LA PROCEDURA.

Cammino sulle uova.

Le ultime due esperienze ospedaliere mi hanno alquanto stressato.
Sempre , ancora in attesa della terza.
Oh mica è cosa straordinaria. Succede a tanti verso una certa età. E a molti anche prima.
D’altro canto sembra che la mia pompa di alimentazione abbia risentito di una sedimentazione progressiva di … emozioni. Risalenti molto indietro nel tempo. Più che altro incazzature , TIR di sigarette e pantagrueliche abbuffate nel cuore della notte.
E così dopo la FA, è arrivata la TPSV. (vedere wikipedia). E son iscritto d’ufficio alla onorata lega dei NOA. Nuovi anticoagulanti orali.

Forte eh?
Mica da tutti.

Mi piacerebbe descrivere per il lungo e per il largo il reparto di cardiologia del Maggiore. Ma dato che associo da sempre la scrittura al fumo devo essere sintetico.
Mi ha fatto una buona impressione per quanto l’ospedale, come la caserma , resti pur sempre un’istituzione totale.

Personaggi e interpreti.

1. La mia dottoressa preferita/macchina da guerra. Me l’aveva detto dopo il primo ricovero: “gli tornerà, se ho capito il soggetto”. Avevamo avuto un piccolo e franco dialogo.

2) Il primario . Che arriva la mattina presto e se ne va molto tardi la sera: “mi piace molto il mio lavoro ”.
Uomo che va al sodo: “La lascio andare in permesso sabato e domenica se lunedì mattina è di ritorno alle otto in punto”. Già, perché lui ed io dubitiamo assai che l’ultima TPSV non abbia provocato un danno alle coronarie. Ci son pure enzimi nel sangue. Un piccolo infarto insomma.

Invece no.

Il “tecnico” emodinamico, che più bravo non si può, in soli 35 minuti mentre mi svaga con la politica mi assicura che le coronarie son a posto.

E questo un lunedì.
Ergo posso andarmene a casa dopo un paio di nottate insonni.

3) A quel punto interviene “l’Elettrico”.

Uno che t’ infila un catetere nel cuore e agisce sui circuiti elettrici della pompa per interrompere con successo statistico del 96% la TPSV.
La FA è più complicata.
“Un elettrocardiogramma così è una singolarità da presentare ad un congresso”, dice.

Cazzo che culo!

E’ spalleggiato da macchina da guerra e da un dottore mio omonimo che mi segue da qualche tempo.

Insomma stanno intorno al mio letto a dirmi che dato che son in ballo tanto vale restare anche il giorno dopo per tentare la PROCEDURA.

Sinistra definizione da film dell’orrore.

Una manica di bastardi.
Glielo dico rivolto al mio omonimo il quale prontamente : “sì siam proprio bastardi dentro”.

Che fare?
Classico interrogativo.
Dico che ci penso.
E, intanto mi cago sotto perché mi son appena entrati nel cuore e ci vogliono rientrare ad horas.

Mi han quasi convinto e resto. Salvo decidere in extremis la mattina dopo.

Macchina da guerra nel salutarmi la sera m’affida il compito di intrattenere (fare coraggio) ad un ragazzo di 23 Anni che anche lui deve sottoporsi alla PROCEDURA.
Deve esser anche laureata in psicologia. Per la serie : dato che hai una paura fottuta fai coraggio ad un altro che così ti passa almeno un po’e comunque sei già adulto da un pezzo ormai.

Obbedisco.
Con lo stesso spirito di Garibaldi all’ingiunzione di La Marmora.

La mattina dopo passa l’Elettrico sbocconcellando un grissino, mi guarda e mi fa: “mi sembra un condannato a morte”. E’ un tipo sicuro di sé il ragazzo. Uno che: i farmaci contano un cazzo , ci penso io con la PROCEDURA. Fatti e non pugnette.
Più tardi, tradendo un barlume di compassione, mi dirà che “cuor di leone non ne ho mai visti”.

Fa del suo meglio, ne son sicuro, ma non riesce a provocarmi artificialmente la TPSV e dunque non può colpirla con precisione (la troia) con una bella scarica elettrica in mezzo alla fronte.
Immagino che la PROCEDURA sia alquanto più complessa di così.

Comunque mi dice che : “sarei disposto a puntare un bel po’ di soldi sulla riuscita”, spalleggiato dal primario che me la dà all’ottanta per cento.

Meglio di niente.

Resto sulle uova.

Più avanti spero di poter tornare a parlarvi di politica. Dato che, alla luce dei fatti, ho qualche essenziale rettifica da fare a quel PS del mio ultimo post.

Annunci

10 Risposte to “LA PROCEDURA.”

  1. Milli Says:

    Quindi cuore folle e ballerino. Però. Non sei mica il solo nella Coalizione che fu civica e ora non più. Anche una amica comune conosce lo stesso personale medico. E allora non sapendo come consolarvi invio a tutti e due la stessa poesia. Il poeta era folle al punto giusto e di istituzioni totali ne sapeva un po’. Se il personale ti rompe le scatole tu gliela leggi. Cosa può mai succedere? Ti cambiano di reparto o ti rispediscono di corsa a casa.

    In fondo ai giardini dei nostri sogni

    Più belli dei sogni più belli dei nostri numi,
    Colti attraverso misteriose armonie
    In noi esploderanno sogni divini
    E poesie bugiarde
    Di cui ascolteremo le strofe infinite
    In sogno.
    E i venti incurveranno gli alberi fino a terra,
    Alberi più sontuosi del tramonto,
    Recante frutti di porpora e d’oro, di diamante
    Dai riflessi allettanti.
    Con occhi di misteriosi smeraldi
    Che scagliano misteriose fiamme…
    E i venti piegheranno gli alberi e i nostri corpi
    Ai legni strapperanno le loro musiche interne,
    E le nostre voci lanceranno musiche sublimi
    Negli androni di foreste selvatiche dalle alte cime
    Fluenti d’oro.
    Per meglio cogliere l’anima dei nostri domini,
    L’anima notturna decadente e crepuscolare,
    La grande anima tenebrosa e divina
    Ci incammineremo lungo il sentiero azzurro che porta
    Di fronte al tramonto
    Sfavillante di sfarzo e di armonia
    Come un rosone nel cuore di un tempio immenso.
    E là ascolteremo la cadenza immortale
    Delle linee e dei corpi ritmati
    E di gotiche balaustre profumate
    Dalla dolcezza dei corpi amanti
    Dagli uomini con grandi anime cadenzate,
    Dai poeti profumati.
    Antonin Artaud

  2. Atos Benaglia Says:

    Per trasformare un bollettino medico in una occasione di sorriso, ci vuole un fisico bestiale e tu ce l’hai 🙂
    auguri di buon proseguimento e pronta ripresa
    Atos

  3. silvia ferraro Says:

    Auguri, fisico bestiale!!! e non ti curar di loro ma guarda e passa…forse ci vedremo al maggiore visto che io ci vado quasi tutti i giorni per accompagnare Potitò che di sfighe ne ha un tot ma che tiene botta visto che son tutte ascrivibili al grave ma non troppo… un forte abbraccio Silvia Ferraro

  4. anna barbuti Says:

    mi era sorto il dubbio, caro Mauro, che qualcosa non fnzionasse, era troppo tempo che non leggevo nulla di tuo. Ho pensato: ma forse la delusione per la Coalizione lo ha spinto a prendersi un periodo di sosta, ma poi mi sono detta che non era da te, poi ho pensato fossi andato in vacanza per un pò, ma poi leggevo spesso dei blog di Paola e allora………. non c’era altra spiegazione. Mi spiace molto ma sono anch’io convinta, come tutti quelli che ti conoscono almeno un pò, che tu hai davvero un fisico bestiale oltre che uno spirito indomito che ti farà s
    uperare presto e bene questo periodaccio. Auguri sinceri davvero e con tutto il cuore e….a presto

  5. claudiopagani Says:

    Caro Mauro , intanto mi fa un grande piacere leggerti di nuovo, sia pure per un lungo bollettino medico; tu , purtroppo per te, appartieni a quei pochi della tua generazione che davvero fecero della politica una scelta di vita totalizzante , tanto da rimetterci perfino la salute ( ne fece le spese anche il ns grande indimenticato Berlinguer)..Oggi , tuttavia , non ne vale proprio la pena visto che il palcoscenico è occupato da imbroglioni, guitti e peggio…Colgo l’occasione per informarti che la coalizione civica Ravenna in Comune viene data oltre il 15%…Pensa un po nella terra che tu giustamente chiami “gulag” pare esserci un risveglio democratico. In ogni caso se dovessimo riuscire a chiudere il Gulag saremo felici di ospitarti per la stagione estiva nella libera repubblica di Ravenna, magari conferendoti il ruolo di Presidente onorario ( non facciamoci troppe illusioni però). In bocca al lupo, caro compagno, e aspetto impaziente il tuo nuovo comunicato politico..

  6. Giancarlo Vitali Says:

    Un gran bel pezzo di letteratura “medica”.
    Tutti gli auguri necessari al tuo pieno recupero fisico. Comunque la si pensi, la mancanza della tua presenza si fa sentire assai.

  7. Roberto Says:

    Caro Mauro, unisco agli auguri la certezza che il problema, come l’hai descritto, è risolvibile, e al Maggiore sono bravi.

  8. dantefranchi Says:

    Salve, vi comunico che la mia nuova mail è la seguente

    dantefranchi51@gmail.com

    e che la attuale sarà dismessa.

    vi prego di prendere nota.

    Grazie

    Dante

  9. Fulvia bandoli Says:

    Caro compagno Zani
    capisco che qualche colpetto l’hai avuto ma la situazione pare sotto controllo. Sono lieta che il tuo spirito resti sempre lo stesso, ironico e indomito ( che non vuol dire non aver paura di certi esami che solo qualche demonio può avere inventato..). In bocca al lupo. Quanto al fumo eccessivo e alle cene e agli spuntini fuori orario potrei dirti di limitarti un pochettino ma secondo me te lo stan gia’ dicendo medici amici compagni…e tu sai benissimo che sarebbe giusto. Devi solo decidere quando e se cominciare a farlo.
    Un abbraccio affettuoso dalla compagna
    Bandoli

  10. maurozani Says:

    Cara compagna Fulvia,
    il problema è proprio decidersi ad un cambio di vita.
    Vaste programme.
    Siamo tutti ancor giovani… imprigionati in vecchi corpi.
    Lo stato di fatto mi fa alquanto incazzare.
    Ricambio il tuo abbraccio affettuoso.

    PS. Quando penso a te per una strana associazione di idee, non penso a contrasti politici, che pur ci son stati, o al tuo snobismo (inchiostro verde e maglioni informi ) ma a quella volta che eravamo ad un convegno dell’UPI …ad osservare l’Etna in eruzione. Eravamo giovani e (seppur amministratori) CREDEVAMO di poter cambiare il mondo.
    Beh, molto meglio di adesso.

    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: