attivisti hanno incrociato per anni una sua poesia fuori dal salone della vecchia Federazione, ricordo, era sul partito.

  151. Giovanni Says:

    Ma come possono piacerti Chagall e Malevitch?
    Rappresentazione onirica e non rappresentazione
    Prima di sparare c…sull’arte russa, che ha avuto un’influenza essenziale nel grande futurismo e nella nascita dell’espessionismo astratto,fai un corso accelerato di arti visive

  152. remo tedeschi Says:

    Mi dispiace ,Giovanni sarai più informato in politica internazionale
    ma nelle arti visive me la gioco con te e altri.
    Innanzi tutto, non c’è nulla che vieta ad apprezzare Chagall e Malevitch, generi diversi ma assoluti maestri.
    Ti dirò di più, Chagall ebbe incarichi culturali dopo il ’17 a Vitebsk.
    C’è un quadro suo che rappresenta Lenin funambolo su un tavolo
    attorniato da rivoluzionari, forse non gradito allora, poi il realismo lo
    costrinse a emigrare se voleva essere se stesso.(parigi)
    Malevitch, prima del suprematismo era uno splendido pittore figurativo, comunque apprezzo la qualità anche a partire dai tardo bizantini sino alla Abramovic, perché avere limiti?

  153. Giovanni Says:

    Tutti i pittori iniziano con il figurativo
    Lascia stare wikipedia
    Sono sicuro che non hai mai visto un quadro di Malevitch o di Rothko
    In Italia non trovi nei pubblici musei
    Forse hai visto qualche falso di Malevitch all’arte fiera di Bologna

    • remo tedeschi Says:

      mah, vedi mi è anche capitato di vedere le collezioni della Tate Gallery, con sala intera di M.Rothko, non esisti solo tu, e qualcosa si sa senza Wikipedia, spiace avvertire sempre poco rispetto,comunque bona lè, e volentieri.

  154. Giovanni Says:

    Qualcosa,anzi,un quadro importante di Malevitch ,lo trovi a Parigi,ma se vuoi vedere tutto devi andare a Leningrado
    Rothko ,invece, e’ molto vicino.I più bei quadri li trovi a Basilea,al museo Beyerler
    Vale un viaggio
    Potresti andarci questo fine settimana
    E’prevista cattivo tempo
    E qui ovviamente si chiude il nostro duetto,un po’ stucchevole ,non trovi!
    Stammi bene vecchio Remo

  155. remo tedeschi Says:

    Cos’è questa storia che non si possono prelevare contributi di solidarietà a redditi elevati?(3500netti come pensione) e nemmeno
    una patrimonialina? Camusso, cosa fai? e dire che ha il bulbo da catena di montaggio.
    Milli, telefoniamo al greco?

  156. Gianni Says:

    Apro una parentesi, forse inopportuna visto il livello del dibattito sul blog, ma mi scappa………….

    Cosa è questa storia che Il PD in Emilia Romagna non ha candidati ufficiali per la presidenza della Regione?
    Non è che né hanno troppi di ufficiosi che scalciano?

    Mi dispiacerebbe dover lasciare la mia scheda elettorale immacolata come suggeriva Mauro………… ma se continua stà farsa ……………….

    Altra domanda che mi faccio alle festa dell’Unità oltre a De Gasperi avranno uno spazio adeguato anche i giornalisti del fu Giornale fondato da Gramsci???

    Ultima domanda ma i Piddini non si sentono un pò menati per il naso???

    P.S.: sui 4 referendum stop austerità come la pensate?
    Io vado a firmare e voi???

  157. Giovanni Says:

    Gianni,ma come non hai letto l’intervista a Del Rio
    Niente prelievo sulle pensioni,nessuna patrimoniale il governo ha come programma massimo quello di trovare 10 miliardi per mantenere gli 80 euro anche per il 2015
    I Referendum,se consentiti dalla corte Costituzionele(siamo in materia parà fiscale )ben che vada potranno tenersi nel 2016,cioè quando la recessione avrà compiuto 8 anni
    Ma poi sostanzialmente questi referendum non spiegano più alcun effetto
    L’ultimo vinto sull’acqua e’scivolato come l’acqua
    L’esito e’stato semplicemente ignorato
    Per quanto riguarda i candidati governatori sono rimasti in lizza soltanto il prodiano Bianchi e l’uomo di tutti,il Manca,appunto
    Fino ad ieri il secondo prevaleva sul primo
    Pare che Renzi non voglia che tutta la regione diventi un feudo al 100% di Prodi
    Ne vedremo delle belle
    Infine ti chiedo che differenza fa parlare di De Gasperi soltanto o anche un po’ di Gramsci alla Festa?
    Certo l’Unita non risusciterà
    Questo e’sicuro

  158. remo tedeschi Says:

    Premio facce di bronzo 2014
    a Giuseppe Piero Grillo detto Beppe

    dice… non ci sediamo al tavolo con chi tratta con pregiudicati e condannati.(conosciamo tutti, il suo passato, vero?)
    dimissioni del dir.tg1, perché stravolge e offende il mov.5 st.
    ( andate a leggere sul suo blog cosa dicono di tutti ,senza un minimo di decenza ricordiamo l’interrogativo….cosa fareste in macchina con la Pres.della Camera?
    Ultimo, il min. Orlando un manichino
    Ha si rinunciato ai rimborsi elettorali, però quando si prospetta un sia pur minima riforma (vedi senato,condivisibile o meno, però si tenta un po’ di risparmio, ne è contrario perché anche lui vuole le poltronissime.
    un premio strameritato. (non sostengo certamente Renzi)

  159. remo tedeschi Says:

    I socialisti austriaci stanno indagando che fine hanno fatto,i 400
    nani con il pugno chiuso, disseminati nei centri di alcune città,nell’ambito della campagna elettorale che si stà svolgendo in Austria, spariti, Indiziato n°1 il partito conservatore.
    Proprietario dei nani con il cappello rosso l’ala sx del partito.
    L’altra notizia strana,l’arresto di 10 paracadutisti Russi in territorio ucraino, non conoscevano bene il confine, il navigatore non funzionava. (divagazioni agostane)

  160. Gianni Says:

    @ Remo: in attesa che Bonacini decida cosa fare da grande???

  161. Giovanni Says:

    Egregio Presidente Putin,
    La prego di accettare le scuse a nome mio e di un gran numero di Olandesi per il nostro Governo e per i nostro media. I fatti relativi al disastro aereo del volo MH17 sono stati inscenati per diffamare voi ed il vostro paese.

    Noi siamo spettatori impotenti, come siamo testimoni di come i Paesi Occidentali, guidati dagli Stati Uniti, accusano la Russia di crimini che loro stessi hanno commesso più di chiunque altro. Noi rifiutiamo i doppi standard che vengono utilizzati per la Russia e per l’Occidente. Nelle nostre società, è necessario avere delle prove per essere condannati. Il modo in cui voi e la vostra nazione siete stati condannati per “crimini”, senza alcuna prova, è spietato e spregevole.

    Lei ci ha salvato da un conflitto in Siria che avrebbe potuto avere una escalation su scala mondiale. Le uccisioni di massa di tanti innocenti civili siriani mediante la gassificazione da parte dei terroristi di ‘Al-Qaeda’, addestrati ed armati dagli Stati Uniti e pagati dall’Arabia Saudita, sono state attribuite ad Assad. In questo modo, l’Occidente sperava che l’opinione pubblica si sarebbe rivoltata contro Assad, aprendo la strada ad un attacco alla Siria.

    Non molto tempo dopo, le forze occidentali hanno costruito, addestrato ed armato di una ‘opposizione’ Ucraina, al fine di preparare un colpo di stato contro il legittimo governo di Kiev. I golpisti sono poi stati velocemente riconosciuti dai governi occidentali. Gli sono stati dati dei prestiti prendendo i soldi dalle nostre tasse affinché potessero costruire il proprio potere.

    Il popolo della Crimea non era d’accordo con tutto questo e ha mostrato questo con pacifiche manifestazioni. Cecchini anonimi e provocatori violenti delle truppe ucraine hanno fatto si che queste manifestazioni si tramutassero in una richiesta di indipendenza da Kiev. Che voi supportiate o meno questi movimenti separatisti è irrilevante, considerando il palese imperialismo dell’Occidente.

    La Russia è accusata ingiustamente, senza prove ne indagini, di aver consegnato i sistemi d’arma che avrebbero abbattuto il volo MH17. Per questo motivo i governi occidentali si arrogano il diritto di esercitare pressioni economiche contro la Russia.
    Noi, cittadini Occidentali che non dormono, che vedono le bugie e le macchinazioni dei nostri governi, desideriamo porgerle le nostre scuse per ciò che viene fatto in nostro nome.

    E ‘purtroppo vero, che i nostri media hanno perso ogni indipendenza e fanno solo da portavoce dei poteri costituiti. A causa di questo, gli occidentali tendono ad avere una visione distorta della realtà e non in grado di chiederne conto ai loro politici.

    Le nostre speranze si concentrano sulla vostra saggezza. Noi vogliamo la pace. Vediamo che i governi occidentali non fanno gli interessi dei popoli, ma stanno lavorando per creare un Nuovo Ordine Mondiale. La distruzione di nazioni sovrane e l’uccisione di milioni di persone innocenti è, apparentemente, un prezzo accettabile da pagare per loro, al fine di raggiungere questo obiettivo.

    Noi, popolo dei Paesi Bassi, vogliamo la pace e la giustizia, anche con e per la Russia.

    Speriamo di aver messo in chiaro che il governo olandese parla parla solo per sé stesso. Preghiamo che i nostri sforzi possano contribuire a stemperare le crescenti tensioni tra le nostre nazioni.

    Cordiali saluti,
    Il professor Cees Hamelink
    seguono le firme degli altri docenti

  162. Giovanni Says:

    Richetti deve tutto a Prodi,compreso la Presidenza della regione a scapito del primo degli eletti,il compianto e onestissimo Cevenini
    Si candida per rafforzare Bianchi,ma a questo punto per rafforzare la continuità potrebbe subentrare Simonetta Salieri
    E sicuro,infatti che Bianchi e Richetti tra imola,Cesena e Ravenna non prende un voto
    Quanti voti prende Bianchi nella Provincia,escludento la citta di Bologna?
    Pochi
    Dunque la partita come sempre si gioca a Bologna dove Prodi ha in mano Hera,Aeroporto,Fondazioni,Tper,Università e tutte le parrocchie e gli ex democristiani nonché tutti i professionisti che magnano nel settore pubblico
    Avevo detto che ne vedremo delle belle,ma la inprovvida Puglisi se si scopre come si ricicla se Prodi perde la partita?
    La gara non é intusiasmante come quella dei 1500 m maschili alle olimpiadi,ma siccome le olimpiadi si svolgeranno soltanto tra due anni godiamoci questa gara
    E Merola?
    Sel’uomo prende posizione a favore del perdente addio secondo mandato

    • Giovanni Says:

      Scusatemi,ma ho omesso di evidenziare che soltanto due ex assessori non sono nel mirino della magistratura per i famosi rimborsi
      Il 16 settembre i Pm saranno operativi al 100%

    • claudiopagani Says:

      No caro Giovanni qui Prodi non c’entra proprio nulla! Tra l’altro Richetti è un renziano della prim’ora e fu tra i i famosi “famigerati ” 101 ( o 120) che fucilarono Prodi su precisi ordini del suo capo-corrente e il buon Prodi li conosce tutti UNO AD UNO ( diversamente dalla gentile Sig.ra Zampa che li conosce , ma fa finta che siano altri) e quindi lo (Prodi) odia con tutte le sue forze:. Semplicemente Richetti essendo un “sanselpocrista” di Renzi e non avendo ,finora , ottenuto nulla si batte per se stesso , visto che il suo capo aveva fatto un accordo furbesco con il duo Errani-Bersani ( ma i 2 da diverso tempo non ne azzeccano una) sul nome dell’imolese al gel Manca.O forse l’ astutissimo Renzi aveva finto di accordarsi con quei 2 buoni a nulla per poi ( dietro le quinte) mandare avanti Richetti: il candidato di Prodi è effettivamente P. Bianchi che conosco da tempo e che stimo , anche per non essere un prodiano con ” il sangue agli occhi” ( come la già citata Zampa per capirci) ma che ,in primarie decentemente “libere”, raccoglie pochissimi voti e ,comunque, molti meno di Richetti…
      Il + loffio della compagnia è comunque , a mio modestissimo avviso, Bonaccini che ,dopo aver tradito la “ditta” nelle presidenziali per Marini, è diventato , senza altri meriti , un pezzo da 90 della nomenclatura renziana ma che , alla prima difficoltà vera, si è fatto precedere da Richetti e ,per , vincere, avrà bisogno della famigerata “ditta” che glielo darà senza entusiasmo , magari facendolo anche vincere…Comunque lo spettacolo è assai penoso e la politica è del tutto assente per cui….

      • Giovanni Says:

        Concordo,ma hai omesso di leggere la mia”postilla”
        Il povero Vasco lo hanno condannato con una velocità che ha dell’incredibile
        E chi poteva non immaginare come avrebbe reagito Vasco?
        Bene se dopo il 16 arriva al Richetti(quozienti 95) e a Bonaccini(un ignorante di prima grandezza che ha fatto la sua comparsa a Bologna 4 anni fa con le scarpe a punta e le pezze al culo)cosa prevedi che succeda?
        Si ritireranno ovviamente
        E chi resterà in campo?
        Bianchi ovviamente
        Un prodiano pronto a sottogovernare scientificamente

  163. Giovanni Says:

    Caro Mauro non vedevi la cavalcata dei cosacchi verso Kiev
    Beh,ora dovresti vederla anche tu
    7000 uomini della giunta di Kiev sono racchiusi nella classica sacca.
    Come ne usciranno visto che non sono disposti a morire per 1500 dollari americani?
    Consegneranno le armi alla resistenza
    Ma non vorrei essere al posto dei miliziani fascisti del battaglione “Azov”
    Se non riusciranno a sgaiattolare di notte,dovranno pagare i loro crimini,tra cui vi é la strage di Odessa

  164. claudiopagani Says:

    Caro Giovanni , questa volta sbagli, perchè Bianchi ha ZERO chances e i renziani vogliono tutto il potere compreso quello di Prodi , altrimenti non si capirebbe il perchè dei famosi 101(120) cui i renziani parlamentari facevano TUTTI parte. Vedi, Giovanni , D’Alema è stato rottamato fragorosamente, ma Prodi pure è stato rottamato , sia pure senza sottolinearlo troppo e omaggiandolo ad ogni piè sospinto; semplicemente Renzi e i suoi non ne hanno bisogno perchè tutti quei poteri che Prodi rappresentava sono schierati massicciamente ,nessuno escluso, con il nuovo duce; oltre tutto , Renzi è molto ,molto + moderato del buon Romano e quindi, molto ,molto + rassicurante per lor signori.
    Se Richetti e Bonaccini ( che ha + chances sulla carta) dovessero fare troppo casino , il CAPO farebbe il pacificatore ,inviando a Bologna Del Rio di cui è ansioso di liberarsi perchè troppo “autonomo”. Tertium non datur

    • Giovanni Says:

      Claudio,il Parroco e’il democristiano più coriaceo sulla piazza ed è’ abituato a giocare sporco
      Per tua fortuna non abiti a Bologna,cosicché vedi solo la sua “ombra”
      Vuole la “sanità “,ancora nelle mani dei signori della tavola rotonda che siedono a Montecatone
      A tuo posto non mi precipiterei
      Fino all’altro ieri tutti davano Manca”designato “a succedere al povero Vasco
      L’ex Esarca oggi merita tutta la mia compassione
      Mi sono fatta una mia personale opinione:il sicario e’individuabile iin un ex sottosegretario
      Il mandante…..fai tu

  165. remo tedeschi Says:

    Aforza di fare i ridicoli , le elezioni si possono perdere, probabilmente tutto il “pacco”c.dx” si concentrerà
    su un solo candidato, che riceverà l’appoggio sottobanco dei 5stelle.
    ps
    vorrei ,evidenziare l’articolo di Paul Krugman, oggi (R)sulle origini dei
    conflitti, fra i tanti belligeranti, spiega perchè Putin è in guerra,e ovviamente concordo.

  166. Giovanni Says:

    Non c’è nessuna opposizione di destra a Bologna
    Il PDR e’il partito unico
    Buragatti,il capo gruppo di Ms5,più che un’alternativa a Bonaccini lo vedo piuttosto come la sua nemesi
    Parliamo di due “strozza maiali ”
    Ms5 dovrebbe saltare le primarie e fare una lista aperta a gente per bene e capace
    Chissà potrebbe avvenire un miracolo
    Gli elettori,colpiti da un grande fulmine potrebbero svegliarsi dalla fase Rem

  167. maurozani Says:

    Caro Giovanni, la cavalcata su Kiev la auspico da tempo.
    Dunque che vuoi da me?
    Il milieu dell’ intellingence (posto che se ne occupi) sa già come la penso.
    Secondo me lo Zar del KGB (pardon FSB) fa giustamente la sua gara .
    E non ha tutti i torti.

  168. maurozani Says:

    Quanto agli elettori voteranno per Bonaccini.
    E Richetti avrà il suo buon tornaconto.
    In termini di rendita correntizia.
    Son le primarie per i gonzi.
    Bellezza!

  169. remo tedeschi Says:

    I cosacchi? ma oggi, si permettono di chiamare Beyoncè per i compleanni delle pargole, a 2/3 milioni-dollar per quattro canzonette.
    Comincerei, a preoccuparmi un po’, invece, siamo vicini al 1914-Serbia, allora, oggi ,l’Ucraina. bene , grazie Putin.
    Ma vi siete accorti che non c’è più la falce e martello nella bandiera russa? ( valvola on/off del gas e lingotti)
    … internazionale, futura umanità, zan zan

  170. Giovanni Says:

    Mauro in realtà volevo stuzzicarti sullo stato pietoso in cui versa l’economia americana e del perché vengono a rompere i c…in europa
    I cinesi,si stanno sbarazzando al ritmo di 50 miliardi al mese del debito americano
    La dismissione dei dollari americani viene impiegata dai cinesi in forti investimenti in Brasile ,Africa ,Russia e India
    Nessun paese dei Bric vuole più commerciare in dollari
    Persino la Turchia,dove continuano ad affluire forti investimenti in dollari ed euro rifiuta negli accordi diretti i dollari
    Dunque a comperare dollari in questo momento e’ l’Europa ,così come due anni fa l’Italia fu costretta a ricomprarsi 450 miliardi del proprio debito pubblico
    E’questa la vera ragione dell’apprezzamento del dollaro sul l’euro :chi sta per affogare si attacca al collo del “salvatore”
    Ovviamente le borse americane fanno di tutto per tenere la bandiera:utilizzano una sorta di “Viagra finanziario”,che si chiama “volumi degli scambi”
    Più scambi più salgono i prezzi
    Ora l’Europa non Sto arrivando! piu che fare
    Stampare soldi e’diventato pericoloso perché le banche comprano dollari,ma ciò non significa,come succedeva una volta ,che l’Europa abbia più opportunità nelle esportazioni in America
    Certo andrà bene per le esportazioni del lusso,ma ciò non fa la differenza
    E dunque gli americani sono in europa per fregarci soldi (ricchezza)e venderci le armi per fronteggiare “l’aggressione russa”nei paesi ex sovietici dell’Europa
    In questa situazione la recessione e la deflazione per l’intera europa sono garantite per i prossimi vent’anni
    E infatti,gli americani,hanno come unico obbiettivo per il domani l’Europa perché ormai sono stati cacciati economicamente e finanziariamente dal resto del mondo,dalla Cina,dalla ‘India dal Sudamerica e dall’Africa
    L’America può essere salvata nei prossimi vent’anni soltanto dal primo e più ricco mercato del mondo:l’Europa
    Da qui nasce la “distruzione creativa”americana in medio oriente e in europa dell’est
    Un surrogato delle grandi guerre del secolo scorso,ma sempre guerra e’
    Tuttavia i tempi di Reagan sono ormai andati
    L’America ha 13 trilioni di debito pubblico.l’Italia 2 trilioni,il resto d’Europa altri 9 trilioni,per non parlare dei debiti privati
    In questo momento ci sono due campi di battaglia:quello ucraino voluto dagli americani e quello australiano ,sempre voluto dagl anglosassoni ,che hanno ostacolato l’ingresso dei cinesi nel nelle società da cui acquistavano le materie prime(Rio Tinto,ecc)
    La guerra dunque c’è ,come dice Bergoglio,speriamo che la Merkel faccia due conti
    Perché si sa alla fine a prenderla in guel posto sono sempre i tedeschi e i loro alleati

  171. remo tedeschi Says:

    I Tedeschi hanno sempre pagato poco, i loro crimini.

  172. remo tedeschi Says:

    Cossutta,ci provò (senza risultato) a moderare Milosevic, e se il
    nostro primo ministro, mandasse l’amico di/letto, dello Zar Wladimiro1°? cioè lo statista Berlusconi, a calmarlo perdio, parla di bombe atomiche.
    ps
    Rep-bologna ,cita … i gazebo dei gonzi,(Zani) bene, forse si vivacizza la discussione,, non entro in merito perché sono un ex, sembra un titolo di un film, chesò…..il deserto dei tartari. lo dico in simpatia eh.

  173. Giovanni Says:

    A leggere Novella 2000 a lungo termine si possono riportare danni celebrali
    Vilosovic ha soltanto difeso la sua patria dall’aggressione militare della NATO
    La Germania non partecipo all’operazione militare ma fornì armi e soldi in gran quantità ai fascisti Croati
    I serbi della ex Iugoslavia si scannarono tra di loro e poi una volta isolata la Serbia gli anglosassoni portarono avanti l’operazione contro la popolazione e contro le infrastrutture con migliaia di morti
    Il vostro ubriacone Elstsin non fece nulla per la Serbs perché era occupato con David a saccheggiare le ricchezze del popolo russo
    Oggi la Russia e un’altra cosa
    Sta ricostituendo un sistema scolastico di primo livello
    Un sistema economico dove la presenza dello stato e’significativa
    Fa farte di una piattaforma economica significativa in cui l’alleato principale e’la Cina.
    E’prevedibile che questo paese cominci a sanzionare l’economia europea a supporto della Russia e per tornaconto interno :è stata aperta una istruttoria contro il cartello dei prezzi delle cause automobilistiche tedesche con possibili sanzioni che possono arrivare al 10 percento del fatturato
    L’esercito russo dopo l’aggressione di Bush e David alla Georgia nell’estate del 2008 e’completamente cambiato
    Tutto il sistema aereo missilistico e’stato digitalizzato con l’aiuto della Samsung L’addestramento militare e ‘stato portato a livelli superiori agli standard della NATO e agli anglo-sassoni e francesi va ricordato ogni tanto perché rendano conto ai loro cittadini che un missile può arrivare su Londra o Parigi?
    Cosa credi che capiterà se non saranno restituiti i due diplomatici russi arrestati provocatoriamente dai fascisti di Kiev su istigazione polacca
    Le opzione sono due:un operazione militare a Kiev per liberarli o il bombardamento della sede dei servizi di Kiev
    Io opto per questa seconda soluzione perché finalmente gli ucraini dell’ovest comprendano chi li sta portando alla rovina
    La magnanimità usata verso gli sconfitti sul terreno non può essere assicurata anche ai mandanti per procura dei bombardamenti sugli ospedali e delle scuole
    Domani dopo 60 anni i bambini del Dombass non potranno andare a scuola
    I più fortunati saranno accolti nelle scuole russe
    Tu uomo della Bolognina sai cosa e’la festa della conoscenza?

  174. remo tedeschi Says:

    Caro, Giovanni, se c’è qualcuno che legge stampa o web vicinissimo
    a rotocalchi non sono io, hai ammesso ,tempo fa che frequenti Dagospia, quindi….
    A parte scherzi, non posso credere che tu non abbia capito che Putin, rimescola in Ucraina per poi guardare altrove,e in modo molto
    molto preoccupante, tutti i paesi baltici sono nel panico, e chiedono
    il famoso “ombrello nato”, lo zar dà del nazista ad altri ma chi si muove come i tedeschi nel’38,(ricordi quella pattuglia ss che spostava la porta carraia sul confine polacco? è la Russia , in preda a manie di grandezze, che se continua,siamo fottuti tutti ,(anche tu).

  175. claudiopagani Says:

    Niente paura ,caro Remo, ci difenderà tutti “l’intrepida” Mogherini la quale sarà assediata dal guerrafondaio polacco Tusk ( che già ieri sera all’atto della nomina voleva iniziare la guerra contro la Russia).
    Ancora una volta la Merkel ha beffato tutti compreso il “furbissimo” Renzi; la sig.ra Kanslerin infatti , preso atto che Renzi faceva fuoco e fiamme per Mogherini, lo ha accontentato cirocondandolo con il polacco, naturalmente antirusso e molto filotedesco ( quantomeno in politica economica) Tusk. L’effetto prevedibile è che Mogherini , già debole di suo, si elida con il guerriero polacco e la vera politica estera dell’Unione la faccia la Sig.ra Merkel. Cosi Renzi avrà soddisfatto la sua ambizione e vanagloria personale , mentre l’italia continuerà a contare come oggi e cioè nulla nella politica internazionale.Una cosa è certa la Russia e l’Ucraina fanno sul serio( con torti e ragioni condivisi) , e ,in caso di guerra vera, l’Europa ha tutto da perdere, anche perchè il suo ruolo vero politico sarebbe quello di ponte e di dialogo tra Usa e Russia/Cina da un lato e USA e mondo islamico dall’altro; ma per questo ci vorrebbe una forte leadership politica che neanche la Merkel è in grado di esercitare…Da parte mia nessuna simpatia ( e neanche antipatia) per Putin ,nè per i reazionari dirigenti dell’Ucraina. Purtroppo constato che il realismo politico è merce rara di questi tempi, mentre prevale un’aggressività molto pericolosa che ha contagiato l’amico Giovanni desideroso di fare retrocedere immediatamente la storia a suon di carri armati e missili. Mi pare illusione simile a quella di Bush figlio che voleva impiantare immediatamente la democrazia borghese nel tribale Iraq post- Saddam.
    Certamente ,a volte, la storia retrocede, ma in tempi molto, molto + lunghi….

  176. Giovanni Says:

    La mia e’realpolitik
    L’Ucraina era un ponte tra l’Europa e la Russia,ma gli americani hanno provato a spingere il confini della NATO fino a Rostov,esattamente dove arrivo Hitler dopo sei mesi di guerra(operazione Barbarossa) ed a nord fino ai confini della Fillandia(Estonia )
    L’unico paese cuscinetto,rispetto all’aggressione zarista e’rimasta la Bielorussia
    Insomma la differenza tra l’avanzata delle armate di Hitler e quelle amerikane e minimale
    L’avanzata in Oriente e’avvenuto in spretò agli accordi sulla riunificazione della Germania che prevedeva ,come sai,il non allargamento della NATO ai paesi dell’ex blocco sovietico
    Ma si sa gli anglosassoni,come diceva il capo indiano,hanno la lingua biforcuta e perciò non hanno rispettato gli impegni assunti
    Ora se tu fossi Putin accetteresti di essere accerchiato su tre lati dagli americani che portano le atomiche sull’uscio di casa dei russi?
    Non può accettarlo Putin perché conosce la storia e i suoi polli
    C’è una soluzione politica?
    C’è eccome
    Allo stato delle cose soltanto una forte federalizzazione dell’Ucraina può risolvere la grave situazione
    Ma agli americani e polacchi piace l’azzardo,precedute e accompagnate dalle provocazioni
    Ci sono precedenti notissimi:a Varsavia fu assassinato nel 1921 l’ambasciatore russo a Parigi,con il beneplacito e incoraggiamento degli inglesi
    Oggi si arrestano due ambasciatori russi su consiglio dello zio Sam,per non parlare di tre giornalisti russi di cui si sono perse le tracce
    Chi ha scatenato il golpe a Kiev non può volere la pace
    Gli americani e i polacchi perché vogliono recidere ogni rapporto economico con la Russia
    E la Germania ?
    Tutti noi dovremmo fare un viaggetto a Berlino dove c’è un museo poco conosciuto,ma costruito perché fosse da monito al popolo tedesco e russo:si chiama Deutsch-Russisches Museum
    Non è necessario conoscere le linque per comprenderne il profondo significato
    Ebbene i tedeschi hanno perso la memoria e polacchi sono sempre stati gente governata da pazzi
    Putin non lascerà correre perché la guerra che si combatte per l’Ucraina equivale strategicamente alla battaglia per Mosca,dove Hitler fu sconfitto per la prima volta
    Carissimi,la storia non si ripete mai,e’vero perché i russi oggi,suonerà paradossale per chi non vuole intendere,sono portatori di umanesimo contro le barbarie dello Zio Sam
    Anche nei paesi baltici e’in atto da 25 un genocidio ai danni dei russi,privati della propria lingua,dei diritti civili e politici
    Capisco,e’difficile rimuovere tutta la merda della propaganda americana,ma io ho il privilegio di avere una mia opinione che collima con il fatti
    @Remo i paesi Baltici hanno la coda di paglia perché trattano i russi che vivono in quelle terre come paria
    Diversamente i finlandesi che hanno cervello da vendere vogliono la pace
    Chi vuole e pratica l’aggressione mette in discussione la vita di noi tutti
    Poche “pugnette”indietro tutta prima che a qualcuno scappi il grilletto sul seri
    Fino ad oggi Putin ha giocato con il topo

  177. claudiopagani Says:

    Quando uno dice “ho un’opinione che coincide con i fatti” ogni discussione cessa .
    Io posso portare solo la modestissima esperienza personale di un recente viaggio agostano in .Finlandia e nei paesi baltici.
    Ebbene leggendo quotidianamente il giornale in lingua inglese di quelle terre + di meta delle 6 pagine era dedicata alle vicende ucraino/russe e venivano elencate decine e decine di provocazioni quotidiane dei russofoni in quei territori e c’era ,tutti giorni un articolo di fondo che denunciava forti preoccupazioni sull’attivismo russo e una richiesta di aiuto dell’occidente. Molta esagerazione?può darsi; tutto pagato dagli USA? Mi sembra eccessivo.Il giornale in lingua inglese di Helsinki, comunque ,diceva + o meno le stesse cose.
    In ogni caso, sempre il giornale finlandese , diceva che la Russia ,quest’anno, avrà una crescita economica prossima allo 0 ( dopo un decennio di tassi sempre tra il 4 e il 5%) e che che il gruppo di comando moscovita attorno a Putin è molto nervoso….

    • Giovanni Says:

      Sono andato nei paesi baltici e ho visto in che condizioni vivono i russi che vi abitano
      L’Europa dovrebbe vergognarsi di tenere nella Comunità europea governi fascisti e razzisti
      Devi smentirmi con i fatti non con i giornali finlandesi in lingua inglese

  178. claudiopagani Says:

    Aggiungo , a sostegno di Giovanni, che avere consentito ad un premier polacco, non alieno come molti suoi connazionali, da estremismo antirusso di diventare presidente del consiglio UE è un atto provocatorio . bello e buono consentito ad un furbo cancelliere tedesco da un governo italiano desideroso solo di piazzare il suo ministro degli esteri, costi quel costi…

  179. remo tedeschi Says:

    La diffidenza e probabile ostracismo a comunità russe nei paesi baltici viene da lontano. Non hanno un buon ricordo,delle invasioni russo-tedesche, e poi di nuovo sovietiche sino all’89, quasi mai stati
    autonomi, si dirà… e noi? ballavamo il boogie/woogie e adesso?
    Europa League .
    ps
    ma stì polacchi cos’hanno combinato? hanno avuto i loro morti a decine di migliaia, prodotto un papa medievale, la “600” fiat
    hanno contestato Cattelan per la “nona ora”,poi?
    .

  180. claudiopagani Says:

    Fresco di nomina , ma non ancora formalmente insediato, il neo-presidente del consiglio europeo il polacco Donald Tusk oggi dichiara che:
    “ Putin va fermato per non ripetere la situazione del 1939”.
    Ora io posso anche capire che per un polacco nazismo e comunismo si equivalgano, ma un uomo di stato che rappresenta tutta l’Unione non PUO’ e NON DEVE avventurarsi in simili dichiarazioni provocatorie e soprattutto non dovrebbe mai parlare ,a cuor leggero , di Guerra , come fa , nella stessa dichiarazione. E poi , ma questa non è colpa di Tusk, come può il rappresentante di un paese che non ha l’Euro essere chiamato a una responsabilità cosi prestigiosa e ,soprattutto, come si può pensare che un “miracolato” della Sig.RA Merkel possa minimamente collaborare a cambiare la politica di “austerity” che è alla base dell’attuale situazione di deflazione e che rischia di consagnarci ad un decennio di stagnazione come già capitato al Giappone?!
    A me sembra che il nuovo asse Italo-francese si sia fatto prendere in giro dalla cancelliera e , cosa bel + grave, stia prendendo in giro i propri governati.
    Ma ,in fondo , Hollande va capito : è un uomo alla canna del gas che alle ultime elezioni europee ha portato il PSF al 14% dei voti espressi , pari al 6(sei) % degli elettori francesi e che ,proprio per questo , si è dovuto affidare al giovane rampante Walls che sta esaltando il valore salvifico delle imprese , cosa che nessun gollista normale ( anche alla Chirac per intendersi) avrebbe mai fatto..Le conseguenze di questa svolta saranno che ,probabilmente il prossimo anno, in Francia si andrà ad elezioni legislative anticipate con un prevedibile trionfo dei fascisti del Front National. Ma il rampante sig. Renzi fresco del 41 % alle europee perchè si è fatto così schiacciare dalla Merkel?( la quale non si fa scrupolo di mettere in riga anche il Draghi molto debolmente anti-austerity?
    La domanda , naturalmente, è retorica perchè se tu vuoi imporre uno che quasi nessuno vuole senza mai dichiarare per quale politica, chi è + furbo lo “circonda” con Tusk e gli da LEI la politica.
    Ma al di la di questo, è chiaro che con questo nuovo assetto di vertice di Europa federale e con una visione politica propria ,che OVVIAMENTE comprenda una partnership forte anche con la Russia, non si parlerà + ,anzi si andrà sempre + sul terreno di un duro confronto e forse una guerra con la Russia. Se questa tragedia dovesse compiersi sarebbero sconfitte contemporaneamente l’ Europa e la Russia e ne trarrebbero vantaggio ,forse, solo gli USA.
    Io rimpango , in questo contesto, quei conservatori antifascisti alla De Gaulle che parlavano , 50 anni fa, di Europa ,unita in prospettiva dall’atlantico agli Urali, come unico possibile bilanciamento dello strapotere USA.
    E nessuno parli ,per favore , di autoritarismo di Putin , come se il leader Ucraino Poroshenco fosse un liberaldemocratico di stampo inglese . A me ,personalmente, Putin sta molto sulle scatole , come legittimo erede di quel potere sovietico , che ha fatto eclissare l’idea stessa di socialismo , per chissa’ quanto tempo, ma questo nulla afferisce con una visione politica corretta e utile.
    Per chiudere penso che si preparino ,nel cuore del ns. continente, tempi molto difficili e lo sconforto è grande quando vedo che il premier italiano si è comportato in questa vicenda da “utile idiota” di un’altrui politica , per meri motivi di prestigio personale

  181. Giovanni Says:

    Non è Hollande alla canna del gas bensì la Francia
    A parte una fregata da un miliardo di euro che deve consegnare alla Russia,la Francia ,economicamente parlando,non ha più relazioni economiche significative con le macro-aeree:nel sud America non vende niente ed i pochi investimenti fatti dalla Vivendi sono stati venduti agli spagnoli
    In Cina l’industria francese dell’alta velocità si e’fatta fregare dalla Siemens
    L’industria dell’auto e’in stato fallimentare e’gia sarebbe fallita senza gli interventi dello stato
    Tira soltanto la Dacia prodotta in Romania ,un prodotto più scarso della Panda
    In India non vende un bel niente
    Il 23 novembre ci sarà un incontro tra i capi di stato cinese e indiano per finalizzare gli investimenti cinesi nell’ambito del progetto di modernizzazione del sistema ferroviario indianoSi parla di 150 miliardi di dollari
    La Francia ha un industria che non esporta in nessun paese del mondo,ad eccezione del Luxuri
    Non ha medie e piccole industrie come l’Italia in grado di interagire con tutte le economie del mondo
    Questo spiega perché la Francia e’diventato uno dei paesi più bellicosi del mondo
    Vuole essere sempre la prima a bombardare,scavalcando sempre gli inglesi,insieme uniti al carro americano
    E tu ti meravigli di Tusc
    Tutti gli aerei abbattuti dalla resistenza ucraina erano pilotati dai polacchi,anzi molti di essi sono decollati dalla Polonia e dalla Romania
    A proposito,Mauro ,il battaglione Azov e simili hanno provato a Donetsk e Lugansk,ma sono stati eliminati in numero di 250
    Non faranno ritorno a Kiev
    A protestare a piazza Majdan ci saranno soltanto i parenti
    Tutti i soldati dell’esercito torneranno invece a casa perché vittime dei vigliacchi gerarchi di Kiev

  182. Giovanni Says:

    Hanno provato a rompere l’accerchiamento,volevo dire

  183. Giovanni Says:

    Claudio,pur volendo essere “politicamente corretti”,diciamolo onestamente.Un”culattone”non ha mai goduto e mai godrà di “prestigio personale”
    L’unica dimensione della politica italiana estera ed interna ,ormai da oltre un ventennio ,e’vivere da servi

  184. claudiopagani Says:

    Rifiuto fermamente il termine culattone sia pure tra” ; è un termine tipicamente fascista ed è degradante, secondo,me , usarlo anche in termini ironici! Chi lo usa principalmente nella politica italiana sono i leghisti.

    • Giovanni Says:

      Claudio,metti la come vuoi,ma ci sono espressinioni linque stoiche anche dialettali non sostituibili
      Abolire significherebbe impoverire la lingua e non rendere il senso del discorso
      I Fascisti o i leghista non c’entrano niente con i liberi i e i rivoluzionari

  185. Giovanni Says:

    Qualche giorno fa anticipavo qualcosa sugli acquisti di dollari in Europa,
    Oggi,il fatto quotidiano,rivela chi ha comprato 316 miliardi di dollari in Europa ,ma non ha svelato chi e’il mandante dell’operazione
    Il Belgio è diventato il terzo Paese creditore degli Usa. Gli ultimi dati diffusi da Washington mostrano che nelle casse del piccolo Stato europeo – 10 milioni di abitanti contro i 316 milioni degli Stati Uniti – ci sono infatti 381 miliardi di dollari di titoli del Tesoro americano, cifra che ne fa il terzo detentore di “Treasuries” dietro la Cina (1.272 miliardi) e il Giappone (1.201). Nel solo mese di marzo Bruxelles si è resa protagonista di un rally che ne ha fatto salire l’esposizione di 40 miliardi, più che compensando la fuga degli investitori russi (-26 miliardi). Un mistero, a prima vista. Poi l’”esecutore” è stato scoperto: il Financial Times ha avanzato l’ipotesi che ad acquistare i titoli sia stato il colosso dell’intermediazione finanziaria Euroclear, basato proprio nella capitale belga. E i responsabili della società, prima camera di compensazione obbligazionaria a livello mondiale con masse gestite per 24.200 miliardi di euro, hanno ammesso di essere tra gli acquirenti. Il giallo, però, è tutt’altro che chiarito: non si sa, infatti, chi sia il “mandante” dello shopping miliardario. I clienti della società includono più di 100 banche centrali e una cinquantina delle più grandi banche mondiali. Si è persino ipotizzato di acquisti da parte di grandi istituzioni europee e della stessa Federal Reserve, ma le voci non hanno trovato nessuna conferma.

    L’unica sicurezza è dove sono finiti – almeno in parte – i soldi dei russi che nell’ultimo anno hanno venduto 53 miliardi di Treasuries: si sono trasformati in oro. Infatti Glencore, operatore nel settore dei metalli preziosi, ha riferito di ingenti acquisti di metallo giallo ad aprile da parte della banca centrale di Mosca. Si tratta di 900 mila once (ognuna equivale a 28,3 grammi) per un valore di 1,17 miliardi di dollari, il che porta il totale delle riserve auree russe a 34,3 milioni di once per un valore di 44,30 miliardi. Con questi acquisti il peso dell’oro sulle riserve russe sale quasi al 10% (non molto, comunque, se si pensa che l’oro conta per oltre il 65% delle riserve della Fed). Ma l’indicazione è chiara: tra bassi rendimenti e sanzioni economiche inflitte dagli Usa come ritorsione per la crisi ucraina, Mosca si sta disfando del debito di Washington(-53 miliardi in un anno) e preferisce solidi lingotti. Anche la Cina, del resto, è sempre più ‘fredda’ e ha smesso di comprare titoli. Se il potenziamento degli scambi in rubli e yuan annunciato venerdì scorso da Vladimir Putin al forum di San Pietroburgo si concretizzerà anche solo in parte, gli acquisti belgi non basteranno per evitare la salita dei rendimenti. E, con un debito pubblico vicino ai 17.500 miliardi di dollari di cui 5.949 in mani straniere, a Barack Obama ogni variazione dei tassi può costare molto cara.

  186. remo tedeschi Says:

    Nessuno vuole morire democristiano (almeno chi frequenta il blog)
    ma c’è qualcuno che (più tardi possibile) vuole morire russofono?

    • Giovanni Says:

      Beh,oggi ci è un forte movimento russofobo
      Non è la prima volta in europa
      A tirare il carro sono sempre gli anglosassoni
      A farne le spese invece sempre l’Europa continentale
      Dopo la rivoluzione del 1917 inglesi,americani e polacchi si dettero molto da fare
      Il risultato fu l’avvento del nazismo
      Tusc e la Mongherini ogni mattina ricevono le veline dalla Casa Bianca,che poi i media amplificano
      Ma ormai i muro mediatico si è rotto
      In europa succededera qualcosa
      Non tutti vogliono essere “magnati”dall’America

  187. remo tedeschi Says:

    Claudio, cita DeGaulle …..dall’atlantico agli urali, c’è mai stato
    storicamente,rapporti diciamo, omogenei tra Russia e Europa?
    Anche grandi personalità dell’arte, (musica, danza, ecc)della letteratura,sono quasi tutti ,rimasti “dentro”, poche contaminazioni
    volute o meno, esiste una “diffidenza” secolare, mi sembra.
    Gorbaciov, fece qualcosa in questa direzione, ma i duri e puri del Pcus,l”hanno spedito in una tranquilla dacia.
    da tutto ciò, nasce il colonnello Putin, e dire che tutto il mondo proletario sperava nel ’17, che fine ha fatto il lavoro di grandi rivoluzionari? è solo una questione di soldi? e di dittatori più o meno mascherati?

    • claudiopagani Says:

      Un marxista ,direbbe che in Russia non c’erano le condizioni strutturali oggettive per l’avvento del socialismo e poi del comunismo. E infatti li ,dopo poco , i capi dell’URSS presero la strada del despotismo asiatico. Marx, infatti aveva pensato sempre all’avvento del socialismo in un paese di capitalismo avanzato, cosa ,per ora, mai accaduta, ma i tempi della storia possono essere molto lunghi.
      Oggi è visibile una crisi strutturale fortissima, almeno in occidente, del modello capitalista , ma un’alternativa reale non è all’orizzonte e quindi il declino avviene in un clima di grande confusione e con rischi fortissimi di precipitare in una guerra che dissolva “definitivamente” il “modello europeo” .( ivi comprese le grandi conquiste sul piano del Welfare)
      Certo non è + il tempo dei “riformismi” e tanto meno dei “riformismi con il cacciavite”…

  188. claudiopagani Says:

    Leggo oggi sulle cronache locali dei grandi quotidiani: “….alle feste di Bologna e Ravenna il popolo in fila per un selfie con il ministro Boschi…..”
    Bene,cioè male, il grande cambiamento è finalmente compiuto!
    Il popolo ,post-comunista e post-sinistra, è diventato antropologicamente uguale al popolo berlusconiano.
    Quindi si celebra ,infine , la vittoria del vero dominatore di questo ventennio e cioè Silvio Berlusconi il quale prima o più ancora che politicamente ha vinto sul piano culturale e sul piano della cultura-politica; il vero dramma è che su questo piano la sinistra , a parte qualche tentativo isolato visto con grande sospetto, non ha fatto LETTERALMENTE NULLA se non dedicarsi a teorizzare lo “spirito delle primarie” che in quanto enfatizzazione della “leadership personale” a scapito di ogni organizzazione tipo partitico è espressione di una CULTURA DI DESTRA.
    Per dire le cose come stanno è stato proprio Romano Prodi a instradare il dibattito del “popolo di sinistra” su questa strada e lo ha fatto per il solo fatto che la sua scadente leadership elettorale e di governo poteva consolidarsi e durare solo e soltanto indebolendo l’unico partito che,sia pure malmesso, era sopravissuto a tangentopoli.
    Questo ,per me, resta una MACCHIA INDELEBILE.
    Certo poi ci sono stati gli errori ,anche gravi, e i limiti anche gravi, dei ragazzotti della FGCI ma vi prego compagni non scambiamo gli effetti con le cause. Il climax cultrale e di cultura-politica è stato marcato nel Centro-sinistra da Prodi e i suoi accoliti e soprattutto dai media retrostanti e quelli della ex-fgci ,al massimo, hanno potuto contrastare facendo la figura dei passatisti e dei “comunisti” ( cosa che non erano + già prima della Bolognina).
    Naturalmente se tu celebri il potere salvifico delle leadership carismatiche , tramite le primarie, ed ,essendo Prodi, non sei un leader carismatico , aumenti ,indirettamente , il “carisma ” dell’altro e cioè Berlusconi. E poi ,avviato sul viale del tramonto B, per “colpa” dei giudici e non della politica, il popolo di centro-sinistra, ormai “rieducato” si trova un simil-berlusconi tra le sue fila e lo incorona e oggi si mette in fila per il selfie con la Boschi..
    Che ne pensate cari Mauro e Remo?

  189. remo tedeschi Says:

    Quasi, quasi direi peggio oggi che nei momenti della ipotesi ulivista
    bene o male si discuteva di un progetto politico, adesso?
    Il fiorentino,punta tutto sulla tv, su cazzatine come il gelato, e tutte queste brave signorine biondine, ben educate e ben vestite, calme
    a volte gravide, che carine…
    Minimo un selfie,con i cuochi delle feste.(diranno…anche la Iotti)
    La sinistra pd? dopo mesi di silenzio, tuona …..mi sarei dimesso
    da segretario. tutto lì.

  190. Giovanni Says:

    @Remo ma quest’anno partecipi attivamente alla Festa?

  191. remo tedeschi Says:

    Sono in pensione , boschi , natura, facciamo marmellatine di more.
    adesso sono impegnato con i frutti del corniolo, indeciso tra gelatine o grappe? e cerco una crepa nelle arenarie come rifugio
    diamoci per tempo alla macchia, colpa del tuo amico.

  192. Giovanni Says:

    E’davvero molto ma molto rassicurante per tutti noi sapere che hai smesso di arrostire salcicce per i democristiani
    La vita bucolica che meni accresce l’anima e rende sicuramente più buona la marmellata
    Lascia stare la grappa ,ne troverai di buona qualità ed a prezzo equo un po’ dappertutto
    La deflazione rende i bottegai meno avidi e più attenti a non perdere clienti
    Chiedi però sempre lo sconto

  193. claudiopagani Says:

    D’accordo , ma bisogna che ,almeno in parte, Remo mantenga i suoi contatti PDDINI , altrimenti come facciamo a saper cosa pensa il popolo bue della fu sinistra italiana?

  194. remo tedeschi Says:

    hai ragione, Claudio e adesso dico una cosa che non posso reprimere, bravo D’Alema, ma dove sei stato ? insisti,oh finalmente!!!

  195. remo tedeschi Says:

    Dici…. il popolo bue, vero ,da sempre,, nessuno ha mai teorizzato
    una sana “diffidenza” per i poteri vari.
    Andavano in piazza per il Duce, poi a morire in guerra, vanno in piazza per i papi,che esaltano la povertà mentre imboscano immobili
    e ricchezze. sempre boccaloni, per Silvio, Renzi, Grillo.
    (resistenza a parte)
    Insegnare la diffidenza, qualche c……..o ,di filosofo antico o moderno
    ci ha mai provato?
    Che fine faranno tutti stì arabi dietro al califfo? e i russi dietro a Putin? ha ragione Carducci…. t’amo pio bove

  196. Giovanni Says:

    A proposito di invasioni armate
    Il 21 agosto il governo fantoccio di Kiev,insediato dalla Cia,ha inviato in Transkajazia (moldovia) 850 nazisti della “Guardia nazionale”,armati di 77 carri armati e blindati
    Il 21 agosto ha avuto luogo lo scontro con l’eliminazione di 400 nazisti.Gli altri 450 si sono arresi consegnando quello che restava dei mezzi corazzati
    A Mariupol, circondata per mare e per terra, si sono rintanati i resti dei battaglioni Azov e Dombass
    E’ prevedibile che nei prossimi due giorni saranno cacciati dalla popolazione della città che non vuole assolutamente subire alcuna distruzione
    Non era dunque necessario eliminare i nazisti a Kiev perchè era prevedibile che gli strateghi della Nato li avrebbero mandati a morire nel Dombass
    Resta da completare la liberazione dell’intera ucraina dagli americani,dai polacchi,dai rumeni,dagli estoni e dai contractors assoldati per la guerra al popolo ucraino
    In questo contesto il “Piccolo Fiorentino”,con il supporto delle sue donnine, ha detto a Putin di passare dalle”parole hai fatti”
    E’evidente che un parolaio non sa cosa sono i fatti
    Il fatto è che il prezzo più alto dell’avventura americana in Ucraina dovremo pagarla noi
    Non è trascorso una settimana da quando l’Armenia ha sottoscritto il patto di libero scambio con la Russia,in funzione anti Georgia
    Il giorno successivo l’Iran per “infrangere” le sanzioni occidentali,si è accordata con la Russia per il pieno sfruttamento delle riserve petrolifere e ampliare i rapporti commerciali
    E’evidente a questo punto che il valore dell’ ENI, fondato da Enrico Mattei,oggi vale la metà di quanto valeva una settimana fa
    Il Nabucodosonor non potrà più essere costruito e gli americani impediranno all’Italia la costruzione del Soundstream
    Tutto questo accade mentre gli americani della Exxon,alla fine di luglio, hanno stappato insieme a Putin una bottiglia di champagne per inaugurare le trivellazioni di immense riserve nell’Artico e in Siberia per alimentare l’Oriente di energia
    C’è da scommettere che l’industria italiana del mobile,la quale ormai esporta praticamente soltanto in Russia,subisca le sanzioni della Russia a causa delle parole del “parolaio”
    Anche il Parroco é preoccupato per la sua parcella Kazaka
    Quanto ci costa il disastro del PD?

    • claudiopagani Says:

      Caro Giovanni, temo che tu abbia PERFETTAMENTE RAGIONE. Ma vedrai che il fiorentino si accorgerà presto che Putin non è affatto un videogioco; in caso di guerra in Ucraina il PD salterà per aria, ma purtroppo l’Italia pagherà un un prezzo altissimo : Almeno questo servisse a liberarci del pupo fiorentino…

  197. remo tedeschi Says:

    Gli americani e Putin hanno stappato champagne ? ma….. allora è tutto un bluff, ma sì gli regalarono anche l’Alaska..

  198. Giovanni Says:

    Semplicemente russi e americani fanno i loro affari
    La Exxon ha sostituito la BP
    E noi lo prendiamo in saccoccia

  199. remo tedeschi Says:

    Data l’insipienza dei Cuperlo,Civati e turcomanni, e 40enni distratti da scranni di governatorati, il marcamento a uomo , chi lo fa?
    ultra sessantenni con ancora piastrine ematiche comuniste.
    Forse non è solo frustrazione.
    Sembra tornare in campo regionale,Tsipras, una firma, perché no?

  200. claudiopagani Says:

    Se sara in campo alle regionali , questa volta firmerò anche io per Tsipras

  201. Milli Says:

    http://bolognacontsipras.wordpress.com/2014/09/04/verso-le-elezioni-regionali/

  202. Giovanni Says:

    Ma chi è questo Veronesi?
    Il logo Tsipras per mandare in Regione un ragazzo al posto di un Naldi?
    Perché no
    Si può fare

  203. Giovanni Says:

    La tregua in Ucraina è stata imposta da Putin per motivi umanitari
    Distruggere l’esercito di Kiev avrebbe significato la morte di migliaia di soldati ucraini
    Un siffatto esito avrebbe segnato un’irreversibile frattura di sangue
    L’intera popolazione ucraina avrà tempo per riflettere che la Nato,I nazifascisti e gli oligarchi israeliani possono portare l’intero paese alla distruzione dell’intero paese
    La Russia ha spiccato un mandato di cattura internazionale contro l’oligarca israeliano Igor Kolomiski mandante della strage di Odessa del 5 Maggio
    Igor Kolomiski,subito dopo il Golpe di Kiev è stato nominato governatore Dnipropestrovs’k
    Dopo il suo insediamento e in vista delle elezioni presidenziali ha minacciato Oleg Tsaver,l’ex pugile perchè non partecipasse alle elezioni
    Siccome Oleg Tsaver sà chi è Kolomiski non solo non si è candidato ma è scappato con tutta la famiglia
    La Thimoscenco,altra oligarca che ha fatto i soldi spolpando le industrie privatizzate,pur avendo accumulato ricchezze non inferiori a Kolomiski( 6 miliardi di dollari) continua ad invocare l’intervento della Nato in Ucraina
    L’Oligarca Poroshenco,il re del cioccolato,è finito nella m….perchè la Russia ha vietato l’importazione dei suoi dolciumi,venduti da tempo immemore esclusivamente in Ucraina e Russia
    Ognuno di questi oligarchi(ma ce ne sono altri)ha finanaziato un battaglione punitivo inviato nel sud -est dell’Ucraina per massacrare la popolazione civile e distruggere le città
    Kolomiski ha finanziato il battaglione “”Dripo”,completamente annientato, Poroshenco ha finanziato il battaglione”Azov” la Timoshenco il battaglione Dombass
    I resti di questi due battaglioni sono assediati a Mariupol
    nessun fascista tornerà a casa
    Nel frattempo la tregua sarà utilizzata da Putin per ripristinare le infrastrutture nella città martire di Lugansk,soccorrere la popolazione civile,cosi da evitare il disastro umanitario che nei prossimi giorni anche la televisione italiana sarà costretta a mostrare
    A primavera,Putin per evitare la distruzione dell’Ucraina dovrà ordinare all’esercito di puntare su Dnipropestrovs’k
    Otto ore di autostrada e l’esercito russo sarà accolto dal popolo con le bandierine per averli liberati dagli oligarchi affamatori

  204. remo tedeschi Says:

    Non c’è dubbio che la gente festeggierà l’arrivo dell’esercito russo,
    starà meglio, lo spero, ma se parliamo di oligarchi, il risultato sarà un “cambio” di oligarchi, perché?
    il giornale svizzero “Tages Anzeiger”ha censito 1826 società intestate a “cittadini russi”, Ginevra (339 ditte)Zurigo(301)Zug(293)
    lunga la serie di oligarchi amici di Putin, Timcenko(gunvor)Ribolovev
    (fertilizzanti),Weksellerg(renova)Deripaska(alluminio)Andrey Klisas
    (immobili a Zurigo e finanza Cipro)Igor Sechin(colosso petrolio Rosnef), ecc.ecc. tutti putiniani di ferro.
    Si sono spolpati l’Urss, (giovanni, stavolta mi sono documentato, ammettilo)

  205. Giovanni Says:

    Ma certo che hanno dei soldi in Svizzera e/o Singapore
    Ma in Russia non contano più nulla
    L’industria del gas,petrolio ,nichel ecc e’stata tutta ri nazionalizzata
    Gli oligarchi ucraini,invece,sono dei criminali mafiosi,come quelli russi al tempo di Eltsin
    Sono passati 25 anni
    In Russia e’cambiato tutto in ucraina niente
    Non è un caso che Brezvev proveniva dall’Ucraina,come Krusciov

  206. Giovanni Says:

    Ti devi documentare cum grano salis Remo
    L’anacronismo non è ammesso nella storia,perché e’il suo contrario

  207. remo tedeschi Says:

    La Russia sarà cambiata, ma Putin è da decenni alCremlino e ci starà…..,( dicono a genova che andrà via quando crescerà l’unghia al belin)

  208. Giovanni Says:

    E’una fortuna per la Russia e per il mondo
    Pensa al nostro povero paese da 80 anni in mano ai Fascio-Mafiosi-Democristiani
    Pittiibimbo,il Colle,i carabinieri e due Maro’

  209. Giovanni Says:

    E poi in Russia ci sono libere elezioni con il sistema proporzionale e voto di preferenza
    In Italia se è quando si devono fare le elezioni ,lo decide l’uomo del colle
    I deputati sono stati eletti con il porcellum e gli onorevoli scelti davanti ai “caminetti”
    Non parlare di democrazia,perché in Italia,come in America ,e’una farsa

  210. remo tedeschi Says:

    D’accordo , però bisogna dire ai capi del partito di Putin, che non vanno cacciati gli osservatori delegati dal consiglio d’Europa
    un deputato, parlò di gentile “dissuasione”.( seggio a Mosca).

  211. giovanni Says:

    L’OCSE,la Croce Rossa.le Ong
    Tutta roba in mano agli anglosassoni
    Dovresti rovistare nel Web per vedere cosa ti ha combinato la Clinton in Tunisia,Egitto e Libia
    Poi quando il Frakestein assemblato dal Segretario di stato ha seviziato e trucidato l’ambasciatore americano,la Clinton ha marcato visita per l’ospedale
    Aveva fatto tutto con la squadra di John McCain,quello che ha incontrato il Califfo dell’ISIS

  212. remo tedeschi Says:

    Non ha caso sostituita da J.Kerry, piuttosto nel rovistare nel web,è venuta fuori la parola Carpazi, chissà cosa combinano i generaloni di Wladimiro (Ossezia, Abkhazia, Cecenia, )

  213. Giovanni Says:

    Difesa, contro l’aggressione economica e militare americana
    Non dimenticare che la guerra in Cecenia fu sostenuta dall’Arabia Saudita,su mandato americano.Ma li il cancro islamista è stato completamente estirpato
    L’aggressione della Georgia alla popolazione civile dell’Ossezia nel 2008 (1500 morti)fu sostenuta dagli Usa,Israele,Ucraina e Paesi Baltici,con soldi,armi e sostegno politico.In Georgia Putin impedi alle forze russe di arrivare a Tblisi per chidere definitivamente la partita
    Nei Carpazi,come ho riferito sopra il !9 agosto c’è stata una invasione da parte dei battaglioni fascisti di Kiev,ma il 21 agosto i fascisti hanno avuto una lezione che non dimenticheranno facilmente
    vedrai che non proveranno più ad aggredire la Moldovia

  214. Giovanni Says:

    Rinat Akhmetov ,l’oligarca di Mariupol che ha fatto trucidare nel mese di maggio 20 russi,e’accerchiato nella città insieme al battaglione fascista Azov
    Rinat Akhmetov,e’l’oligarca più ricco dell’Ucraina perché ha rubato l’intera industria siderurgica di Mariupol,costruita con i denari”sovietici”
    Auspico che sia tratto in catene a Donesch quanto prima per rispondere dei suoi crimini

  215. claudiopagani Says:

    Io condivido molte delle opinioni di Giovanni, a proposito del conflitto in Ucraina e , + in generale , su quanto avviene nei territori europei ed asiatici dell’ex impero moscovita , tuttavia..
    Tuttavia proprio non riesco , con tutta la buona volontà, a essere cosi generoso come lui nei confronti di Vladimir Putin.
    Innanzitutto egli , come e + dei suoi oligarchi e come noto a molti sevizi intelligence tra cui quello italiano, è un uomo IMMENSAMENTE ricco , con ricchezze depositate in molti paradisi esteri , in primis la Svizzera( alcune ricchezze paiono depositate nelle stesse banche estere di Berlusconi
    E poi , caro Giovanni, l’UNIONE SOVIETICA ( e non so se è un bene o un male) NON C’E’ +

  216. Giovanni Says:

    Certo l’Unione sovietica non esiste più ,ma i popoli che abitavano quelle terre esistono ancora
    Quei popoli sono usciti dalla servitù della gleba alla fine dell'”800″e sono stati i protagonisti di una rivoluzione che ha cambiato il mondo
    Senza il grande sacrificio e la sofferenza di quei popoli oggi saremmo sotto il tallone dei nazisti
    I popoli che abitavano l’unione sovietica hanno sfamato alloggiato e istruito tutto l’est europeo e concorso con la loro semplice esistenza a migliorare le condizioni di lavoro degli operai e impiegati dell’occidente
    Senza l’unione sovietica,la Cina oggi sarebbe ancora il prostibolo delle potenze europee e il Vietnam ancora una colonia martirizzata
    Orbene cosa e’successo?
    E’capitato che una venduto un giorno si è svegliato e’ha detto da oggi si cambia:tutto ciò che era dello stato sarà dei briganti rapaci più svelti a rubare e uccidere
    Sono nati gli oligarchi,cioè poche persone si sono appropriate di tutte le ricchezze
    Gli uomini e le donne hanno perso tutto:il cibo,la scuola,la casa,il riscaldamento
    All’improvviso la durata della vita si è accorciata di 10 anni mentre i lesti israeliani spolpavano tutto e tutti
    Tutto privatizzato,il paese dei soviet frantumato,la scienza che aveva portato l’uomo nello spazio sparita.I grandi matematici trattati come accattoni
    Quando Putin subentrò ad Eltlis la fame regnava sovrana dappertutto
    Anziane donne scagliate a migliaia di chilometri per sfamare i figli perché gli uomini trascorrevano le giornate a bere pessimo alcol
    Beh ,dovete riconoscerlo,Putin ha saputo governare il suo popolo ricostituendo la base sociale,economica e l’identità del popolo russo,eliminando il potere dell’oligarchia
    Tu dici che Putin ha i soldi in svizzera
    N’è dubito ,perché se così fosse gli americani avrebbero pubblicato persino i numeri di account
    Ma il fatto di rilievo e’uno solo
    Putin non piace perché ha infranto il mondo unipolare
    Le multinazionali anglosassoni,i poteri forti ebraici e i mercanti non possono più fare i propri comodi.Non hanno più l’esclusiva del potere
    Claudio,solo un mondo multipolare può restituirci gradualmente un po’ di civiltà
    L’alternativa l’abbiamo già visto
    L’Isis che sbudella migliaia di siriani o che uccide con un colpo alla testa 250 prigionieri in mezz’ora
    Questa non è civiltà
    Questo e l’unipolarismo americano che recita 10 parti in commedia

  217. claudiopagani Says:

    D’accordo ma il multipolarismo non puo essere nelle mani di uno come Putin, impegnato nella contesa Ucraina , ANCHE ( non solo) perchè gli oligarchi ,intorno a lui, gli stanno rimproverando che quest’anno la Russia non cresce e il valore del rublo sta andando a picco..E’ giustissima l’esigenza di un mondo sottratto all’unipolarismo AngloAmericano e alla potenza finanziaria della lobby ebraica , ma oggi , anche volendolo, la Russia non sarebbe in grado : Di illusioni in merito alla Russia ( come ieri all’URSS) se ne sono coltivate anche troppe e direi che oggi ,se si vuole sperare in un “qualche bilanciamento” bisogna guardare alla Cina e , + in la nel tempo, all’India ,al Brasile all’indonesia e via ,via.. Naturalmente gli USA , prima che questo scenario si realizzi stanno cercando di chiudere i conti con una Russia ,in difficoltà, e di armare il Giappone , contro la Cina… La partita è molto dura e non ci sono facili via d’uscita . soprattutto per una Europa priva di leadership politica e che ,proprio per questo, gli USA tendono a far tornare in maniera ferrea nella loro orbita.

    • Giovanni Says:

      E,infatti,nei miei precedenti post,mi sono ampiamente diffuso sulla affermazione di una seconda piattaforma economica,costituita dai paesi emersi(Bric) ed emergenti
      Questa piattaforma economica fa ovviamente perno sulla Cina che nella produzione interna di beni e servizi ha già superato gli USA
      Il momento politico-fondativo di questa piattaforma va individuato nel 13 luglio,nell’incontro in Brasile dei 5 capi di stato dei Brics
      In quell’incontro ci sono stati accordi comuni e molti accordi bilaterali che ha visto protagonista la Cina,la quale ha optato tutte le materie prime e non solo dell’America del Sud
      Sono state prese delle decisioni monetarie comuni:vendita dei dollari e commercio bilaterale con monete sovrane
      I paesi emersi si sbarazzeranno del dollaro come moneta di riserva
      Sono almeno 3.000. Miliardi di $
      Il primo colpo manifesto alla finanza ebraica e’stato assestato ieri con il prestito Svap di 11 miliardi della Cina all’Argentina per neutralizzare la sentenza del Giudice americano che voleva estorcere ai poveri argentini 1,8miliardi di dollari
      Ma questo e’solo la punta dell ‘iceberg del sul futuro del dollaro,se è vero ,com’è vero,che qualche settimana fa l’Europa e stata costretta a comprare 400 miliardi di dollari per controbilanciare le vendite di Cina e Russia
      Il 23 settembre partirà il bilaterale tra India e Cina
      La Cina ha molti dollari ancora da spendere e tutta la tecnologia necessaria per ammodernare il sistema ferroviario indiano
      Investimenti,industrie,servizi per centinaia di miliardi
      La Cina ,l’India,la Russia il Brasile,il Sudafrica ecc,vogliono la pace e il benessere per la propria gente
      Ma ciò è possibile soltanto se la Russia sarà in grado di riaffermare la forza della sua spada,ossia la sua credibile deterrenza nucleare e convenzionale
      Putin non è il presidente di una potenza regionale,come erroneamente pretende Obama,ma è il responsabile di una potenza militare globale che può sferrare il primo o il secondo colpo
      Se Putin avesse voluto sarebbe arrivato a Kiev in due giorni,ma le cose non sono così semplici perché Putin non vuole rompere con l’Europa perché sa che questo e’l’obbiettivo strategico perseguito dagli USA
      Gli americani ,lo sanno anche le pietre,ambiscono ad un trattato di libero scambio con l’Europa.,la ricca terra di mezzo
      Al momento del loro ingresso gli americani si presenteranno con un $ a 1,50-1,75
      Un vero disastro per l’intera europa,soprattutto per il sud e l’est Europeo
      Ecco perché in ucraina dove si gioca una partita geo strategica enorme,Putin procede con la prudenza ed i tempi opportuni
      Preferisce che a ripulire le città ucraine dagli oligarchi siano gli stessi ucraini
      Poi,la parte ovest,che produce soltanto grano e fabbricava cioccolatini,cadrà come una pera marcia
      Se il tuo paese e’nelle mani dei fascisti uncinati,prima o poi sarà il disastro
      Germania,Giappone,Italia hanno già vissuto quell’esperienza
      Ps,il Giappone ha problemi finanziari e di crescita non inferiori a quelli americani
      Fare la querra alla Cina sarebbe un pessimo affare,anche perché tra qualche mese la flotta del pacifico dovrà sgombrare dal mar di Cina
      Hai cinesi gli girano i coglioni e gli avvertimenti non sono mancati

  218. remo tedeschi Says:

    Ho qualche dubbio, su quello che leggo sopra.
    L’America è sempre quella che preparava nelle sedi Cia, i militari
    Brasiliani, Uruguagi, Cileni ecc,? no, anzi ha letteralmente “perso” il sud-america. Ci saranno rapporti commerciali, diciamo “normali.
    In Europa , ci viene con meno aggressività, non come le gestioni Nixon,e Bush.
    Gli Inglesi? stanno perdendo anche la Scozia.
    I complotti della finanza ebraica? per ribrezzo ai pogrom passati dico che non ci credo.
    Non ci sono oligarchi con Putin? dai siamo seri….
    Poi, volendo, ma non è obbligatorio, si può essere gente di pace,
    ma vogliamo giocare con i carriarmati…..
    L’islam? avete notato il silenzio di Mosca sul pericolo IS?

  219. claudiopagani Says:

    No, caro Remo , non ci siamo proprio ! Se questo è il pensiero dei democrats in politica estera ( e tu sei un democrat molto, molto serio rispetto agli standards) diciamo , come minimo, che è subalterno ai poteri dominanti .Solo per fare un esempio io non HO MAI PARLATO di “complotti della finanza ebraica” perchè non ci credo e non sarebbe serio. Ho detto e confermo che la Finanza Ebraica internazionale ,dopo avvento di globalizzazione, ha un potere STRARIPANTE sull’economia globale ( dice niente GOLDMANN Sachs , dove hanno lavorato, solo 2 nomi, Prodi e Mario Draghi? dice niente Rotschild , finanziatore, tramite adepti italiani di Matteo Renzi?!….) vedi ,caro Remo, visto che tu sei stato entusiasta di D’Alema a Bologna ( nella parte di politica interna, immagino, come critico di Renzi, visto che la “sinistra interna” è inesistente) . Ti diro che questa l’ho trovata debole ,perchè Renzi è Renzi e nessuno si può meravigliare…Invece la parte di politica estera ,in particolare sul medio oriente , è stata mirabile con frasi del tipo :
    “…A Gaza non guerra , ma pulizia etnica ( 600 bambini uccisi). e il presidente italiano ( nonchè segretario del PD) si è voltato dall’altra parte!!!!!( e ,aggiungo ,io , come poteva fare diverso dato chi lo finanzia?
    ” Per 20 anni la politica estera occidentale è stata prona alla volontà del governo di Israele che ,addirittura, voleva facessimo la guerra all’Iran, mentre oggi l’Iran è l’unico possibile partner robusto per dare un po di “PACE” a quei territori.
    Questi sono fatti ,caro Remo , non complotti!
    E’ uscito ,alcuni anni fa un libro, molto documentato di 2 studiosi americani ,Democrat e che insegnano alla prestigiosa Harvard, e che dimostra ( in oltre 500 pagine) che, da quando con l’avvento nei repubblicani dei NEOCON , si è saldato un asse di ferro tral loro e la lobby Ebraico-americano “la + potente del mondo” la politica americana è stata asservita agli interessi di Israele , violando IL VERO INTERESSE STRATEGICO degli USA che dovrebbe essere quello di una convivenza pacifica con il modo islamico..
    Di + oggi ,nei membri del congresso , quasi tutti i repubblicani sono finanziati da quella lobby , e ,per i democratici, oltre il 60%…
    Anche qui ,Remo , fatti non teorie complottistiche..
    molto altro ci sarebbe , ma mi fermo qui ,per ora,
    Se vuoi posso produrre un POST ,purtroppo molto lungo , sui veri interessi in gioco nello scenario globale.

  220. Giovanni Says:

    La mia profezia del 29 agosto si è avverata
    Il primo “colpo di teatro” c’e stato
    Fuori uno: Richetti indagato per peculato
    E non è finita
    Adesso aspettiamo per Bonaccini la Corte dei conti
    Metà ottobre?
    Bianchi torna di prepotenza sulla scena

  221. claudiopagani Says:

    No Giovanni , non sara mai Bianchi , ma al limite , Del Rio

    • Giovanni Says:

      Fuori il secondo!!
      Anche Bonaccini si ritira
      Claudio,credimi,il futuro presidente della regione si decide in via Gerusalemme
      Ovviamente,le proposte non sono rigide
      La subordinata e’l’assessorato alla Sanità’,cioè il 70% del bilancio
      Qui,nel triangolo d’oro della città ,non interessano i pennacchi ma “la roba”

  222. Giovanni Says:

    Il Fatto quotidiano riferisce che il rapporto preliminare reso noto all’Aia dall’Ufficio di sicurezza olandese afferma che.,
    Il volo della Malaysia Airlines, che il 17 luglio scorso si è schiantato nell’est dell’Ucraina, probabilmente è stato abbattuto “da oggetti ad alta energia provenienti dall’esterno del velivolo”. Il rapporto preliminare della squadra olandese spiega che l’aereo è stato colpito da molteplici oggetti ad alta velocità provenienti dall’esterno, senza però confermare la tesi che il velivolo sia stato abbattuto da un missile terra-aria
    Anche se finora “non è ancora stato possibile condurre uno studio dettagliato del relitto” dell’aereo, “il modello del danno alla fusoliera e alla cabina di pilotaggio è coerente con quello che ci si può aspettare da un grande numero di oggetti ad alta energia che hanno penetrato l’apparecchio dall’esterno”, spiega il Dutch Safety Board (Ovv), l’ufficio per la sicurezza nazionale olandese, che si è impegnato a pubblicare il rapporto definitivo entro un anno dallo schianto
    Ergo,non è stato dunque un missile Buka, che avrebbe trasformato l’aereo in una palla di fuoco,ad abbattere l’aereo malese, ma una mitragliatrice che ha colpito quasi esclusivamente la cabina di pilotaggio de Boeing 777
    Del resto tutto il mondo ha potuto vedere i fori dei colpi di mitragliatrice sulla carlinga scesa dal cielo con i corpi quasi intatti degli innocenti viaggiatori
    Ma come può una mitragliatrice colpire a diecimila metri di altezza?
    Impossibile
    A meno che la mitragliatrice non sia montata su un aereo da guerra
    Orbene,i Radar russi hanno riferito di aver visto un aereo(Su 25)prendere quota dall’Aeroporto di Dnipropestrovs’k
    Quella città è sempre stata sotto il controllo dei fascisti di Kiev e in particolare dell’Oligarca israeliano Igor Kolomiski
    E’ dunque altamente probabile che ai comandi del Su 25 vi fosse un pilota israeliano(in seconda battuta si può fare l’ipotesi di un pilota polacco)che per settimane si è addestrato per portare a termine la missione
    Tuttavia non tutte le ciambelle riescono con il buco poichè ogni operazione umana ha dell’imponderabile
    :Forse la morte immediata dei piloti ha provocato la repentina caduta dell’aeroplano,cosi da non consentire al pilota criminale del Sukoy 25 di far esplodere il Boeing colpendo i serbatoi del carburante
    Ma i nostri amici olandesi ci dicono che occorre un’anno per stabilire come è stato abbattuto l’aereo
    Perchè un’anno?
    Ma perchè tra un’anno tutto sarà passato e la risposta sarà che non è possibile stabilire da quale “proiettile”è stato abbattuto l’aereo civile
    Sono stati uccisi 250 olandesi innocenti dai criminali che governano Kiev,ma qualcuno anche in questo caso ha ucciso la verità
    Ragioni di Stato si capisce

  223. Gianni Says:

    Credo che lo sputtanamento dell’Emilia Romagna sia in corso e non da ora, grazie a un PD scoppiato, con una generazione di 40enni arrivisti boriosi e incapaci di scelte dignitose per il bene del partito, pensano solo alle poltrone!
    Se hai alle calcagne i magistrati metti come candidato uno che non abbia a che fare con la precedente gestione o no?

    E’ impomatato col Gel? stì poveri elettori PD se né faranno una ragione!

    Sono veramente super deluso di questa mancanza di un minimo di buon senso!!!

    E Massimo Mezzetti ex ass alla cultura di SEL stà auspicando da tempo l’ineluttabilità di una alleanza col PD? ma quale PD (quello di Bonaccini dice lui)? E’ fuso anche questo?

    Mauro sarebbe gradito un tuo post o almeno un commento!
    O sei ancora abbarbicato alla tua scheda immacolata?
    Rinunciando alla battaglia per avere almeno una voce di sinistra in consiglio regionale?

    P.S.: a tutti i commentatori, se dalla russia di Putin (tranquilli ci pensa Berlusca a difendere il suo amico e sodale) tornate in italia forse è meglio, qui né succedono di cotte e di crude o date tutto per scontato?
    Tipo i candidati grillini alle regionali ER chi li scegli e come?

  224. remo tedeschi Says:

    Se, stavolta ,la destra emiliana non acchiappa la regione, sono davvero degli incapaci nella testa.
    Arriveranno notizie anche per loro, per tutti credo, ma troppo lungo l’elenco dei furbetti squallidi del pd per non pagare dazio.
    Volano stracci, ma c’è il fiorentino nel mirino, non se ne accorge?
    Pensa lo starnazzare del sempre fascio, Galeazzo Bignami in Regione!
    Basterebbe poco per evitare rimborsi sospetti, fai una scaletta stringata sulle casualità di rimborso, fuori da questa, ciccia.
    Anzi con quello che prendi, puoi pagare caro consigliere, i pendolari si pagano l’abbonamento, e prendono mille E.
    Comunque, si è capito l’apporto dei cattolici della margherituccia.
    da Lusi, Delbono e prodiani, il pupo e soci, amano il prossimo…e i compagni, non esistono, forse in qualche sezione,tramortiti,dai
    piccoli,leader di provincia, con la guida Michelin sul comodino.

  225. claudiopagani Says:

    Bellissima ( e durissima ) intervista di Mauro Zani su Il Fatto Quotidiano di oggi. Leggetela , amici e compagni, ne re resterete profondamente avviliti , ma ,la profezia finale su Renzi dà un pò , ma poco poco , di speranza!

  226. Giovanni Says:

    Un intervista dura ma garbata
    Ha detto che si tratta di “gentucola’,laddove il sostantivo appropriato sarebbe stato:”miserabili”!!!

  227. remo tedeschi Says:

    Perché non cogliere anche l’aspetto comico delle denunce tra consiglieri regionali? chi ha fregato Richetti? il grillino De Franceschi, a sua volta sfiduciato da Grillo a Bologna (comizio in P.San Francesco, anche lui è nella lista dei finanzieri, che poi lo stesso corpo militare ha avuto i vertici dimissionati per bustarelle.
    viva l’italia.

  228. Giovanni Says:

    Remo,qui non c’e nulla di comico
    Parliamo di “ladruncoli”
    Hanno preso quello che potevano
    Se avessero avuto il potere vero avrebbero fatto “carne di porco”
    Un’altra Emilia -Romagna è possibile
    Proveremo a presentare una lista elettorale con persone perbene e competenti che nulla hanno a che fare con il “doroteismo”ammorbate che ha ucciso la buona amministrazione della nostra regione
    Nulla di settario
    Una lista aperta di cui non faranno parte certe vecchie facce disposste a tutto pur di tornare sugli amati scranni
    Parlo dei vecchi vendoliani,buoni per tutte le stagioni
    Speriamo che Grillo non faccia le primarie con i vecchi arnesi

  229. remo tedeschi Says:

    Spero, non sia strumentalizzata, la lista Tsipras, il manifesto elettorale letto dal post di Milli,è condivisibile in ogni parte, vero anche il rischio dei marpioni , vediamo.
    Però, sarebbe giusto vedere dietro ad ogni conduttore di vari TG, non solo le facce pasciute di Ric e Giac(Bon.) almeno tutta la regional/portrait( come a Londra), il pm Giovannini deve evitare
    critiche di parzialità, la gogna è giusta, ma per tutti.(40 su 50)
    Dico questo,ribadendo il disprezzo per gente che dovrebbe avere il massimo rispetto,dei sacrifici dei cittadini,che pagano tasse elevate regionali, e loro se le mangiano .
    Restituire e a casa, anche dal parlamento .

  230. Giovanni Says:

    La lista Tsipras per le regionali è destinato a rimanere un “logo”
    Che c’azzecca il Greco con il governo dell’Emilia Romagna?
    Niente ma proprio niente
    Non mi risulta che Richetti e Bonaccini abbiano staccato un’assegno per gli importi “peculati”
    Sarebbe stato un gesto di ravvedimento che sarebbe stato apprezzato da tutti,anche se ormai,come si dice,il rapporto di fiducia è definitivamente venuto meno
    Tuttavia se Bonaccini non si ritira,a bocce ferme,Balzani se lo magna
    E in questa prospettiva che si colloca una possibilità non ancora del tutto sviscerata
    Un Balzani eletto alle secondarie con il 35%fortemente condizionato da una vera forza di sinistra tra il 15- 20% e dal Ms5 tra il 10-15%
    E’ però necessario che Mauro,Anderlini e Caserta si rechino alle urne
    Non so se sono stato chiaro

  231. claudiopagani Says:

    Ma Balzani è molto,molto vicino alla massoneria….

  232. Giovanni Says:

    Ammesso che sia così,chi non fa parte di una consorteria?
    Per far valere qualsiasi interesse hai bisogno di una maggioranza
    E dove la trova una maggioranza Balzani?
    Il PDR in questa Regione ormai e’cotta
    Avremo una Lega sopra il 10% e la destra frantumata
    Dunque larghe intese non saranno possibili
    Se non ora,quando?

  233. claudiopagani Says:

    No la MASSONERIA NO ,non è una lobby qualsiasi è la LOBBY + PoTENTE ; chiedo lumi a Mauro ; ma per me i massoni no!

  234. Giovanni Says:

    Mauro e’in vacanza all’Elba
    E poi non credo che conosca personalmente il Balzani,un democristiano-repubblicano furbetto come c’è ne sono tanti
    Cosa vuoi che sia la massoneria di Forlì
    Un ex sottosegretario,tre commercialisti,due avvocati,un ingegnere e un ex tribunalizio che ricordano i bei tempi andati del Rotary

  235. claudiopagani Says:

    NO ,caro GIovanni , i “fratelli ” massoni sono tutti collegati e e sono ( come sempre) il vero baluardo dell’imperialismo israelo -americano!
    Mi stupisce questa tua superficialità.No, per me,i massoni NON VANNO BENE neanche per fare un dispetto alla casta emiliano-romagnola!

  236. remo tedeschi Says:

    Se, come sembra, il più robusto dei due, è senza peccato, allora stì cavoli di pm che minchia fanno, cosa dicono adesso?.. signor Bonaccini ,ci scusi tanto ci siamo sbagliati? ( quel film con Volontè sbatti il…..) ?
    Confermo la mia attenzione alla lista Tsipras, (il logo deve rimanere,
    per adesso) può dire la sua , in ogni situazione elettorale.

  237. Giovanni Says:

    Remo,dice il Tesoriere del Pd che la segreteria di “Culatello”ha speso 450.000 eurini di Auto Blu
    Da chi era composta la segreteria?
    Perchè non fai causa a lor signori per mala-gestio,visto che tu quell’anno hai versato l’obolo per la tessera e per le primarie?

  238. Remo Tedeschi Says:

    Ma, hanno restaurato il “circolo”,comprato tavolini finto-marmo, griglie nuove (salsiccia), e crescentata sotto il portichetto, (per tutti)
    Le quote restano per il p.i.l della zona.

  239. Giovanni Says:

    Ma la zona ha retrocesso una quota alla Federazione e un’altra quota al Nazionale
    Oppure anche al tuo Circolo fanno la cresta
    Controlla le fatture
    Gli acquisti potrebbero essere sovraprezzati
    Sai,quando il pesce puzza dalla testa…..

  240. Remo Tedeschi Says:

    Il precedente tesoriere dice che per raggiungere paesini sperduti
    l’unico mezzo, era l’auto di rimessa con autista, ma , (e qui sbaglia l’economo di Renzi) non era blù.

  241. Remo Tedeschi Says:

    Allora, a est il gigante russo s’incazza , appena sotto,tutto il mondo islamico stà dando il meglio delle teorie” pacifiche” del Corano,
    dall’Africa scappano e muoiono a centinaia nel mare.
    Per ultimo, il fisico inglese Stephen Hawking, dice che a forza di
    pistolare attorno al bosone di higgs, si potrebbe creare un” vuoto ”
    da disintegrare l’universo.
    Homo sapiens
    ps
    perché non rimpiangere la segreteria del culatello?

  242. claudiopagani Says:

    Perchè ,caro Remo, quella segreteria , con una serie di errori politici gravissimi ( a partire da primarie non necessarie , concesse al sindaco di Firenze, ADDIRITTURA cambiando lo Statuto,) ha reso INEVITABILE l’avvento di Renzi. E questo marchia per sempre quel segretario e quella segreteria.

  243. Remo Tedeschi Says:

    Certamente,Claudio, ma la conquista del pd da parte di Renzi e soci , nonostante la platealità delle primarie, non mi è chiara, ancora non
    posso credere all’ingenuità dei “vecchi” capi , come è possibile che un manipolo di democristiani scadenti, abbiano acchiappato il partito? Realizzano poco, ma ti rinfacciano il 41%.
    Zani nell’intervista al “Fatto” crede a un più realistico 20%, ma
    Diamanti qualche giorno fa ribadisce oltre 40%, se così fosse per una decisa politica seria (redditi,patrimoniale, posti di lavoro)bene, ok, ma non è così.
    Hai presente certe iniziative estive di intellettuali, politici che rifanno
    processi clamorosi (galileo, dante ecc.)?e,qualcuno che interpreti Gramsci, Berlinguer, con l’attualità, cosa verrebbe fuori?

    • claudiopagani Says:

      Guarda Remo, Zani fa un semplice conto : Renzi ,alle europee , ha preso il 40,8 % del 58% che ha votato; facendo una semplice moltiplica si ottiene il 23,5% degli italiani; quindi meno di un 1/4 degli Italian, quindi una infima minoranza; quando si discute bisogna sempre avere presente questi NUMERI e non le fanfaluche dei giornali e di molti democratici pallisti…

  244. Giovanni Says:

    L’Eni e’sempre stato l’industria meno amato dagli stranieri e da alcuni italiani
    Certo non si può negare che dopo la morte di Enrico Mattei sia stato una mangiatoia per tutti i partiti politici,nessuno escuso,e la tolda di tutti i Boiardi di sistema
    E’tuttavia non si può negare al contempo che è e rimane la prima e più importante industria italiana per utilità sociale e per redditività
    Come spiegare allora che l’Eni e’sempre stata oggetto delle attenzioni della magistratura?
    Voi tutti sapete cosa penso di Pittibimbo
    Ma sugli attacchi all’Eni condivido la sua opinione
    C’è per caso una compagnia petrolifera che opera in Nigeria che non paga mazzette ai governativi o alla guerriglia per perforare e/o estrarre petrolio
    Oppure qualche Paese Europeo che non paga mazzette agli indiani o agli emirati per assicurarsi una fornitura di armi?
    Tutti pagano mazzette in quei Paesi
    Ma soltanto in Italiana la concorrenza trova udienza presso le procure
    Vi risulta che la Total francese sia mai stato preso di mira dalla magistratura francese o la BT da quella inglese
    Non mi risulta
    Cui prodest le continue indagini
    Chi prende il posto degli italiani nelle commesse riguardanti le forniture di elicotteri o nell’attività estrattiva
    il tafazzismo non esiste nel mondo degli affari
    Di questo se ne può star certi

    • claudiopagani Says:

      Veramente la Magistratura italiana ( su atti trasmessi da quella inglese) indaga ,perchè sospetta che di 1 MLD di tangenti ,800 MLn sono andati ai nigeriani ( e su questi non ha competenze) e 200 MLN sono tornati in Italia a tangentisti italiani: ora poichè ,per ora, l’azione penale E’ OBBLIGATORIA , la magistratura indaga doverosamente sui presunti tangentisti italiani. Se non lo facesse la Magistratura farebbe un ATTO EVERSIVO violando la legge. Tutto qui e il resto è complottismo di cui noi italici siamo i massimi esperti mondiali.

      • Giovanni Says:

        Appunto gli inglesi della BP
        Sappiamo per chi lavorano i parrucconi di Londra
        Poi c’è verso che abbiano bonificato qualche italiano senza causale
        Non ci vuole molto a immersa re qualcuno

  245. Giovanni Says:

    Violante alla Corte costituzionale?
    Ho sperato che Berlusconi non l’avrebbe mai consentito,non fosse altro per il fatto che”giurista”di Camerino,qualche anno fa in un intervento alla cameriera rimprovero al medesimo cavaliere che il PDS aveva tutelato in ogni modo le televisioni del Biscione
    Cazzo,non è assolutamente corretto istituzionale te fare certi discorsi in Parlamento
    Questo Berlusconi lo sa,mentre il nostro parvenu Violante non conosce le regole minime sulla continenza e sul decoroso
    Con Violante alla Corte quel consesso perderebbe qualsiasi credibilità
    Speriamo che la destra ponga un limite ed un’argine alla deriva indotta dal “vecchio”della montagna di Roma

  246. claudiopagani Says:

    Perfetto , va bene tutto , ma sperare nel “senso di legalità ” della destra dopo 20 anni di berlusconismo supera ogni mia pur sfrenata fantasia…

    • Giovanni Says:

      Perché tu speri che qualcuno del Pd imbocchi la via della legalità
      Soltanto M5s si oppone ai patti osceni Pd -Berlusconi
      Mi pare peraltro che tra i nominati diretti e quelli indicati ai servitori ,l’uomo della montagna abbia già la maggioranza assoluta:otto su quindici

  247. Giovanni Says:

    Forse vuole garantire il futuro al divino Giulio

  248. claudiopagani Says:

    Non credo è un tale cretino…

  249. claudiopagani Says:

    Caro Giovanni, vorrei ,peraltro, fare rilevare che l’opposizione dei M5S che non cerca mai di insinuarsi nelle contraddizioni del patto Renzi-Berlusconi è OGGETTIVAMENTE un supporto a quel patto osceno..Tanto + che la pessima campagna elettorale di Grillo alle Europee , con controproducenti minacce a tutti, ha favorito, come disse Mauro, il trionfo di pittibimbo. Aggiungo che ,indubbiamente , il grande successo di Grillo alle politiche del 2013, ha OGGETTIVAMENTE favorito l’avvento di Renzi ( casualmente o gli stessi ambienti angloamericani prevedevano 2 fasi , prima la distruzione, poi la ricostruzione attorno a Renzi?!). Certo li ho votati alle Europee , ma fu , e me ne dolgo, un atto + dettato dal “risentimento” e dalla voglia di vendetta che da una considerazione razionale e ,comunque, non li voterò nel prossimo futuro: tanto + che da quello che si legge ,in questi giorni, sembrano avviati ad una inesorabile divisione e lento declino. La cosa peggiore è che quella opposizione in pratica immobilizza forze che potrebbero essere utili per la costruzione, lunga e complessa, di un’alternativa al Sistema a partito unico Renzi-Berlusconi: quindi , l’unico possibile voto ,almeno per me ,almeno per ora, è la scheda bianca.
    Per L’ENI , continuo a non condividere il tuo furore nazionalistico/complottistico e penso che se De Scalzi ( attuale A.D. ) si è intascato una parte dei 200 milioni retrocessi in Italia, va perseguito , a termini di legge, e non c’è interesse nazionale che tenga; curiosamente , su questo tema, usi gli stessi toni e argomenti di Renzi , ieri alla Camera.

  250. Giovanni Says:

    Dire di tralasciare la questione concernenti il glorioso passato della sinistra italiana,deceduto per eutanasia e che non tornerà mai più
    Tu dici che De Scalzi ha intascato 200 mila euro
    .Io non ci credo,finchè non vedo chiare carte
    L’unica cosa certa e che gli eserciti della Total,della B P e della Exxon,hanno distrutto la nostra industria estrattiva in Libia e ci impediscono di costruire il South Streem
    Certo,io guardo anche alle sorti del mio paese,se questo è nazionalismo,sono nazionalista
    Sicuramente non mi piace stare al carro dei “gentleman”anglosassoni,i quali altro non sono che predatori e tagliagole

  251. claudiopagani Says:

    Per De Scalzi l’accusa non è di 200 mila ma di 200 ( duecento) milioni di Euro di tangente; c’è qualche 0 in +….E poi i tuoi sono argomenti ,del tutto legittimi, ma di sapore di destra ( mi vengono in mente la “perfida albione” e il ns “diritto ” all’impero”). Su questa strada il mio non accordo è fermissimo ( anche perchè penso che ,in un mondo globalizzato, il nazionalismo d’antan porti solo ad un ulteriore isolamento dannosissimo per l’Italia)

    • Giovanni Says:

      Prendo atto che sei l’unico a non aver preso atto che la cd “globalizzazione”è finita nel luglio di quest’anno
      Ad esempio,ti sei accorto che la Cina inter scambia con il Brasile con il renminbi contro il real mediante swap e che la stessa cosa fa con la moneta sudafricana,indiana,russa,cilena,peruviana,venezuelana,ecc
      Questo significa che nel giro di cinque anni gli scambi mondiali regolati dal dollaro passeranno dal 32% al 20%
      Insomma il neocolonialismo del dollaro nei paesi emersi volge al termine,mentre gli Usa cercano con la finanza e il loro enorme debito di stringere il cappio al collo alle economie periferiche,dell’Europa
      Altro che posto al sole qui si tratta di salvare un minimo di “indipendenza” come stato -nazione
      Lo stato-nazione,pur con le solite limitazioni,sono sopravvissute alla mondializzazione
      E’ un fatto che dopo il Datagate (rivelazioni Snoweden) la Germania ha chiesto a Google di rivelare gli algoritmi con la minaccia esplicita che in mancanza bloccherà il motore di ricerca utilizzata in europa dal 95%della popolazione
      A questo aggiungi che dopo la Cina,anche l’India sta per lanciare il suo motore di ricerca,seguita dalla Russia e capirai che molte cose stanno velocemente cambiando,e cioè che il dominio anglosassone sta subendo un severo ridimensionamento
      La cosa è cosi seria che le elezioni del 5 ottobre in Brasile ha assunto un valore geostrategico enorme
      Gli americani hanno puntato tutto sulla candidata”socialista”Marina Silva,dopo che l’antagonista del presidente in carica è morto nel “solito” incidente aereo
      Come vedi i “Gentlemen”continuano ad usare le mani e non la testa
      E tuttavia penso che il tempo del Far-West volga al tramontoin accordo con tutti gli studiosi del mondo

      • claudiopagani Says:

        Scenari suggestivi e molto fantasiosi che lasciano il tempo che trovano….quanto al Brasile direi che sei disinformato visto che Marina Silva è la + di “sinistra” e quindi la + invisa agli Yankees..In ogni caso la Roussieff (erede di Lula )è in forte rimonta e quasi sicuramente rivincerà…In ogni caso la “sovranità limitata ” del Brasile è roba passata….

      • Giovanni Says:

        Claudio,ma dimmi quali sono le tue fonti su Marina Silva e sulla posizione Usa sulle elezioni brasiliani
        Vuoi vedere che Obama e Mc Cain sponsorizzano il presidente in carica che ha annullato la visita a Washington perché gli Us spiavano a tutto spiano
        L’unico presidente che ha richiamato l’ambasciatore da Israele per protesta contro la “strage degli innocenti”
        Mi raccomando,dammi le tue fonti,anche se fosse il gazzettino di Ravenna

      • Giovanni Says:

        Le mie suggestioni economiche di solito sono remunerate
        Per te sono gratis

  252. Remo Tedeschi Says:

    Grillo(cesare) a Federico (Bruto)… tu quoque fili mi

    accordo 5st pd alla prov.di parma.

  253. Remo Tedeschi Says:

    Benvengano nuove aree economiche mondiali,(ci sono da un po’,)
    quali riflessi hanno sul nostro paese? a regola dal numero di occupati .. poca roba.
    Oggi quasi tutti gli stati sono in grado di produrre beni di consumo
    si apre un contesto non di globalizzazione ma di neo-autarchia.
    Devi fare salti innovativi notevoli come paese se vuoi esportare,
    altrimenti coltivi l’orto di casa tua, o te ne vai all’estero ,se c’è posto.
    Con prospettive grame per l’ex bel paese. Devi dividere la torta in modo equo(redditi) se lasci il parassitismo da nababbi, andiamo in miseria., prodotti agricoli, ambiente , turismo, per raggranellare valuta estera, anche il fashion, poi cosa abbiamo? le piastrelle di Sassuolo…
    dimenticavo, se si elimina l’art.18… allora sì
    ha ragione Landini, incentivo all’occupazione, licenziando?
    Comunque, possono formarsi altre aree forti, noi, resteremo ai margini , siamo un paese in decomposizione a partire dal vertice,
    e vogliamo anche avere quattrini in tasca,a tanti riesce il colpo
    e il resto, ancora stà buono, buono.
    Poi, c’è da valutare l’autonomismo di ritorno, se la Scozia decide di essere maggiorenne , e funziona sul benessere della gente, saltano i confini di parecchi stati, e forse forse, a pensarci bene….?

  254. Giovanni Says:

    Caro Remo,a parte le solite svirgolate,la tua analisi e’molto prossima alla realtà
    Condivido in modo particolare l’espressione “siamo un paese in decomposizione”
    Bene,allora sappi che c’è chi lavora per accelerare il processo,non quello civile,bensì quello di “decomposizione”

  255. claudiopagani Says:

    Caro Giovanni, mi fornisci una notizia assai inquietante in merito al fatto (indovina chi?) sta lavorando per accelerare il “processo di decomposizione” in Italia ( accelerare l’entropia ,che già aumenta di suo spontaneamente, mi pare impresa poco nobile) …Comunque , qualche idea me la ero già fatta visto come è sorto il M5ST e i possibili finanziatori internazionali ( tra i soci di Casaleggio Associati c’era Sassoon , presidente della camera di commercio italo-americana di Milano , dietro la quale ci sono ,ovviamente, interessi americani , aperti e + coperti…). Quanto al fatto che io “parlo di economia gratis mentre tu a pagamento” io ,per me , confermo e sono orgoglioso; mi chiedo , nel contempo, se tu presenti dei reports” ai tuoi pagatori così fantasiosi , come facciamo a pagarti…E’ probabile che si tratti di desiderata , molto lontani dalla realtà , ma nel MKTG tutto è lecito come dimostra mister Renzi. Ti confermo , per quanto riguarda il Brasile, che Roussieff (erede di Lula) è considerata dal governo USA ( non saprei MC Cain) un fattore di stabilizzazione, mentre Marina Silva il contrario…

    • Giovanni Says:

      Caro Claudio,tu vorresti elevare il modesto Casaleggio su un trono dove non riuscirebbe a salire neppure con l’aiuto di una gru.
      diversamente sai molto bene che il “processo di decomposizione” del paese procede di pari passo con la putrefazione del “Patriarca”,il quale tiene tutto a tiro di cornetta e di moniti nel “deserto”
      Prima o poi,come nel romanzo di Marquez,,gli italiani si accorgeranno che nelle stanze del potere ci sono soltanto cornacchie che beccano la”patta”
      Oggi scopriamo che il padre di uno dei suoi pupilli è indagato per bancarotta fraudolenta
      Viene allora da chiedersi se tre giorni fa Pittibimbo difendeva Bonaccini e De Scalzi o se stesso
      Naturalmente se stesso,perchè pare che prima di portare i libri in tribunale la famiglia abbia ceduto a se medesima “la polpa”con una cessione di “un ramo d’azienda”e lasciato l’osso ai creditori
      Tali operazioni nel Belpaese sono all’ordine del giorno perciò ,non starei a criminalizzare quella famiglia più di tanto
      C’è però un particolare non secondario che riguarda Pittibimbo
      Il Rottamatore è stato dipendente dell’azienda di famiglia fino alla conquista del Pd
      Ovvio che non ha mai lavorato nell’Azienda di famiglia perchè prima e stato impegnato per 5 anni nella provincia di Firenze e poi nel comune della stessa città gigliata
      Ma se non lavorava perchè risultava dipendente dell’azienda di famiglia?
      Ovviamente aveva piu di un ottimo motivo per simulare il rapporto di lavoro
      Eppure Pittibimbo ebbe il coraggio di rimproverare a Cuperlo,in occasione della “famosa direzione”, di essersi procurato un’assunzione ed un ‘immediato distacco dal Pd in vista della elezione in parlamento
      Al posto dell’anemico Cuperlo io avrei fatto la pipi sulla testa di Pittibimbo

  256. Remo Tedeschi Says:

    Giovanni, dici di non dare credito ai giornali, vero, almeno avere una certa diffidenza. Però, quello che scrive sul corriere Teresa Meli
    sulla cena da Emmaus -Massimo, debbo credere. Il fiorentino viene
    ufficialmente descritto come bugiardo, sia per il governo che, per la nomina in Europa del comm. esteri.(la lingua batte….)
    Duro a morire il rottamato, anzi semina il panico , in parrocchia
    la scomunica . e sì non c’è santo.
    Se MDA commissario, faceva un giretto nel Donbass. dito alzato per verificare le correnti d’aria, e poi …orzo bimbo.

  257. Giovanni Says:

    Remo,non sempre comprendo fino in fondo quello che racconti
    un consiglio però potresti pure accettarlo
    Lascia stare i pennivendoli nostrani e stranieri
    Il notiziario fattelo in casa

  258. Remo Tedeschi Says:

    Anche tu a volte sei pieno di citazioni, è inevitabile, poi ci si fa un’opinione. come hai scoperto la bancarotta fraudolenta del papà di Renzi? il colombo viaggiatore?

  259. Giovanni Says:

    Bravo Remo,però la notizia é stata interpretata e rielaborata sulla base di altre conoscenze
    Come nascono le bancarotte in Italia per esempio e di quanto sia arrogante e sprovveduto il papà di Pittibimbo
    Se qualcuno ti chiede 70 a ragione tu proverai a chiudere a 35,non fosse altro perche per chi te li chiede sono un pacco di soldi
    E invece no
    Il Babbo ha perso la causa con il dipendente assunto in nero e poi ha pensato di gabbarlo con la cessione del ramo d’azienda
    Bancarotta fraudolenta
    Ma parliamo di cose serie
    ,Casa ne pensi della Giulia Gilberti,capolista Ms5 alle prossime regionali?
    Si poteva fare una scelta migliore?
    Il PDR avrebbe preferito Defranceschi,ma noi gli abbiamo assestato un gran calcio nel culo
    E sai perchè ?
    Era stato scelto da Favia

  260. Remo Tedeschi Says:

    Cosa ne penso? bella morettona, …. una cosa è certa, non si farà fregare con i rimborsi , ora che ha trovato un’occupazione.
    A proposito del mov.5st, un paio di mesi fa, si è saputo che un
    dep.5st ha messo su un sito autonomo, facendo mettere mano alla pistola il Casaleggio. però prima di prendere provvedimenti, ha voluto verificare, sai come? mandando a Roma il figlio Davide.
    Non ti sfuggirà il metodo da proprietà famigliare, che calpesta il rispetto di attivisti del mov.5st a scapito addirittura di famigliari.
    Solo il duce spediva in avanscoperta la figlia Edda o altri pargoli.
    Come fai a sopportare i neo-monarchici?
    Ricordati della Piazza Maggiore ,quella con Tsipras
    Ps
    dopo le parole di Putin (se voglio posso occupare Romania, Polonia
    e lituaniestonilapponi in blocco, … Giuseppe è qui e lotta insieme a noi)

  261. Giovanni Says:

    Cosa direbbe Mauro se qualcuno installasse un’altro Blog con il suo nome?
    Non puoi rubarmi il nome
    Pososenko, fino alla sua elezione,faceva il cioccolataio
    Vendeva il 70% dei suoi cioccolatini e caramelle in Russia
    Adesso la maggior parte dei suoi dirigenti,impiegati e operai sono a casa senza stipendi(in Ucraina non c’è la Cig)
    Il suo compare l’Oligarca di Mariupol non riceve da 5 mesi neppure un grammo di ferro e carbone dal Dombass per far funzionare le acciaierie rubate ai russi e,perciò,a fine novembre, dovrà spegnere gli altiforni
    il Cioccolataio,poi, si era messo a stampare carta moneta( la svalutatissima Hryvna) come un pazzo per il suo compare l’Oligarca Kominski,,il quale con la fila agli sportelli ,non riesce a rimborsare i clienti della sua banca Privat,detenuta da società off-shore
    Presto gli Oligarchi dovranno scappare tutti dall’Ucraina,se non vorranno essere sbranati vivi,anche perchè gli emigrati non mandano in ucraina neppure un euro e le mignotte che lavorano per il regime mandano tutto in Romania
    Putin potrebbe fare molte cose,ma preferisce che i fascisti affoghino nel loro “brodo primordiale”

    Ps 3 giorni fa Putin ha mandato in gattabuia,si spera per i prossimi 30 anni,l’ultimo degli oligarchi russi,un tale Rakhinov,il quale con omicidi,minacce ed estorsioni, al tempo di Eltsin ,si era appropropiato di varie industrie pubbliche ,poi raggruppate nella Bashneft

  262. claudiopagani Says:

    Porca put.., Giovanni, ma perchè scegliere un candidato tutto interno al movimento e non un civico(a) “di sinistra” , ore che la banda renzian-tortellinesca ha si gravi difficoltà ( e chissà quando capiterà un’altra occasione ?: comunque non ho nessuna preclusione e ,avendo già sbagliato a votarvi una volta, potrei anche “ripetere l’errore” , se questo fosse utile a creare una difficoltà in + alla “casta” toscano-emiliana
    Remo, ma che spettacolo avvillente che il segretario del PD ( nonche premier) abbia usato martedi ,in parlamento, gli stessi argomenti contro la magistratura che usava B. , apparentemente per difendere l’A. D dell’ENI, in realtà , come oggi sappiamo , perchè il giorno prima aveva saputo dell’avviso al Padre; e per un reato poi niente affatto banale; tra l’altro tra i “crediti preferenziali” salvati con la bancarotta c’è il TFR dell’illustre figlio ( che , a mio modesto avviso, potrebbe avere ricevuto un avviso anche lui…) E la “sinistra PD” ( sindacato compreso) si accorgono oggi di quanto sia “bastardo” il Ns? E Landini, dopo avere dialogato a lungo,con il toscano in”odio” alla Camusso, scopre oggi che + che a Blair assomiglia a Tacther? Troppe complicità ( dirette e indirette) ha avuto il NS. per calcoli molto molto,meschini…

  263. Giovanni Says:

    Calcoli davvero meschini,anzi puerili
    Landini mi ha fortemente deluso
    Era più che prevedibile che non sarebbe stato sufficiente leccare il c…..a Renzi per solleva il culo di pietra della Camusso
    Ma tu sai che un sindacalista,salvo rare eccezioni,non può trasformarsi in un politico
    Passando al nostro Pittibimbo ,bisogna vedere se ha chiesto il riconoscimento del TFR nel passivo fallimentare
    Senza domanda non c’è truffa aggravata
    Bisogna vedere semmai se Pittibimbo in questi anni ha percepito qualche indennità doppia per cariche pubbliche in ragione dell’aspettativa presa dall’azienda di famiglia
    Tutti i nostri politici,in particolare i PDS e i sindacalisti a partire dalla svolta della Bolognina anno fatto ricorso a tali truffe per farsi una doppia pensione e percepire il doppio come assessore o come sindaco e minchiate varie
    Sono nati ladri
    Ora tu hai la possibilità di votare per una persona molto ma molto per bene,Giulia Gilberti,tipica espressione della società civile
    Non ti va bene perché è stata scelta dalla Rete
    Possibile che la Rete sbagli sempre?
    Preferisci quell’ignorante con la faccia da pugile suonato o quell’imbroglione di Forlì (secondo te massone ma per me un semplice patacca)?
    Suvvia,visto che la sinistra non ha neppure capito che è’ necessario iniziare la lunga marcia(quella di Mao duro’ 23 anni,ma c’era Stalin che lo supportava)diamo intanto un calcio nel culo a questa gentaglia
    Anche gli altri candidati consiglieri del M5s non sono niente male
    La Rete questa volta a funzionato molto bene:un nuovo algoritmo!!

  264. Remo Tedeschi Says:

    E’ pari pari Berlusconi, con 35 anni in meno, è pericoloso.
    la componente antirenziana, dovrebbe sparare traccianti in parlamento ,cioè votare contro, e ipotizzare di nuovo una scissione
    non è possibile restare se si è almeno social-democratici.
    Il pupo risponderebbe con le elezioni anticipate? non gli conviene.
    Qui ci vorrebbe un po’ di intelligenza dei 5st, si limitano a interventi auto-celebrativi in aula, una sorta di masturbazione verbale, che non conta assolutamente nulla. come la Giulia Gibertoni,dai bei occhioni.

  265. Giovanni Says:

    Se vuoi ti presento Giulia
    Così espliciti meglio il discorso sulla masturbazione

  266. Remo Tedeschi Says:

    Valutazione spicciola sui 5st in regione E:R

    a Ferrara dissenso con Grillo ed espulsioni,(Tavolazzi e soci)
    a Bologna cacciata la Salsi, in regione espulso di fatto Defranceschi
    e precedentemente Favia.
    a Parma ,litigio continuo con il più importante sindaco 5st
    nelle sedi parlamentari si sono formati gruppi in dissenso da Grillo
    o espulsi. poi la figura di m…… fatta alle europee, 20 % in meno da uno che viene dalla margherita……….
    Peggio di così il pd non può essere in regione, ma i 5st staranno al palo , qualcuno ne avverte la presenza? dove sono? a parte gli scranni .

  267. Giovanni Says:

    Ma cosa vuoi?
    Perché Tavolazzi Favia e Salsi non si candidano con Bonaccini o con la Lega o con Forza Italia
    Il sindaco di Parma deve attuare il programma presentato all’elettorato e non provare a fare il politicante d’accatto,altrimenti,come ha ben capito ,si prende un calcio nel culo
    Di bugiardi ,truffatori e voltagabbana l’Italia e’piena
    Il M5s non li vuole
    Hai capito Remo
    Discorso chiuso
    Sarebbe più produttivo che tu facessi il pelo a tutti i delinquenti che albergano nelle locali istituzioni

  268. remo tedeschi Says:

    Vero, piene le istituzioni di delinquenti, di condannati, di evasori,
    di falliti, di scrittori fantasiosi sulla fine del mondo, di collezionisti di tessere, di figli di gerarchi del MSI, hai voglia……

  269. Giovanni Says:

    Claudio,qual’e’ il piano dei bersaniane per non essere eliminati da Renzi
    Pare che i giovani turchi siano accordati con il figlio del Bancarottiere

  270. Giovanni Says:

    Bonanni e’stato cacciato dalla Cisl perché si stava costruendo una pensione d’oro
    Renzi,invece,resta al suo posto
    Nessuno dice niente nel Pd sul fatto che si è fatto assumere nell’azienda di famiglia per farsi versare i contributi dalla Provincia e dal Comune di Firenze
    Insomma Renzi prenderà una pensione dall’Inps senza aver mai lavorato per l’Azienda Fallita,mentre quelli che lavoravano per il padre come co.co.co/co.co.pro,non prenderanno niente
    Ma perché nel PD tutti tacciono
    Perché il più sano ha la rogna
    Nel corso degli anni,secondo un dossier del 1994,erano state costituite 40.mila posizioni contributive “farlocche”,riguardanti amministratori pubblici,sindacalisti di ogni sindacato e via cantato
    Molti deputati,ex consiglieri regionali,sindaci,assessori,presidenti di case popolari ecc percepiscono la pensione taroccati da molti anni
    Altri si approssimano a percepirla
    Diritti quesiti?
    No.
    Refurtiva
    Stiamo parlando di miliardi di euro che pesano come macigni sulle spalle di tutti
    Ma è’ sicuro,nessuno denuncerà queste porcherie e nessuno ci metterà il naso fino in fondo
    Io per non saper leggere e scrivere sospenderei l’erogazione delle pensioni INPS a tutti i politici e sindacalisti
    Poi concederei a tutti un’anno di tempo per dimostrare che hanno lavorato in azienda e che la retribuzione dichiarata era uguale a quella degli altri dipendenti
    Altrimenti restituzione di tutte le persioni incassate e restituzione dei contributi agli enti pubblici
    La situazione in cui si trova il nostro paese è eccezionale,perciò le regole devono essere eccezionali

  271. Sancho Says:

    Perché Mauro non interviene con un suo commento in questa fase acuta e drammatica che stiamo vivendo?
    Riporto a seguire, per chi non lo avesse letto, il molto esplicativo articolo di Luciano Gallino sulla “Repubblica” di oggi :
    Il livello dove incidere, casomai, sarebbe lì’.
    Il resto sono schermaglie e comparsate.

    Diego

    Articolo di LUCIANO GALLINO

    «QUEL che sta accadendo è una rivoluzione silenziosa — una rivoluzione silenziosa in termini di un più forte governo dell’economia realizzato a piccoli passi. Gli Stati membri hanno accettato — e spero lo abbiano capito nel modo giusto — di attribuire importanti poteri alle istituzioni europee riguardo alla sorveglianza, e un controllo molto più stretto delle finanze pubbliche». Così si esprimeva il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, in un discorso all’Istituto Europeo Le persone che decidono quali poteri lasciarci o toglierci, sono sì e no alcune dozzine: sei o sette commissari della Ce su trenta; i componenti del Consiglio Europeo (due dozzine di capi di Stato e di governo); i membri del direttivo della Bce; i capi del Fmi, e pochi altri. Tutti, intendiamoci, immersi in trattative con esponenti del mondo politico, finanziario e industriale, in merito alle quali disposizioni della direzione Ce impongono che i cittadini europei non ne sappiano nulla sino a che non si è presa una decisione. Non esiste alcun organo elettivo — nemmeno il Parlamento Europeo — che possa interferire con quanto tale gruppo decide. Pare evidente che la Ue abbia smesso di essere una democrazia, per assomigliare sempre più a una dittatura di fatto, la cui attuazione — come vari giuristi hanno messo in luce — viola perfino i dispositivi già scarsamente democratici dei trattati istitutivi. La dittatura Ue potrebbe essere tollerabile se avesse conseguito successi economici. Italiani e tedeschi hanno applaudito i loro dittatori per anni perché procuravano lavoro e prestazioni da stato sociale. Ma le politiche economiche imposte dal 2010 in poi hanno provocato solo disastri. Quali sciagure debbono ancora accadere, di Firenze nel giugno 2010. Non parlava a caso. Sin dal 2010 la Ce e il Consiglio Europeo hanno avviato un piano di trasferimento di poteri dagli Stati membri alle principali istituzioni Ue, che per la sua ampiezza e grado di dettaglio rappresenta una espropriazione inaudita — non prevista nemmeno dai trattati Ue — della sovranità degli Stati stessi. Non si tratta solo di generiche questioni economiche. Il piano del 2010 stabilisce indicatori da cui dipende l’intervento della Ce sulla politica economica degli Stati membri; indicatori elaborati secondo criteri sottratti a ogni discussione da funzionari della CE. Se gli indicatori segnalano che una variabile esce dai limiti imposti dal piano, le sanzioni sono automatiche. Il piano è stato seguito sino ad oggi da nuovi interventi riguardanti la strettissima sorveglianza del bilancio pubblico, al punto che il ministero delle Finanze degli Stati membri potrebbe essere eliminato: del bilancio se ne occupa la Ce. Il culmine della capacità di sequestro della sovranità economica e politica dei nostri Paesi da parte della Ue è stato toccato nel 2012 con l’imposizione del trattato detto fiscal compact , che prevede l’inserimento nella legislazione del pareggio di bilancio, «preferibilmente in via costituzionale». I nostri parlamentari, non si sa se più incompetenti o più allineati sulle posizioni di Bruxelles, hanno scelto la strada del maggior danno — la modifica dell’art. 81 della Costituzione. Questi sequestri di potere a carico dei singoli Stati non sono motivati, come sostengono le istituzioni europee, dalla necessità di combattere la crisi finanziaria. I supertecnici della Ce (sono più di 25mila), ma anche di Fmi e Bce, mostrano di essere dilettanti allo sbaraglio. L’aumento del debito pubblico degli Stati dell’eurozona, salito dal 66% del 2007 all’86% del 2011, viene imputato dalle istituzioni europee a quello che essi definiscono il peso eccessivo della spesa sociale nonché al costo eccessivo del lavoro. Oltre a documenti, decreti, direttive, ad ogni occasione essi fanno raccomandazioni affinché sia tagliata detta spesa. Pochi giorni fa Christine Lagarde, direttrice del Fmi, insisteva sulla necessità di tagliare le pensioni italiane, visto che rappresentano la maggior spesa dello Stato. Dando mostra di ignorare, la dotta direttrice, che i 200 miliardi della ordinaria spesa pensionistica sono soldi che passano direttamente dai lavoratori in attività ai lavoratori in quiescenza. Il trasferimento all’Inps da parte dello Stato di circa 90 miliardi l’anno non ha niente a che fare con la spesa pensionistica, bensì con interventi assistenziali che in altri Paesi sono a carico della fiscalità generale. Dinanzi ai diktat di Bruxelles, il governo italiano in genere batte i tacchi e obbedisce, a parte qualche alzar di voce di Renzi. Le prescrizioni contenute nella lettera del 2011 con cui Olli Rhen, allora commissario all’economia della Ce, esigeva riforme dello Stato sociale sono state eseguite. La “riforma” del lavoro di cui si discute in questi giorni potrebbe essere stata scritta a Bruxelles. Nessuno di questi interventi ha avuto o avrà effetti positivi per combattere la crisi; in realtà l’hanno aggravata. Combattere la crisi non è nemmeno il loro scopo. Lo scopo perseguito dalle istituzioni Ue è quello di assoggettare gli Stati membri alla “disciplina” dei mercati. Oltre che, più in dettaglio, convogliare verso banche e compagnie di assicurazione il flusso dei versamenti pensionistici; privatizzare il più possibile la Sanità; ridurre i lavoratori a servi obbedienti dinanzi alla prospettiva di perdere il posto, o di non averlo. Il vero nemico delle istituzioni Ue è lo stato sociale e l’idea di democrazia su cui si regge; è questo che esse sono volte a distruggere. Si può quindi affermare che la Ue sarebbe ormai diventata una dittatura di finanza e grandi imprese, grazie anche all’aiuto di governi collusi o incompetenti? Certo, il termine ha lo svantaggio di essere già stato usato dalle destre tedesche, le quali temono — nientemeno — che la Ue faccia pagare alla Germania le spese pazze fatte dagli altri Paesi. Peraltro abbondano i termini attorno all’idea di dittatura: si parla di “fine della democrazia” nella Ue; di “democrazia autoritaria” o “dittatoriale” o di “rivoluzione neoliberale” condotta per attribuire alle classi dominanti il massimo potere economico. Il termine potrà apparire troppo forte, ma si dia un’occhiata ai fatti. I poteri degli Stati membri di cui le istituzioni europee si sono appropriati sono superiori, per dire, a quelli dei quali gode in Usa il governo federale nei confronti degli Stati federati. quali insulti l’ideale democratico deve ancora subire, prima che si alzi qualche voce — meglio se sono tante — per dire che di questa Ue dittatoriale ne abbiamo abbastanza, e che se uscirne oggi può costare troppo caro è necessario rivedere i trattati, prima di assicurarci decenni di recessione e di servitù politica ed economica?

  272. Gianni Says:

    Bravo Gallino!
    Concordo: si richiede intervento Mauro, su fatti coraggio ti tocca! Grazie

  273. Remo Tedeschi Says:

    Va bene , c’è del vero sicuramente nell’articolo di Gallino, manca però un particolare non secondario. quale?
    Manca, una valutazione su come lo stato italiano spende i suoi soldi
    su come rimpinza da nababbi certa gente con retribuzioni che nemmeno l’America concede, avete presente quanto guadagnano i membri della Corte Cost. italiana? minimo oltre 400mila euro a testa
    negli USA 180mila!!! quanti Enti statali o parastato abbiamo?
    quanti portaborse inutili, quanto guadagnano i nostri parlamentari?
    abbiamo dei pensionati d’oro a 90mila euro mensili,i primi 10 di questa classifica, vanno dai 90 ai 41mila /mese.
    Per non parlare della massa di miliardi perduti in evasione e corruzione. e mafie varie.
    Un po’ di diffidenza europea non è giustificata?

  274. Giovanni Says:

    L’Italia,dopo la Grecia,è il Paese più marcio dell’Unione
    Se dimentichiamo questo aspetto essenziale non saremo mai credibili
    Senza questa congenita debolezza gli Oligarchi di Brussels non potrebbero comandare in Italia
    Il patto massonico Renzi-Berlusconi,la tulela dei privilegi della casta politica-finanziaria e mafiosa ,ammorbano quotidianamente il nostro povero Paese
    Tutte le istituzioni lavorano di concerto con i commissari europei per manomettere quel poco che resta del sistema che una volta si diceva democratico
    Bersani sembra essersi svegliato dal coma,ma continua a sostenere Violante alla Corte costituzionale
    Non ha ancora compreso che”il Giurista di Camerino” è un uomo del “Colle”,
    L’uomo del Colle è esattamente colui che lo ha privato dell’incarico mandandolo in ospedale

  275. Remo Tedeschi Says:

    Dato che non sono permaloso, prenderei per buona la disponibilità di Grillo, qui un’alternativa va creata, anche DeBortoli dice del massone a Renzi, se i 5st,e la “sinistra alternativa, cominciassero
    a dialogare seriamente, .. ma può essere vero? chissà
    e da dove potrebbe nascere un’alternativa a Renzi/Berlusconi?

  276. remo tedeschi Says:

    Per le elezioni regionali, almeno un seggio alla lista “l’altra europa”
    in regione hanno deluso tutti anche i grillini, Marescotti in via Aldo Moro.

    • Milli Says:

      Marescotti non si presenta con la lista Tsipras. È impegnato a teatro e poi ha aperto un ristorante a piazza Malpighi: ” Dai biricchini “

  277. claudiopagani Says:

    O.K. Remo

  278. Giovanni Says:

    Mi pare che la lista L’altra Emilia abbia annunciato candidati piu attrezzati del bravo attore Marescotti,il quale dopo aver dato il suo contributo alle europee,è tornato a fare il suo mestiere
    Se poi per integrare le sue modesti guadagni con un’attivita commerciale,anche in vista delle future ritorsioni,che male c’è

    • Milli Says:

      Non era un giudizio su Marescotti. Soltanto un’informazione. Il capolista de L’Altra Emilia-Romagna è il prof. Alleva che sta lavorando con Landini della FIOM a scrivere un altro piano per il lavoro.

  279. Remo Tedeschi Says:

    Cos’è che si muove nei poteri “forti”? Scalfari dice di Renzi che non arriva all’asse del pane, il Corriere dà del massone ,ma bisognava intendere (dato l’accordo con B,) del mafiosetto, Della Valle del ciarlatano.
    Vuoi vedere che preparano il Passerone (Passera) a nuovo e risoluto “guaritore” o esorcista?
    Intanto , per gli antirenziani ,guai a parlare di scissione, o almeno di
    un qualsiasi distinguo organizzato, potrebbe, se costruito, dare una casa politica a tanti che non vanno nemmeno più a votare alle primarie,(vei E.R).

  280. Alessandro Perini Says:

    per me Remo questa casa va costruita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: