Senza titolo.

CIALTRONE.
D’ora in poi consideratemi politicamente scorretto.
Sì perché se sento uno che dice ad un ragazzo di vent’anni : “mettiti in promo”, mi salta la mosca al naso.
E devo dire , apertamente , sperando che ciò non costituisca reato, che costui ha la faccia come il culo.
E debbo aggiungere che se nessuno tra i media nota questa porcata di fronte ai dati ISTAT sulla consolidata disoccupazione giovanile, beh allora sono semplicemente servi.
Anzi. Leccaculo senza alcun senso del pudore.
Anzi. Del tutto noncuranti persino dell’igiene personale.

Cosa vuol dire , esattamente, “mettiti in promo”?
Al meglio vuol dire fatti i cazzi tuoi. Se puoi.
Al peggio vuol dire venditi al miglior offerente. Se puoi.

 

BURKINI.

Immagino piccolo burka.
Mah.
Dico io . Uno/una può andare a bagno anche col cappotto.
Se gli piace.

Questi francesi (attualmente e per poco socialisti) hanno rotto i coglioni.
Se la laicità diventa una religione nega la sua ragion d’essere.
O no?
Io che son laico preferirei immergermi nel mare , (o anche nel fiume) esattamente come nella vasca da bagno.
Nudo.

Tutte le volte che si è reso possibile ,infatti, ho frequentato spiagge per nudisti.
Sì perché la sola idea di nuotare, o prendere il sole, vestito (sia pure con un solo costume) mi fa orrore ancora adesso.
E’ , a ben vedere, una pura stupidaggine.
Stare li a gocciolare acqua dal costumino.
Non lo concepisco.

Però se una vuol bagnarsi vestita, dov’è esattamente il problema , se non nello speculare pregiudizio secondo cui non si può stare al mare nudi?

Morale , ognuno/a si regoli come vuole e come più gli piace.
Chiunque affermi il contrario è solo un cretino. O un politico in affanno in cerca di riafferrare consenso con la cinica scusa della lotta al terrorismo.
Punto.

 

CHARLIE EBDO.

 

Ho mai scritto io (anche quando frequentavo assiduamente FB) : siamo tutti Charlie?
No.
Perché quelle vignette sull’islam non le ho mai apprezzate.
E non potevo fare l’ipocrita neppure davanti al massacro operato dalla canaglia islamica.
Non potevo.
Pur condividendo con tutto me stesso l’idea di fare un favore ai terroristi spedendoli pietosamente e rapidamente nel loro paradiso.
Idea che confermo.

Adesso tutti mostrano scandalo, riprovazione, condanna dopo la vignetta su Amatrice.
I cadaveri degli italiani per Charlie sono lasagne.
Un impasto di carne e sangue.
Poi , per rimediare rincarano la dose, chiarendo tutto intero il loro sciovinismo razzista e francamente alquanto fascista.
Spiegano che col terremoto in Italia la gente muore per colpa della mafia italiana.
Come a dire : chi è causa del suo mal…

Veri pezzi di merda.

Io non ero e non sono Charlie.

Annunci

18 Risposte to “Senza titolo.”

  1. Giuseppe Parisi Says:

    LA LIBERTA’ LA HA BEN DESCRITTA GIOrGIO GABER ma non è quella imposta dai mariti o dai politici che ti mettono le sbarre della voliera attorno eppoi dicono VOLA !!!! che vergogna

  2. Mario Bovina Says:

    Caro Mauro, mi permetto una battuta.
    Io ho sempre ritenuto che ci sia un motivo validissimo per fare il bagno col costume: le meduse!

  3. milli Says:

    Ciao Bukowski lassu sui monti. Sai cosa mi hai fatto ricordare? Lo slogan di Lotta Continua al Parco Lambro: “Nudi Sì ma contro la Dc”. A vedere l’intero gruppo dirigente del Pd in fibrillazione io me la rido. C’era una canzone di protesta un pò malinconica che diceva : ” Forse morranno morranno davvero, ma nell’attesa morremo anche noi…” Però prima voglio vedere Tronti e amici vestiti di tutto punto precipitare nell’abisso. Un saluto e amici sempre. Certo il burkini deve essere scomodo…

  4. claudiopagani Says:

    Molto apprezzabile quello che ha dichiarato oggi Michele Emiliano , Presidente della Regione Puglia : ” … Una parola di solidarieta verso la collega Raggi oggi la voglio esprimere; certamente io a Bari non ho trovato lo stesso degrado che lei ha trovato a Roma”. In ogni caso altra spina nel fianco per il GRANDE BUGIARDO di Rignano sull’ Arno

  5. Remo Tedeschi Says:

    Commovente, l’uomo che fece conoscere al mondo .. le cozze pelose, …. la collega,… ma per favore, Michele, …. sono micchele dimenticai le chiavi (soliti ignoti, tiberio murgia).
    Claudio, guarda che il naso lungo alla pinocchio, viene anche alle donne, specie se morettine.

  6. claudiopagani Says:

    Remo sei al disotto della commentabilità. E comunque Emiliano in Puglia ha un grande consenso popolare e vedrai che bella “sorpresina” per Renzi al Referendum . Certo che a ricordarsi delle “cozze pelose” nel mare magno delle schifezze democratiche ci vuole “coraggio” . Forza Remo sei maturo per essere un buon qualunquista , come la maggioranza degli Italiani.. In fondo forse è questa la 2legittimazione ” che cercavate. Evviva

  7. remo tedeschi Says:

    Qualunquista Mai, ma un uomo qualsiasi si, con solo un po’ di fiuto per polpette avvelenate , e buona memoria, da elefante.
    Dare solidarietà alla Raggi significa essere renziano, semplice comparazione, lo ha fatto anche lui, è piaggeria, faccia di più per la gente di Taranto.

  8. claudiopagani Says:

    Al di la delle stupidaggini di Raggi e affini è evidente la REGIA POLITICA dei SOLITI POTERI ROMANI CHE VOGLIONO FORTISSIMAMENTE le OLIMPIADI; tu guardi il dito io cerco di guardare la luna; per me conta SOLO LA POLITICA e quindi della persona Raggi mi frega nulla, mentre del suo Movimento molto. Purtroppo tra i tanti GUASTI COLLATERALI I di questi oltre 20 anni c’è avere trasformato , spesso anche nei compagni , l’idea di politica in “politicamente corretto” e spesso “moralismo”., Nel 1976 il PCI di Berlinguer fidandosi della intesa politica con MORO , consenti la nascita del governo Andreotti che , certo, si sapeva non essere un ANGELO ( nonostante le inchieste giudiziarie fossero di la da venire); prevalse su ogni altra considerazione , giustamente, la RAGIONE POLITICA, nel mentre molti “moralisti” anche di estrema Sinistra criticavano aspramente fino a fiancheggiare il brigatismo rosso. Oggi si è perso quasi completamente il SENSO della politica e si insegue un moralismo da 4 soldi che spesso copre una enorme “falsa coscienza” che cosi fa da sponda alla grande ipocrisia del “nemico di classe ” che , naturalmente , si esalta davanti a questa prova di subalternità

  9. milli Says:

    Il divieto del burkini in spiaggia avrebbe comportato da parte di mariti, fratelli e padri osservanti l’obbligo per le mogli, sorelle e figlie di restare a casa. Per mariti, fratelli e padri osservanti la libertà di andare al mare in mutande ovviamente. In attesa di qualche commento inviterei a leggere:

    Uomini nudi di Alicia Giménez-Bartlett – Sellerio Editore

    La commedia umana di Alicia Giménez- Bartlett, il racconto dellamoderna lotta di classe, della guerra dei sessi, sotterrato e nascosto …

    • Laura Veronesi Says:

      Concordo con Milli. Perché tornando all’intervento e a ben vedere, le tre questioni trattate (mirabilmente) sono in effetti un’antologia delle “libertà” illiberali del neoliberismo (mi si perdoni il bisticcio). Quindi tocca tornare al nudismo almeno politico che è l’unica vera libertà di cui si parla.
      Chiaro che poi il personale ridiventa politico e da alcuni commenti non so se…
      (Io ho già letto il libro che consiglia Milli: mi associo al suo invito)

  10. maurozani Says:

    Mario. AHAHAH…
    Infatti non ti ci vedo immergerti nudo nato.
    Però le meduse ti possono azzannare in ogni caso.

    PS. Prova a pensarci. Cosa c’è di razionale nel nuotare con le braghe, piccole o grandi che siano? Non si tratta di esibizione, specie per me che in fondo non ho da esibire granché. Ma di quel tratto di particolare gentilezza, e normale cordialità, che ho sempre riscontrato nei pochi luoghi dedicati al cosiddetto nudismo.
    PPS. Persino io mi sentivo più buono!

  11. maurozani Says:

    Dopodiché, Laura ha ragione: il nudismo politico.
    Solo che non è mai davvero esistito.
    La politica per sua intima natura è molto coperta.
    E’ sempre burka ..altro che burkini.
    Infatti tutte le volte che dimostri piena sincerità, beh son cazzi. Diventi antipatico.
    Segnato.
    Pessimo politico.

    • Laura Veronesi Says:

      In effetti certa ostinata inclinazione all’utopia, fa rimanere in braghe di tela. E mai espressione idiomatica fu più adatta, visto ciò di cui si parla.
      Non imparerò mai. È un fatto.

  12. maurozani Says:

    Milli sta’ Alicia l’ho letta. Non sempre mi piace.
    Ma mi manca il libro che segnali.
    Rimedio.

  13. maurozani Says:

    Claudio, Remo è persona perbene (scusa se lo dico Remo) non è affatto al di sotto etc…
    Esempio. Io conservo una certa diffidenza istintiva dall”Emiliano. (ricordalo per tempi futuri).
    Dopodiché nella sostanza sai che condivido . Al netto della Raggi che m’è sempre apparsa una ciofeca come credo anche a te.

  14. claudiopagani Says:

    Nessun dubbio , per me , che Remo sia “perbene” , ma questo , certe volte , mi fa incazzare anche di piu , per l’oggettiva copertura che certi suoi ragionamenti fanno delle politiche di renzi.. Emiliano è un “esempio eccellente di populismo meridionale” ; tuttavia se questo portera ad un largo successo del NO in Puglia , ben venga..Sono convinto che il voto del SUD stavolta sara decisivo , perchè nel Referendum il “voto di scambio ” è difficile….Comunque , non so se è bene o male , per me Politics First…

  15. maurozani Says:

    First. Certo. D’accordo. Temo che perdiamo. Ma spero di no.

  16. maurozani Says:

    Comunque oggi è l’11 settembre.
    La tivvù mi fa vedere la torre sud che collassa in modo “perfetto” su sé stessa.
    Ora io sarei, anche, un perito metalmeccanico.
    Studio del comportamento dei metalli ed affini.
    So, senza tema di smentita, che l’acciaio fonde a 1350 gradi.
    So , perché lo ha detto la commissione d’inchiesta governativa USA , che la temperatura interna era di 500 gradi Celsium (ovviamente) .
    So che nessun corpo umano o animale sarebbe rimasto intatto a quella temperatura , per poter lanciarsi dai piani centesimo ed oltre.
    Purtroppo.
    So che a 500 gradi l’acciaio non fonde, non crolla, insomma non gliene frega nulla.
    Sta su bello dritto.
    So anche che il kerosene di un boing non può, nella maniera più assoluta, non può, raggiungere una temperatura tale da fondere un buon acciaio.
    E anche uno cattivissimo.
    Ergo come fa la torre sud a crollare in una verticale perfetta su sè stessa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: